Superbike: Seconda e terza fila per il team Pata Honda

Per Rea e Haslam un sesto e un nono posto a grande distanza dal leader

Superbike: Seconda e terza fila per il team Pata HondaSuperbike: Seconda e terza fila per il team Pata Honda

Giornata non facile in casa Pata Honda, che ha dovuto faticare non poco per riuscire a portare entrambi i piloti nella top ten.
Problemi all’elettronica hanno condizionato la prestazione di Haslam,che ha dovuto giocarsi l’accesso alla SP2 nella prima manche.
Dopo le buone prove libere di ieri, per lui oggi è stato difficile far registrare tempi in linea con la prestazione del venerdì, sembra per un problema di prestazioni del motore.

Il compagno di squadra Rea, invece, ha lamentato problemi di aderenza da metà pista in poi, forse a causa delle gomme soft, riuscendo a fatica a controllare la moto nelle ultime due curve: alla fine il suo è stato il sesto miglior tempo in griglia, anche se a oltre sei decimi dal primo.
Anche Rea e Haslam, come il poleman Guintoli, sono riusciti a migliorare i loro crono grazie alle Pirelli da qualifica.

Di seguito le dichiarazioni dei due piloti:

“La Superpole è andata abbastanza bene per noi, davvero”- ha dichiarato Jonthan Rea– ” non abbiamo avuto grossi problemi, a parte il fatto che durante il mio giro di qualifica ero veramente a corto di aderenza a metà del giro. Però abbiamo lavorato molto bene oggi e sono rimasto molto soddisfatto di quanto fatto nelle prove libere, dove abbiamo lavorato esclusivamente sul nostro set up da gara. Non sono esattamente sicuro sul ritmo in pista, ma penso che abbiamo fatto un passo in avanti da ieri, il che è buono. Credo che lo sapremo solo dopo 22 giri se abbiamo fatto il nostro lavoro correttamente, ma sono abbastanza soddisfatto della mia scelta di gomme da gara. Le condizioni meteorologiche e la direzione del vento durante warm-up determineranno le nostre scelte finali, ma non vedo l’ora di iniziare. E ‘stato un inverno lungo, con il ritorno dall’infortunio dello scorso anno e voglio ringraziare tutti coloro che mi hanno aiutato a tornare sulla griglia di partenza. Loro sanno chi sono e speriamo di poter fare insieme un buon lavoro per tutto il team Pata Honda domani”.

“E’ stato un po’ deludente oggi dopo le buone sensazioni delle prove libere”- ha detto Leon Haslam, nono in griglia a oltre un secondo da Guintoli- “Abbiamo inserito una nuova specifica di motore rispetto a ieri, più potente e un po ‘più aggressivo. Questo ha creato una serie di piccoli problemi nei nostri piani, costringendoci a fare qualche passo indietro rispetto ai test. Direi che siamo a circa metà del lavoro in quella componente e abbiamo fatto un po’ di progressi nelle due manches di Superpole. sono però un po’ deluso, perché nel test mi sentivo molto fiducioso. Guardando il lato positivo, possiamo verificare dove sono i problemi e studiare l’elettronica per cercare di risolverli. Le impostazioni del telaio e le gomme sono le stesse delle prove e, a parte un paio di piccoli problemi, sono contento di quelle”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Superbike

Superbike: Il calcio d’inizio del round di Imola

Grande festa allo stadio Romeo Galli di Imola con i protagonisti del mondiale WSBK per una serata all'insegna dello sport e della beneficenza
Condividi su WhatsAppIl Media Event del quarto round della stagione è andato in scena allo stadio Romeo Galli di Imola