Superbike: Buone prestazioni per la Ducati

Giugliano sembra a suo agio sulla pista di Assen, in ripresa Davies nelle FP2 dopo le difficoltà della mattinata

Superbike: Buone prestazioni per la DucatiSuperbike: Buone prestazioni per la Ducati

Il TT Circuit di Assen era annunciato come favorevole per le caratteristiche della 1199 Panigale R e la Ducati era arrivata in Olanda con il chiaro obiettivo di dimenticare le prestazioni altalenanti di due settimane fa ad Aragon.

La prima sessione di prove si è svolta in condizioni di pista asciutta, sotto un cielo nuvoloso (temperatura d’aria 16°C, asfalto 18°C): Chaz Davies e Davide Giugliano hanno lavorato costantemente nel corso della sessione, riuscendo a migliorare i loro tempi verso la fine del turno.
Il pilota italiano ha concluso al terzo posto con un giro veloce in 1’36.8, mentre il compagno di squadra ha ottenuto solo undicesima posizione.

Con la seconda sessione di libere, in condizioni di asfalto più caldo (33°C) i tempi di quasi tutti i piloti sono scesi decisamente.
Già nella prima uscita, Giugliano è riuscito a migliorare il suo crono del mattino di ben tre decimi, ma il suo giro più veloce l’ha fatto negli ultimi minuti, facendo registrare un ottimo 1’35.3 che lo ha proiettato in prima posizione, cinque decimi più veloce del tempo di Rea, secondo.
Davide è poi scivolato, senza conseguenze, nell’ultima curva della pista.
Anche Davies ha continuato a migliorare costantemente i suoi tempi, facendo un deciso passo avanti nell’ultima fase, dove ha abbassato di oltre un secondo il suo tempo di questa mattina, riuscendo a chiudere in quinta posizione con un 1’36.4.

Riportiamo le dichiarazioni dei piloti e del Ducati Superbike Project Director, Ernesto Marinelli, dopo le sessioni di oggi:

“Nel pomeriggio l’asfalto più caldo ci ha permesso di andare un po’ più forte, ma era soprattutto grazie al lavoro che avevamo fatto durante tutta la giornata”- ha detto Davide Giugliano– “Abbiamo lavorato molto sulla moto, facendo un check generale questa mattina prima di testare alcune novità elettroniche che la Ducati ci ha portato per questo weekend. Alla fine la moto ha funzionato bene e sono molto contento dei progressi compiuti oggi, a parte ovviamente la piccola scivolata – ho forzato un poco troppo l’entrata della variante e sono caduto, ma fortunatamente non mi sono fatto male”.

“Non sta andando male. Abbiamo migliorato abbastanza oggi pomeriggio rispetto a stamattina, ma abbiamo ancora molto lavoro da fare”- ha dichiarato Chaz Davies– “Sembra che la moto manchi di stabilità nelle sezioni veloci della pista e quindi dobbiamo migliorare sotto quell’aspetto e continuare a fare progressi in ogni sessione, così come abbiamo fatto oggi. Ci sono buone probabilità che domani piova ed in quel caso dovremo capire quale direzione prendere sul bagnato”.

“E’ stato un inizio di weekend molto positivo. Davide si è trovato subito bene, dimostrando di avere un buon passo e questo ci fa ben sperare. Anche Chaz si è migliorato molto oggi pomeriggio, ma continua ad avere problemi negli avvallamenti del circuito che destabilizzano la moto più del dovuto”- ha detto Ernesto Marinelli, Ducati Superbike Project Director- “C’è ancora molto lavoro da fare domani e bisognerà vedere cosa farà il meteo – le previsioni indicano che il lavoro dovrà spostarsi al set-up da bagnato… – E’ bello essere finalmente davanti e questo ci da una carica in più per il resto del weekend”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Superbike

Superbike: Il Campionato che verrà

Prima presentazione della prossima stagione
Condividi su WhatsAppArchiviata in fretta il campionato appena concluso, le squadre si sono concentrate sin da subito sul campionato 2015,
Superbike

Superbike: Ancora un grande round per Niccolò Canepa

Il rider Althea Racing è stato autore di due ottime gare ad Assen, riuscendo ad entrare nella top ten dei piloti e confermandosi prima EVO: a lui anche la leadership di categoria.
Condividi su WhatsAppNiccolò Canepa lascia l’Olanda da leader di classifica del campionato EVO dopo due ottime gare, disputate in condizioni