MotoGP Qatar, Day 1: Buon inizio per il team Tech 3

Il team di Poncharal piazza entrambi i piloti nella top five.

MotoGP Qatar, Day 1: Buon inizio per il team Tech 3MotoGP Qatar, Day 1: Buon inizio per il team Tech 3

Buon inizio per il team Tech3, che piazza le proprie Yamaha M1, guidate da Bradley Smith e Pol Espargarò (nella foto), rispettivamente in terza e quinta posizione. Un buon inizio per l’inglese al suo secondo anno nella top class e per il neo campione del mondo della Moto2, che affronta in questo weekend il suo debutto in MotoGP. La parola ai piloti.

“Sono contento di come è andata oggi. La mia spalla mi fa ancora un po’ male ma riesco a guidare, e di questo sono contento – ha detto Pol Espargarò – E’ stato un po’ doloroso sul rettilineo quando si muoveva la moto, e anche nella lunga curva a sinistra all’uscita di curca. Anche le condizioni della pista erano un po’ diverse rispetto al test, era più freddo e c’era meno grip. Per questo non ho voluto dare il 100% perchè penso che domani ci sarà più trazione ora che la pista è stata un po’ ripulita. Le factory si rifaranno sotto, ma sono sicuro che possiamo migliorare anche noi e io sono contento che la stagione sia finalmente iniziata. Alla fine essere nella top 5 alla mia prima sessione in MotoGP non è affatto male.

“Oggi siamo partiti bene. Le condizioni del circuito erano diverse dai test, probabilmente dovuta alla recente tempesta di sabbia – ha aggiunto Bradley Smith  Comunque, il grip è aumentato durante la sessione e sono riuscito a girare di nuovo sull’ 1’55”. Poichè sono riuscito a tenere il ritmo abbastanza agevolmente, ho deciso che non valeva la pena spingere al limite, le condizioni erano già abbastanza rischiose, quindi aspetterò fino a domani quando il grip sarà di sicuro migliore. Certamente, sono contento della terza posizione e siamo vicini a Bautista, che ha le nostre stesse gomme. Comunque sono sicuro che ci avvicineremo ai primi man mano che la pista migliora, ma i tre giorni di test ci hanno sicuramente aiutato. Il nostro obiettivo è stare davanti alle factory il più a lungo possibile.”

Foto: Alessandro Giberti

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati