Superbike: Tanto lavoro e progressi per la Bimota

Complice il meteo, Badovini e Iddon hanno avuto fortune alterne in entrambe le gare di Assen, sfiorando la top ten ma incappando anche in due cadute.

Superbike: Tanto lavoro e progressi per la BimotaSuperbike: Tanto lavoro e progressi per la Bimota

Certamente la pioggia ha giocato un ruolo fondamentale nelle due gare disputate ieri al TT Circuit di Assen, condizionando le prestazioni e il lavoro di molti team, tra i quali sopratutto quello della Bimota Alstare Racing che, non avendo effettuato test, si trova ad avere a disposizione pochi dati su cui lavorare, che si riducono a zero sul bagnato.

Domenica un po’complicata, quindi, e fortune alterne per Ayrton Badovini e Christian Iddon, che hanno comunque ben figurato in pista, sfiorando la top ten in entrambe le gare e insidiando le EVO migliori.
In Gara 1 Badovini era riuscito a tenere il ritmo delle altre EVO e stava insidiando il primo posto di Niccolò Canepa quando le bandiere rosse hanno messo fine alla corsa al 17° giro: per lui alla fine un buon undicesimo posto assoluto.
Iddon invece è stato autore di una sfortunata caduta durante la prima parte della manche, che è stata per lui il debutto su una Superbike sul bagnato.
In Gara 2 invece è stato Iddon a riuscire a tagliare il traguardo ottenendo un buon 12esimo posto assoluto, mentre a cadere è stato Badovini.

Il team è comunque riuscito a raccogliere molti dati su cui lavorate per i prossimi round, il prossimo dei quali sarà a Imola il weekend 9-11, a cui si aggiunge la prima esperienza in codizioni di bagnato e di pista mista.

“Sono abbastanza soddisfatto della mia prima gara . All’inizio , ho deciso di risparmiare le gomme e iniziare a spingere di più a metà gara e ho comincito a raggiungere Niccolò (Canepa), il primo pilota nella classe EVO”- ha dichiarato Ayrton Badovini– “Il mio BB3 funzionava meglio di ieri e anche la mia strategia funzionava, ma poi gara è stata interrotta dalla bandiera rossa e ho finito alle spalle Nicolo. Onestamente non so cosa sia successo in Gara 2. La pista era molto bagnata, ma io di solito vado bene in queste condizioni. Ero stato il secondo più veloce nel warm-up di questa mattina, quindi ero abbastanza confidente per una gara sul bagnato. Un momento ero sulla moto e un attimo dopo ero per terra! Per fortuna la moto non è stata gravemente danneggiata e non ho subito lesioni.”

” Gara 1 stava andando molto bene e sono stato felice di come la moto stava lavorando. Ero nel gruppo dietro a Canepa e stavo aspettando di vedere se nella seconda parte di gara sarei stato in grado di raggiungerlo”- ha detto Christian Iddon– “Tutto è andato in fumo quando ho preso una macchia d’umido sulla pista e sono caduto. Stranamente, non stavo spingendo forte in quel punto, quindi forse ho fatto un piccolo errore.
Il team ha poi fatto un lavoro incredibilmente per ricostruire la moto in un tempo molto breve. La bandiera rossa e il conseguente ritardo mi ha consentito di presentarmi la griglia, ma alla mia moto mancavano un paio di particolari , così ho scelto di guidare normalemente e di fare esperienza date le condizioni. E’ stata una gara un po’ noiosa per me. Questo fine settimana mi è servito molto per accumulare esperienza in vista dei prossimi round”.

” Le condizioni erano molto difficili oggi. Abbiamo avuto due incidenti , ma per fortuna non Ayrton né Christian si sono fatti male, e questa è la cosa principale” – ha dichirato Francis Batta, il Team Manager Bimota Alstare Racing– “Il team ha fatto un lavoro fantastico per riscostruire la moto di Christian. Naturalmente avremmo tutti preferito una gara asciutta, ma questa è Assen e qui è normale. Abbiamo imparato molto in questo fine settimana e la nostra conoscenza della moto sta aumentando e quindi non credo ci vorrà molto per arrivare a essere la top EVO. Questo è il nostro obiettivo e faremo tutto il possibile per raggiungerlo”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati