Superbike: E’ di Guintoli la prima Superpole della stagione

Completano la top three Giugliano e Melandri, cade Sykes

Superbike: E’ di Guintoli la prima Superpole della stagioneSuperbike: E’ di Guintoli la prima Superpole della stagione

La nuova formula della Superpole regala le prime sorprese sul Circuito di Phillip Island: davanti a tutti c’è un’Aprila, ma quella di Sylvain Guintoli.
Il pilota francese batte il record sul giro, fatto registrare lo scorso anno da Carlos Checa, e festeggia la sua terza pole con la Aprilia.
La top three è poi completata da due piloti italiani: al secondo posto, a meno di un decimo dal “Superpoleman”, troviamo Davide Giugliano con la Ducati Panigale, al terzo invece Marco Melandri, che non è riuscito a colmare i tre decimi che lo separano dal compagno di squadra.

In quarta e quinta posizione abbiamo le due Suzuki di Laverty e Lowes, da cui certamente ci si aspettava di più dopo le FP3, terminate poco prima.
Davvero sfortunato Tom Sykes, vittima di una caduta durante il suo giro più veloce: per lui solo un ottavo posto, a otto decimi circa, dietro anche al suo compagno di squadra.
Per il Campione del Mondo si preannunciano due gare non facili domani, tenendo conto che questa non è la pista, per lui e la Kawasaki, più congeniale.

Ottimo Niccolò Canepa che porta la sua Ducati EVO del team Althea al decimo posto, bene anche Haslam al nono posto: il rider della Pata Honda è riuscito ad entrare nella seconda manche grazie al primo tempo fatto registrare nella manche 1 (1m 30.970s).
L’altro pilota che si è guadagnato l’accesso alla SP2 è David Salom con la EVO del Team Kawasaki Racing, distanziato però di oltre mezzo secondo da Haslam.

Male Chaz Davies che ha chiuso undicesimo, fuori quindi dalla top ten.

Di seguito l’ordine in griglia delle gare di domani:

1. Sylvain Guintoli FRA Aprilia Racing RSV4 1m 30.038s
2. Davide Giugliano ITA Ducati SBK 1199R 1m 30.135s
3. Marco Melandri ITA Aprilia Racing RSV4 1m 30.332s
4. Eugene Laverty IRL Voltcom Crescent Suzuki GSX-R1000 1m 30.385s
5. Alex Lowes GBR Voltcom Crescent Suzuki GSX-R1000 1m 30.421s
6. Jonathan Rea GBR Pata Honda CBR1000RR 1m 30.660s
7. Loris Baz FRA Kawasaki Racing ZX-10R 1m 30.796s
8. Tom Sykes GBR Kawasaki Racing ZX-10R 1m 30.835s
9. Leon Haslam GBR Pata Honda CBR1000RR 1m 31.138s
10. Niccolo Canepa ITA Althea Ducati 1199R 1m 31.274s (E)
11. Chaz Davies GBR Ducati SBK 1199R 1m 31.281s
12. David Salom ESP Kawasaki Racing ZX-10R 1m 31.950s (E)

Posizione in griglia dalla 13 alla 20 stabilita dopo la SP1:

13. Toni Elias ESP Red Devils Roma Aprilia RSV4 1m 32.107s0
14. Claudio Corti ITA MV Agusta RC Yakhnich F4RR 1m 32.187s
15. Fabien Foret FRA MAHI Kawasaki ZX-10R 1m 32.248s (E)
16. Alessandro Andreozzi ITA Pedercini Kawasaki ZX-10R 1m 32.902s (E)
17. Jeremy Guarnoni FRA MRS Kawasaki ZX-10R 1m 33.146s (E)
18. Sheridan Morais RSA IRON BRAIN Kawasaki ZX-10R 1m 33.404s (E)
19. Glenn Allerton AUS BMW Italia S1000RR 1m 33.605s (E)
20. Imre Toth HUN Team Toth BMW S1000RR 1m 34.1379s

Posizione in griglia determinata già dalle FP3:

21. Mathew Walters AUS Pedercini Kawasaki ZX-10R 1m 34.453 (E)
22. Aaron Yates USA Team Hero EBR 1190RX 1m 35.521s
23. Geoff May USA Team Hero EBR 1190RX 1m 36.150s
24. Peter Sebestyen HUN Team Toth Italia S1000RR 1m 37.274s (E)

(E)= EVO

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

5 commenti
  1. Avatar

    fatman

    22 febbraio 2014 at 10:25

    …ci si aspettava di piu’ da Lowes? Da un superrookie ha gia’ straconvinto tutti…forse gli amministratori e gli addetti ai lavori si aspettavano la superpole con un sec. su tutti ahahahahahah….vedremo in gara…in ogni caso io tifo per lui!!!

    • Avatar

      bcs

      22 febbraio 2014 at 11:24

      Guarda cosa mi tocca scrivere….
      Sono pienamente daccordo con te.

      E’ un bel pilotino questo Lowes, certo,, per valutarlo è presto, ma ha fatto vedere delle belle cose fino adesso.

      Chissà, forse Suzuki ha fatto un bel colpo a portarsi in casa questo giovine.

    • Avatar

      nandop6

      22 febbraio 2014 at 12:21

      Secondo me anche il fratello ci sorprenderà in moto due. Comunque forza Melandri e forza Giuliano.

  2. Avatar

    Stonami77

    22 febbraio 2014 at 12:26

    Buone notizie per la Suzuki, la moto sembra esser competitiva e poi ha una coppia di piloti ben bilanciata e veloci(un ottimo veterano e un rookie che avrà fane di risultati)

  3. Avatar

    testoner

    22 febbraio 2014 at 22:38

    ma vi ricordate cosa fece lo scorso anno con un polso fratturato??? e pensare che aveva una moto nettamente inferiore…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati