MotoGP: Casey Stoner “La Ducati mi ha pugnalato alla schiena”

Nell'autobiografia il due volte Campione del mondo spiega il perchè del divorzio dalla Rossa di Borgo Panigale

MotoGP: Casey Stoner “La Ducati mi ha pugnalato alla schiena”MotoGP: Casey Stoner “La Ducati mi ha pugnalato alla schiena”

Casey Stoner nella sua autobiografia “Pushing The Limits” pubblicata da Hachette Australia ha affrontato anche l’argomento Ducati e il suo divorzio dalla Rossa di Borgo Panigale. Il due volte Campione del mondo si è sentito tradito quando la Ducati invece di “proteggerlo” lo ha “pugnalato” alla schiena, in riferimento al periodo in cui non stava bene fisicamente e in cui aveva saltato tre gare. Ecco un estratto del pezzo riportato da Foxsports Australia e da noi tradotto.

“All’inizio della stagione 2009 ero più forte che mai. Avevamo avuto alcuni problemi iniziali con la nuova Ducati, ma eravamo riusciti a risolverli in breve tempo. Eravamo fiduciosi di poter rivincere il campionato. Poi qualcosa ha cominciato ad andare male e non riuscivo a capire il perchè. Dopo la gara del Mugello ero molto più stanco di quanto lo fossi mai stato prima. Ero rimasto sorpreso perché ero ben allenato, quindi non capivo. A Barcellona poi dopo il warm up ero sfinito, mi sentivo talmente stanco da dover tornare a letto per due ore.

Quel pomeriggio non stavo bene e si vedeva anche dalla tv. La stanchezza mi ha colpito all’improvviso dopo soli cinque giri. Un minuto stavo bene e poi improvvisamente ho avuto un calo delle forze. Sono riuscito a finire la gara ma nel parco chiuso quasi non riuscivo a scendere dalla moto. Non riuscivo a camminare o parlare, volevo solo vomitare e sul podio sono quasi crollato.

Avevo visto i medici in merito ad alcuni sintomi di stanchezza nel 2006. Mi avevano detto che era dovuta ad una combinazione data dalla mia dieta e del mio programma fitto di appuntamenti. Questa volta però la situazione era molto più seria. Ho cominciato a bere bevande di recupero a base di latte e siero di latte in polvere e la mia condizione è peggiorata ancora più rapidamente. Nessuno riusciva a capire e in Ducati la tensione saliva. Ero andato da ogni tipo di medico, in Europa e negli Stati Uniti ed ho effettuato ogni test immaginabile. C’erano un sacco di teorie ma nessuna diagnosi e nulla che mi facesse sentir meglio.

In Ducati non erano felici e ho questo lo sentivo, ma quando hanno iniziato a fare annunci su mia condizione senza il mio consenso, mi hanno veramente deluso. Avevamo vinto un titolo insieme, fino a Barcellona ero in testa al campionato. Nel momento del bisogno hanno iniziato a parlare dubitando del mio livello di preparazione, ma nessuno di loro aveva idea di cosa stavo passando.

Quando hanno saputo che sarei tornato in Australia (per ulteriori esami e riposo, saltando le gare di Brno, Indianapolis e Misano) non hanno gradito e ho ricevuto una email da Claudio Domenicali, Amministratore Delegato di Ducati Corse, che fondamentalmente diceva, “Spero che non ti aspetti di essere pagato per questo.” E’ stato estremamente deludente non avere il sostegno dei miei datori di lavoro durante uno dei momenti più difficili della mia vita. Ma sapevo che se non avessi affrontato alla radice il mio problema avrei potuto finire la mia carriera.

Ho trascorso una settimana con test e scan. Due delle prove che ho dovuto fare, per il lattosio e glutine, erano processi di tre settimane che richiedevano la sperimentazione. Ho dovuto iniziare una dieta di eliminazione rigorosa per cercare di individuare gli eventuali problemi che potevamo essere legati all’alimentazione. A quel punto quando dall’Europa arrivavano voci infondate sulla mia condizione e allora mi sono isolato da stampa, dai miei coetanei e da ex piloti. Ognuno ha le proprie opinioni. Quel momento mi ha fatto capire di chi potessi fidarmi e di chi no. Certamente in Ducati c’erano persone di cui non mi potevo più fidare.

Mentre ero via hanno offerto a Jorge Lorenzo un contratto per il doppio del denaro. Mi avevano detto quando avevamo firmato per il 2009 e il 2010 che non avevano più soldi, nè per me nè per lo sviluppo ed improvvisamente potevano permettersi di sborsare così tanto per un altro pilota? Considerando quello che avevamo realizzato insieme, stentavo a crederci. Mi sono sentito pugnalato alle spalle dalla gente di cui mi fidavo e che avrebbe dovuto fidarsi di me. Dopo due settimane ho ripreso il lattosio e quella notte sono stato male come un “cane”. Non riuscivo ad alzarmi dal letto, avevo perso la mia voce ed ero bloccato a letto per giorni. Il medico mi aveva detto di farlo per vedere la reazione, ma mi aspettavo qualcosa di molto meno grave.

Ci siamo poi diretti in Europa e quando il mio corpo ha iniziato a smaltire il lattosio ho iniziato a sentirmi meglio. Il venerdì una volta salito in moto ho subito capito di star meglio, c’era una differenza enorme. La domenica mattina nel warm up ero stato il più veloce, ma ancora non potevo essere sicuro della mia condizione esatta fino a quando non ho percorso l’intera distanza di gara. Ho continuato a martellare tempi sul giro, il tutto mentre mi aspettavo di “morire” a metà gara, ma non è successo. Ho continuato a martellare tutta la gara ed ho portato a casa il secondo posto. Quella era una sensazione fantastica, davvero indescrivibile. Ero passato da una possibile carriera finita per sempre al fatto di poter tornare più forte che mai.

Prima di tornare in Australia per la gara di Phillip Island abbiamo deciso di provare di nuovo lattosio, solo per confermare che fosse lui la fonte del problema. Il giorno successivo o due ho iniziato a perdere la mia solita energia. In un certo senso, questo mi ha reso felice perché ho potuto finalmente confermare quale fosse il problema. La cosa più importante era che avevamo salvato la mia carriera e che quindi potevo guardare avanti per cercare di vincere il campionato nel 2010.

Una cosa mi era chiara, volevo vincere per me e per la mia squadra, ma non per l’azienda. Avevo quasi deciso di continuare con la Ducati e anche se mi avevano proposto un nuovo contratto per il 2011 e il 2012, avrebbero dovuto fare un gesto molto più grande per farmi restare. Ho detto cosa avrei voluto, gli ho dato mesi, ma non è successo niente. A quel punto ho capito che era finita e nella seconda gara del 2010 (a Jerez) ho firmato per la Honda (con cui poi ha vinto il suo secondo titolo).

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

97 commenti
  1. Avatar

    Nella

    23 Dicembre 2013 at 18:47

    cosa voleva dalla Ducati?

    • Avatar

      PB 16

      29 Dicembre 2013 at 12:45

      Se una persona ha problemi fisici gravi e nonostante qst ci mette l’anima per correre e dare il massimo, da parte di Ducati ci si doveva aspettare un minimo di rispetto e umanità. Loro investono tanti soldi è vero, ma Stoner ha sempre dimostrato enorme talento e professionalità e questo basta e avanza per essere pazienti per una stagione in cui il pilota di punta sta attraversando un momento difficile nella sua carriera….se poi aggiungiamo che solo grazie a Stoner la DUcati ha potuto vincere il Mondiale ed competere per 3 anni con le altre marche, Ducati si è comportata veramente di me***a.

  2. Avatar

    sghembo discepolo di Franco Bortuzzo

    23 Dicembre 2013 at 19:16

    Ragazzi, il vero male della Ducati non sono mai stati tecnici ingegneri o altro: è sempre stato Claudio Domenicali.

    Vergognoso questo aneddoto della mail…

    Pensare se avessero dato 1/10 dei soldi spesi per lo sviluppo con VR a Preziosi quanto avrebbero potuto vincere

  3. Avatar

    Rob

    23 Dicembre 2013 at 20:07

    Confermo che l’Ing.Claudio Domenicali è stato la fonte del 90% dei guai della Ducati.
    Anzichè fare gli interessi dell’azienda,la ha ampiamente danneggiata.
    Ma,come molti nostri politici,dopo tutti i danni che ha fatto è ancora sulla sua poltrona.

    Aggiungo che Stoner in Ducati è stato pagato come un pilota da 4 fila,anche quando ha vinto il mondiale.

    Buone feste a tutti.

  4. Avatar

    bibo

    23 Dicembre 2013 at 20:43

    e poi non ha tirato in ballo le voci sulla sua famglia..che secondo me sono peggio di tutto il resto..
    è stato fatto di tutto per sminuire la sua impresa,ma rimarrà per sempre il più forte di tutti i tempi!!!
    GRANDE STONERRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR

    • Avatar

      Micbatt

      24 Dicembre 2013 at 11:03

      OK. Grande rispetto per Stoner … però …Casey …. se ti viene il cagotto con il latte …. evita di bere bevande energetiche a base di latte …. lo sanno pure i sassi !!!!

      • Avatar

        PB 16

        29 Dicembre 2013 at 12:36

        Genio, lui non sapeva perchè cavolo stava male….non sapeva di qst sua intolleranza al lattosio….che evidentemente è apparsa col tempo e non ce l’ha avuta sin dalla nascita…

      • Avatar

        Micbatt

        6 Gennaio 2014 at 19:44

        Per PB 16 : ma sei nato così oppure sei peggiorato col tempo ??? E’ evidente che che voleva essere SOLO una BATTUTA! Altrimenti non avrei scritto “GRANDE RISPETTO PER CASEY”
        Questo forum purtroppo sta diventando un angolo di repressi tifosi di calcio ….

  5. Avatar

    TONYKART

    23 Dicembre 2013 at 21:52

    mi ha sempre stupito quando la stampa o i programmi sportivi e i suoi commentatori nn riconoscevano il valore di stoner dacendolo passare come una femminuccia capricciosa,ancora di piu’ mi stupiva che nn l avessero visto in casa sua che cosa nn faceva per mettere quella moto la davanti….ora ho un nome,domenicali
    bravo hai trattato come un pirla un fuoriclasse e hai speso milioni e fatto licenziare ingegneri per andare dietro a un pirla….bravo hai capito tutto ……meriti la medaglia con la testa d asino

  6. Avatar

    TONYKART

    23 Dicembre 2013 at 21:52

    mi ha sempre stupito quando la stampa o i programmi sportivi e i suoi commentatori nn riconoscevano il valore di stoner facendolo passare come una femminuccia capricciosa,ancora di piu’ mi stupiva che nn l avessero visto in casa sua che cosa nn faceva per mettere quella moto la davanti….ora ho un nome,domenicali
    bravo hai trattato come un pirla un fuoriclasse e hai speso milioni e fatto licenziare ingegneri per andare dietro a un pirla….bravo hai capito tutto ……meriti la medaglia con la testa d asino

    • Avatar

      nandop6

      23 Dicembre 2013 at 22:13

      ora ho un nome,domenicali
      bravo hai trattato come un pirla un fuoriclasse

      Fino a qui andava bene poi……

      • Avatar

        testoner

        23 Dicembre 2013 at 22:39

        bravo nandop. spero solo tu sia sincero….

      • Avatar

        nandop6

        24 Dicembre 2013 at 13:25

        testoner
        Bè io Stoner pilota l’ho sempre apprezzato e quando vinse con Ducati sono stato felicissimo e anche oggi lo ringrazio, tifo tutto quello che è Italiano ma per i talenti stranieri posso al massimo simpatizzare.
        Auguri di buon Natale a te e famiglia.

  7. Avatar

    testoner

    23 Dicembre 2013 at 22:17

    cose sapute e risapute…. CASEY VERO UOMO E GRANDE PILOTA! sei stato fin troppo signore nei confronti di ducati. pensa che altri piloti pur accontentati di tutto l’hanno sputt…nata in mondo visione definendola una moto di mer-da!!! ma tu sei il male per certa gente!

  8. Avatar

    testoner

    23 Dicembre 2013 at 22:20

    purtroppo i DOMENICALI sono il male delle 2 e 4 ruote!!! scusate se la f1 nn c’entra niente con questo sito….. ma si parla di motori, e per di piu’ italiani!!!! ( per ducati ex….)

  9. Avatar

    Rob

    24 Dicembre 2013 at 09:11

    Altra piccola annotazione a proposito degli sfaceli “made in Domenicali”….:

    Quando Marquez ha firmato con la Honda in MotoGp,la Honda lo ha fatto firmare con una clausola,lui avrebbe dovuto utilizzare i tecnici ex-Stoner,tutti italiani con alla guida l’ing Gabarrini di Senigallia.
    Marquez quest’anno in diverse occasioni ha dato indicazioni tecniche in aperto contrasto con i tecnici italiani,lui vedeva alcune cose in un altro modo.
    Ma quando si è trattato di prendere una decisione,la Honda ha obbligato Marquez a seguire i dettami del team,e non le sue senzazioni.

    Con il senno di poi,visto che Marquez ha vinto il titolo per soli 4 punti su Lorenzo,senza i tecnici italiani lo avrebbe molto probabilmente perso.

    Tutti sappiamo che il popolo giapponese è un popolo molto nazionalista,molto difficilmente permette a chi non è giapponese di essere a capo di cose giapponesi.

    La Ducati aveva questi uomini in casa,ma per il comportamento irresponsabile di “alcuni” questi uomini sono ora a fare le fortune della Honda a Tokio.

  10. Avatar

    bcs

    24 Dicembre 2013 at 10:26

    Questa è l’ennesima prova del fatto che proprio parolaio non sono…

    Mi fa paicere leggere quello che ha scritto Stoner .
    SOno cose che sapevo già (ed infatti le ho ri-portate anche qui, ma ovviamente mi sono beccato per l’ennesima volta del parolaio e del bugiardo) perchè mi sono state dette da chi, in quell’ambiente ci lavora/lavorava…

    Le scarse prestazioni di Ducati non sono da ricercare nella moto, ma in chi ha gestito la casa in questi anni (non mi riferisco a Preziosi ed al suo staff)….

    Preziosi NON HA MAI avuto carta bianca, MAI.

    Rob, in passato hai scritto di avere qualche amico all’interno di Ducati, fatti dire come chiamano tra di loro Domenicali, già da quello si capiscono tante cose :).
    ____

    Colgo l’occasione per fare gli Auguri a tutti voi e alle vostre famiglie.
    Passate buone feste!

  11. Avatar

    H954RR

    24 Dicembre 2013 at 10:31

    domenicali non mi ha mai dato l’impressione di una persona competente mi sembra uno che vive in un altro mondo quando lo senti o leggi le sue interviste, invece che Peziosi dovevano cacciare quello, quando lo faranno forse cominceranno ad andare meglio.
    Concordo con tutto quanto detto dal FENOMENALE MITICO GRANDE CASEY N.1 IN ASSOLUTO !

  12. Avatar

    bibo

    24 Dicembre 2013 at 13:06

    auguroni a tutti!!!!!!!!!!!!!
    re delle falciatrici compreso!!!!!!!!!!!!
    :-)
    ma tanto anche questo già lo sapevi….
    ciao bimotaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

    • Avatar

      bcs

      24 Dicembre 2013 at 15:15

      Quello che sa tutto sei tu, non cercare di girare la frittata… O se vuoi, vado a controllare che ha scritto :” queste cose le sapevo già tutte…” (ed infatti qualche post prima aveva scritto una marea di falsità, che con le “cose che già sapeva” sono cadute… )

      Vedo che a distanza di mesi la mia “lezioncina” ha lasciato una bella ferita :).

      Permalosoneeee :)

      Meglio “re delle falciatrici” che “re degli scooteristi”.

      Auguri anche a te, sperando che con l’anno tu riesca a trovare quel pizzico di lucidità che ti farà distruggere tutti quei cosi a due ruote, chiamati scooter.

      :)

  13. Avatar

    bibo

    24 Dicembre 2013 at 15:38

    hehehehe
    il tmax lo venduto anni fa,ho tenuto l honda gp.
    ho tre moto, un suzuki rgv 250,un marauder che usava mio padre ed un huskvarna 570 r,che non uso mai ha percorso 2000 km in 9 anni…
    non uso mai le moto un po perchè è pericoloso girare per strada e un po per i velox…
    sono finiti i tempi delle fughe in moto….
    speriamo che babbo natale ti porti manuale della bcs cosi potrai usarla al meglio!!!
    auguroni a te e famiglia!!

    • Avatar

      bcs

      24 Dicembre 2013 at 16:31

      Bravo, adesso vendi anche l’altro.

      Anche io anno dopo anno uso sempre meno la moto. Diciamo che c’è un età per tutto.

      I velox più di tanto non mi preoccupano, in strada , non faccio il cretin+…

      Non cel’ ho la bcs, mi spiace.
      Mi servirebbe d’estate, quando il mio vicino si mette a tagliare l’erba di domenica alle 7 di mattina…
      Voglio vedere poi chi fa più rumore :)

  14. Avatar

    H954RR

    24 Dicembre 2013 at 15:43

    Auguri di buon Natale a tutti e alle vostre famiglie !

  15. Avatar

    Ronnie

    25 Dicembre 2013 at 14:11

    Ma va, lo hanno pugnalato? Non si era capito, diciamo che una buona parte di Ducati, per superbia non hanno mai dato molti meriti a Stoner, molti in Ducati e come tifosi Ducati l’hanno sempre sottovalutato e non ne hanno riconosciuto il valore. Alla fine ha fatto bene ad andarsene, alla fine se la sono cercata, hanon avuto una moto competitiva per tutta una stagione solo nel 2006 e nel 2007 il 2008 aveva già avuto un calo di prestazioni con il fatto che anche Rossi e poi Pedrosa avevano cominciato ad usare le Bridgestone, e un buon pilota non basta per vincere.

    Comunque nemmeno Stoner è il pilota più forte di tutti, o il più veloce di sempre, è come gli altri grandi campioni forte ma non imbattibile e Loreno lo ha dimostrato.

    • Avatar

      fatman

      25 Dicembre 2013 at 15:10

      …ma taci e pensa al tuo paramedico…

      • Avatar

        Ronnie

        27 Dicembre 2013 at 17:29

        Dai su fatman non te la prendere, tanto ormai si è ritirato.

    • Avatar

      ligera

      27 Dicembre 2013 at 22:55

      La “personcina” responsabile dell’addio di Stoner, ha aperto le porte al Suo famoso sostituto che da Lorenzo le ha prese a iosa.

      Stoner Vs Lorenzo 4 a 1 , senza il minimo dubbio.

      • Avatar

        Ronnie

        28 Dicembre 2013 at 12:21

        Mi sembra che ognuno qui tiene i suoi conti!

        Ma se li faccio secondo i metodi di alcuni:

        Stoner 2008 Secondo in classifica, 6 vittorie
        Lorenzo 2008 Quarto in classifica, una vittoria

        Stoner 2009 Quarto in classifica, 4 vittorie
        Lorenzo 2009 Secondo in classifica,4 vittorie

        Stoner 2010 Quarto in classifica, 3 vittorie
        Lorenzo 2010 Primo in classifica, 10 vittorie

        Stoner 2011 Primo in classifica, 10 vittorie
        Lorenzo 2011 Secondo in classifica, 3 vittorie

        Stoner 2012 Terzo in classifica, 5 vittorie
        Lorenzo 2012 Primo in classifica, 6 vittorie

        Mh allora da quando corre Lorenzo in MotoGP 2 mondiali a Jorge uno a Casey.
        Classifica Mondiale in 5 anni Stoner arriva 2 volte danvati e 3 dietro a Lorenzo.
        A vittorie annue stanno Pari 2 a 2 più un pari
        A vittorie nei 5 anni 24 Lorenzo, 28 per Stoner

        In totale stanno 2 mondiali a testa!

        Unendo tutti questi dati e attribuendo un punto ogni volta!

        Jorge ha vinto un mondiale in più da quando corrono entrambi l’uno contro l’altro. 1 punto per Jorge

        Posizione in classifica mondiale 3 a 2. 1 punto per Jorge

        N° di vittorie annue 2 a 2. 1 a 1

        Vittorie totali vince Stoner 1 punto a Casey

        Mondiali MotoGP vinti in carriera 1 a 1

        Totale Lorenzo 1+1+1+1
        Totale Stoner 1+1+1

        Mi sembra un 4 a 3 per Jorge!

      • Avatar

        ligera

        28 Dicembre 2013 at 15:13

        Ronnie, il 4 a 1 per Stoner, non era riferito alle gare realmente vinte (avrei inserito altri dati nel caso come è mio solito).
        E’ un modo per indicare che, secondo me, Stoner è superiore a Lorenzo e neppure di poco.

        Sino a che i piloti non gareggiano con il medesimo mezzo e nelle medesime condizioni, si può esprimere solo un parere su chi dei 2 è il più performante.

        Nella tua corretta elencazione delle vittorie annuali, ti si può contestare il fatto che uno gareggiava con Yamaha e l’altro con Ducati e proprio leggendo qua sopra, appare chiaro come Stoner non sia stato “favorito” dai personaggi interni al team, appare chiaro inoltre, che la Ducati non ha potuto/voluto sviluppare a dovere la moto (le risosrse trovate per Vale, potevano essere trovate anche per Stoner se avesse goduto della fiducia dei “quartieri alti”) e, nonostante questo, Stoner ha comunque ottenuto un gran numero di vittorie.
        Passato alla Honda e trovando un ambiente che, almeno in apparenza, gli dava la necessaria fiducia, ed è tornato il dominatore dei primi anni in Ducati.

        Senza un reale “scontro”, come quello visto quest’anno in Yamaha tra Lorenzo e Valentino, ad esempio, dare una risposta oggettiva alla domanda “chi è il più forte”, non è possibile, l’unica risposta che si può dare è soggettiva, cioè dipendente dalle convinzioni di chi risponde.

        Le vittorie, i mondiali vinti, il numero di podi ecc., descrivono la situazione “reale”.
        Volendo dare una “vera” valutazione delle qualità di un pilota (ricerca della verità), si può anche prescindere dalle vittorie realmente ottenute.

        Ad esempio, in F1, Villeneuve (padre), non ha mai vinto un mondiale e anche di GP vinti, non è certo un recordman, però, ai tanti appassionati di F1, se gli si chiede il nome dei 5 migliori piloti, quello di Villeneuve sarà presente (ad occhio) 8 volte su 10.

      • Avatar

        Ronnie

        29 Dicembre 2013 at 19:59

        Oddio ligera, sulla moto migliore la Honda, Stoner è andato fortissimo il primo anno, come nel 2007 quando la sua Ducati era gommata Bridgestone, e con molta più esperienza all’attivo ha fatto lo stesso risultato 10 vittorie. Quando si vince così tanto vuol dire che ti va tutto bene e che hai una gran moto, ma secondo me questo è anche l’indice di quanto la Ducati era superiore nel 2007 e di quanto sia poi lentamente peggiorata in seguito.

        Inoltre è indice del fatto che nel 2011 la Honda era forse inferiore alla Ducati del 2007, rispetto alla concorrenza perchè Stoner era più esperto, oppure gli avversari più preparati, ma dai loro risultati non sembravano diversi da quelli del 2007.

        Nel 2012 Stoner comunque in sella ad una gran moto per vittorie perlomeno paragonabile alla Yamaha con magari un leggero svantaggio per una o per l’altra le ha prese anche da Pedrosa, e non per 2 punticini ma per 78 punti, e abbiamo visto quest’anno che Dani è battibile.

        Stoner secondo me vale su per giù quanto gli altri, nè più nè meno, forse meno di Lorenzo solo per il fatto che Stoner non è stato in grado di lavorare tanto su se stesso quanto Jorge. Il talento ce l’hanno tutti, sono tutti super veloci e bla bla bla, ma c’è che riesce a lavorare su se stesso meglio e chi vive un po’ più di rendita.

        Stoner secondo me da quando ha deciso di ritirarsi ha smesso di sbattersi al 100%

      • Avatar

        ligera

        30 Dicembre 2013 at 16:42

        Ronnie, ti rispondo in fondo perchè mi sono dilungato e non poco.

  16. Avatar

    bibo

    25 Dicembre 2013 at 21:22

    non preoccuparti casey!!!
    tu dalla pugnalata sei già guarito
    loro dalla martellata sui m@roni che si sono dati, non guariranno mai!!!!!!!!!
    GRANDE CASEYYYYYYYYYYYYYYYYYYYYYYYYYYYYYYYY

  17. Avatar

    bibo

    26 Dicembre 2013 at 12:35

    e adesso spiegatemi i pollici versi!!!!!!!!
    :-)))

    • Avatar

      ligera

      27 Dicembre 2013 at 22:52

      Lo danno per principio, non per cognizione di causa.

      Non fartene un cruccio, sono assurdità da non considerare neppure.

  18. Avatar

    stermon

    26 Dicembre 2013 at 18:42

    HO UNA DUCATI 851 IN GARAGE MA URLO:

    DUCATI VERGOGNA ! .

  19. Avatar

    ligera

    27 Dicembre 2013 at 22:50

    Tutte le grandi case costruttrici hanno combinato sciocchezze nell’arco di tanti mondiali.

    Anche la Ducati non ne è esente e purtroppo paga più delle altre, con la maggiore difficoltà nel tornare in alto.

    I dirigenti non pagano mai di persona, se vengono allontanati, lo fanno con una buonauscita da paura, chi paga realmente sono ingegneri, tecnici e piloti purtroppo.

    Stoner ha tutte le ragioni e purtroppo, la personcina responsabile (con l’avvallo di Del Torchio & co. naturalmente) dell’addio di Stoner, ha confuso un puledro di razza sopraffina (Stoner), con un cavallo ormai spompato, e questi ne sono i risultati, ma come detto, chi paga davvero sono sempre altri soggetti, mai i veri respoinsabili

    Queste rimostranze da parte di Stoner erano già conusciute (almeno ai suoi tifosi), ma fa piacere avere la conferma da parte dell’attore principale, così come mi fa piacere che abbia chiarito la faccenda della disabilità fisica che, ancora quest’anno, aveva chi continuava a menarla come fosse una scusa.

    Comunque, passato in Honda, si è ritirato ugualmente, segno inequivocabile (dal mio punto di vista), di un malessere più ampio, non solo rivolto alla Ducati, ma rivolto all’ambiente della MotoGP.

    GRANDE STONER, IN POCHI ANNI DI MOTOGP HAI CAMBIATO RADICALMENTE IL MODO DI GAREGGIARE, CORRERE E VINCERE.
    GRANDE PRECURSORE DEI TEMPI E GRANDE INNOVATORE, HA FATTO CONOSCERE A TUTTI UN DIFFERENTE STILE DI GUIDA CHE HA RELEGATO IN SOFFITTA QUELLO PRECEDENTE, MOLTO PIU’ CONSERVATIVO.
    GRAZIE MITICO PER LO SPETTACOLO DEL QUALE CI HAI RESI TUTTI PARTECIPI.

  20. Avatar

    ligera

    30 Dicembre 2013 at 16:43

    X Ronnie

    Comincio con una mia personale considerazione:
    l’esperienza non è un fattore determinante, se così fosse, l’esperienza accumulata da Vale (lo porto come esempio, non ho voglia di iniziare una nuova polemica), gli avrebbe permesso di stare coi migliori e lottare con loro quest’anno, invece si è preso sonori distacchi.

    L’esperienza può risultare determinante solo quando tutte le altre variabili sono azzerate.

    Ribadisco che in mancanza di specifici “punti di riferimento”, valutare un pilota superiore ad un altro, è solo una questione soggettiva e non oggettiva.

    La Ducati 2007 era un gioiello che i successivi regolamenti hanno “smontato” pezzo per pezzo. Solo per citare un particolare, la pressione del carburante nel 2007 era di circa 200 bar, mentre oggi deve essere di 10. Questo ha comportato un problema non da poco, la “polverizzazione” del carburante che con 200 bar era perfetta, ora non lo è più.
    Mentre la Honda e la Yamaha hanno sopperito al problema con l’utilizzo di 2 iniettori aggiuntivi (qui vado a braccio perchè le notizie che ho non le ho potute ancora confermare), in Ducati non è stato possibile a causa dell’ingombro del Desmo.

    Stoner, senza una moto competitiva, non avrebbe potuto ottenere i risultati che ha ottenuto e non mi sembra un eresia dire che la Ducati del 2007 era più competitiva delle altre moto, si deve anche pensare a come la Ducati sia diventata un punto di riferimento per la concorrenza, che, per correre ai ripari, visto il numero di giri/minuto che raggiungeva il motore desmo, ricorsero alle valvole pneumatiche perchè le molle non garantivano sufficiente velocità di apertura e chiusura.
    In Ducati lavoravano in uno “scantinato” se paragonato all’ambiente di Honda e Yamaha, ma hanno messo in mostra le potenzialità del genio Italico, poi sfruttato a dovere da un pilota Australiano.

    A parte queste congetture, per esprimere il mio pensiero su Stoner come pilota, non mi sono basato sui risultati ottenuti, neppure sulle qualità del mezzo (tutti i grandi piloti hanno trionfato su grandi moto, o meglio, le moto sono diventate grandi perchè un grande pilota ne ha saputo esaltare le doti, ad ognuno il suo punto di vista), ma più semplicemente mi sono basato sul progresso della guida che si è visto negli anni della sua attività nella classe regina.

    Stoner ha cambiato il modo di guidare, la derapata, ad esempio, era considerata antiproducente e si vedeva solo in casi estremi, Stoner ne ha fatto un punto fermo della sua guida.
    Le traiettorie, prima di Stoner, non tagliavano mai la pista, con Stoner è divenuta prassi.
    Nelle gare, si pensava a consevare gli pneumatici per la fine, con Stoner non è più stato così (logicamente elettronica e materiali ne hanno facilitato il risultato), al massimo dall’inizio alla fine e chi non aveva il mezzo, oppure il fisico o anche le “pa@@e per stargli dietro, si beccava decine di secondi.

    Tutte queste novità, sarebbero state inutili se nessuno le avesse considerate, ma invece, tutte queste innovazioni nel modo di gareggiare, correre e vincere, sono state “assorbite” anche dagli altri piloti e si è cominciato a metterle in pratica, determinando così di fatto, un nuovo modo di guidare la moto, molto più spettacolare (secondo me), anche se non si vedono più i duelli che hanno reso famoso Valentino, anzi, questo nuovo punto di riferimento, hanno fatto intendere (almeno a me) che tante (non tutte sia chiaro) “battaglie” di Valentino erano solo delle “caricature” di battaglie vere, perchè Valentino aveva il mezzo per staccare da subito tutti gli avversari, invece se ne portava spesso 1 o 2 sino a pochi giri dal termine, per poi lasciarlo/i praticamente sul posto quando cominciava a girare davvero.
    Allora, si diceva che Valentino era più bravo nella guida con pneumatici finiti, invece, secondo me, era la superiorità del mezzo che gli permetteva di scappare e lui aspettava sino a pochi giri dal termine.

    Chiarito il mio pensiero su Stoner (spero), parto dalle tue considerazioni per parlare delle qualità di Valentino e del perchè non lo considero alla stregua di Stoner.

    Vale debuttò in 500 con la Honda ufficiale, senza compagno, col team migliore in circolazione. Tutto ciò che venne sviluppato, venne fatto in funzione di Valentino.

    Nell’anno intermedio (2002 se non erro) del passaggio dalla 500 alla MotoGP, il 1000 4 tempi 5 cilindri della Honda aveva 1 anno buono di vantaggio sui rivali della Yamaha, costretti a fare tutto in fretta e furia perchè, anche se erano ammesse le 500, si accorsero subito che non erano sufficientemete competitive e cercarono di correre ai ripari con risultati neppure troppo disdicevoli.

    • Avatar

      Ronnie

      1 Gennaio 2014 at 19:22

      ligera non capisco bene cosa intendi per:
      “L’esperienza può risultare determinante solo quando tutte le altre variabili sono azzerate.”

      Secondo me l’esperienza è determinate eccome, nel senso che chi ha più esperienza e se la gioca ad armi pari con la stessa moto diciamo, conta, Rossi vs. Lorenzo 2009, e Lorenzo vs. Rossi 2013, togliendo il fattore età ovviamente secondo me oggi come oggi avrebbe dato gli stessi risultati ovvero Rossi vincitore nel 2009 e Lorenzo vincitore nel 2013 rispetto al prorpio compagno di squadra.

      Marquez quest’anno senza esperienza ha vinto si, ma con una moto superiore, e Pedosa come Lorenzo si è gravemente infortunato.
      Secondo me l’esperienza conta sempre, poi è ovvio che se gli altri si fanno male o si fanno male e dispongono di un mezzo leggermente inferiore o inferiore, può non contare o non essere sufficiente.

      Secondo me quello che dici sul modo di correre è vero, ma Stoner non è l’unico, o meglio ci sono stati piloti prima di Stoner a correre in quel modo, magari uno aveva la velocità subito, uno lo stile di guida, non tutte le cose insieme.
      Ma se dici Stoner devi dire anche Lorenzo, nel senso che Stoner partiva forte andava veloce subito, guidava con il suo stile, come ogni pilota ha il suo, era spettacolare, ma e qui c’è un ma, non picchiava dal primo all’ultimo giro come fa Lorenzo, con quella costanza, o non aggrediva sempre come fa Marquez, o non battagliava come ci ha abituato Rossi.

      Ogni pilota ha il suo stile quello di Stoner era spettacolare, e se an Phillip Island vinceva sempre, era anche perchè li aveva più esperienza degli altri, era la gara di casa e ci saranno ancora altre cose che non sappiamo.
      quindi riagganciandomi, secondo me anche con le altre varianti in ballo l’esperienza conta.

      C’è chi dice che Lorenzo o Stoner o anche Pedrosa o Rossi, quando prendevano e se ne andavano da subito o pochi giri dopo la partenza facevano una gara alla Biaggi, quindi secondo me ogni pilota che vince o domina un mondiale o vince tante gare è ovvio che porta il suo modo di correre e in questo Stoner secondo me non è diverso.

      I tempi cambiano e piloti diventano sempre più bravi secondo me, dal ritiro di Doohan è finita un epoca tempo un anno e ne è cominciata un’altra l’era Rossi, che si è interrotta alla fine del 2009. Che ti piaccia o meno Rossi ha fatto un’epoca e ha portato il suo modo di correre, e per fare che la sua epoca finisca serve qualcuno di più forte, di più bravo o un suo cale e secondo me oggi si sono verificate entrambe le cose.

      Nel senso che con le moto di oggi e con i piloti e i talenti di oggi il livello di Rossi è stato superato o lui non riesce più a tenere quel livello o entrambe le cose.
      Se vedi chi arriva dopo e vuole battere i campioni che hanno vinto prima di lui deve continuare a migliorare, secondo me dal 2000 al 2009 Rossi è quello che è riuscito a migliorarsi di più, perchè ha dominato perdendo pochi mondiali.

      Mentre dal 2010 ad oggi non si è potuto parlare di un’epoca Lorenzo o Stoner o Marquez o Pedrosa, perchè il livello è alto molto alto, ma non c’è stato un pilota che è riuscito ad essere così bravo da vincere sempre, avere la fortuna la costanza e la moto e la capacità di rimanere al top prendendo il meglio da ogni suo avversario. Lorenzo è quello che ci si è avvicinato di più, ma come Rossi nel 2010 quest’anno si è fatto male.

      Stoner anche lui 2012 si è fatto male, Pedrosa si è fatto male così spesso che da quando corre perdo il conto.

      Ora è arrivato Maruqez, che sembra essere in grado di picchiare tempi con una discreta costanza non ancora quella di Lorenzo, che sembra avere quello spunto in più sul giro secco in qualifica e in gara un po’ alla Stoner, quella guida spettacolare (forse anche dovuta ad errorini nella guida dovuti all’inesperienza), quella durezza nei sorpassi, quella fame di vittorie di Rossi, e di campioni come Rossi e ci metterei anche Stoner che se poteva ci provava a vincere almeno al tempo di Ducati e in Honda prima dell’infortunio.

      Quello che manca a Marquez è la costanza di Jorge e la capacità di partire subito forte, e un po’ di esperienza che però dopo un anno ha già acquisito in buona parte.

      I 2 campioni del presente e del futuro più prossimo sono Marquez e Lorenzo, e solo chi dei 2 riuscirà a migliorare quanto o più del suo avversario l’avrà vinta, moto permettendo.

      Ma limitarsi a Stoner per affermare che è quello che ha cambiato di più il modo di correre o il solo che l’ha fatto negli ultimi anni mi sembra molto troppo limitativo e un elogio che non si merita solo lui.

      • Avatar

        bcs

        2 Gennaio 2014 at 13:27

        Ronnie secondo me il cambiamento di guida più grosso nella storia del motociclismo l’ ha portato j. Sarinen

  21. Avatar

    bibo

    31 Dicembre 2013 at 08:44

    concordo in tutto
    è questo che mi dà fastidio
    il fatto che sia palese!!!
    non credo che i giallini non se siano resi conto,i più irruducibili e a dir loro intenditori,lo sanno benissimo!!!!
    rossi aspetava gli ultimi due giri per prendersi il merito,altro che guida a gomme finite e secondo nel polso,aveva solo il mezzo (e gommine) migliore….

  22. Avatar

    bibo

    31 Dicembre 2013 at 08:47

    stoner il numero UNO !!!!
    :-)))))

  23. Avatar

    ligera

    2 Gennaio 2014 at 19:04

    X Ronnie

    scrivo ancora a parte perchè, come al solito, mi dilungo troppo.

    A grandi linee, la risposta al tuo dubbio è ciò che scrivi poche righe dopo, cioè, giocarsela ad armi pari, stessa moto, stesse qualità alla guida, stesso consumo gomme, tutto insomma.
    Allora e solo allora, secondo me, l’esperienza incide.
    Se da un lato è chiaro a tutti cosa sia l’esperienza, dall’altro deve essere chiaro e univoco il fine che ci si attende dall’esperienza accumulata.
    Non ritengo sufficiente dire che il tale pilota ha ottenuto questo e quello per merito dell’esperinza accumulata.
    Ritengo che si dovrebbe dire, ad esempio, che l’esperienza accumulata ha permesso al tale pilota di sfruttare meglio la tale caratteristica della moto o del tracciato ecc.

    Porto un esempio. Vale Vs Lorenzo di quest’anno. Stessa moto, stesse potenzialità nel guidarla, possibilità di accedere ai “segreti” dell’altro ecc. Valentino, ha un vagone di esperienza in più di Lorenzo.
    Non solo non aveva lo stesso ritmo, ma era inferiore in ogni parte di tracciato e su ogni circuito. Classico esempio in cui l’esperienza non ha dato il benchè minimo aiuto a Valentino.
    Solo nel caso in cui le prestazioni si fossero equivalse, allora e solo allora l’esperienza avrebbe potuto aiutare Valentino.

    L’esperienza accumulata da Valentino, avrebbe dovuto “aiutarlo” nella ricerca di un set-up ideale, invece arrivava sempre all’ultimo istante utile e spesso non ci arrivava affatto.
    La “coperta troppo corta”, cioè il compromesso che va sempre ricercato, dovrebbe essere più facile da raggiungere per chi ha più esperienza. L’esperienza ti dice se in quella determinata pista è più conveniente avere la testa coperta oppure i piedi e così via.

    Secondo me l’esperienza ti aiuta in questi frangenti, al momento di scegliere il giusto set-up durante le prove e le qualifiche, mentre in gara ti aiuta nello scegliere le giuste traiettorie quando si devono compiere sorpassi, quando si deve recuperare, quando si devono preservare gli pneumatici e quant’altro.
    L’esperienza a nulla serve se il pilota con cui si sta lottando è più veloce, oppure ha più velocità nei rettilinei, non permettendoti di fare le tue traiettorie nei tratti misti, oppure è più veloce in curva ecc ecc.
    L’esperienza ti aiuta solo quando tutte queste (e tante altre) variabili sono azzerate (cioè sono equilibrate).

    Questo è il mio pensiero e se la pensi diversamente, sarei curioso di leggere come, secondo te, l’esperienza incide sulla prestazione portandoti ad ottenere di più di quanto non te lo permetta la guida normale.

    Ora però mi accorgo di una discrepanza nelle nostre rispettive definizioni di esperienza.
    Da quello che intuisco, tu ritieni che l’esperienza sia limitata alla conoscenza della moto, visto di come parli del 2009 e del 2013.
    L’esperienza di cui parli, secondo me, è solo una componente dell’esperienza in toto.
    Non posso credere che Valentino, se passasse in Honda, verrebbe considerato meno esperto di un Bradl o di un Marquez, solo perchè questi piloti guidano la moto da più tempo.
    Non nego che la conoscenza della moto abbia la sua importanza, ma pareggiare questo divario, è cosa veloce da ottenere, su questo non ne ho il benchè minimo dubbio.
    Tutti i piloti, “novellini” compresi, impiegano meno di una stagione per acquisire le dovute conoscenze.
    Quello che fa davvero la differenza in questo settore, è l’esperienza acquisita nei tanti anni di gare, nei tanti duelli sostenuti, nel’affrontare tutte le innumerevoli variabili che una gara comporta (variabilità atmosferica, perdita di liquidi, incidenti e quant’altro.)

    Da ciò, dico che, se posso convenire con te che l’esperienza ha aiutato Vale nel 2009, portandolo a non strafare e quindi a cadere meno, non convengo assolutamente col tuo pensiero sul 2013.
    Forse nei primi GP l’esperienza di Lorenzo sulla Yamaha lo ha agevolato, ma il divario è rimasto per tutta la stagione, segno, secondo me, della superiorità di guida, di settaggio, di tutto insomma, di Lorenzo nei confronti di Rossi e l’esperienza di Vale (perchè è chiaro che Vale ha più espereinza di Lorenzo…o sostieni il contrario?), non ha minimamente influito sul risultato finale.

    Marquez quest’anno ha vinto perchè è un fenomeno.
    Come ho già detto, senza moto, il campione non vince e senza campione, la moto non vince.
    Anche senza espereinza ha vinto, non perchè la Honda è superiore alla Yamaha (cosa si dovrebbe dire allora, che ogni pilota ha vinto il mondiale solo perchè aveva la moto superiore alle altre?), ma perchè le qualità del pilota hanno permesso alla moto di essere ancora più competitiva.
    Considerando Pedrosa, la Honda non sembra così competitiva, così come nel 2007 e nel 2008, la Ducati non sarebbe stata sul tetto del mondo se si fossero considerate le performance di Capirex e di Melandri.

    L’esperienza, nel motociclismo, incide in maniera determinante solo in pochi, rarissimi momenti, anche se è sempre presente.

    Ne convengo, altri piloti possono avere dimostrato le doti e le qualità di Stoner, uno di questi è certamente Jeremy McWilliams, funambolico pilota Inglese, ma come ho scritto:
    “Tutte queste novità, sarebbero state inutili se nessuno le avesse considerate, ma invece, tutte queste innovazioni nel modo di gareggiare, correre e vincere, sono state “assorbite” anche dagli altri piloti e si è cominciato a metterle in pratica, determinando così di fatto, un nuovo modo di guidare la moto”

    Lorenzo, Marquez, Pedrosa e adesso anche tanti altri piloti, hanno cominciato ad emulare la guida di Stoner ed ognuno inserendoci del Suo, come è giusto che sia.
    Tutte le novità, in qualsiasi campo siano state ottenute, non rimangono invariate a lungo, ma ognuno apporta il suo personale input, non per questo, le differenze sono tali da doverle considerare svincolate l’una dall’altra.

    Stoner, ha trovato chi ha intrapreso il suo stesso cammino e questo, secondo me, ne fa un precursore.
    Sono convinto, ad esempio, che l’uso del carbonio per i telai delle moto, diventerà di uso comune, ma se non sarà a breve, la Ducati GP09, potrà essere considerata avanti coi tempi, ma non la capostipite, il precursore dei nuovi modelli.

    Parlando delle vittorie di Phillps Island, hai espresso appieno il concetto di espereinza, svincolato dal tipo di moto, svincolato dagli anni di guida su quella particolare moto.
    Il concetto di “espereinza” che hai espresso, è quello più ampio e corretto (a mio avviso) del termine.
    La sua esperienza, deriva in prevalenza dal grande numero di gare svolte in quella pista.

    Non ho mai detto che l’esperienza non conta, ma che non è mai determinante se non in particolari situazioni.

    Valentino aveva la stessa esperienza se parliamo del Mugello, ma li è finita e non è certo dipeso dalla maggiore espereinza dei rivali.

    Cosa c’entra l’esempio di “gara alla Biaggi” che hai riportato?
    In riferimento a Stoner non ho scritto di una singola caratteristica, ma di uno stile ben preciso e come hai addirittura sottolineato, siamo già daccordo che prima di Lui, altri piloti adottavano modi simili in 1, 2 componenti, ma nessuno univa tutte le caratteristiche e la spettacolarità di Stoner, nessuno ancora utilizzava la pista come accade adesso.

    Come ho già detto, le nostre affermazioni sono tutte affermazioni “soggettive”, non ci sono dei concreti punti di riferimento uguali per tutti dai quali si può partire. Le nostre sono tutte congetture personali.
    Incancrenirsi su “questo lo fece anche tizio”, “quest’altro lo faceva anche caio” ecc., non porta da nessuna parte, si deve, secondo me, vedere a cosa si è giunti.
    Anche questo mio punto di vista, è soggetto a contestazione perchè espressione personale e non valutabile o misurabile.
    Io ritengo che la strada che ho intrapreso per potere valutare un pilota più bravo di un altro, sia la strada più corretta possibile, non per questo è l’unica, non per questo porta agli stessi risultati, perchè stiamo parlando di esperienze soggettive e non ogettive.

    Rossi, Doohan, Biaggi e tutti i piloti dell’epoca, giravano il più puliti possibile, possibile per quanto la moto permetteva loro.
    Hai tempi vinceva chi era il più veloce e pulito, potevano variare le traiettorie, ma non variava lo stile, veloce, lineare e pulito.
    Stoner ha portato altri aspetti.
    La sua guida è sempre stata fuori dai normali “canoni”.
    E’ questa la differenza più facile e chiara che si può riscontrare.
    Vale vinceva perchè era il più “veloce” mantenendo i “canonici” canoni di guida, mentre Stoner vinceva stravolgendoli.

    Il modo di correre di Valentino, non era diverso (a grandi linee) da quello di Doohan, ecco perchè mi sono limitato a scrivere che Valentino vinceva, vinceva tanto, ma nulla più, mentre Stoner vinceva, tanto anche Lui, ma adottando uno stile di guida competlamente diverso da quello che allora, veniva considerato il più producente.
    Qui Stoner era diversissimo da tutti gli altri piloti.

    Vale ha fatto epoca per il numero di mondiali vinti nell’arco della carriera. Non voglio che passi l’idea, sbagliata, che non siano importanti, lo sono enormemente (ma mi piace anche ribadire che c’è un velo grigio su gran parte delle sue vittorie).
    Stoner ha fatto epoca per altre cose, cose che sono servite ad altri piloti per divenire ancora più competitivi.
    L’epoca di Vale, si è si conclusa nel 2009, ma la “rivoluzione” aveva già piantato i semi nel 2007, con Stoner appunto.

    Stoner ha innaugurato un’epoca, cambiando i canoni della guida.
    Le vittorie mondiali, gli mancano per motivi diversi dalle sue qualità alla guida di una moto e limitarsi a guardare solo i risultati, non ti da il vero “polso” della situazione.
    Scrivendo poi che non c’è un’era Lorenzo o Pedrosa o Stoner o Marquez (è appena arrivato, aspetta un pò), perchè il livello è troppo alto, ammetti implicitamente che il livello ai tempi di Valentino era inferiore a quello attuale, per cui più facile era prevalere sui rivali.
    Inoltre ammetti chiaramente che Valentino è rimasto più al top di altri perchè senza rivali.
    Appena i rivali si sono presentati, Valentino è scemato sempre più.

    Mi sta bene che tu consideri Lorenzo superiore agli altri, ma ti ripeto che per me, non sono solo i risultati ottenuti a fare di un pilota un nuovo fenomeno.
    Riporto lo stesso vecchio esempio: partendo dal tuo modo di valutare un pilota (solo risultati ottenuti), Jiles Villeneuve è da considerare alla stregua di tutti gli altri, mentre invece da me, ma non solo da me credo, Villeneuve era un pilota alla stregua di Schumacher (a proposito, a Lui va il mio più sincero “IN BOCCA AL LUPO”, con associato un rispettoso “IN CULO ALLA BALENA”) un Fenomeno dell’automobilismo.

    L’epoca di Vale è finita per altri motivi (secondo me). E’ indispensabile (come hai scritto pure tu) che piloti più forti lo abbiano spodestato (Lorenzo e Stoner), ma l’età di Vale non ha raggiunto un livello tale dall’essere una causa.
    Valentino, come detto dal pilota stesso, è fisicamente integro, perfettamente allenato e in grado di sostenere al massimo l’intero campionato, senza flessioni.

    Non sono stati (a mio parere) gli infortuni che hanno detrminato la carriera di un pilota (almeno di quelli di cui si sta parlando).
    Tutti questi sono tornati alla vittoria una volta tornati in sella alla moto.

    Lo si può riconoscere o meno, può piacere o non piacere, sta di fatto che quello che sta facendo Lorenzo, partenza forte e costanza sul giro, utilizzo smisurato della pista e dei cordoli, Stoner lo faceva già nel 2007 e nel 2008.

    Lo si può riconoscere o meno, può piacere o non piacere, sta di fatto che quello che sta facendo Marquez (ma anche Pedrosa), utilizzo smisurato della pista e dei cordoli, derapate vantaggiose e non più esclusivamente spettacolari, riuscendo a girare la moto in un fazzoletto e ripartire a manetta, Stoner lo faceva già nel 2007 e nel 2008.

    Inoltre, non ricordo che Stoner abbia mai fatto dei sorpassi “pericolosi” e spesso oltre il limite, come quelli fatti vedere da Marquez quest’anno, ma anche da Valentino in passato.

    Non mi sono “limitato” ad affermare…. Stoner è stato effettivamente il precursore di un diverso stile di guida che gli altri piloti, per un verso o per l’altro, hanno fatto proprio e adattato alle loro caratteristiche e alla loro moto.

    Riporto i tempi medi di 6 GP del 2007 (presi a caso) e gli stessi 6 GP del 2008, neppure tutti vincenti.
    Considerando che era in sella ad una Ducati, non proprio docile nel seguire sempre i voleri del pilota e con un’elettronica nettamente inferiore a quella attuale, Stoner ha fatto come, se non più (proporzionalmente), quello che viene attribuito a Marquez e a Lorenzo, aggressività e costanza.

    2007
    Losail: 1.56.alto – 1.57.basso
    Jerez: 1.41.mezzo – 1.42.basso
    Mugello: 1.51.basso – 1.51.mezzo
    Laguna Seca: 1.22.mezzo – 1.22.alto
    Ph.Is: 1.30.alto – 1.31.mezzo
    Valencia: 1.33.basso – 1.33.mezzo

    2008
    Losail: 1.55.mezzo – 1.55.alto
    Jerez: 1.41.mezzo – 1.41.alto
    Mugello: 1.50.mezzo – 1.51.basso
    Laguna Seca: 1.21.mezzo – 1.22.basso
    Ph.Is: 1.30.basso – 1.30.mezzo
    Valencia: 1.32.alto – 1.33.mezzo

    Ti chiedo: hai modificato il tuo post oggi?
    Ho avuto l’impressione che la fine sia cambiata, ma probabilmente è stata solo un’impressione.

    • Avatar

      ligera

      2 Gennaio 2014 at 19:08

      Ca..lo se è lungo, mica ci avevo fatto caso. Oggi sono davvero partito per la tangente.

      Spero non sia tedioso da leggere e che sia almeno chiaro, visto che breve non è.

      Un grazie a tutti coloro che avranno la forza e la costanza di leggerlo.

      Chiedo solo una cortesia, mettete tutti i pollicioni che volete, ma solo se lo leggete fino in fondo.

    • Avatar

      Ronnie

      2 Gennaio 2014 at 20:16

      Non ho cambiato nulla credo non sia possibile.

      Ti sbagli sulle svariate cose che reputi che io pensi:
      – riferito all’esperienza, giudico tutto, tutto quello a livello di pilota, di guida e di vita.

      – per le altre tue ipostesi sulle mie presunte ammissioni implicite di ti sbagli anche in quel caso, o negli svariati casi.

      Parentesi chiusa, Stoner non ha mai guidato in modo diverso da altri piloti, sull’arco di un giro un gran premio o una stagione, semplicemente in alcune curve, come capita in tutte le categorie, tagliava più una curva, o la faceva in un altra marcia o usava il freno posteriore in modo diverso, caratteristiche diverse in ogni pilota.

      La spettacolarità di Stoner, per come affrontava alcune curve in un GP o in qualifica ce l’aveva solo lui, estremizzata in quel modo, ma in altri GP c’era qualcun’altro e poi qualcun’altro ancora…

      Riguardati il duello Rossi Biaggi del 2004 in sud africa o del 2009 tra Rossi e Lorenzo, o tra Pedrosa e Stoner, quando Stoner si è steso.

      Casey non è dicerto un inventore di un nuovo modo di correre a prescindere o di un nuovo stile, sono cose che esistevano già, è ovvio che è un pilota e come tale faceva traiettorie in alcuni posti che sapeva fare solo lui o che agli altri non riuscivano altrettanto bene, ma questo secondo me non lo ha reso l’inventore o quello che ha portato un totale stravolgimento del modo di correre della motoGP di oggi.

      • Avatar

        bibo

        2 Gennaio 2014 at 22:02

        xronnie
        mi dispiace dovertolo dire ma ti stai sbagliando di grosso
        se stoner è stato lunico a far andar forte la ducati è perchè stoner è unico!!!!!!!!!!!!!!
        se non cè riuscito rossi a batterlo……
        :-)))

      • Avatar

        Ronnie

        3 Gennaio 2014 at 18:15

        bibo, per definizione ognuno, ogni essere e anche molte cose sono uniche.

        La Ducati è andata forte anche con altri piloti, Stoner è l’unico che ci ha vinto un mondiale MOTO GP, e grazie ad una somma di fattori, nemmeno lui è riuscito a ripetersi, quindi qualche intoppo c’era.

        Poi trovami un pilota che non sia unico nel bene e nel male…

      • Avatar

        bibo

        5 Gennaio 2014 at 08:40

        certo
        nel bene e nel male stoner ha vinto molto in ducati
        e nel bene e nel male rossi ha fallito miseramente
        quindi nel bene e nel male stoner è stato più bravo di rossi
        cito solo rossi perche penso gli altri piloti che hanno guidato la ducati non fossero al livello di stoner
        a quanto visto dopo non lo è stato neanche
        rossi……

        guidare le moto facili sono capaci tutti e le differenze di tempi fra un pilota e l altro diminuiscono
        per questo stoner è unico!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
        lui fa la differenza non le gommine!!!!!!!
        ciao a tutti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      • Avatar

        Ronnie

        5 Gennaio 2014 at 09:30

        bibo mi sembra che dici sempre le solite caxxate, mi spieghi come mai Stoner in Honda non ha fatto nessuna differenza? Ha vinto un mondiale con una moto più performante, l’anno dopo, dove gli equilibri erano più marcati come avvenne nel 2008 con Rossi, ha perso da Lorenzo e di un bel po’ di punti.

        Mi sembra che Stoner non sia diverso dagli altri piloti o meglio degli altri campioni. Anche sulla moto migliore, non è riuscito ad imporsi, quindi finiamola con queste storielle.

        Stoner ha vinto nel 2007 grazie a una buona moto e degli ottimi pneumatici, e al suo talento. Nel 2011 ha ancora vinto grazie ad un’ottima moto, ottimi penuamtici e grazie al suo talento, negli altri anni malgrado degli ottimi pneumatici, delle ottime moto, quando si parla di Honda o delle buone moto in fase calante quando si parla di Ducati, non ha vinto nessun mondiale e nemmeno in classifica generale ha fatto stravedere.

      • Avatar

        testoner

        7 Gennaio 2014 at 13:23

        @ronnie. scusa come fai a dire che casey in honda nn ha fatto la differenza??? ha riportato il titolo dopo 5 anni …. la differenza di punti minima e’ data solo dal fatto che ci sono piu’ piloti forti oggi rispetto agli scorsi. se poi dite che con la ducati che ha vinti il titolo casey ci hanno vinto anche altri piloti allora e’ inutile stare qui a parlare perche’ nn seguite la motogp ma solo rossi. dal 2007 a oggi tutte le vittorie della ducati sono firmate STONER! ad eccezzione di motegi 2007 dove vinse la gara capirossi che azzecco prima di tutti il cambio gomme per pioggia. nn parlate a vanvera che meglio…. io nn ho studiato e nn scrivero’ da professore pero’ ho la passione dentro e le cose le ricordo!!!!!!!

      • Avatar

        Ronnie

        7 Gennaio 2014 at 14:35

        testoner, Stoner ha vinto UN MONDIALE con DUCATI e UN MONDIALE con HONDA.

        Ora da quel che so io, HONDA se non è stata sempre la moto migliore è comunque stata sempre una tra le più competitive da ormai almeno un ventennio e non di più.

        Yamaha è stata altamente competitiva anche grazie al binomi Rossi-Yamaha e al binomio Lorenzo/Yamaha!

        Il Mondiale in Honda ci è tornato grazie a Stoner e su questo non c’è dubbio dato che, anche nel 2011 Pedrosa è rimasto infortunato.

        Poi però Stoner malgrado un’ottima moto non si è ripetuto, vedi la differenza tra Rossi e Stoner e tra Lorenzo e Stoner, è che loro, con una moto competitiva ci hanno vinto più mondiali. Stoner ha vinto il mondiale il 50% delle volte che ha avuto una moto competitiva.

        Per Lorenzo è stato più difficile perchè ha avuto un compagno di squadra molto più forte rispetto a Stoner, ricorda queto piccolo particolare, quando si parla di Lorenzo.

        Stoner ha avuto a che fare con compagni come Capirossi a fine carriera dopo l’incidente, che è un po’ come avere ora Rossi con Lorenzo, direi che Capirossi era anche messo peggio.
        Poi ha avuto Melandri e poi Hayden scusa se non mi sembrano forti quanto Rossi.

        Rossi dal 2000 al 2010, su moto competitive ha vinto, 7 mondiali, con: 4 anni in Honda con moto competitive, 3 mondiali vinti e al suo debtutto arriva secondo in classifica, poi nel altri 4 mondiali dal 2004 al 2010, nel 2006 perde per un errore suo e errori di Michelin e Yamaha. Nel 2007 la Yamaha o meglio la Michelin non era competitiva quanto la Bridgestone, nel 2010 si infortuna poi passa in Ducati che non era più in lizza per il mondiale da anni e anche lui ha cominciaot a perdere colpi.

        in ogni caso fanno 7 mondiali in 11 anni almeno 2 dei quali persi per colpa di moto o gomme non competitive.

        Stoner in compenso credo abbia fatto molto meno. Purtroppo Casey si è ritirato troppo presto e non sapremo mai se sarebbe riuscito a riconfermarsi spesso campione del mondo, e se sarebbe rimasto solo un 2 volte campione del mondo, vittorioso si, ma secondo me ridimensionato. A me Rossi, Lorenzo sono sempre parsi più concreti a livello di campionato del mondo, e il futuro ci dirà se anche Marquez è di quello stampo. Stoner è veloce è un duplice campione del mondo con forse la stessa fame per le vittorie in gara, ma non so se aveva altrettanta fame per le vittorie di campionati del mondo.

      • Avatar

        testoner

        7 Gennaio 2014 at 21:32

        @ronnie. il problema che stoner abbia solo 2 mondiali(e parlo solo di classe regina…) e’ solo aver avuto la sfortuna di aver guidato per 4 stagioni la ducati e di aver avuto problemi fisici ben noti a tutti(almeno ha chi guarda e ascolta tutto delle gare,,,) e nn parlo solo del problema al lattosio di cui tutti parlano ma anche alla mano che fu’ forse l’infortunio piu’ grave visto che rischiava la carriera. il secondo titolo con honda e’ stato stravinto visto che scendeva da una moto completamente opposta. il secondo lo ha perso e tutti sapiamo e sapete il perche’. alla terza gara annuncia il ritiro e poi subisce un infortunio nn da ridere. sulla ducati 2007 aspetto ancora risposte su chi ci ha vinto con regolarita oltre a stoner…..

      • Avatar

        Ronnie

        8 Gennaio 2014 at 10:43

        testoner, continui a trovare scuse lo capisci, che gli infortuni fanno parte della carriera, anche i problemi al lattosio o la moto non competitiva, ce li hanno avuti tutti i problemi di infortuni, caxxo, ma c’è il campione che li supera e il pilota che li subisce. Stoner si posiziona a metà!

        Rossi se nè stato alla larga dagli infortuni in classe regina fino al 2010, e questo fa parte della dote del campione, gaurda Marquez quest’anno.

        Tutti e dico tutti i piloti ci passano nella parabola negativa degli infortuni, Stoner non è diverso, gaurda Lorenzo, si è fatto male nel 2008, nel 2013, ma questo non gli ha impedito di tornare al top.

        Se Stoner non è stato preso subito in Yamaha o in Honda è perchè in quel momento non lo consideravano pronto, per questo è finito in Ducati e non gli è andata male visto che la Ducati già nel 2006 aveva rischiato di vincere il mondiale, e nel 2007 con Stoner ce l’ha fatta.

        Poi hanno modificato ancora i regolamenti le Bridgestone sono arrivate prima a Rossi e poi a Pedrosa e poi a tutti gli altri, poi crisi finanziaria, e addio Michelin.

        Ti ripeto prima di Stoner c’era Capirossi, che vinceva con la Ducati, ma la sua carriera è finita nel 2006 con l’incidente, da allora Ducati ha preso solo piloti di secondo piano. Malgrado Hayden abbia vinto un mondiale nel 2006, per una serie di coincidenze, non è di certo paragonabile a Stoner Lorenzo Rossi Pedrosa e Marquez, malgrado Nicky si sia intascato un mondiale e Pedrosa no.

        Inoltre Ducati è andata in calando tanto che Stoner con più esperienza ci ha vinto sempre meno, poi è arrivato Rossi dire in forte parabola discendente e quindi niente vittorie. Ancehe quest’anno con Dovizioso e Hayden niente di niente, e il 2014 con Dovi e Crutchlow sarà la stessa identica cosa.

        Quindi finiamola di allungare le cose dicendo che Stoner è l’unico qui è l’unico la, è un pilota, un campione ma solo un 2 volte campione del mondo, e visto il livello di Lorenzo e Marquez attuale, anche se fosse rimasto fino ai 30 anni secondo me avrebbe vinto un solo mondiale dal 2013 al 2015, e poi probabilmente nemmeno uno, quindi al limite un 3 volte campione del mondo. Mi spiace ma non lo posso considera un pilota così diverso dagli altri campioni del mondo, e di certo non è paragonabile a chi nella classifica dei piloti storici più iridati sta sopra di lui.
        Non basta essere veloce avere talento, bisogna vincere titoli su titoli mondiali per confermarsi.

        Tu lo vedi il nome di Stoner qui? Guarda bene, perchè io non lo trovo…

        http://it.wikipedia.org/wiki/Albo_d%27oro_del_motomondiale#I_piloti_pi.C3.B9_iridati

      • Avatar

        Ronnie

        8 Gennaio 2014 at 10:48

        testoner poi scorri verso il basso così vedi dove si trova Stoner anche nelle altre…

      • Avatar

        testoner

        8 Gennaio 2014 at 22:30

        @ronnie. ok hai ragione. quello che dici tu e’ sacrosanto mentre quello che dico io sono caxxate. e’ vero casey ha scelto di avere problemi al lattosio e di aver rischiato la carriera con la mano…. e’ ha scelto persino lui di pagare per correre fin dagli esordi. perche’ se nn lo sai in 125 e 250 per avere una aprilia super ufficiale o eri miliardario o dovevi essere un para cuxo… ma di questo e’ inutile parlarne. tu hai la tua teoria,mentre io seguo la motogp e sono un appassionato.

      • Avatar

        Ronnie

        9 Gennaio 2014 at 11:10

        Non è che lo scegli, fa parte della carriera di ogni pilota, ognuno ha i suoi alti e bassi, ognuno si fa male; ma deve saper affrontare le difficoltà in modo repentino.

        Stoner non è stato reattivo quanto altri piloti, non tutti sono dei Lorenzo, che si rompono e il giorno dopo sono in modo, e non gli si chiede nemmeno questo, sono loro a decidere, ma non mi sembra che sia stato estremo in questo Stoner anzi, è stato più normale di altri piloti.

        Tutti i piloti di moto cadono e si rompono, e subiscono infortuni più o meno gravi. Tanti problemi fisici di Stoner non erano legati alla Ducati, perchè li ha avuti anche in Honda, ma con una moto più facile è diventato tutto più semplice.
        Ha ancora avuto i problemi alla schiena al polso, ma se li è tenuti e ha corso; ma cosa credi che gli altri piloti facciano gare sempre e soltatonto in perfette condizioni fisice, guarda Pedrosa, Lorenzo e Maqruez quest’anno, erano martoriati, ma hanno corso e vinto e fatto podi comunque, quindi fammi il piacere di non dire che Stoner è speciale qua è speciale la rispetto ad altri piliti, per questi motivi.

        Per quanto riguarda il materiale, non tutti hanno il materiale migliore, perchè non tutti vengono seguiti allo stesso modo, perchè il materiale migliore te lo devi guadagnare. Chi ha il materiale migliore, non ce l’ha solo perchè ha i soldi, perchè se non nelle massime categorie e nel motomondiale non ci entri.

        Qesti piloti è da quando sono bambini che devono affrontare una selezione pazzesca, costantemente sotto pressione, devono sempre dare il massimo e fare pochissimi errori.

        Stoner non ha avuto il materiale migliore perchè ha fatto troppi errori tutto qui, nel 2006 al suo anno di debbuto si era visto che era veloce, ma si stendeva spesso, almeno spesso quanto Marquez, ma non era in quel momento altrettanto veloce o vincente.

        Oggi le moto saranno più facili da guidare, ma io credo che la professionalità e la preparazione sia aumentata ancora. Stoner e Marquez magari sono paragonabili come talento, ma secondo me Marquez quest’anno ha dimostrato una professionalità pazzesca considerando che è al debutto, è superiore anche a quella di Lorenzo. Non ha la sua esperienza come non ha quella di Stoner ma questo non gli ha impedito di battersi con loro e sbagliare “non moltissimo” considerando appunto che è un Rookie.

        Leggiti l’intervista a Iannone, dove dice che Marquez è uno che ha sempre avuto il materiale migliore, però l’ha fatto fruttare, come Rossi, Lorenzo, Pedrosa no, Stoner non sempre, ha sbagliato poco anche Stoner con il materiale migliore, certo solo il 50% delle volte però anche lui ha sbagliato.
        Ed è vero che in Ducati è quello che ha vinto dal 2007 in poi, ma è anche vero che si è steso parecchio anche lui, e che gli acuti come vittorie e podi sono andati in calando, anche nel 2010 quando era in perfetta forma e aveva tanta esperienza sulle spalle.

  24. Avatar

    ligera

    2 Gennaio 2014 at 19:05

    X bibo

    Grazie per la considerazione accordatami e ricambio con molto piacere perchè sono in sintonia con le cose che scrivi.

    • Avatar

      bibo

      2 Gennaio 2014 at 21:59

      grazie a te ligera
      mi fa piacere leggere le tue analisi
      perche mi riconosco in quello che scrivi
      :-)
      inutile dire che tu i concetti li esprimi molto meglio di me!!!
      grazie ancora e auguri di buon anno a te e gli altri ragazzi del forum!!!

  25. Avatar

    bcs

    5 Gennaio 2014 at 11:49

    Ronnie lascia perdere bibo.

    Occhio che se poi gli dimostri che è nel torto la mena per un mese.

    Lascialo perdere.

  26. Avatar

    bibo

    5 Gennaio 2014 at 12:38

    nel bene e nel male stoner ha vinto molto in ducati
    e nel bene e nel male rossi ha fallito miseramente
    quindi nel bene e nel male stoner è stato più bravo di rossi
    cito solo rossi perche penso gli altri piloti che hanno guidato la ducati non fossero al livello di stoner
    a quanto visto dopo non lo è stato neanche
    rossi……

    guidare le moto facili sono capaci tutti e le differenze di tempi fra un pilota e l altro diminuiscono
    per questo stoner è unico!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    lui fa la differenza non le gommine!!!!!!!
    ciao a tutti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Avatar

      bcs

      5 Gennaio 2014 at 15:01

      Se sono capaci tutti, perchè non sei la con loro a guidare per giocarti un Mondiale, invece che qui a SCRIVERE su questo sito?

      Misteri di bibo il “carroziere permaloso”….

      Tanto sono sempre quelle le solite cazzat+ che scrivi, e quando uno ti dimostra che sei nel torto, la meni per più di un mese, e cerchi di sviare il discorso. Come in questo caso…

      Basta vedere che hai copiato ed incollato questo intervento in un altro articolo, dove non c entrava un mazza….

      Capirossi ci ha quasi vinto un Mondiale, e solo per cause terze non è risucito a vincerlo.
      O forse nel 2006 non seguivi ancora la Motogp?

      Parli di gommine… Le gommine le aveva pure Stoner quando ha vinto il Mondiale allora…

      Anche Stoner senza una moto buona il Mondiale non ha vinto Mondiali… Ha vinto nel 2007 con un ottima moto (merito di Ducati, che con poco è riuscita a vincere, anche grazie alla collaborazione con Ferrari),poi per ri.vincere un titolo è andato in Honda…

      Nessuno mette in dubbio le qualità di Stoner, anzi… Ma vuoi per il suo stile di guida, la differenza abissale che ha fatto con Ducati (rispetto al compagno di team) non l ha fatta in Honda.

      Ovvero con un mezzo sicuramente meno problematico rispetto a Ducati.

      Stoner è un FENOMENO, un talento unico, nessuno lo mette in dubbio (forse che prova ad insinuare questo è per ri-.girare la frittata, come ogni volta).

      Anche lui per ri-vincere un titolo (come tutti i piloti) è dovuto salire su un mezzo idoneo a vincere un mondiale…

      Anche i fenomeni senza un mezzo decente un mondiale non lo vince…

      La guida di Stoner è molto, molto particolare e deriva della sua formazione come pilota, sia per lo stile che come modo di interpretare un Gp.

      Ma altri piloti hanno guidato in quel modo prima di Stoner, ma sullo stile di guida bisogna anche precisare che è anche il progresso tecnologico l’evoluzione del mezzo meccanico che permettono al pilota di fare determinate linee ecc ecc.
      Guarda gli angoli di piega degli anni 70/80/90/2000/2010, che evoluzione c’è stata. Chissà come mai.

      Tutti i più grandi piloti della storia hanno lasciato un segno anche per il loro stile di guida, ma il modo in cui si guida è anche determinato dal materiale che hai a disposizione…

      Prova a raggiungere angoli di piega con le gomme di 40 anni fa se ci riesci….

      Quello che succede in regime di concorrenza tel ho spiegato, come altre cose, e visto che sostieni di avere molti agganci nel settore (cosa che non credo, visto le idiozi* che scrivi) chiedi….

      Ma per fortuna tra qualche giorno ri-aprono le scuole.

      Ciao “carroziere”

      Ma tanto ovviamente tu scriverai sempre le tue solite 2 cavolate…

      • Avatar

        bibo

        5 Gennaio 2014 at 16:32

        caro bcs
        non sprecherò più tempo con te perchè ,tu hai studiato troppo secondo me,sei tutta teoria, a volte studiare troppo gioca brutti scherzi.
        parli di cose che conoscono tutti , cose scontate ,secondo me sei troppo pieno di tè(per niente naturalmente)
        inoltre ricordati una cosa , visto che a te piace fare il maestro,se non riesci a spiegarti( visto il tuo livello di cultura)la colpa è solo tua….
        quando scrivono rob e ligiera li capisco perfettamente..
        ciao perfettino ………
        :-)))

      • Avatar

        bcs

        5 Gennaio 2014 at 16:41

        Ancora una volta la mia teoria viene confermata da quello che scrivi.

        Cose che conoscono tutti… Ovvio, sono ormai nella storia del motociclismo, ma che non tutti conoscono, e lo dimostra quello che scrivi.

        A quanto pare, riesci benissimo a comprendere quello che scrivo, evidentemente hai qualche mania di inferiorità, non so dovute a cosa.

        Visto che ogni volta ti attacchi a cose che non puoi valutare visto che non mi consoci.

        Quindi caro bibo, stai al tuo posto ed evita di andare più in la di quello che ti puoi permettere, anche perchè ormai mi hai stancato con sta storia.

        Ormai sappiamo tutti come sei fatto, quando sei nel torto attacchi e cambi discorso…
        Sei fatto così…

        Ciao “carroziere”

      • Avatar

        bcs

        5 Gennaio 2014 at 16:43

        Avrò anche studiato troppo, ma tu troppo poco.

      • Avatar

        testoner

        7 Gennaio 2014 at 13:18

        questa te la potevi risparmiare bcs.

      • Avatar

        bcs

        7 Gennaio 2014 at 17:02

        Eh no caro il mio testoner.
        Guardi solo quello che scrivo io, vero?…
        Ovvio…

        Sono stufo di leggere determinate cose dell’utente bibo nei miei confronti a livello personale.

        Non conosco nessuno di voi a livello personale, come nessuno di voi consoce me, quindi valutazioni del genere non le si possono fare.

        Ovviamente si guarda sempre e solo alla parte opposta, ma testoner, vatti a leggere quello ceh bibo continuamente mi scrive a livello personale (che sono complessato, che mi credo superiore agli altri, che ho problemi, che ho fatto troppi test ecc)…

        Ovviamente poi uno risponde a tono dopo un po’.

        Ho già invitato il buon bibo a smetterla, ma lui continua sulla sua linea, e mi spiace testoner, ma a un certo punto uno si stanca e risponde a tono.

      • Avatar

        bcs

        7 Gennaio 2014 at 17:07

        Quindi testoner prima di fare commenti da “salvatore della patria”, bisognerebbe avere prima un quadro più ampio della cosa e soprattutto, cercare di non guardare sempre e solo alla parte “cattiva”.

        Quello che ti scrivo lo puoi facilmente verificare.

      • Avatar

        testoner

        7 Gennaio 2014 at 21:36

        @bcs. io parto dal presupposto che i battibecchi ci possano stare. ma le offese no. io sono stato offeso tante volte qui dentro prendendomi del somaro perche’ nn ho la terza media… e nn e’ bello. ma cmq nn mi manca niente e grazie a dio cosi’ ignorante nn sono. nn ce l’ho con te ma certe cose a me personalmente nn mi piacciono. poi tu potrai avere le tue ragioni e nn voglio mettermi in mezzo. ma nn mi sembra di leggere offese

  27. Avatar

    bibo

    8 Gennaio 2014 at 02:22

    vai a vedere testoner
    vedrai che io non ho offeso
    ho solo fatto una mia valutazione in base a quello che mi è stato detto..e o risposto di conseguenza
    mi è stato detto che io non sapevo che il telaio in alluminio lo aveva fatto per prima la bimota…la bimota gli appassionati di moto la conoscono tutti,me compreso..per questo gli ho detto che si crede superiore a gli altri,perche mette in dubbio il fatto che uio non sapessi una cosa nota
    come la storia delle freccie d argento..
    la sonno anche i sassi..
    quindi equivale a darmi del bugiardo….
    o come quando uso il termine dire invece che scrivere…
    comunque saranno affari suoi
    io di sicuro non mi ritengo meno intelligente di lui
    :-)
    grazie per il sostegno testoner
    :-)))

    • Avatar

      testoner

      8 Gennaio 2014 at 22:34

      @bibo. figurati…. tra ignoranti ci capiamo benissimo!!!!

  28. Avatar

    bcs

    8 Gennaio 2014 at 12:05

    testoner
    Io ho semplicemente girato quello che bibo ha scritto a me.
    Ma ovviamente si guarda sempre e solo da una parte, ovvio.

    A me non interessa niente dal tuo percorso scolastico,ne’ quello degli altri.

    Semplicemente hai letto solo quello che una parte ha scritto.

    Non mi sembra di aver scritto che se uno non studia è un ignorante (cosa che velatamente sostiene il tuo caro bibo, quando scrive che studiare troppo porta problemi).

    _____

    Caro bibo, è bello eh girare la frittata?

    Dove ho scritto che la storia di Bimota la conosco solo io? (Non hai ancora risposto a questo punto).
    bibo, SMETTILA DI GIRARE LA FRITTATA, PERCHE’ HAI STANCATO.

    Si, con quello che hai scritto hai DIMOSTRATO che certe cose non le conoscevi, poi ovviamente sostieni quello che ti pare.
    Altrimenti certi luoghi comuni (errati) non li scrivevi.

    E la dimostrazione che queste cosa ti pesa è il fatto che la stai menado ANCORA!

    Le frecce d’ argento, era un ESEMPIO sul tema “peso-vernice”, in quanto in ambito competitvo vengono usate delle pellicole per ridurre al minimo i pesi…. Ripeto: Trovami il punto dove sostengo che queste cose le conosco solo io.

    Gira la fritta su,sei bravo a farlo…

    Ho scritto che sei meno intelligente di me? No!

    E’ da un MESE che sostieni che io mi credo superiore a te ecc ecc… Quando in realtà certe cose IO non le ho mai scritte caro bibo.

    E’ un castello che ti sei fatto tu nella tua testa, forse come scusa alla “mancanza di memoria” che hai avuto in certi casi.

    Quante volte ti ho invitato a smetterla su questo punto perchè certe cose non le puoi valutare e tu hai continuato?

    E’ normale che dopo post su post io ti rispondo nello stesso modo in cui tu rispondi a me.

    Ma ovviamente si guarda sempre e solo a una parte, OVVIO….

    Bravo “carroziere”

  29. Avatar

    bcs

    8 Gennaio 2014 at 12:18

    26 dicembre 2013
    bibo
    …ti citavo per scherzare pollo!!!!!!!!!…
    ….sei patetico ..
    …sei troppo pieno di te!!…
    sei semplicemente scialbo…
    non sei umile neanche per natale….
    ciao precisino
    (Qui si riferisce a me perchè sta’ discutendo con fatman)
    ha proprio rotto le b@lle..
    con la sua falsa modestia
    la sua ipocrisia…
    secondo me ha dei complessi..

    …tot dal balllllllllllllllllllllllllllllll (riferito a me, perchè gli da’ molto fastidio quando gli vieni fatto notare che è nel torto).

    27 dicembre 2013
    bibo .
    …ahhahahha
    pirlaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

    …adesso capisco meglio fatman e mugello!!!!!
    a volte scendono a certi livelli per mettersi al tuo pari!!!

    …ma va a der via i ciap!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    ciao filosofo!!!
    tutte chiacchere e distintivo!!!!!!!!!

    qualsiasi oggetto di qualsiasi tipo sfrutta i medesimi principi e materiali chi in modo uguale e chi in modo proprio
    di sicuro fai il rapppresentante..
    troppi corsi di psicologia …………..

    …sei troppo filosofico…….
    troppi test…….

    penso sempre di più che tu abbia seri problemi..

    secondo mme sei logorroico…..

    preferisco non dire cosa penso di te….

    a me i perfettini stanno sui cogli@ni…….. (Dopo diversi post dove mi dava del perfettino)

    troppi vestro…..
    il ragazzo lavora di fantasia…… (continua a sfo*ter* insieme al suo amicone fatman,perchè non riesce a ribattere in un altro modo).

    Continua….

  30. Avatar

    bcs

    8 Gennaio 2014 at 15:56

    19 novembre 2013
    bibo .
    caro bcs
    secondo me i gas di scarico ti hanno offuscato un po il cervello…

    …sai cosa ce di bello??che io non ho bisogno di fare corsi di psicologia
    come fate voi rappresentanti per cercare di accattivarvi i clienti in più breve tempo possibile.
    (Nota: Il lavoro lo tira in ballo lui, cercando in tutti i modi di cambiare argomento).

    …secondo me tu sei tutta teoria e niente pratica…
    tutte chiacchere e distintivo…….

    L’altro commento era molto più lungo, ma qui ho tagliato.

    Semplicemente bibo non ha ancora digerito il fatto che gli ho smontato alcuni luoghi comuni,
    citando semplicemente alcune moto.

    E da li’ ha cercato in tutti i modi di girare la cosa per nascondere una sua mancanza, o meglio,
    un suo “vuoto di memoria” (ma come? Se sai certe cose, pochi post prima scrivi il contrario di quanto sai?).

    Da quel momento in poi io ho inziato secondo lui, “a credermi superiore”, a essere il perfettino ecc ecc.

    Sta provando anche ora a girare la cosa.

    E per l’ennesima volta vorrei sapere dove io scrivo che ” bimota la conoscevo solo io”.

    Idem le frecce d’argento (In questo caso le presi come ESEMPIO per evidenziare l’iportanza tra peso/vernice in
    ambito competitvo…).

    Ancora una volta non rispodnerà e continuerà sempre a scrivere le stesse cose, provando in tutti i modi a
    mascherare una sua mancanza.

    E’ LUI che è un mese che la mena sostenendo queste cose (ripeto, si puo’ facilmente controllare chi
    sta facendo di tutto per girare le cosa).

    Lo studio ecc ecc sono tutti castelli che si è costruito il caro bibo, usandoli per cambiare argomento e portare la discussione fuori da quello che erano le sue mancanze.

    Ed infatti più volte l ho invitato a stare al suo posto, che certe valutazioni non le può fare perchè non mi conosce
    invitandolo a smetterla.

    Ma lui ha continuato per un mese a menarla.

    E se permetti caro testoner questa cosa mi ha stancato.

    Ovviamente adesso fa la povera vittima.

    Scrivi che non vuoi metterti in mezzo, ma ovviamente lo fai, guardando esclusivamente alla parte dove
    fa più comodo, senza informarsi un attimo su quello che la “povera vittima” scrivi nei miei confronti da un
    mese a questa parte (sono quasi due ormai).

    E’ troppo comoda guardare sempre e solo da una parte caro testoner.
    E nascondere la testa sotto la sabbia quando invece non si vuol vedere.

    Ovviamente bibo è libero di scrivere tutto quello che vuole, ma se poi gli si risponde a tono il problema sono io.

    Bravo testoner!!!!

    • Avatar

      bcs

      8 Gennaio 2014 at 15:58

      Ribadisco ancora che non sono un rappresentate, anche se “la povera vittima” continua a scriverlo.

    • Avatar

      bcs

      8 Gennaio 2014 at 18:03

      Dimenticavo, il buon bibo sostiene che questi sono semplici complimenti.

    • Avatar

      testoner

      8 Gennaio 2014 at 22:33

      @bcs. forse nn ci capiammo…. ma evita di fare il superiore con me. ho solo criticato una tua frase e mi sono sentito un po’ cosi’. distinti saluti

    • Avatar

      bcs

      9 Gennaio 2014 at 17:05

      Troppo comoda così caro testoner, hai scritto che non hai letto insulti. Bene, io teli ho girati e ti ho spiegato anche che diverse volte ho invitato bibo a limitarsi a commentare su altri fronti.

      Semplicemente io gli ho girato quello che lui mi scrive da 1 mese a questa parte.

      Hai scritto anche di non avere gli elementi e che non volevi metterti in mezzo.

      Bene, in mezzo ti ci sei messo, ma senza avere elementi, e io teli ho fatti avere….

      Ma ovviamente quello che ha scritto bibo è perchè lui “parla su un sito TERRA TERRA”…. Già, ottima scusa.

      Troppo facile testoner….

      • Avatar

        bcs

        9 Gennaio 2014 at 17:07

        Ti faccio notare chi è che tira sempre in ballo lo studio, il lavoro ecc ecc…

        Leggi chi lo tira sempre in ballo.

  31. Avatar

    bibo

    9 Gennaio 2014 at 08:13

    testoner forse io e te ci capiamo meglio
    essendo persone normali
    anche tu hai notato che ci sono persone che non PARLANO terra a terra
    SEMBRA vogliano far pesare qualcosa…cosa non saprei visto che io come te non mi sono mai fatto mancare niente..non conosco l invidia..mai avuta…
    non volere continuare gli studi è stata una mia scelta,non che questo sia un merito,una persona non può scegliere dove nascere,ma vengo da una famiglia BENESTANTE
    ho fatto il carrozzaio perchè e il primo posto di lavoro con l idea di cambiarlo alla prima occasione ed invece lo faccio ancora
    ho amici nel mondo delle corse(dai rally alla pista alla moto gp) ma non faccio i nomi per
    al privacy
    concludo citando il famoso episodio bimota:
    io dissi che la ducati era una moto vincente con tecnologia italiana
    e che rossi e company l avevano trasformata in una giapponese
    qui l astuto bcs trasformò la mia definizione TECNOLOGIA in FILOSOFIA che non è la stessa cosa
    e da li creò l arringa basata su questo termine da lui cambiato a piacimento…
    comunque noto con piacere che quando alcuni personaggi PARLANO quà nel forum danno l impressione di essere un po carichi
    ciao testoner!!!!
    se ha qualcuno danno le gommine su misura non è colpa mia..
    CIAO A TUTTI TRANNE TE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  32. Avatar

    bcs

    9 Gennaio 2014 at 17:14

    9 gennaio 2014
    bibo .
    “testoner forse io e te ci capiamo meglio
    essendo persone normali”

    In pratica mi dai dell’anormale….

    Ennesimo complimento, ma ovviamente tu “parli Terra terra”….

    Ti faccio notare anche un altra cosa bibo. Ovvero chi tira in ballo continuamente in ballo lo studio, il lavoro e tutte quelle cose liì… Sei tu.

    Nessun altro… come il sentirsi superiori e tutte quelle cavolate a cui ti appoggi quando non sai portare elementi validi a confermare le tue tesi.

    Evidentemente il tirar sempre fuori queste storie è perchè ti danno fastidio….

    Ma se TU che le tiri sempre e costantemente fuori.

    Quello che scrivi qui, vieni a cadere se si leggono i tuoi post.

    Su Ducati non puoi neanche scrivere che fosse una tecnologia italiana, il discorso non cambia di una virgola, semplicemente ti sta attaccando a tutto pur di mascherare la figura fatta in quell’ occasione, e il tuo rodimento che ne è derivato.

    Tu hai scritto anche che Ducati “copiò dalle Jap” e così di fatto, non è….

    Ripeto, quello che scrivi qui vieni smentito da tutti i tuoi post fatti in precedenza.

    Sto ancora aspettando le risposte alle domande che ti faccio da ormai un mese…. Ovvero quelle frasi che tu mi attribuisci ma che io di fatto, non ho mai scritto.

  33. Avatar

    ligera

    9 Gennaio 2014 at 20:56

    X Ronnie:
    Ciao Ronnie, è parecchio, ma sono entrato molto di rado in questo perioodo.
    Passato bene?

    Se ti va, riprendo il discorso toccando alcuni punti che hai citato.

    Sicuramente sarò stato in errore, ma le mie erano solo intuizioni personali derivate dalle tue parole. Intuizioni personali anche per uanto riguarda le ammissioni implicite, un certo filo poteva condurre da quella parte, come altri fili conducono a parti diverse.

    Giarare una moto in curva, stendersi in rettilineo, affontare una chicane. Sono cose che fanno tutti i piloti. Secondo me la differenza sta nel come si affrontano.
    Ormai ogni carattere della guida può richiamare quel pilota o quell’altro, ma quello che vorrei fosse chiaro è come si guidava prima di Stoner.
    Traiettorie, utilizzo del freno posteriore ad esempio, non lo sapremo mai per certo, ma prima che fosse cosa di dominio pubblico, la quasi totalità dei piloti tornava ai box coi freni posteriori praticamente nuovi, non solo, ma tanti altri aspetti delle gare sono cambiati. Lo stile è diverso, i canoni di guida che una volta erano “Vangelo”, ora non sono più validi.
    Non tutto, per carità, è da riportare a Stoner, ma questo pilota Australiano è stato il pilota che meglio ha saputo coniugare le sue conoscenze delle gare sugli sterrati ovali (guarda ora dove si allena Vale, prima faceva cross), con le nuove acquisite negli anni di 125 e 250. Stoner è stato il pilota che ha dato una nuova direzione e che poi, ogni altro pilota attuale, intraprende portandoci del proprio, ma tutti i piloti attuali (se il mezzo lo consente) tendono ad agire in quel modo.

    Capisco che tu consideri Vale superiore a Stoner, per certi aspetti lo è certamente (numero di vittorie ad esempio), ma oltre alle vittorie ottenute, Valentino ha innovato per quanto la moto gli ha permesso, mantenendo inalterati i canoni di pulizia.
    Non credo che qualche gara e qualche situazione estrema possano cambiare questo punto.

    Stoner ha cambiato il modo di correre. L’esigenza che aveva nel portare in curva la Ducati, è divenuta prassi, il tagli di traiettoria è divenuto estremo, il martellare ritmi impossibili sono divenuti la norma e la condizione senza la quale…..(per dirla in Italiano).
    Questi sono solo gli aspetti più ecclatanti.

    Come dice giustamente (guarda cosa mi tocca scrivere) bcs, tanto è dipeso anche dalle moto, dalle gomme e dall’elettronica, questo è fuori di dubbio, come fuori di dubbio, spero, ci sia il fatto che il modello generale di guida durante i GP è cambiato nell’ultimo decennio.
    Non tutto dipende da Stoner logicamente e non tutto è merito di Stoner sia chiaro, ma Stoner è il pilota che a cavallo di questi anni ha, più di ogni altro, indicato la nuova strada.
    Piaccia o non piaccia, le cose stanno così dal mio punto di vista.

    Pensare che un pilota non possa essere tenuto in così alto merito, solo per il semplice fatto di avere vinto pochi mondiali in carriera, per non essere un “duro” come tanti, Capirex in primis, ma Pedrosa, Lorenzo e tantissimi altri, ma si prende i naturali tempi fisiologici per la guarigione, ma, nel periodo più critico (Allergia), la condizione fisica era davvero molto pessima, molti pensavano (ad alta voce) che fossero scuse, facendo nascere una immane bufala parlando di “sudditanza psicologica”, mentre non si riusciva a capire da cosa dipendesse.

    Io adesso giungo ad un’altra intuizione personale, correggimi se sto ancora sbagliando.
    La mia netta sensazione, a questo punto, è che i 2 mondiali vinti con Ducati e Honda sono poca cosa per poterlo consacrare come “grande tra i grandi”.
    A questo punto mi viene da pensare che, pensando alla F1, un tale Villeneuve che di mondiali non ne ha vinto nessuno, viene ancora citato ad esempio quale campionissimo, sia che si abbia la Ferrari nel cuore o meno.

    Ribadisco che dal mio punto di vista, non sono esclusivamente le vittorie che fanno il fenomno.

    Stoner non è certo il primo in tutto, ma ha lasciato un segno diverso da quello di Vale.

    Fosse rimasto ancora a correre, Lorenzo, Pedrosa e Marquez (che sarebbe in un team privato altrimenti), avrebbero davanti ancora l’Australiano.
    Sappiamo bene perchè non si è ripetuto e se non avesse deciso di smettere, avrebbe vinto anche nel 2012, basta solo dire che tutte le vittorie di Pedrosa (tranne 1), erano state vittorie di Stoner l’anno precedente.
    Se tanto mi da tanto, Stoner da tantissimo.

    P.S.: un chiarimento sul discorso “gommine” che avrebbe ricevuto pure Stoner nel 2007.
    quelle di Stoner erano costruite coi normali criteri delle altre gomme, ciò che le differenziava erano le caratteristiche di profilo e qualità della gomma.
    Le gommine di Valentino erano gomme al di fuori della normale produzione, erano gomme fatte in base alle caratteristiche di asfalto e temperatura del momento, ne consegue che venissero fatte in tempi ristretti, permettevano uno sfuttamento migliore del pneumatico, ottenendo prestazioni superiori a quelle ottenuto con l’utilizzo di un pneumatico normale.

    Considerare quelle di Stoner “gommine” alla stregua di quelle utilizzate da vale sino al 2006, è qyuantomeno fuorviante.

    • Avatar

      Ronnie

      10 Gennaio 2014 at 15:08

      ligera, secondo me Stoner ha influenzato il modo di correre di altri piloti, ma in modo non così differente da come fa ogni campione e non.

      Ognuno si setta sul ritmo che fa quello con cui deve stare.

      Rossi molto spesso rimaneva con il suo avversario, cosa che viene vista fare in molte classi da altri piloti, gli faceva fare la lepre e poi se ne aveva andava via gli ultimi giri.
      Questa tattica è ancora attuale basta guardare la gestione di gara di Marquez, molto simile a quella di Rossi ai tempi in cui era in Honda.

      Stoner secondo me era in parte diverso in questo, e dico in parte, perché nemmeno lui prendeva e andava via da inizio gara.

      Devi considerare che ogni pilota vince come può con il mezzo che ha. Stoner per qualche tempo è stato l’unico pilota ad interpretare così bene l’inizio gara, ma diciamo che molto spesso sapeva fare la differenza all’inizio e poi si manteneva su livelli meno frenetici.
      Secondo me questo era dovuto, uno alle sue attitudini di pilota e secondariamente alla tattica di gara che aveva scelto o era costretto a scegliere.

      Gurada Jorge Lorenzo, quando lottava con Rossi usava la stessa tattica di Rossi, quando correva con Stoner usava la tattica di Stoner, ma ogni volta personalizzata nella sua ottica di guida e di moto a disposizione.

      Secondo me sta tutto qui, secondo me oguno si gioca le sue carte migliori per aggiudicarsi la vittoria. Stoner era più bravo a partire forte, quindi tentava di fare il buco subito, perchè sapeva che poi forse gli mancava qualcosa alle volte, vuoi per la moto, vuoi per il circuito, vuoi per l’avversario, vuoi per la freschezza a fine gara, sono tante le variabili.

      Lorenzo quest’anno si è visto benissimo ha giocato le sue carte, sa fare la differenza come la sapeva fare Stoner, ha imparato e ha provato a mollare li tutti nel primo giro, e poi con la sua particolare abilità di ripetere il tempo giro dopo giro, martellava. Però se la moto non va meglio di quella dei tuoi avversari anche con quella tattica capitoli.

      Stoner non era diverso da Marquez o di Rossi, non sempre prendeva e se ne andava, lo faceva solo quando era sicuro che il momento per adottare quella tattica fosse redditizio, quindi mi spiace ma sulla tattica non vedo differenze, ognuno si gioca quella più redditizia per il risultato finale.

      Per quanto riaguarda la guida, secondo me non è che Stoner sia l’unico che usa il freno posteriore o che guida in un certo modo sull’arco di un giro. Non si diventa un pilota di altissimo livello se non si sa usare tutto e dico tutto quello che la moto ti permette di fare. Questi non sono mica novellini sono professionisti, è ovvio che ognuno ha il suo stile e ha i suoi modi per arrivare a fare le cose in un certo modo, ma non mi sembra che Stoner facesse traiettorie impossibili, faceva quelli che il suo stile e la sua moto gli permettevano di fare.

      • Avatar

        ligera

        11 Gennaio 2014 at 19:21

        Quella che citi può essere considerata una tattica ed è solo una parte di ciò che intendo.

        Secondo me, Stoner prima di altri, ha saputo coniugare la nuova tecnologia col talento, portando il motociclismo verso un cambiamento epocale che sta tutt’ora accadendo. Cambiamento nell’intendere le gare, sia sotto l’aspetto tattico che sotto l’aspetto tecnico (saper portare la moto).
        Per non doverci tornare su, con “aspetto tecnico” in questo particolare frangente, intendo l’insieme di tecnica di utilizzo della moto, sommata alla tecnica di guida.
        Stoner ha cambiato il modo di utilizzare la moto, sfruttando parti (es il freno posteriore) che in precedenza erano poco utilizzate o utilizzate in modo differente. Gli pneumatici hanno permesso notevoli progressi, ma Stoner per primo ha saputo sfruttare in pieno queste nuove caratteristiche, facendo fare alla moto cose che in precedenza erano considerate controproducenti, per il tempo sul giro, ma anche per il consumo dei pneumatici stessi.
        Stoner ha cambiato il modo di guidare la moto, adottando traiettorie che, prima di Lui, nessuno azzardava.
        Stoner ha cambiato l’aspetto tattico delle gare, dove prima si faceva selezione per poi guidare di malizia (o di astuzia), con Stoner si è cominciato a fare delle gare con ritmi sostenutissimi dall’inizio alla fine, cambiando radicalmente la mentalità, tanto cambiata che lo stesso Valentino si è dichiarato più volte in difficoltà proprio sull’aspetto che caratterizza i primi giri di ogni gara, il momento in cui (Stoner docet), chi riesce a macinare alcuni giri “da panico”, rischia di vincere perchè poi i ritmi sono pazzeschi e andarlo a riprendere diventa cosa ardua.

        In nessun pilota prima di Lui, Valentino compreso, si sono avute queste peculiarità adottate con constanza e contemporaneamente, avviando un tipo di mentalità in grado di fare scuola, fare tendenza.
        Converrai con me che, Lorenzo Marquez o Pedrosa, quando possono fanno le cose che ho elencato prima.

        Lorenzo, Marquez ecc, non sono diversi da Stoner perchè stanno cercando di “imitare” la stessa filosofia dell’Australiano, è Stoner che è diverso da loro perchè Lui non ha “imitato” nessuno.
        Con questo non voglio dire che i sopracitati piloti non siano dei campioni, io sostengo però, che tra questi campioni, il nome di Stoner spunta di più per i motivi che ho elencato in precedenza.

      • Avatar

        Ronnie

        12 Gennaio 2014 at 10:59

        Non so ligera, da come scrivi sembra che tu segua la MotoGP dal 2007 in poi, e che tu abbia guardato solo Stoner, e non hai mai guardato gare di altre categorie del motomondiale e non. Io in quello che faceva Stoner non ci vedo nulla di strano, tanti piloti l’hanno fatto prima di lui e tanti dopo, magari o meglio sicuramente, senza farlo fruttare quanto lo faceva lui, perchè forse non erano altrettanto bravi o non avevano materiale altrettanto competitivo.

        Te o ripeto Stoner ha usato spesso la tattica di fare selezione subito, partire subito forte, ma secondo me questo è anche perchè doveva vedersela con Rossi, che aveva il difetto di partire più piano. Rossi ha fatto tante pole position ma ha anche fatto una serie di cattive partenze, se ha e aveva un difetto è quello di non essere altrettanto costante sul giro secco in qualifica e che non è altrettanto efficiente nei primi giri di gara.

        Quindi è ovvio che per batterlo serve qualcuno che interpreta meglio la prima parte di gara e che si mantiene su livelli migliori, uguali o di poco peggiori nel resto del gran premio.

        Stoner è quello che ha saputo far fruttare meglio i primi giri di gara, ma Pedrosa non era diverso e anche Lorenzo e mille altri piloti, che hanno vinto nelle categorie minori e non. Stoner ha solo avuto forse più costanza di altri ed è per questo che è diventato campione del mondo e si distingue da molti altri piloti che adottavano quella tattica ma capitolando nella saconda parte di gara.

      • Avatar

        ligera

        14 Gennaio 2014 at 02:18

        Provo a ripeterlo anch’io per l’ennesima volta.

        Con le 500 non si riuscivca certo a fare quello che si fa con la motoGP.
        Si è dovuto attendere che, gomme ed elettronica permettessero di fare certe cose, prima era più facile stendersi per chi ci provava.
        Con le motoGp ci sono state piste dove facevano fumare le gomme, è vero, ma era sempre una questione di pista, non di tecnica di guida.
        Stoner non si è limitato alla tattica di gara, ma a questa ha unito una soluzione di guida sino ad allora inedita perchè prima di Lui, nessuno ha saputo unire tutte queste qualità in un campionato.
        E’ stato Stoner il primo ad evidenziare certi limiti di Vale, prima, anche partendo male, Vale recuperava sempre (o quasi), con Stoner e dopo Stoner non è più stato così.
        Stoner ha cambiato i canoni di guida (non solo la tattica ripeto), ha reso produttiva la derapata e al contempo ha “inventato” nuove linee, prima di Lui non si vedeva quasi mai un pilota che per fare meno strada, tagliava sui cordoli come l’Australiano.
        Prima di Stoner, l’uso del freno posteriore era “facoltativo”, cioè non era un sistema utilizzato, Stoner ne ha fatto quasi una “religione” volendo esagerare e non ditemi che in questo è stato avvanmtaggiato dalle sue gare in Dirt Track.
        Cosa molto più determinante, a mio avviso, è che i grandi piloti attualmente in motoGP, hanno appreso da Stoner tali sistemi e li hanno adattati al loro stile.

        Sostieni che altri guidavano come Stoner?
        Prova a farmi l’elenco, poi cercherò di andare a cercare qualche video al riguardo, da quello che ho rivisto sin qui, nessuno, neppure Vale riusciva a guidare così. Tanti mettevano la moto di traverso in staccata, un pò meno derapavano in accelerazione, ma si vede che erano momenti particolari e non consuetudine, inoltre nessuno si azzardava a tagliare come Stoner ha “insegnato”.

        Certo che non posso pretendere di avere visto tutto, sopratutto non mi ricordo tutto, se hai qualche “dritta” tipo filmatino su youtube o simili dove ciò che sostengo io è smentito dai fatti, mandami tranquillamente l’indirizzo.

        Attendo.

  34. Avatar

    bibo

    10 Gennaio 2014 at 12:33

    la sudditanza psicologica era il meno…
    erano ben peggiori altre voci…..
    grazie ligera per il chiarimento sulle gommine
    :-)
    pesa alla rumba che avrebbe suonato a rossi se stoner fosse rimasto in ducati al posto di hayden…
    :-))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))
    ALLORA SI CHE QUALCUNO SAREBBE ANDATO REALMENTE DALLO PSICOLOGO……

  35. Avatar

    bibo

    10 Gennaio 2014 at 12:57

    DUCATI MOTO VINCENTE CON TECNOLOGIA ITALIANA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    non moto alla giapponese con pilota italiano….

    • Avatar

      bcs

      10 Gennaio 2014 at 17:34

      Bravo bibo.
      Continua a scrivere le tue solite cazzat*, tanto solo quello riesci a fare.

      Ecco dimostrata l’utilità di cercare di farti notare alcune cazzat+ che scrivi… Ovvero nessuna.

      Quello che “sai” o che sostieni di sapere e tutte le belle frasi che scrivi, vengono regolarmente e costantemente smentite , da quello che scrivi.

      Bravo bibo.

      Da notare il fatto che hai cambiato discussione ancora, tornando su un vecchio punto, con lo scopo di attirare la mia attenzione (forse credendo che mi provocasse un fastidio, nella stessa misura che provaca a te…).

      Mah… Bravo bibo, continua così.

  36. Avatar

    bibo

    10 Gennaio 2014 at 19:44

    rispondi a ligera piuttosto
    me non considerarmi neanche….
    :-)

  37. Avatar

    bcs

    10 Gennaio 2014 at 22:27

    Ti piacerebbe caro bibo. Cosi risparmieresti le tue belle figurette ed eviteresti di contraddirti o in ogni post, ed i fatti lo dimostrano. Il rapporto fra me e ligera non e affar tuo. Se ho smesso di rispondere a lui e perché ho le mie motivazioni, come lui ha le sue . Non e affar tuo achi rispondo e se rispondo. Piuttosto cerca TU di rispondere alle mie richieste di chiarimento sulle frasi che tu mi attribuisci, risposte che mancano da un jese ,ma che continui a sostenere… Chissa come mai queste risposte mancano.

  38. Avatar

    CaseyFernando

    11 Gennaio 2014 at 00:27

    Ma cavolo Casey!!! Invece di girare mille medici nel mondo ti avrei solo fatto parlare col dottor Mozzi!!! Lui avrebbe capito subito….la storia sarebbe cambiata. 3mesi per escludere glutine e lattosio?!?!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati