MotoGP: Al Rio Hondo parola a Marquez, Rossi e Dovizioso

Con la conferenza stampa di oggi si apre ufficialmente il weekend del gp Argentina

MotoGP: Al Rio Hondo parola a Marquez, Rossi e DoviziosoMotoGP: Al Rio Hondo parola a Marquez, Rossi e Dovizioso

La carovana del Motomondiale torna in Argentina, 15 anni dopo l’ultima gara corsa qui, nel 1999 a Buenos Aires. Alla conferenza stampa di apertura del week end di gara hanno parlato il leader della MotoGP, Marc Marquez, Stefan Bradl, Bradley Smith e due italiani, Valentino Rossi e Andrea Dovizioso. Per la Moto2 era presente Sebastian Porto, l’idolo di casa, che torna nel mondiale per questa gara nel suo paese come wild card, in sella ad una Kalex.

Sarà bello correre su una pista nuova – ha affermato Marc Marquez – sicuramente dovremo lavorare di più per trovare le traiettorie ed adattare il nostro stile di guida alla pista. Mi sembra un tracciato bello e divertente, con delle curve lunghe, penso che l’asfalto all’inizio sarà un pò scivoloso, noi comunque faremo il nostro lavoro per dare il meglio. Sarà importante ogni giro per capire i segreti di questo tracciato. Non ho mai corso qui, però la moto è al 100%, corro per la prima volta qui in Argentina. I fan sono molto calorosi, sembra di essere in Spagna o in Italia

“In Argentina ho già corso nel 1998 e nel 1999 con la 250 – ha affermato Valentino Rossi – nel ’98 vinsi pure, dopo una gara stupenda in bagarre con Capirossi ed Harada. Certo questa pista è molto diversa da quella di Buenos Aires che sembrava un circuito cittadino, qui invece la pista è studiata proprio per le moto, è molto scorrevole, larga e penso potremmo divertirci qui. Austin è stata molto negativa per noi, inoltre sono triste perchè senza il problema all’anteriore che ho avuto potevo chiudere sul podio, perciò qui dobbiamo tirare fuori il massimo per ottenere un buon risultato. Ora dovremmo azzeccare le scelte d’assetto per andare subito forte. Comunque la moto è competitiva però consumiamo troppo la gomma anteriore. In Texas era successo gia durante le prove, certo no come in gara, poi Austin è anche la pista peggiore per noi. Ora vediamo, abbiamo diverse idee per risolvere questo problema, vediamo come va su questo circuito la gomma”

“E’ sempre importante salire sul podio – ha affermato Andrea Dovizioso – per il pilota ma soprattutto per il team che lavora duramente tutti i giorni. E’ stato un weekend difficile e alla fine ottenere quel risultato è stata davvero una bella sensazione. Ora partiamo tutti uguali, nessuno conosce la pista, noi non siamo così veloci per lottare per il podio, ma quando tutto è nuovo può esserci sempre qualche sorpresa. Noi dobbiamo aspettare tempo per avere delle vere modifiche alla moto, certo non mi aspettavo di essere molto vicino ai primi, ma come visto in America in una gara di moto tutto puà accadere

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

MotoGP | Andrea Dovizioso infortunio in motocross

Il forlivese sembra non aver riportato nulla di grave ma sono in corso accertamenti medici
Condividi su WhatsAppMotoGP – Non è partita nel migliore dei modi l’avventura in motocross di Andrea Dovizioso. Il forlivese infatti