MotoGP Qatar, Day 2: Una caduta rallenta Smith ed Espargarò

Sesto e undicesimo posto per l'inglese e lo spagnolo del team Tech3

MotoGP Qatar, Day 2: Una caduta rallenta Smith ed EspargaròMotoGP Qatar, Day 2: Una caduta rallenta Smith ed Espargarò

E’ il caso di dirlo, questa per il team Tech3 è stata una sessione col botto, anzi, coi botti. Entrambi i giovani piloti del team satellite Yamaha sono infatti incappati in cadute importanti, che fortunatamente non hanno comportato altre conseguenze oltre ai danni alle moto. La giornata non è stata tuttavia priva di miglioramenti e Smith (nella foto) ed Espargarò sono pronti ad affrontare le prime qualifiche del 2014.

Bradley Smith – 6th – 1:55.474:
Sono contento per la performance di oggi e sento che sono vicino a dove voglio e devo essere. Oggi le condizioni della pista erano migliorate e le Bridgestone sono state più efficienti. Sfortunatamente ho fatto anche un highside, proprio mentre stavamo provando un nuovo settaggio della moto. So che sono stato fortunato a lasciare la pista sulle mie gambe senza essermi fatto male dopo una botta del genere, e sono contento di non essermi ferito. Sono uscito subito con la seconda moto e sono andato più forte, chiudendo sesto, e di questo sono contento. Comunque, adesso dobbiamo trovare l’equiliberio tra le mie due moto, perchè entrambe hanno aspetti positivi, e poi vedremo cosa riusciremo a fare domani, ma sono ottimista e pronto per le qualifiche.

Pol Espargaro – 11th – 1:55.793:
Oggi non è stata la nostra migliore giornata. Avremmo potuto migliorare di più, ma nella prima sessione abbiamo fatto una caduta importante e sono stato fortunato a uscirne indenne senza che la mia spalla sia peggiorata. La sessione è stata un po’ strana e sfortunatamente per via della caduta abbiamo dovuto usare uno pneumatico extra, il che ci rende le cose un po’ più complicate in vista della QP1. Mi è mancato del grip durante tutta la giornate per via dell’asfalto, e questo non ha aiutato. Inoltre, dopo la caduta ero un po’ confuso, e avevo un po’ di pensieri di troppo nella mia testa. Nonostante tutto, sono contento di come ho sentito la moto e sono contento di essere riuscito a fare dei tempi competitivi. Domani c’è un’altra sessione di prove e sono sicuro di riuscire a qualificarmi bene per la mia prima gara di MotoGP di domenica, ma ho bisogno di riposare bene stanotte.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati