Superbike: Round importante per Melandri e Guintoli

La Aprilia vuole tornare al vertice dopo le prestazioni non del tutto convincenti di Aragon

Superbike: Round importante per Melandri e GuintoliSuperbike: Round importante per Melandri e Guintoli

Per i piloti Aprilia Racing la terza tappa del Campionato Mondiale 2014 rappresenta un crocevia importante per confermare le competitività di Melandri e Guintoli, dopo l’ottima partenza in Australia e le prestazioni altalenanti in Spagna.

Marco Melandri, al suo primo anno con la RSV4, dopo una Gara 1 decisamente sottotono, ha dimostrato nella seconda manche di Aragon di avere la grinta e la tenacia necessarie per raggiungere il gradino più alto del podio, nonostante avesse sulla sua strada due Kawasaki in forma mostruosa.
Su una pista tecnica e guidata come quella olandese, l’esperienza del pilota italiano potrebbe fare forse la differenza: certamente Marco vorrà dimostrare che Gara 2 di Aragon non è stata un’eccezione ma la regola.

Per Sylvain Guintoli Assen è una pista speciale: qui nel 2003 con la Apriliain 250 colse il suo primo podio iridato.
Dopo i piazzamenti di Aragon, che lo mantengono sì nella zona nobile della classifica ma che non lo hanno di certo soddisfatto, il pilota francese ad Assen ha come obiettivo minimo il podio.

Di seguito riportiamo le dichiarazioni dei piloti alla vigilia del round di Assen:

“Assen è una pista unica, e arrivarci dopo una gara come Aragon mi da tanta motivazione e voglia di migliorarmi ancora”- ha detto Marco Melandri– “Spero il meteo non sia troppo incerto e di fare una buona qualifica, perchè superare ad Assen non è cosa semplice. In ogni caso la mia Aprilia RSV4 sará all’altezza e non vedo l’ora di tornare in pista”.

“Per noi Aragon è stata una gara difficile, ma è proprio in quei momenti che devi combattere e migliorare”- ha dichiarato Sylvain Guintoli– “Assen è una pista speciale per me, ho ottenuto qui il mio primo podio mondiale con Aprilia in 250 nel 2003 e la mia prima vittoria nella Superbike due anni fa. Non vedo l’ora di affrontarla di nuovo, una grande pista che regala sempre grandi gare”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    nandop6

    24 aprile 2014 at 09:17

    Caro Melandri in MotoGP ti lamentavi per il mancato supporto da parte delle squadre e del gommista, oggi che problema hai? Forse ti è sempre mancato quel qualcosa per avere la considerazione che pretendevi. Alle tue battutine lamentele Capirossi ti disse “attento, se vai in SBK e non vinci sei finito”. Svegliati e vinci sto mondiale.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati