Superbike: Sykes rafforza la sua leadership ad Assen

Il campione del Mondo è stato autore di due buone gare, mentre Loris Baz è parso in difficoltà in condizioni di pista variabile. La Kawasaki non sembra comunque imbattibile sul bagnato.

Superbike: Sykes rafforza la sua leadership ad AssenSuperbike: Sykes rafforza la sua leadership ad Assen

Anche per la Kawasaki quello di Assen è stato un round a due velocità, in cui uno solo dei piloti ha brillato: per la casa giapponese è stato Tom Sykes il protagonista della giornata, sopratutto in Gara 1 dove è stato autore di due sorpassi straordinari ai danni di Baz e Rea, e ha provato fino alla fine a contendere a Guintoli la vittoria.

Il suo compagno di box, Loris Baz, invece, dopo una brutta partenza, ha faticato in condizioni di pista umida a trovare i feeling con la moto e non è riuscito a lottare fino alla fine per il podio, chiudendo quarto.

In Gara 2, dopo la seconda partenza, le Kawasaki sono parse in difficoltà sul bagnato: Sykes scattato con i primi, non è riuscito a tenere il passo di Rea e Guintoli, ed è stato alla fine superato anche da Giugliano e Melandri.
Il dritto delpilota italiano dell’Aprilia gli ha permesso di chiudere quarto e di consolidare la leadership nel campionato con 12 punti di vantaggio su Guintoli, che con la vittoria in Gara 1 scavalca Baz in seconda posizione.
Per la classifica quindi abbiamo Sykes primo a 108 punti, Guintoli secondo a 96 e Baz terzo a 93.

Per la classe EVO, David Salom è 13esimo nella classifica generale del Campionato Superbike e la seconda in classifica Evo.

“Sylvain Guintoli ha tenuto un buon ritmo dall’inizio di Gara 1 e ho cercato di tornare su di lui nella prima parte di gara, ma ho preso un po’di bagnato e sono andato lungo in ingresso di curva”- ha dichiarato Tom Sykes– “La Ninja ZX-10R funzionava bene e so che avrei potuto arrivare molto più vicino a Sylvain, anche se passarlo sarebbe stata un’altra cosa. Sono abbastanza contento del secondo in quella gara. Gara due è svolto in condizioni molto bagnate e abbiamo fatto una piccola modifica al set up della ZX-10R e probabilmente non era il migliore cambiamento da fare. Comunque i miei diretti avversari in classifica hanno avuto una gara difficile, per cui non è andata male alla fine”.

“Non ho avuto un buon momento all’inizio di Gara 1 e sono quasi caduto nel giro di allineamento. Ero preoccupato per alcune sezioni (una era quella dove è caduto Giugliano, ndr.), ma ho cercato di prendere il ritmo”- ha dichiarato Loris Baz– “E’stato difficile all’inizio, ma penso che avrei potuto finire terzo di sicuro in gara 1, negli ultimi due giri stavo provando ad avvicinarmi per superare Rea, ma sono state esposte le bandiere rosse. In Gara 2 non avevamo abbastanza grip fin dall’inizio. Nella seconda parte di gara andava meglio, ma avevo ancora poco grip al posteriore e quindi era molto difficile. E ‘stato un weekend difficile per alcuni versi dopo aver vinto Superpole ma abbiamo preso alcuni punti e non ha perso molto nel campionato”.

“Nella prima gara ho cercato di spingere, ma nei primi tre giri non ho avuto un buon feeling con il set-up che abbiamo scelto”- ha detto David Salom– “Dopo di che ho iniziato a tornare al mio miglior ritmo. Nella seconda gara, sul bagnato, le condizioni non erano buone per me. Abbiamo provato una modifica nella sospensione per le condizioni ma non era purtroppo la soluzione giusta. Quando ho aperto il gas, anche poco,perdevo trazione nella parte posteriore. Non è stato possibile spingere di più, ma alla fine è stato meglio così che non cadere”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati