Superbike: Buon esordio per il Team BMW Motorrad Italia

Il team italiano ha dimostrato di poter essere uno dei protagonisti della Classe EVO

Superbike: Buon esordio per il Team BMW Motorrad ItaliaSuperbike: Buon esordio per il Team BMW Motorrad Italia

Bilancio positivo per il BMW Motorrad Italia Superbike Team dopo il weekend di Phillip Island, che qui è sceso in pista con Glenn Allerton, in sostituzione dell’infortunato Sylvain Barrier.
Nonostante le molte difficoltà incontrate, il round australiano ha confermato la competitività sia della BMW S 1000 RR in versione Evo che della squadra italiana.

Nella prima manche Allerton, che ha preso il via dalla settima fila con il diciannovesimo tempo, è stato autore di un’ottima partenza che lo ha portato in pochi giri a raggiungere l’undicesima posizione.
Grazie ad un buon ritmo il pilota australiano è arrivato, negli ultimi giri, molto alle prime due EVO di Salom e Canepa, conquistando così l’undicesimo posto assoluto, terzo dei piloti Evo.

In gara due le temperature erano molto più alte e in aggiunta ad Allerton si è riacutizzato il dolore al dito infortunato ieri a causa di una caduta, per cui l’australiano non è riuscita a bissare la buona prova della prima gara, piazzandosi alla fine al quindicesimo posto assoluto, quinto dei piloti della classe Evo.

Di seguito le dichiarazioni del team e del pilota australiano:

“Sono molto contento della mia prima gara ed in parte anche della seconda”- ha detto Glenn Allerton– “Sono stato costantemente veloce, anche se nella caduta di ieri mi sono infortunato ad un dito che oggi mi ha dato molto fastidio specialmente in gara due. Nella prima gara ho conquistato un ottimo risultato mentre nella seconda il caldo e il dolore al dito mi hanno rallentato, ma sono comunque riuscito ad entrare in zona punti. Sono contento di aver fatto parte di un team molto professionale e per me questa è stata una grande esperienza, per la quale voglio ringraziare il BMW Motorrad Italia Superbike Team ed anche la mia squadra, il team Next Gen Motorsports BMW, che mi ha permesso di competere nel mondiale Superbike”.

“E’ stata una trasferta dura per la nostra squadra che ha dovuto lavorare tanto a causa di due cadute che hanno danneggiato seriamente la nostra moto”- ha dichiarato il Team Director Gerardo Acocella– “Purtroppo ieri Allerton si è fatto male ad un dito ed oggi non era al 100%. Ha ottenuto un buon risultato in gara uno, mentre nella seconda ha risentito della stanchezza e del caldo. Siamo contenti perché la moto si è rivelata competitiva ed in entrambe le gare odierne Glenn è stato a ridosso dei piloti più veloci della classe Evo. Voglio ringraziare per il loro appoggio BMW Motorrad Australia e il team Next Gen Motorsports BMW Road Racing che ha permesso ad Allerton di fare parte della nostra squadra in questo weekend”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati