Superbike: Ivan Goi wild card al prossimo round di Imola nel Team EVO Barni Racing

L'altra wild card sarà Denny Schiavoni nella Superstock 1000

Superbike: Ivan Goi wild card al prossimo round di Imola nel Team EVO Barni RacingSuperbike: Ivan Goi wild card al prossimo round di Imola nel Team EVO Barni Racing

Sono state annunciate le wild card che parteciperanno al prossimo prossimo round del Campionato Mondiale Superbike, in programma a Imola dal 9 all’11 maggio, nella classe EVO vedremo in azione Ivan Goi, che corre nel team Barni Racing ed è attualmente in testa al campionato CIV Superbikedopo essere salito sul podio (primo e secondo) nelle due gare del Mugello che hanno aperto la stagione del CIV 2014.

Il pilota italiano, che avrà quindi la possibilità di salire sulla Ducati 1199 Panigale R, ha 34 anni ed ha iniziato a corre nella Sport Production per poi passare al CIV 125 ed al mondiale 125GP.
Nel 1996 si è aggiudicato la gara in Austria a 16 anni e 157 giorni e fino al 1998 è stato il pilota più giovane ad aver vinto un gran premio, poi questo speciale record venne battuto da Marco Melandri.
Dopo alcuni anni passati in 125 Goi è passato al mondiale Supersport e successivamente al campionato italiano, laureandosi Campione Italiano Stock 1000 nel 2010 e nel 2012.

“Questa wild card a Imola è un regalo. Sono concentrato sul campionato italiano e quindi nel mondiale correrò per divertirmi, senza pressione, ma cercando di trovarmi bene con la moto e con la squadra”- ha dichiarato Ivan Goi– “Naturalmente non mi tirerò indietro se ci sarà da cogliere un bel risultato”.

Insieme a lui l’altra wild card del round, nella Stock 1000, sarà Denny Schiavoni, ventitreenne pilota di Recanati, uno degli avversari di Goi nel CIV Superbike, dove gareggia con la BMW S 1000 RR del team 2R Antonellini.
E’considerato la vera sorpresa del campionato, visto che al suo debutto nella massima categoria nazionale ha raccolto un quarto ed un quinto posto al Mugello ed è attualmente quarto nella classifica piloti.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati