Superbike: Incredibile double per la Kawasaki e Sykes

La doppietta in entrambe le gare regala una classifica tutta Kawasaki.

Superbike: Incredibile double per la Kawasaki e SykesSuperbike: Incredibile double per la Kawasaki e Sykes

E’ stata una grande domenica per la Kawasaki, che ha centrato una incredibile doppietta in tutte e due le gare,letteralmente dominando con Tom Sykes Gara 1.
Kawasaki è ora leader del Campionato Costruttori con un vantaggio di dieci punti e il Campione del Mondo in carica si riprende anche lui la testa della classifica iridata.
 
In Gara 1, in condizioni di temperatura più fresche, Sykes è partito benissimo, mantenendo la testa della classifica fino al traguardo, che ha tagliato con un vantaggio di 4,275 secondi sul compagno di squadra Loris Baz, giunto secondo dopo aver battagliato con Rea e Giugliano nelle prime fasi di gara.
Sykes ha fatto registrare anche il nuovo record sul giro di 1’57 0,664, migliorando il suo crono dell’anno scorso.
 
In Gara 2, in condizioni più calde data la partenza alle ore 13:10, Sykes ha optato per una scelta di gomme un po’ controcorrente, decidendo di montare il pneumatico duro all’anteriore, a differenza degli altri piloti top ten che hanno scelto la soluzione morbida.
Il Campione del Mondo non è riuscito a scappar via dagli inseguitori come in Gara 1 e ha dovuto guidare con molta attenzione specie in frenata, dove non aveva stabilità sull’anteriore: il finale è stato quindi in volata con Baz e Melandri a disputarsi la seconda piazza.
Il distacco dal compagno di squadra al traguardo è stato solo di tre decimi, ma tanto è bastato a regalare a Sykes la sedicesima vittoria in Superbike.

Da sottolineare la maiuscola prestazione di Loris Baz, che sembra già molto maturato rispetto allo scorso anno: il francese conserva il secondo posto in classifica e se continua così il primo avversario per la conferma del titolo, Tom Sykes se lo ritroverà in casa!

Per le EVO, buona prova di David Salom, reduce anche da un infortunio alla mano destra, che è riuscito a portare la sua Kawasaki al secondo e al primo posto rispettivamente in Gara 1 e Gara 2, finendo anche nella top ten.
 
Il prossimo appuntamento in pista sarà ad Assen,in Olanda, il weekend 25-27 aprile per il terzo round del Campionato Mondiale Superbike 2014.
 
Di seguito le dichiarazioni dei tre piloti:

“Era molto importante ottenere questo tipo di prestazioni dopo il primo weekend di Phillip Island”- ha detto un comprensibilmente soddisfatto Tom Sykes, leader di classifica- “Abbiamo centrato due vittorie di oggi, ma dopo i primi quattro o cinque giri di Gara 2 ci siamo sentiti ben lungi dall’essere perfetti! Gara 1 è stata molto buona e abbiamo avuto un buon set-up che ci ha dato un ritmo costante su una pista fredda.
Ho pensato che Gara 2 sarebbe stata più semplice in condizioni di caldo così ho fatto la stessa scelta di pneumatici che in Gara 1. C’è stato però un cambiamento di temperatura in Gara 2 sulla griglia di partenza e ho dovuto fare del mio meglio in quelle condizioni con quelle gomme.
I due ragazzi (Baz e Melandri, ndr) dietro di me di sicuro avevano più aderenza di me ma siamo stati sicuramente in grado con la Ninja ZX- 10R di chiudere tutti gli spazi.
All’ultimo giro avevo un piano per tenerli dietro di me, e ha funzionato.
Marco ci ha provato all’ultimo ma non è riuscito a chiudere bene la curva.
E’stata una grande corsa anche per gli spettatori!”.
 
“C’è stato un cambiamento di temperatura per Gara 2, quindi abbiamo cambiato la gomma posteriore per adattarci”- ha dichiarato Loris Baz, molto felice per la sua prestazione di oggi- “Sapevamo che la gara si sarebbe difficile per noi a causa della temperatura più bassa, ma abbiamo sperato che la pista si riscaldasse un po’ per essere sicuri di utilizzare il pneumatico morbido.
Ho spinto per utilizzare quello soffice e penso che sia stata una buona decisione, perché Tom sembra aver faticato un po’ di più in Gara 2 su una gomma diversa.
Sono riuscito a stargli in scia già dopo pochi giri e penso che abbiamo avuto una buona gara e ognuno di noi è soddisfatto.
Ho provato a passare Tom, ma ho perso un po’ l’anteriore.
Sapevo anche che Melandri si stava avvicinando, per questo volevo superare Tom il più presto possibile, ma non ho scelto l’attimo giusto.
Quando Marco mi ha passato sono rimasto in bagarre con lui e non sono più riuscito a riprendere Tom.
In questo weekend abbiamo lottato per la vittoria e siamo saliti due volte sul podio, e questo è positivo pensando al resto della stagione. Per ora sono ancora secondo in campionato e dobbiamo concentrarci su Assen”.

“E ‘stato difficile in queste due gare e abbiamo avuto alcuni problemi”- ha detto David Salom a fine delle due gare- “Nella prima gara è stato difficile perché non avevo il ritmo che volevo. Nella seconda gara è stato più facile perché avevo un set-up migliore, ma non riuscivo a liberarmi di Leon Camier.
alla fine lui è andato largo all’ultimo giro, ma anche Niccolò Canepa è stato molto vicino a me, sono riuscito però ad entrare nella top ten alla fine.
Sono contento per la squadra, è stato un gran giorno per la Kawasaki”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati