MotoGP: Test Phillip Island Day 1, Lorenzo davanti a Crutchlow e Rossi

Il maiorchino della Yamaha riscatta l'opaco test di Sepang

MotoGP: Test Phillip Island Day 1, Lorenzo davanti a Crutchlow e RossiMotoGP: Test Phillip Island Day 1, Lorenzo davanti a Crutchlow e Rossi

Jorge Lorenzo è stato il più veloce nella prima giornata di test MotoGP a Phillip Island, dove sono presenti i piloti ufficiali di Yamaha, Honda e Ducati (oltre ad alcuni piloti della classe Moto2).

Il test voluto per testare i nuovi pneumatici Bridgestone e per evitare quanto successo lo scorso anno (il nuovo asfalto australiano costrinse la direzione gara a decidere per una gara Flag to Flag, visto che i pneumatici non duravano più di 10 giri) durerà tre giorni, e come oggi inizierà alle ore 9:30 locali e terminerà alle 17:30.

Lorenzo ha ottenuto il miglior tempo con il crono di 1’29.213, mettendosi alle spalle di 363 millesimi la Ducati di Cal Crutchlow, ma soprattutto il test malese di Sepang, che lo aveva visto in grande difficoltà.

Bene anche Cructhlow, che si tiene dietro Valentino Rossi (staccato di poco più di mezzo secondo dal suo team-mate), che a sua volta precede Dani Pedrosa ed Andrea Dovizioso.

La Ducati ha girato in configurazione Open, soluzione scelta nell’ultimo giorni di test a Sepang e che l’aveva vista grande protagonista. Ancora assente il convalescente Marc Marquez. Il Campione del mondo in carica tornerà in azione direttamente in Qatar. Nota importante, i tempi sul giro non sono indicativi a livello di ritmo, i piloti hanno infatti impiegato diversi pneumatici in momenti diversi.

Per quanto riguarda la Moto2 Rabat ha fatto meglio di Terol, Kallio e Torres.

Test MotoGP Phillip Island Day 1 – I tempi finali

1. Jorge Lorenzo Yamaha 1.29.213 68
2. Cal Crutchlow Ducati 1.29.576 +0.363 68
3. Valentino Rossi Yamaha 1.29.730 +0.517 85
4. Dani Pedrosa Honda 1.29.961 +0.748 88
5. Andrea Dovizioso Ducati 1.29.965 +0.752 60

Moto2

6. Tito Rabat Marc VDS Kalex 1.32.316 +3.103 100*
7. Nico Terol Aspar Suter 1.33.290 +4.077 82*
8. Mika Kallio Marc VDS Kalex 1.33.440 +4.227 62*
9. Jordi Torres Aspar Suter 1.34.000 +4.787 56*

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

13 commenti
  1. Avatar

    PB 16

    3 Marzo 2014 at 10:33

    Peccato che giri in modalità open….. Sarei stato curioso di vedere che tempi avrebbe fatto a parità di regolamento

    • Avatar

      Raphael

      3 Marzo 2014 at 12:04

      Ora non ci rompete gli zebedei con questa storia del regolamento diverso, non è colpa di Ducati che chi pensa a questi regolamenti sia un celebroleso. Sulla carta Open e Factory sono pari, ma chi ci crede? Io no, è come mescolare le carte da gioco e pretendere di avere esattamente gli stessi punti dopo averle divise in due mazzi uguali.
      La stessa cosa accade in SBK.
      Un regolamento semplice semplice con peso massimo al via comprensivo di carburante, e tutto il resto, cilindrata compresa, libero come nella F1 degli albori no eh? Bisogna far contenta la Honda, poi la Yamaha, poi la Bridgestone, poi i team privati, poi…. ed oplà eccovi la schifezza di regolamento che vi ritrovate, ed è anche colpa vostra, di voi appassionati, nella MotoGP come in F1, continuate a vederla, continuate a pagare Sky & Co. vi daranno quello che cercate, uno show emozionante, quindi ora pagate e non rompete.

      • Avatar

        Durim

        3 Marzo 2014 at 12:15

        MA che problemi hai? :)

      • Avatar

        Raphael

        3 Marzo 2014 at 14:40

        Leggi. ;-)

      • Avatar

        fatman

        3 Marzo 2014 at 20:28

        …raphael, pur seguendo le gare sia di cross che di velocita’ da 38 anni, per quello che hai scritto dovrei essere incazzato…invece hai perfettamente ragione…il motomondiale, anzi…la motogp e’ oramai un business da parecchi anni ed e’ solo colpa dei tifosi espertoni della domenica che comprano il multistrada perche’ fa fico, tifano il geriatra perche’ e’ di moda e si abbonano a sky anche se non hanno la moto e non capiscono una mazza di assetti, gare, elettronica (…in questo abbiao un esperto che puo’ confermare) ecc…effettivamente non dobbiamo lamentarci…ricordo come fosse ieri che nessuno rimpiangeva la mancanza di concorrenza riguardo le gomme ed adesso (che e’ troppo tardi) compaiono alcune lamentele…e sarebbe tutt’ora ok se vale avesse 13 titoli….all’utente medio interessa solo questo…il resto (per loro) e’ noia!!!

      • Avatar

        Durim

        3 Marzo 2014 at 23:56

        Mi piace il tuo ragionamento! non guardare la moto gp se non vai almeno una volta a settimana in pista al mugello! Non guardare la F1 se non possiedi una ferrari e non sei un meccanico mercedes! FatmannnMmmmmeeeeeeeerdaaaaaaaaaaa!!

      • Avatar

        fatman

        4 Marzo 2014 at 09:15

        …infatti tu sei l’utente medio povero che non possiede nulla oltre al riscio’ ed alla ciotola di riso marcio ahahahahah!

    • Avatar

      un meccanico della dacia logan

      3 Marzo 2014 at 18:59

      Sapendo che le open non avevano le super soft, i riferimenti dovrebbero coincidere e se cosi fosse, sarebbe un ottimo tempo per la Ducati

  2. Avatar

    testoner

    3 Marzo 2014 at 12:52

    ma se lorenzo fosse stato terzo a 0’517 era in netta difficolta’?? quando si dice… sono test nn parliamo per niente!

  3. Avatar

    ligera

    3 Marzo 2014 at 16:22

    Non ci credo!!! Non ci posso proprio credere!!!

    Anche in versione Open la Ducati viaggia a manetta.

    Primo giorno, pista sporca, ma tempi (Ducati s’intende), già migliori delle prime prove dell’anno scorso.
    Anche il passo è molto buono, oggi Dovizioso ha mantenuto un passo anche migliore di quello tenuto in gara nel 2013.

    Ecco l’importanza nell’avere un Ingegnere “capo” che sa cosa fare e sa come organizzare il lavoro.

    Sinceramente non speravo che in configurazione Open la Ducati fosse così competitiva, ma mi fa piacere avere sbagliato la previsione.

    Stanno cominciando solo ora a “modellare” la moto per la nuova configurazione, c’è da essere davvero contenti, non vedo l’ora che inizino a fare sul serio. Non credo possano davvero competere in gara con le versioni GP, ma comunque c’è da credere che la Ducati si sia avvicinata tanto, ma tanto rispetto al recente passato.

    Magari domani Honda e Yamaha faranno tempi stratosferici, ma sino ad allora, mi godo questi risultati che sembrano essere frutto di un ottimo lavoro e non di prestazioni estemporanee dovute alla pista o alla particolare sintonia di un pilota.

    Nelle velocità massime, non siamo ancora ai livelli dell’anno scorso, ma la Ducati è risultata comunque la più veloce.

    Lorenzo: 327.3
    Crutchlow: 333.3
    Valentino: 330.3
    Pedrosa: 327.3
    Dovizioso: 334.4

    • Avatar

      Raphael

      3 Marzo 2014 at 19:47

      Certo, l’ingegnere capo è importante, ma, forse, anche non avere Rossi ha la sua importanza.

      • Avatar

        Durim

        3 Marzo 2014 at 23:50

        L’anno scorso non c’era Rossi e la Ducati è andata anche peggio di quando c’era. Non diamo colpe a chi non le ha, e diamo i meriti a chi spetta ;)

  4. Avatar

    enea

    3 Marzo 2014 at 20:23

    Ragazzi ma la open é una gp con centralina MM ed alcuni aiutini che tutti conoscete, di cosa vi meravigliate?

    Tra l’altro il software della centralina mm é stato sviluppato da ducati… fate voi… ;)

    EneA

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati