Superbike: Tutto pronto per il terzo round

Questo weekend il campionato sarà di scena nella storica Cattedrale della Velocità di Assen

Superbike: Tutto pronto per il terzo roundSuperbike: Tutto pronto per il terzo round

Il TT Circuit di Assen è secondo soltanto a Phillip Island per numero di gare del Campionato Superbike ospitate fino ad ora, ed è in calendario dal 1992.

Il circuito olandese è una delle piste storiche nel panorama europeo: inaugurato nel 1925, ha subìto negli anni numerose modifiche che lo hanno portato all’attuale layout caratterizzato da un’interminabile sequenza di curve, sei a sinistra e undici a destra da un rettilineo d’arrivo di soli 300 m, per un totale di 4.542 metri di percorrenza.

Anche se non è più la pista strepitosa che tanto ha infiammato gli appassionati, della sua epoca d’oro conserva ancora soprannomi quali Cattedrale della Velocità e Università del Motociclismo, a sottolineare la difficoltà per i piloti nel confrontarsi con questo circuito.

Il Kawasaki Racing Team arriva ad Assen dopo il dominio incontrastato fatto vedere nel secondo round di Aragon: Tom Sykes e Loriz Baz, grazie all’uno-due conquistato in entrambe le gare, hanno stravolto la classifica piloti: il Campione del Mondo in carica è ora al comando con 75 punti, quattro in più del compagno di squadra.

Terzo in classifica è Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team), a undici lunghezze dal leader, immediatamente seguito dal compagno di team Marco Melandri, in quarta posizione con ventisei punti da recuperare.
Subito dietro troviamo Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) e Eugene Laverty (Voltcom Crescent Suzuki).

Rea è il pilota Superbike attualmente in attività con il maggior numero di successi ad Assen, ben quattro, conquistati tra il 2010 ed il 2012: lo scorso anno finì a podio in gara 1, vincendo di soli sei millesimi la battaglia per il secondo posto con Guintoli.
Dopo i buoni risultati ottenuti nei primi due round della stagione, Rea punta ora a far bene sul tracciato di casa del Team Pata Honda per restare in scia ai piloti di testa.

A differenza del MotorLand Aragon, Assen è sulla carta un tracciato favorevole alle Suzuki GSX-R e per questo motivo, Laverty ed il compagno di squadra Alex Lowes hanno tutta l’intenzione di tornare ad inserirsi nella lotta per il podio.

Stesso obiettivo per il Ducati Superbike Team, con Davide Giugliano e Chaz Davies in cerca di riscatto dopo la difficile trasferta spagnola.

Continua invece l’apprendistato nel Mondiale Superbike per il Team MV Agusta RC Yakhnich Motorsport ed il Team Hero EBR: l’obiettivo di entrambe le squadre ad Assen è quello di ridurre il gap con gli altri costruttori della competizione.

Leon Camier dopo un autorevole debutto nella classe EVO ad Aragon, sarà nuovamente in pista per il BMW Motorrad Italia come sostituto dell’infortunato Sylvain Barrier.

Ricordiamo che anche per questo round, in attesa dell’adeguamento nella produzione, il team Bimota Alstare Racing parteciperà senza prendere punti e figurare nelle classifiche finali.
Ci si aspetta comunque da parte dei due piloti Ayrton Badovini e Christian Iddon una conferma di quanto mostrato ad Aragon.

Di seguito la classifica piloti dopo 2 di 13 round:

1. Sykes 75; 2. Baz 71; 3. Guintoli 64; 4. Melandri 49; 5. Rea 48; 6. Laverty 46; 7. Giugliano 43; 8. Davies 30; 9. Haslam 25; 10. Elias 23; 11. Salom 22; 12. Canepa 16; 13. Lowes 9; 14. Foret 9; 15. Camier 8; 16. Morais 7; 17. Allerton 6; 18. Guarnoni 4; 19. Corti 3; 20. Scassa 2.

Di seguito la classifica costruttori dopo 2 di 13 round:

1. Kawasaki 81; 2. Aprilia 71; 3. Suzuki 49; 4. Honda 48; 5. Ducati 48; 6. BMW 14; 7. MV Agusta 3.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Primo Piano

Superbike: Jonathan Rea si prende Gara 2 e primato iridato

Strepitoso double per il pilota inglese del team Pata Honda che sorpassa anche Tom Sykes, quinto, in classifica pilota. Completano il podio un grande Chaz Davies e Sylvain Guintoli.
Condividi su WhatsApp Jonathan Rea, dopo essersi portato a casa Superpole e Gara 1, conquista anche Gara 2 del round