MotoGP: Il debriefing Bridgestone di Losail

Anche i giapponesi si augurano di vedere sempre gare combattute come quella del Qatar

MotoGP: Il debriefing Bridgestone di LosailMotoGP: Il debriefing Bridgestone di Losail

La gara del Qatar è stato il modo migliore per iniziare la MotoGP. Una gara così di gruppo non la si vedeva da tempo, e l’augurio di tutti gli appassionati è di vedere sempre corse così incerte, con tanti piloti in grado di salire sul podio.
Oltre ai sorpassi, numerose sono state le cadute dovute principalmente all’umidità che c’era sul tracciato durante la gara.

La temperatura della pista per la corsa della MotoGP era infatti la più alta raggiunta in tutto il weekend di gara con un picco record di 20°C che ha portato ad un aumento vertiginoso del livello di umidità. Questo lo si è rivelato anche nelle parole di diversi piloti a fine gara che si sono lamentati proprio del poco grip delle gomme rispetto invece alla sessione di warm up fatta quattro ore prima del gp. Sebbene le condizioni atmosferiche fossero abastanza fresche, solo due piloti hanno scelto la morbida all’anteriore, mentre tutti gli altri hanno optato per l dura. Al posteriore invece solo il vincitore, Marc Marquez ha scelto la dura, mentre la maggior parte dei riders, ben 15, hanno scelto la media. Per quanto riguarda i piloti della Open, 7 su 11 hanno scelto la gomma morbida al posteriore.

“E’ stato davvero un inizio fantastico per la MotoGP – ha afferamto Hiroshi Yamada, manager di Bridgestone Motorsport Department – è stato bello vedere piltoi di team diversi combattere per tanti giri. Congratulazioni a Marc Marquez e alla Honda per la vittoria, ma anche a Valentino per aver spinto sino alla fine. L’equilibrio tra i piloti si era gia visto in tutte le sessioni e spero che queste gare così combattute ci saranno anche per tutto il resto della stagione a partire dal prossimo gp

“Iniziare a correre in Qatar alle 22 significa farlo con temperatura fresca ed umida – ha affermato Shinji Aoki manager di Bridgestone Motorsport Tire Development Department – e questo ha comportato una diminuzione del grip rispetto al warm up. Come ci aspettavamo i piloti hanno scelto gomme diverse ed alla fine tutte le nostre mescole sono state portate in gara. Sono felice che Marc è riuscito ad essere competitivo con la dura al posteriore, lo scorso anno abbiamo fatto un grosso lavoro su quella gomma ed ora è pronta per essere usata in gara come dimostrato da Marquez”

Foto: Alessandro Giberti

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

2 commenti
  1. Avatar

    bibo

    27 marzo 2014 at 07:57

    carina la foto..
    :-)

    • Avatar

      fatman

      27 marzo 2014 at 19:17

      …ahahahahahahah…sa anche lui che e’ meglio ridere quando puo’…ogni occasione potrebbe essere l’ultima ahahahahahahah!!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati