Valentino Rossi “La 500 era la moto perfetta”

Il pesarese è l'unico pilota in attività ad aver corso e vinto nella classe 500cc

Valentino Rossi “La 500 era la moto perfetta”Valentino Rossi “La 500 era la moto perfetta”

Valentino Rossi è uno dei pochi rider rimasti ad aver guidato nella classe 500. Con il due tempi il pesarese ha vinto in tutte e tre le classi, nel 1997 nella 125cc, nel 1999 nella classe 250cc e nel 2001 nella classe 500. Dal 2002 è poi passato alla classe 4 tempi, la MotoGP, portando a casa altri sei titoli.

“La 250 è stata una grande moto. Mi piaceva molto, perché l’equilibrio tra peso e prestazioni era perfetto -. ha detto l’attuale pilota Yamaha così come riportato da Motorsport-Aktuell – Ripeto, è stata una grande moto, ma la 500 è stata la moto perfetta! Il pericolo nella 500 è che tutto sembra essere facile, ma da un momento all’altro puoi essere scaraventato in “cielo”. La moto si guida abbastanza facilmente, ma la cosa difficile è togliere l’ultimo mezzo secondo. Per riuscirci devi aprire presto l’acceleratore ed essere pronto a gestire tutta la sua potenza.

Qualcuno ha criticato le nuove classi Moto2 e Moto3 che hanno preso da qualche anno il posto della vecchia 250cc e della 125cc, ma Rossi non è d’accordo.

“Quando c’è stato il debutto della Moto2, molte persone erano molto preoccupate. Dicevano che questo tipo di moto non avrebbe aiutato lo sviluppo di giovani piloti, ma negli ultimi anni la Moto2 ha scoperto grandi talenti, tra cui Stefan Bradl e Marc Marquez.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

49 commenti
  1. Avatar

    testoner

    23 dicembre 2013 at 15:59

    era perfetta per perdere un mondiale contro roberts… tra l’altro su una suzuki!!!

    • Avatar

      bcs

      24 dicembre 2013 at 10:15

      Devi però ricordare caro testoner che nel 2000 (anno in cui vinse Roberts Jr su Suzuki, tra l’altro, è stato l’ultimo titolo vinto da Suzuki nel motomondiale) Valentino era un debuttante…

      E come ben saprai nella storia della 500 solo un pilota è riuscito a vincere il Titolo Mondiale al debutto, ed in pochi sono risuciti a vincere la prima gara con queste moto (vedi Max).

      Le 500 erano dei MOSTRI e per imparare a sfruttarle a dovere serviva tempo e tanto, tantissmo rispetto per quest’ultime.

      Chi ha provato le Motogp moderne (ed ha corso con le 500) sono rimasti immpressionati dalla facilità di guida in generale (certo per togliere l’ultimo pezzo dal secondo in giu, devi essere sempre un manico)….

      Se hai avuto/avrai la fortuna di vedere qualche 500 in azione capirai quello che scrivo…

      Già il solo sentirle in moto mette i brividi…

      Io ho avuto la fortuna di provare qualche mezzo da competizione (usato nei campionati nazionali) fino al massimo una 350… Be’, mi sono cagat* in mano…

      Ho guidato anche moto stradali e non sia 500 sia 750… E anche se stradali dovevi trattarle con MOLTO rispetto…

      • Avatar

        testoner

        24 dicembre 2013 at 14:08

        @bcs. devi anche pero’ ammettere che biaggi al suo debutto con moto privata e’ stato pesantemente penalizzato per la vittoria del titolo. quel titolo a conti fatti era suo…. e se permetti biaggi era ed e’ stato uno che guidava pulito. maggior ragione per dire che 500 o motogp e’ chi le guida che fa la differenza….. debutto o no la suzuki la guidava il figlio di un vero campione. che dal padre nn aveva nemmeno preso l’unghia del poliicione del piede destro.

      • Avatar

        bcs

        24 dicembre 2013 at 15:03

        Ho forse scritto il contrario?
        No, ma a mio avviso, anche con un mezzo ufficiale il buon Max non avrebbe vinto il titolo al debutto (certo, si può sostenere il contrario), ma la 500 era tutt’altro mondo rispetto alle moto di oggi…

        Ripeto, solo un pilota nella storia in questa categoria ha vinto al debutto, UNO, ed era un gran manico.

        Un titolo Roberts Jr, l ha vinto cmq… Tu puoi scrivere di aver fatto altrettanto per averlo bollato di fatto come un idiot* alla guida di una 500?
        Non direi…

        I miei due “idoli” (termine esagerato), sono Gilles Villeneuve, e il grande Kevin… Entrambi hanno vinto molto poco, ma li consideriamo due idiot* patentati alla guida di prototipi?

        La 500 non la puoi paragonare alla motogp, caro testoner, se hai vissuto (anche da appassionato) questi due periodi dovresti sapere quello che intendo… Sono due mondi totalmente diversi…

      • Avatar

        testoner

        24 dicembre 2013 at 15:54

        forse nn ci siamo capiti…. cmq su gilles e kewin mi trovi daccordo. e dovresti saperlo visto che anche io scrissi una volta che erano miei idoli anche se vinsero poco. riprenderemo il discorso…. vado a preparare l’aperitivo per gli auguri!!!!!!

      • Avatar

        Ronnie

        24 dicembre 2013 at 16:31

        Secondo me non si può paragonare Biaggi agli altri piloti per quanto riguarda il debutto in Classe 500, di certo non sarà stato sulla moto top dei top, ma cavolo era un 4 volte campione del mondo, è quello che sulla carta doveva avere maggiori chance di vincere al debutto negli ultimi anni, non ha avuto il massimo come materiale e supporto tecnico forse, ma era quello con più esperienza sui circuiti, non sulla moto ma sui circuiti e quello è già un gran vantaggio secondo me.

        Rossi quando ha debuttato in 500 non aveva l’esperienza di Biaggi ma risorse tecniche migliori e ci ha messo anche lui un po’ prima di arrivare ai grandi risultati al suo debutto, ma anche lui concluse secondo in classifca.

        Comunque fino ad oggi il 2013 nessuno è riuscito a vincere al debutto e i talenti non sono mancati, quindi nemmeno le MotoGP sono tanto facili da guidare.

        Di sicuro la Honda è una delle più facili e Marquez è un gran talento, ma bisogna ricordarsi che senza la somma di fattori dovuta ad infortuni di Lorenzo e Pedrosa nemmeno lui si sarebbe laureato campione tanto “facilmente” o meglio con così tanto margine da gestire. Quest’anno abbiamo assistito ad un campionato tipo 2006 con quello che era in recupero che ce l’aveva quasi fatta, anzi Rossi era addirittura in posizione migliore, ma non si puo’ pretendere che ti vada sempre tutto bene.

      • Avatar

        testoner

        24 dicembre 2013 at 22:16

        @ronnie. insomma…. biaggi dovette avere a che fare con un certo mik doohan…. e cmq mi sembra che in pista ci fossero veterani(anche se nn fenomeni…) come criville e barros….. percio’ le piste nn le conosceva solo lui. e poi allora come oggi gli ufficiali avevano un trattamento riservato. anche se con le 2t il margine era piu’ colmabile con il manico vista l’elettrnica ridotta e i cv da gestire.

      • Avatar

        Ronnie

        25 dicembre 2013 at 14:02

        testoner hai frainteso o mi sono spiegato male, Biaggi come ROOKIE, dico Biaggi come ROOKIE è quello che negli ultimi bha 20anni? Aveva le migliori carte in regole per potersi aggiudicare il mondilae 500 o classe regina.

        Era un 4 campione del mondo della 250, non c’è stato un altro pilota con così tanta esperienza sui circuiti prima di passare alla classe regina, nè Rossi nè Marquez avevano vinto tanto e avevano passato tanto nelle classi minori vincendo così tanto, per questo dico che è stato quello con le carte più in regola per vincerlo al debutto, ma non ce l’ha fatta come non ce l’ha fatta Rossi.

  2. Avatar

    sghembo discepolo di Franco Bortuzzo

    23 dicembre 2013 at 19:26

    500 2T !
    Chi si ricorda la penna di Biaggi sul traguardo? Lì aveva in rettilineo aperto il gas del tutto a 180 km/h in 4^ , e guardate come aveva reagito la moto… altro che controllo della trazione!

    • Avatar

      testoner

      23 dicembre 2013 at 22:56

      come se fosse ieri!!!! e che controllo con il freno posteriore!!!!

    • Avatar

      H954RR

      24 dicembre 2013 at 10:08

      E il grande Randy Mamola con la cagiva che faceva le curve in controsterzo ?
      Le 500 avevano tutto di “botto” erano selvatiche e meno graduali di quelle di adesso, però le potenze erano un bel po inferiori, il mitico Doohan mi ricordo in un’intervista che dichiarò di essersi procurato uno strappo agli avanbracci con la prima NSR dalla troppa brusca potenza.

  3. Avatar

    bibo

    23 dicembre 2013 at 20:45

    hai hai hai…comincia già a parlare dei ricordi……..
    ihihihihihihiii

  4. Avatar

    H954RR

    24 dicembre 2013 at 10:15

    Chissà perchè però non dice mai che a quel tempo la sua 500 2T fu la prima e in assoluto quella con più elettronica di tutte per il TC e tutto il resto, chissà come mai ?!
    Altro banale articolo per salvare la gallina dalle uova d’oro tra gli ultimi tanti ?
    Oppure un disperato modo per dire “questi (Marc, Jorge e Dani) adesso vanno forte perchè hanno l’elettronica e io andavo forte anche con le altre moto” ?
    Parole parole parole, parole parole parole………..

    • Avatar

      bcs

      24 dicembre 2013 at 15:09

      L’uso dell eltrronica sulle 500 è avvenuto BEN PRIMA dell’arrivo di Rossi, caro il mio H…

      Rossi al debutto aveva una 500 UGUALE, IDENTICA alle ufficiali….

      Cosa credi che in Yamaha non avevano elettronica? Che Suzuki non aveva elettronica?

      Dai su H… L’elettronica sulle moto è arriva molto prima dell’arrivo di Rossi nella top class…

      E l’elettronica a disposizione in quegli anni era forse il 20/30% di quello che è oggi…

      Chissà come mai TUTTI i piloti che hanno guidato una 500 a 2t (e dopo aver provato queste di ultima generazione) scelgono SEMPRE i 2t… TUTTI… Ma ovviamente Rossi è Rossi

      Ma si sa, sei fatto così…

      Buon Natale e, almeno per un giorno, cerca di non aver sempre in testa Rossi.

      • Avatar

        H954RR

        24 dicembre 2013 at 15:27

        Caro il mio bcs l’uso dell’elettronica cera prima dell’avvento del 45+1 ma con lui ne hanno usata e sviluppata 10 volte di più.
        Ahahahah guarda che non ho in testa sempre il 45+1 è che ultimamente ovunque continuano a fare e dire c@g@te per far parlare di lui e volente o dolente il roscio si vede sempre.
        Buon Natale anche a te e tutta la tua famiglia, e almeno per un giorno cerca di non dover difendere o giustificare sempre il 45+1, ahahah ciao !

      • Avatar

        H954RR

        24 dicembre 2013 at 15:35

        P.S. ah quando vuoi un’allisciata col tuo suzukino fammi sapere, hihihi ciao !

      • Avatar

        bcs

        24 dicembre 2013 at 16:24

        Seocndo me più che altro sono gli utenti a voler sempre e solo parlare di Rossi… Basta vedere i commenti anche quando Rossi non c’entra niente…

        Poi ovviamente tu continuerai sulla tua linea, ma non è un mio problema :).

        Per la moto… Quest’anno avrò fatto si e no 1000 Km, forse meno… Rispetto agli anni scorsi stiamo girando sempre meno e le nostre visite in pista sono sempre più rare…

        In strada non faccio il cretin*, e spesso preferisco prendere la macchina alla moto (anche per piccoli tragitti)… Soprattutto perchè molte persone alla guida non badano troppo alle moto… (Es agli incroci non ti vedono, o meglio non ti considerano).

        Poi non so da te come sono le strade, ma qui dove sono io sembra un cantiere a cielo aperto più che una strada….

        Anche quando giro in pista cmq sono un tipo tranquillo, molto tranquillo… Non ho più 20anni….

    • Avatar

      Ronnie

      24 dicembre 2013 at 16:56

      H il prossimo step cosa sarà? Dire che Rossi andava in realtà non oltre gli 80km/h e che veniva aspettato dagli avversari, per battagliare per finta all’ultimo giro? Vedi tipo quello che ha tentato di fare Lorenzo quest’anno all’ultima gara?

      Non rischiavano la vita ai tempi di Rossi?
      Le moto sono migliorate molto, ci sono gli Airbag decine e decine si sensori che tengono sotto controllo il comportamento della moto, anche se ai tempi di Rossi ci fosse avesse avuto a disposizione la miglior elettronica e così probabilmente era, cosa pensi che oggi quelli che vincono non si trovano nella stessa posizione?

      Chi guida le ufficiali credi che non diponga del migliore materiale? Le loro vittorie valgono come quelle di Rossi o di Doohan o di altri, tutti quelli che vincono lo fanno perchè hanno il pacchetto moto, pilota, squadra, fortuna migliori. Pensi che Lorenzo e Stoner riescono a partire a razzo, o anche Pedrosa solo grazie alla fortuna e alle loro grandi capacità? Viene anche quello da la preparazione della moto di loro stessi e di tutto quello che può aiutare a guadagnare qualche cosa. Ognuno se scopre un modo di andare più forte lo fa usando tutto quello che ha a disposizione e a volte è il pilota a volte è il team di ingegneri a trovare i sotterfugi, ma è così che funziona nel mondo delle competizioni.

      Lorenzo ha scoperto il modo di partire così come fa lui, e solo lui e qualcuno del suo team sa qual’è il segreto, lo stesso valeva per Stoner e a quanto pare non sono cose che vengono tramandate agli altri piloti, sono segreti che i piloti si portano con loro, perchè io Pedrosa e Marquez per ora non gli ho visti affrontare il primo giro alla Lorenzo, o alla Stoner.

  5. Avatar

    Rob

    24 dicembre 2013 at 16:12

    Mi permetto di dissentire:

    L’elettronica in 500 praticamente non è esistita(prova ne sono le drammatiche cadute avvenute fino all’esclusione della 500 dal mondiale,queste cadute sono la testimonianza che l’elettronica che controllava il motore in pratica non esisteva.
    Perchè dico questo?
    L’elettronica per funzionare bene ha bisogno tra le altre cose di 2 congegni fondamentali:

    a)l’iniezione
    b)il “fly by wire”(potenziometro del gas ,al posto della classica manopola con il filo per intenderci).

    La Honda ha provato a più riprese di introdurre nel mondiale una NSR 500 dotata di iniezione(l’ha sempre guidata Itoh).
    Doohan l’ha provata molte volte in prove private,ma l’ha sempre bocciata.
    Nessuna NSR 500 dotata di iniezione è mai stata costruita(a parte quella di Itoh che tra l’altro non ci ha mai cavato un ragno dal buco.

    In conclusione,non si può parlare di elettronica in assenza di questi 2 dispositivi.
    Come sapete bene a me Rossi non è mai piaciuto,ma in 500 è andato fortissimo sempre.
    Certo,Biaggi non gli è stato da meno(unico insieme a Saarinen a vincere la gara d’esordio in 500),e concordo che quel titolo gli è stato mezzo rubato,però è anche vero che di gare quell’anno non ne vinse molte,non dominò,anche se Doohan aveva un’altra moto(carter e forcellone in magnesio+Dio sa cos’altro).

    • Avatar

      H954RR

      24 dicembre 2013 at 17:01

      L’NSR 500 aveva dei carburatori con controlli elettronici come lo avevano anche le ultime moto stradali e come controlli sui motori a carburatori si può agire anche con centraline per l’accensione per ritardarla o anticiparla con conseguente perdita o guadagno di potenza cosa utilizzata anche sulle ultime auto a carburatori ad alte prestazioni prima dell’avvento dell’iniezione.

  6. Avatar

    Rob

    24 dicembre 2013 at 18:11

    xH954:

    Se parlerai con un esperto di elettronica applicata alle corse ti confermerà senza dubbio alcuno ciò che io ho scritto più in alto.
    Senza quei 2 dispositivi non si può parlare di elettronica.
    L’ultima Aprilia 250 RSA aveva un primitivo sistema di traction control(ma se si guardano le cadute si evince che praticamente non funzionava).
    Cose come:

    -launch control
    -traction control
    -anti-hop(sul 2t non serve a niente)
    -anti-wheelie
    -controllo del consumo in corsa
    -possibilità di potenziometri vari al manubrio x cambiare la gestione del motore in gara
    -Controllo della moto con GPS;

    Semplicemente non esistevano,ti puoi leggere i vari Motosprint dell’epoca e vedrai che di queste cose non se ne parlava all’epoca.

    Certo,le moto erano già piene di sensori dappertutto,ma per verificarne i parametri la moto doveva tornare ai box ed i meccanici applicare il loro lap-top alla moto per vederne tutti i parametri.

    Io ho diverse 250 GP moderne e so bene come funzionavano quelle moto.

    Senza iniezione e fly by wire non può esistere nessuna elettronica che funzioni.

    • Avatar

      Ronnie

      24 dicembre 2013 at 19:40

      E per certi versi è ancora così, se guardi viene fatto tutto al box, il laptop viene sempre collegato ai box, sulla programmazione che possono essere caricati senza il collegamento fisico, lo stesso vale per i dati che vengono scaricati finito il run.

      • Avatar

        Ronnie

        25 dicembre 2013 at 00:30

        *mi son dimenticato un pezzo di frase,
        la programmazione viene fatta a moto ferma, non e anche la telemetria dettagliata viene analizzata a run terminato, non è come in F1 dove viene letto tutto in tempo reale.

    • Avatar

      fatman

      24 dicembre 2013 at 20:30

      …bravo, Rob…tempo fa avevo scritto le stesse cose sui sensori e sul loro numero approssimativo e mi avevano dato dell’incompetente…qui son tutti esperti, almeno a parole ahahahah!

      • Avatar

        Bestlap

        24 dicembre 2013 at 22:08

        Sei falso come i soldi del monopoli.. Tu dicesti che la 500 2tempi di Rossi era, cito testualmente: “talmente infarcita di elettronica da poterci andare a fare la spesa” ora vorresti rigirare la frittata e accreditarti come grande intenditore.. Ti detti dell’incompetente all’epoca e te lo dò un’altra volta ora, insieme al tuo compagno di merende HAL9000 che ancora crede alle favole nel suo delirio di incompetenza… Parla di carburatori a controllo elettronico.. Solo lui sa cosa sono visto che se li è inventati di sana pianta.. Quando si parla di controllo elettronico riguardo all’alimentazione, si parla SEMPRE E SOLO di iniezione, non esiste altro mettitelo bene in testa SCEM0…!! Siete 2 IDI0TI in libera uscita….. Ah dimenticavo, buon natale eh……….

      • Avatar

        fatman

        25 dicembre 2013 at 14:57

        …quella della spesa e’ una frase di Lawson dopo aver provato la moto di Doohan dopo il ritiro…la tua preparazione e’ veramente sommaria…sei peggio di enea…pur di non avere a che fare con me si e’ riprodotto ahahahahahah…o almeno cosi’ dice ahahahahahahah…studia di piu’ e forse diventerai un eletto anche tu ahahahahahahahahah!

      • Avatar

        enea

        25 dicembre 2013 at 19:12

        Fatman facci un regalo per natale…

        …non ti riprodurre… :)

        Pur di non aver a che fare con te farei ben altro che riprodurmi… ;)

        Buone feste a tutti!!!!!

        EneA

      • Avatar

        Bestlap

        25 dicembre 2013 at 22:23

        La prima volta che hai scritto quella frase non hai citato Lawson l’hai fatta passare x tua, a conferma ulteriore che sei un’IDI0TA e bugiardo.. Ora a distanza di tempo la attribuisci a Lawson ed è un’altra delle tue ka22ate, cresci una buona volta ma non in larghezza, intendo moralmente, xkè fai veramente pena e schifo……….

      • Avatar

        Bryan

        27 dicembre 2013 at 10:54

        Bestlap, a volte mi chiedo quante ti rode Fatman, penso che te lo sogni la notte… quando Fatman posta, tu rispondi, senza lasciare un post ignorato… quante volte dici agli utenti che in realtà sono Fatman, e ne sei anche convinto! Se ti da fastidio, IGNORALO!

      • Avatar

        H954RR

        27 dicembre 2013 at 11:05

        Ciao Bryan, e ma lui è bravo gli altri sono idioti in libera uscita, ahahahahahahah che poveraccio che è ahahahahahahah !

      • Avatar

        H954RR

        27 dicembre 2013 at 12:02

        fatman ignora il più totale sottone in ogni cosa e senso del bestlapirlaintercul, tra tutti gli arroganti odiosi maleducati insultatori ultrà del tavulliAno è il primo C della classifica, visto che ammazzarlo non si può, purtroppo, va ignorato fino a quando, e nella speranza, che sparisca insieme al suo adorato “love” liberandoci finalmente dalla sua immensa stupidità !

      • Avatar

        H954RR

        27 dicembre 2013 at 12:04

        P.S. vale anche per tutti quelli che gli danno i polloci verdi, che sono evidentemente come lui, ahahahahahahah !

      • Avatar

        H954RR

        27 dicembre 2013 at 15:33

        Ahahahahah uno è il copia nik supermaraicion, uguale uguale, ahahahahahahahah povera gente !

      • Avatar

        Bestlap

        27 dicembre 2013 at 17:56

        Evidentemente non frequenti il forum bryan sennò avresti visto che scrivo poco ma quando (molto saltuariamente) lo faccio è solo xkè mi diverto a insultare questi 4 o 5 deficienti (non solo il ciccione) che popolano il forum che non capiscono un KA220 di moto ma vogliono parlarne e sono ossessionati da Rossi. Non ce l’ho con le persone, neanche li conosco fortunatamente, ma solo con l’IDI0ZIA che distribuiscono a piene mani, ne hanno davvero tanta. Tipo questo qui sopra: HAL9000 che si è inventato i carburatori a controllo elettronico, come faccio a non insultare un’IDI0TA del genere..? Cmq se la cosa ti disturba caro bryan non leggermi e tutti contenti….

      • Avatar

        H954RR

        27 dicembre 2013 at 18:38

        Ahahahaah se sei stupido, ignorante e non sai le cose è un problema tuo, io non invento niente ma tu SI, e per il discorso di chi non capisce un KA220 non solo di moto ma in tutto e in quanto a deficenza e idiozia caro coso ABN tu con i tuoi altri 3 compari messi insieme siete in grado di soddisfare l’intero fabbisogno mondiale, anche se non ci vorrebbe ma purtroppo esistete !?
        Ahahahah ma ammazzati e fai un piacere al mondo intero va, mi raccomando stasera prima di andare a dormire seghetta sul tuo vrrrrr che ti fa bene è, ahahahahah !!!

      • Avatar

        Rob

        27 dicembre 2013 at 23:32

        I carburatori a controllo elettronico non sono affatto un’invenzione,la giapponese Keihin per esempio,li ha prodotti sia per il cross che per la velocità e per le moto stradali.
        Il loro funzionamente è gestito dalla centralina della moto,e di solito il sensore principale è collegato alla ghigliottina del carburatore stesso;
        Certo non è che sia stato chissà quale progresso nella gestione della potenza di una moto,ma comunque sia,dire che i carburatori a controllo elettronico non esistano non è corretto,basta leggere.

      • Avatar

        H954RR

        28 dicembre 2013 at 10:16

        Bravo Rob diglelo.
        Io so di un carburatore usato sulle ultime 500 con un sensore che comandava una seconda farfalla ed era gestito da una centralina che controllava anche l’anticipo dell’accensione, leggeva l’inclinazione della moto e leggeva pure con un sensore sulla ruota fonica e il tutto per controllare l’impennata e il controllo di trazione, ovviamente non erano come quelli di oggi ma già funzionavano, ma c’è l’espertone di turno quello che come ammette scrive solo per insultare che dice agli altri idioti, scemi, ecc. ecc. senza sapere niente oltre che non capire una mazza.
        E’cco la vera natura del canarinazzo medio.

      • Avatar

        Bestlap

        28 dicembre 2013 at 12:53

        Ah si… Insisiti anche.. Bravo HAL9000 allora visto che sai tutto fammi un’esempio concreto di una 500 2tempi che ha usato questo “sistema” IN GARA, vediamo un pò sono proprio curioso..

      • Avatar

        Bestlap

        28 dicembre 2013 at 12:57

        Rob. Il controllo elettronico sui carburatori è stato solo un trascurabile episodio subito finito nel dimenticatoio. E cmq qui si parla di gare cioè quello che all’epoca era il motomondiale non la produzione di serie. L’unico tentativo di controllare l’alimentazione su una 2t rimane quello fatto dalla honda con la nsr 500 di itoh, tentativo peraltro fallimentare…

      • Avatar

        H954RR

        28 dicembre 2013 at 14:52

        Con te l’unica cosa che mi sento di insistere e come esempio concreto potrei farti vedere come fare per darti fuoco da solo, che è l’unica cosa giusta e sensata da fare.

      • Avatar

        Bestlap

        2 gennaio 2014 at 17:47

        Niente esempio eh HAL9000,ne ero certo, non mi stupisce, con voi succede sempre così… Come ti si chiama a dimostrare qualcosa oltre alle vuote chiacchiere che fai mostri subito il tuo essere un’IDI0TA in libera uscita e che hai poche idee ma ben confuse… Come tutti i tuoi compagni di merende del resto……!!!!!!!!

    • Avatar

      mugello

      25 dicembre 2013 at 15:08

      quello che dici è giusto ma ricorderai senz’altro che all’epoca i primi T.C. tagliavano l’accensione ad una delle quattro bobina e la ruota fonica esisteva .
      quindi un t.c. che lavorava non sull’elettronica di iniezione ma aveva un software apposta.
      il vecchio sistema se ben regolato dava i suoi frutti , naturalmente non paragonabili a quelli dell’avvento del 4 T.

      • Avatar

        mugello

        25 dicembre 2013 at 15:09

        la risposta è per Rob

      • Avatar

        Rob

        25 dicembre 2013 at 15:38

        X Mug.

        Più in alto ho già scritto che gli ultimi 2T avevano un rudimentale tipo di traction control,ma le varie cadute occorse fino al giorno in cui i 2T hanno chiuso il loro ciclo,hanno dimostrato la scarsa efficacia di esso.
        Il software di una moderna MotoGp è in grado oggi di interloquire con i vari sistemi da me elencati più sopra,una volta che i vari sistemi sono stati regolati ad uso del pilota,essi sono in grado da soli di capire cosa fare nel dato momento,come in una sorta di ibrido robotizzato.
        I 2T non hanno mai avuto questa prerogativa.

      • Avatar

        H954RR

        27 dicembre 2013 at 10:31

        Appunto e bravo mugello, l’elettronica ovviamente non era come quella di adesso ma già esisteva e c’era, e la moto di quello la era quella che ne aveva più di tutte nel confronto con le altre.
        La cosa l’anno detta e confermata già ai tempi.

      • Avatar

        H954RR

        27 dicembre 2013 at 10:34

        “l’avevano detta”

  7. Avatar

    enea

    24 dicembre 2013 at 23:30

    …che bei momenti…. eh eh eh…

    Buon natale a tutti… :)

    EneA

  8. Avatar

    nandop6

    27 dicembre 2013 at 09:55

    Da questi scambi di opinioni si evince che fatman parla parla parla ma di moto non ne capisce una mazza, è capace di sparare solamente str… contro Rossi.
    Complimenti invece a Rob, puntuale e preciso nelle informazioni tecniche.

  9. Avatar

    bibo

    10 gennaio 2014 at 13:21

    stando a quello detto da rob le cag@te più grosse le sparate voi….
    GRAZIE ROB!!!!!!
    :-)))

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

FIM Moto-e

MotoE | La categoria del futuro è elettrica? Forse ancora no

Le moto elettriche al primo test hanno rimediato un distacco di 9 secondi dalle nuove Moto2, ma anche di otto secondi dalle 250, quattro secondi dalla Moto3 e sei dalle vecchie 125
Condividi su WhatsApp MotoE – Si sono da poco conclusi i primissimi test ufficiali della nuova categoria con moto elettriche,