MotoGP: Jeremy Burgess “Rossi crede di essere sempre al top, ma Lorenzo con la stessa moto gli dà 4 decimi al giro”

L'australiano vuota il sacco, per lui il pesarese non accetta di non essere più quello di 10 anni fa

MotoGP: Jeremy Burgess “Rossi crede di essere sempre al top, ma Lorenzo con la stessa moto gli dà 4 decimi al giro”MotoGP: Jeremy Burgess “Rossi crede di essere sempre al top, ma Lorenzo con la stessa moto gli dà 4 decimi al giro”

Jeremy Burgess in una lunga intervista concessa al sito belga GP Inside racconta la sua versione del divorzio con Rossi avvenuto al termine di questa stagione, separazione che ha messo fine ad una collaborazione che durava ormai dal 2000 e che è arrivata in anticipo rispetto al contratto biennale che sarebbe dovuto scadere al termine del 2014, ma che il pesarese ha deciso di far terminare prima perchè a suo dire il capotecnico australiano non avrebbe più quegli stimoli e quella voglia di lottare per la vittoria che aveva un tempo. Gia a Valencia quando la decisione fu comunicata alla stampa appariva chiaramente che questa scelta era stata presa in maniera unilaterale da Rossi e Burgess aveva a malapena nascosto la delusione, ora l’australiano ha deciso di parlare e non ha certo nascoso il suo pensiero.

“Ho un grande rispetto per Valentino – ha affermato Jeremy Burgess – per quanto fatto in passato, ma tutti sappiamo che ormai è agli sgoccioli della sua carriera e non riesce a spiegarsi perchè i suoi avversari solo più veloci di lui. Probabilmente lui pensa di essere ancora quello di 10 anni fà, ma purtroppo da qualche parte nel suo “processore” le informazioni non arrivano più velocemente come prima. In Australia lo chiamiamo “gene della conservazione”, che inizia a venire fuori dopo i 30 anni e non ti fa sentire più quell’incoscienza che hai da ragazzo. (…) Quest’anno quando siamo tornati in Yamaha in Qatar abbiamo usato le regolazioni che avevamo nel 2010 ed ha funzionato, ma non è andato così nelle altre gare e non abbiamo capito perchè. Credo che con tutte le modifiche che abbiamo fatto, Valentino abbia lentamente perso la sua strada e nelle ultime 8 gare abbiamo usato la base di Lorenzo, solo che se confrontavamo i tempi sul giro Jorge era più veloce di 4 decimi. Questa è la vita”

Foto: Alessandro Giberti

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

47 commenti
  1. Avatar

    fatman

    26 Novembre 2013 at 04:58

    …visto canarini? Lo dice pure Burgess che rossi si e’ addormentato…ed adesso a cosa vi attaccherete? A “‘sta cippa” ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha
    hahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha
    hhahahahahahahahahahahahahahahah!!!

    • Avatar

      ligera

      26 Novembre 2013 at 15:45

      A qualunque cosa, basta che ci si attacchino!!!!!!!!!!!!!!

      Grande!!!!!

    • Avatar

      un meccanico della dacia logan

      27 Novembre 2013 at 22:19

      A chiunque sappia leggere il francese, suggerisco di leggersi l’intervista sul sito.
      Penso che questo sito, non abbia manomesso, ma solamente omesso dei dettagli importantissimi che stravolgono completamente il senso delle risposte di Geremy.
      ci sono delle bellissime parole nei riguardi di Valentino e delle constatazioni che lo stesso Valentino ha menzionato.
      Chiunque sia in grado di leggere il testo originale non ne sara pentito perche molto interessante, sia per i difensori di Valentino che per i delatori.

      • Avatar

        ligera

        28 Novembre 2013 at 19:16

        Hai omesso il sito dove andare a leggere l’intervista in Francese.

        Anche la traduzione dall’Inglese al Francese può avere qualche fraintendimento.

        La cosa importante, almeno per me, è il comportamento tenuto da Valentino, zitto sino alla fine per poi licenziare il tecnico che lo ha aiutato a vincere così tanto.

        A me non pare un comportamento da “signore”, anzi…

        Ha tutto il diritto di cambiare capotecnico, sia chiaro, ma per ogni cosa ci sono diverse strade atte ad ottenerla.
        La strada intrapresa da Valentino Rossi, a me, non pare quella più corretta, sopratutto perchè ha cercato di fare passare questo avvicendamento come necessario per tornare in vetta, scaricando sulle spalle di Burgess, tutti gli insuccessi sin qui ottenuti, “accusandolo” di non essere abbastanza “bravo” con l’utilizzo dell’elettronica.

      • Avatar

        un meccanico della dacia logan

        28 Novembre 2013 at 22:02

        Ciao Ligera,
        Avrei omesso se il nome del sito non fosse gia stato riportato sull’artico,
        si tratta di 1/3 di una enorme intervista dove Valentino occupera circa un decimo della totalità.
        questo é l’indirizzo del sito dove troverai l’articolo
        http://www.gp-inside.com/6142/19-nov-2013/jeremy-burgess-valentino-essaye-de-faire-quelque-chose-dont-il-n-est-peut-etre-plus-capable
        Non ho amato molti dei gesti di valentino,e tra tanti altri questo.Ne ho amati molti altri, ma non amo giudicare

      • Avatar

        ligera

        28 Novembre 2013 at 22:53

        Grazie per l’indirizzo completo.

        Non mastico molto bene le lingue, per cui, prima di invischiarmi in letture al di sopra della mia portata, chiedo a te, se possibile, di riportare (in relazione alla parte dell’articolo in questione), la tua interpretazione, così da capire il senso che ne hai tratto.

        Qualcosa di “non amichevole” ci deve essere perchè, in un’altra intervista, si chiedeva a Vale una personale opinione sulle parole dette appunto da Burgess e Vale, troncando la domanda, ha detto di non avere letto nulla al riguardo, glissando così una domanda che poteva risultare scomoda per entrambi gli interpreti.

      • Avatar

        un meccanico della dacia logan

        29 Novembre 2013 at 00:35

        ti avevo scritto mezzo romanzo, poi il sito si é riattualizzato e ho perso tutto.
        riassumo super veloca,
        Spera di cuore tutto il successo per V e considera che non é la prima volta che un atleta nella ricerca disperata di ritornare a vincere faccia scelte del genere (esempio Agassi)
        Che V si sente piu forte fisicamente e che é alla ricerca di un astuzia che lo riproietti in alto. Che V non ama frenare con il ‘control tyre’ come non lo amavano Pedrosa e Stoner, ma che la honda ha trovato una soluzione e che Lorenzo si é adattato velocemente. che per gli ultimi 8 gran premi hanno usato le basi di Lorenzo dopo essersi persi con quelle del 2010 che avevano dato frutti solo nel primo gran premio
        mi soffermo solo su di un piccolo dettaglio, consiglia di seguire un pilota di nome Jack Miller,mi fermo prima di essere riattulaizzato e neutralizzato., l’articolo é enorme…..

  2. Avatar

    tatouno

    26 Novembre 2013 at 09:23

    Completamente travisato quello che ha detto Jeremy solo per fare un titolo…..tristezza…

  3. Avatar

    H954RR

    26 Novembre 2013 at 10:28

    “Rossi crede di essere sempre al top” infatti crede, ma non lo è, lo crede perchè glielo hanno fatto credere per tutti gli anni che gli hanno permesso di vincere con trattamenti ultraspeciali in confronto agli altri, adesso che non gli sono più concessi arriva il vero valore di un pilota che è stato sopravvalutato immensamente in tutto e questa è la giusta fine che merita.
    Ricrediti che è ora non continuare a sopravalutarti altrimenti sarà sempre peggio con le figuracce !

    • Avatar

      H954RR

      26 Novembre 2013 at 10:40

      Ho dimenticato un pezzo ““Rossi crede di essere sempre al top” infatti crede, ma non lo è come non lo è mai stato” ècco meglio…

  4. Avatar

    H954RR

    26 Novembre 2013 at 10:34

    Ah si sono dimenticati di una frase che dice tutto di geremia sul pilotino:
    “Ci ha provato, ha fatto tutto quello che poteva, ma questo lo porta ad uscire dalla sua “comfort zone”, mentre questo non succede a Marquez e a Lorenzo. Valentino ha avuto tutto il suo successo rimanendo sempre nella sua ‘zona di comfort’, ma adesso questo non è più il caso”
    Aiutini e trattamenti speciali ?
    Lo avevo detto che pian piano la verità sarebbe venuta a galla !

  5. Avatar

    Em

    26 Novembre 2013 at 12:39

    è sempre un piacere notare che i birbantelli come Fatman e H954RR non perdono occasione di sputare veleno appena possono. siete degli sfaccendati. in castigo! da domani grembiulino giallo e per compiti a casa, 46 paginette di lettere V e R

  6. Avatar

    Durim

    26 Novembre 2013 at 13:40

    Lasciando perdere i soliti commenti dei soliti 2-3 falliti, io devo dire di essere dispiaciuto delle parole di burgess.
    Che Rossi non sia più il pilota di tanti anni fa, lo sa lui come lo so io. E sappiamo tutti o quasi che difficilmente Rossi può fare meglio di questa stagione. Però, dopo essere stato al fianco di Rossi per così tanti anni non è rispettoso sparlare di lui adesso che è stato licenziato.
    Si parla tanto di Rossi come persona, ma burgess è una persona ben più falsa e doppia faccia.
    Credo che Rossi abbia fatto bene a licenziarlo, perchè burgess, più che non essere capace, non crede più in Rossi da tanto tempo.

    Burgess sicuramente ha esagerato perchè si vede gli rode il culo essere stato licenziato. Era lui a dire di aggiustare la ducati in 30 sec, e che in ducati, lui come Rossi, hanno combinato poco. Sicuramente Rossi non è più il pilota di 10 anni fa, così come burgess non è più il tecnico di 10 anni fa. Dovrebbe anche lui prendersi una parte di responsabilità.

    Detto questo poco importa cosa dice burgess, o cosa dicono 2-3 rosiconi su un blog, io so che Rossi è un campione, uno tra i più grandi ad essere mai salito su una moto, che ormai è a fine carriera. Quello che dicono gli altri poco mi frega. Sono opinioni, fatman e H hanno le loro, io ho la mia :)

    • Avatar

      H954RR

      26 Novembre 2013 at 15:06

      “Lasciando perdere i soliti commenti dei soliti 2-3 falliti” uèuèuè uhmuhm uèuèuè, dai su non ti arrabbiare e non piangere prima o poi dovrai accettare la verità, ahahahahah !

    • Avatar

      ligera

      26 Novembre 2013 at 15:54

      Certo, è stato rispettoso Vale a licenziarlo, senza aspettare il naturale termine del contratto, magari affiancandogli colui che ha assunto adesso il suo posto.

      Burgess si sta togliendo qualche sassolino perchè non vuole passare per “parafulmine”. Ha detto le cose come stanno, chi, più di Lui può avere il reale “polso” della situazione attuale di Valentino? Nessuno.
      Biasimate Burgess, ma chi è davvero da biasimare, è Vale stesso.

      Adesso che Burgess ha spiattellato il suo pensiero, diventa “colpevole” al pari della Ducati, mentre prima era “solo” colpa di Ducati.

      Hai ragione, poco importa delle parole, contano i fatti e i fatti ti “cosano” come amava dire l’assessore Cangini.

  7. Avatar

    ligera

    26 Novembre 2013 at 15:36

    Ecco qua la favoletta per tenere buoni i bambini.

  8. Avatar

    ligera

    26 Novembre 2013 at 15:39

    Qui è dove dovevo postarlo all’inizio.

    Ecco qua la favoletta per tenere buoni i bambini.

  9. Avatar

    ligera

    26 Novembre 2013 at 15:40

    Andrà al posto giusto???

    Ecco qua la favoletta per tenere buoni i bambini.

    • Avatar

      ligera

      26 Novembre 2013 at 15:44

      Non capisco, ma non ci và, comunque era in risposta al post di Massimo Valeri, il secondo post.

      Come si fa, mi chiedo, a pensare cose simili??
      Si scrive la prima cosa che viene a mente, oppure c’è qualcosa a monte?

      Per favore!!!

      • Avatar

        H954RR

        26 Novembre 2013 at 16:17

        È inutile discutere con i canarini ragazzi, questi sono gente che non sentono ragioni, non vedono le cose nel modo reale ma alla loro maniera spesso inventandosela come più gli fa comodo, non sanno ragionare in modo corretto ma ragionano al contrario, mancano immensamente di coerenza e quei pochi che hanno capito come stanno le cose veramente non lo ammetteranno mai, ma in comune per tutti i canarinazzi il campione assoluto è comunque sempre e solo il broccone di tavulia, ergo è gente fuori di melone e totalmente distorta (per essere buono). Dimostro quello che asserisco, quando si fa un insultino al lentino rozzi e non a loro arrivano offesi e aggiuerriti (chissà perchè poi ?) e ci insultano direttamente e quando poi controbattiamo dicono che siamo noi i primi ad insultare chi non è d’accordo con noi, quando vedono che sei uno che non simpatizza per lentino rozzi spesso ti storpiano il nome del nik e quando lo fai con loro dicono che è inutile discutere con gli infantili che storpiano i nomi, per la coerenza conosco un bel pò di canarini che nel 2010 mi dissero che Jorge fu fortunato a vincere il mondiale perchè se lentino non si fosse rotto Jorge non lo avrebbe mai vinto e sempre nel 2010 dicevano convinti all’annuncio del passaggio in ducati che lentino l’anno successivo in ducati avrebbe umigliato tutti, poi nel 2011 dopo le botte prese uscirono con la scusa che la ducati non si adattava allo stile di guida di lentino perchè l’aveva sviluppata il Casey (mitico) il quale aveva doti scarse come collaudatore e che l’anno a venire il 2012 con le indicazioni del “dottore” avrebbero sistemato a dovere la ducati e sarebbe arrivato il decimo titulo, sappiamo come è finito anche in quella stagione li MA… ècco l’annuncio del ritorno in Yamaha e anche stavolta non ce ne sarebbe stato più per nessuno infatti ovunque nei sondaggi dove si chiedeva “Chi vincerà il mondiale 2013 ?” la percentuale sempre più alta stava sul lentino e ancora figuracce e batoste aiosa ma però adesso è invecchiato di colpo, ahahah è troppo facile smontare sti sottoni dei canarini perchè anche se si sentono superiori (e questa è la parte più spettacolare) in realtà sono molto ma molto inferiori IN TUTTO !!! Conosco un canarino bestiale che è sempre vestito con l’abbigliamento giallo col 46 e sul pollice della mano destra si è fatto smaltare l’unghia di blu con pitturate in giallo due stelline e il 46, ahahah fenomenale, però questo almeno ha ammesso la superiorità di giuda del mitico Casey sul broccone di tavulia ! Visto come è stato facile dimostrarlo in modo semplice e chiaro. Attendiamo le prossime, ahahahaah poverini i canarini !

  10. Avatar

    Dario

    26 Novembre 2013 at 16:48

    Dai sui vede ad occhio che Rossi rischia meno degli altri 3 big…Le cadute in Ducati e l’incidente di Simoncelli anche se non lo ammettera’ mai lo hanno segnato. E’ una cosa di cui forse lui non si accorge ma uno come Burgess da fuori lo vede eccome.

  11. Avatar

    Ronnie

    26 Novembre 2013 at 17:42

    Brugess ha ragione Rossi non è lo stesso pilota di 10 anni fa, nessuno dopo 10 anni è lo stesso pilota, in molte cose Rossi è migliorato, di certo ha perso in spericolatezza, e non ha la fame e la voglia di un Marquez, ma questo vale per tutti non solo per Rossi, vale anche per Burgess.

    Per certe cose entrambi sono migliorati per altri entrambi sono peggiorati, non c’è nulla di male, non si puo’ essere al top per sempre, nemmeno Schumacher ci è riuscito.

    Rossi è e resta un grande campione del motomondiale, e forse ha ancora qualche chance di giocarsela con Pedrosa e forse con Lorenzo, perchè anche loro cominciano ad invecchiare, con Marquez è un’altra storia.

    Con una Yamaha al livello delle Honda e con un Team che crede ancora in lui, qualche gara e qualche podio secondo me se lo potrebbe anche giocare. E’ ovvio che se il pensiero di Burgess è questo, è stato giusto separarsi, Rossi ci vuole ancora provare, ci vuole ancora credere, magari si sbaglia ed il suo tempo è completamente finito, ma almeno ci prova, cosa che ha fatto un po’ per tutta la sua carriera.

    • Avatar

      ligera

      29 Novembre 2013 at 00:02

      La sensazione che ne ho ricavato da tutto questo casotto di dichiarazioni e smentite, non è in linea con quanto affermi.

      Vale ha ancora tanta fame, anche se non lo mette in mostra come in passato.
      E’ convinto di essere ancora in grado di vincere un mondiale, è convinto di potere stare costantemente coi primi.
      Non si sente certo in fase calante, non ha accettato il fatto (per me consolidato), di non essere più competitivo come in passato.
      Il perchè ha tante spiegazioni, non ultime, le “agevolazioni” di cui ha goduto in passato.

      Durante l’anno, alcuni suoi tifosi “giocavano” sul fatto che Vale fosse consapevole del suo attuale “ruolo”, che avesse capito (anche se le Sue dichiarazioni lasciavano supporre tutt’altro) di non essere più il Valentino di 5 anni fa (2009).
      Invece Vale li ha smentiti in toto. E’ convinto di potere tornare in vetta, di potere lottare coi 3 Spagnoli e di essere ancora in grado di tenere il loro passo per tutta la gara.
      Il perchè non è accaduto quest’anno, Vale lo ha detto chiaramente, Burgess non è in grado di lavorare con l’elettronica come la MotoGP attuale richiede. Lasciamo perdere la favoletta di un Burgess che “non crede più in Vale”, questa è una considerazione oggettiva espressa da Burgess dopo avere ricevuto l’inaspettato “benservito”.

      In ultima analisi, le responsabilità di questo 2013 sono da attribuire a Burgess, come le respionsabilità dei 2 anni in Ducati sono stati scaricati interamente sulla moto e su Preziosi.

      In un’intervista comparsa in altro loco e in un articolo sulla Gazzetta di oggi (che stranamente ho letto), Valentino ha chiaramente detto di essere in grado di tornare in vetta, vincere gare e il 10° titolo, ammettendo chiaramente il maggiore livello competitivo raggiunto dai Suoi rivali.

      Questo, anche se fuori da un reale contesto (a mio parere), non è nulla di esagerato, se ci crede, fa bene a crederci. Quello che gli contesto e continuerò a farlo sin quando ci saranno i presupposti, è il gioco a rimpiattino che sta facendo da parecchio, parlando e smentendo le sue stesse affermazioni, con una facilità disarmante.

      In una intervista filmata, Valentino parla espressamente di 6 gare nel 2014 per valutare le condizioni e la possibilità di continuare o meno anche nel 2015 e oltre.

      Per smentire il filmato (ci crederà solo chi non l’ha visto), a domanda:
      “Perché proprio sei gare?”

      Bellamente ha la faccia tosta di rispondere:
      “Non so come sia uscito quel numero. Forse perché intorno a giugno, dopo 6 o 7 Gran Premi, si incomincia a parlare della stagione successiva”.

      No cavolo, l’hai detto chiaramente, c’è un filmato. Che abbiano contraffatto anche quello?
      Insomma, sta dicendo tutto e il contrario di tutto, proprio come chi non sa più che pesci pigliare, rifiutando la risposta più logica e coerente, come dice il Suo ex capotecnico, Valentino oggi, non è il Valentino di 10 anni fa. Tutti, tranne Lui ne sono consapevoli. Questo non vuole dire, secondo me, che non vuole arrendersi, ma indica solamente la confusione che regna nella Sua testa e questo, purtroppo, fa si che, coloro che gli sono stati vicini in questi anni, vengano presi come “capri espiatori” per giustificarsi verso i tifosi, ma ancora più preoccupante, giustificarsi verso se stesso.
      A chi toccherà nel 2014? Magari a Uccio perchè non gli porge il materiale a dovere e lo sconcentra prima delle gare?

      P.S.: Vorrei chiarire che il discorso di “un Vale non più lo stesso di 10 anni fa”, secondo me, non è da interpretare come “calo fisico” perchè non si tratta assolutamente di calo fisico. Come ventilato più volte in queste discussioni e anche da Burgess stesso, in Vale è mutato il limite del “pericolo” (oppure è rimasto invariato, ma i rivali di un tempo avevano anch’essi un limite di pericolo, più basso di quanto non lo sia tutt’ora quello dei 3 Spagnoli) e questo limite non gli permette di fare le stesse cose che fanno i Suoi rivali.
      Nel caso fosse vero quanto appena asserito, allora nulla conta una nuova moto, nulla conta un nuovo capotecnico, nulla conta l’elettronica. Solo il “ritorno” a qualche aiutino ben studiato potrebbe ribaltare l’attuale situazione.

  12. Avatar

    H954RR

    26 Novembre 2013 at 18:10

    Solo una cosa ““comfort zone”” meditate gente meditate !

  13. Avatar

    bibo

    26 Novembre 2013 at 18:46

    si diede la colpa a stoner delle scarse prestazioni di rossi in ducati, dicendo che non era stato in grado di sviluppare la moto,portando fuori strada la ducati…
    se visto cosa ha combinato rossi in due anni….
    stoner rimarra nella storia come l unico pilota a aver fatto vincere una ducati desmodronica con FILOSOFIA ( questa è per bcs :-) )ITALIANA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    avrebbero voluto vincere anche con un pilota italiano ma hanno puntato sul cavallo????? sbagliato…
    :-))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))

    • Avatar

      bcs

      26 Novembre 2013 at 21:03

      IhIHIh…
      Già, è vero, tu conoscevi già tutto… Si si !!!

      Se ti rode grattalo!

      • Avatar

        ligera

        29 Novembre 2013 at 00:07

        Hi Hi I d i o…

        Dai esprimiti col tuo copiaincolla, fatti conoscere bene e mi raccomando, aggiungici la parola che non ho terminato.
        Riuscirà, il nostro eroe, a completarla?

        Hai posteri l’ardua sentenza.

      • Avatar

        bcs

        30 Novembre 2013 at 11:03

        14 ottobre 2013
        ligera Ctrl C Ctrl V .
        Lo sai che sei una vera testa di c…o è?
        Non ci volevo credere ma sei un individuo davvero spregevole, colpire alla schiena con delle bugie.
        Per mia sfortuna ho trovato un individuo talmente basso da fare invidia ai vermi, complimenti, non pensavo che la bassezza umana arrivasse a questi livelli.
        Scrivi pure il ritornello, ora so cosa rispondere ad ogni tuo post, spregevole individuo.
        Ctrl C
        Ctrl V
        Per me ligera, il rapporto di forum, con te si conclude qui.
        E’ palese il fatto che il risponderti è inutile.
        Per me il risponderti è stato “fastidioso” dopo poche tue risposte.
        L’ hai dimostrato in tutte le nostre discussioni.
        Quindi:
        Stammi bene povero ligera.
        Quanta compassione che provo per quelli come te.

    • Avatar

      bcs

      26 Novembre 2013 at 21:10

      bibo
      Però ti ho anche citato un po’ di storia del desmodromico, ma evidentemente moto/tecnica non ti interessa molto :)

      • Avatar

        bcs

        30 Novembre 2013 at 11:08

        Probabilmente come la quasi totalità di utenti.

        Ihihih hai visto il tuo amichetto? :)

        E’ a questo che mi riferivo quando scrissi quel papiro… Quello per intenderci dovi tu hai scambiato “uno dei pochi”, con unico…

        Gaurda chi insulta chi…

  14. Avatar

    bibo

    26 Novembre 2013 at 18:48

    unagomminacosiiiiiiinonlapotroooooooooodimenticarrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr

  15. Avatar

    asylanten

    26 Novembre 2013 at 19:18

    che palle la lotta tra Valentiniani e antiValentino, è come una religione, Burgess ha ragione, fa parte della normalità delle cose, Rossi ha 35 anni, non è più al top, è fisiologico, andò via dalla Yamaha perché Lorenzo l’aveva raggiunto e l’aveva messo in difficoltà, tanto che cadde e si ruppe. la parentesi Ducati ha mascherato quello che quest’anno è stato evidente, non ha più quei tre o quattro decimi che aveva dieci anni fa, ma basta con storie su bluff e complotti.
    Lorenzo nell’ultima gara le ha provate di tutte perché Rossi potesse superare Marques, pensate che alla Yamaha convenisse sabotarlo e perdere il mondiale? Resta il suo immenso passato, non si vince così tanto per caso. Il capitolo Ducati poi è un altra cosa, solo Stoner è riuscito a far andare forte quella moto, tutti gli altri piloti sono stati macinati, Melandri in primis e dopo i tempi di Capirossi chi ha conseguito più podi, a parte Casey è stato comunque Rossi.

  16. Avatar

    Rob

    26 Novembre 2013 at 19:54

    Come molti qui sapranno,Rossi non mi è simpatico,ed a parte i 2 anni corsi con la 500 2T ed il primo anno in MotoGp con la rc 211v ed alcune gare corse con le varie M1…non mi è mai piaciuto…neanche il suo stile di guida(a parte quegli anni sopra citati).Poi forse per l’arrivo dell’elettronica ,il suo stile di guida si è secondo me involuto(senza elettronica controllava meglio l’uscita delle curve in derapata).
    Insomma,persona e pilota non sono mai stati tra i miei preferiti.
    Ma da qui a dire che era un brocco che vinceva per gli aiuti…direi che prima dovreste andarvi a vedere come vinse nel 2001 a Brno contro un certo Max Biaggi(recordman di Brno,con 9 vittorie),oppure quando lo stesso anno dopo una lotta pazzesca a Phillip Island lo passò in un modo quasi impossibile e vinse.
    Dovreste inoltre almeno una volta nella vita provare una 500 2T,per capire che solo per rimanere attaccati ai manubri sui rettilinei,è un’impresa tutt’altro che scontata.
    Rossi non mi piace,non mi è mai piaciuto…ma è stato un grandissimo campione,che ha vinto forse di più di quello che il suo talento meritava,per vari motivi(migliori moto,migliori meccanici),ma nelle corse è spesso avvenuto(Doohan,Agostini,solo per citarne 2 da 20 titoli mondiali,molti dei quali vinti facili perchè guidavano uno la Mv Agusta e l’altro la NSR 500).
    Rossi è al capolinea….perchè passati i 30 anni di età,la percezione del rischio per chi fà quel mestiere cambia,neanche te ne accorgi,ma vai più piano.
    Credo che lui possa ancora correre per altri 50 anni se lo vorrà,ma il titolo della classe regina non lo vincerà mai più,e lui è il primo a saperlo.
    Detto questo,ci tengo a ribadire che è stato un grandissimo campione ….e non è stato un brocco che ha vinto gare e titoli perchè correva con vantaggi illegali…e lo dico da appassionato non tifoso…anzi.

    Burgess ha vinto tanti mondiali con svariati piloti,e quello che io ho qui adesso scritto lui lo sa bene…meglio di tutti voi.

    In un bellissimo libro scritto a 4 mani con tutti i più importanti meccanici del motomondiale,dal titolo:Matti dalle gare,scritto da:Delli Carri Luca…
    Viene da un famoso meccanico del motomondiale descritta la situazione in cui adesso si trova Rossi…:abbiamo nel box un 2 volte campione del mondo come prima guida,ma che ha già superato i 30 anni,e noi dai nostri riferimenti vediamo che lui non và più come un tempo,l’azienda ha preso un giovane pilota di talento,il quale prova la moto, e noi capiamo subito che non capisce niente di messa a punto di fino….eppure a fine prova con una moto completamente sregolata rispetto ai nostri riferimenti,va oltre 1 secondo sotto al tempo del primo pilota…questo noi ce lo spieghiamo con la minore percezione dei grandi rischi da parte dei giovani piloti di talento,e viceversa,avendo il grande campione già dato(fratture,spessissimo dita mancanti),tendenzialmente rischia meno,e va più piano.

    Tutto qui,semplice come bere un bicchier d’acqua…anche Marquez un giorno….farà la stessa fine.

  17. Avatar

    bcs

    26 Novembre 2013 at 21:09

    Jeremy non ha detto niente di strano/scandaloso.

    Per tutti prima o poi arriva il ritiro…
    Ritiro che avviene dopo un carriera più o meno lunga, ma quel momento arriva per tutti.

    Ci sarà sempre qualcuno più veloce che arriva…

    Semplicemente sono le corse.

    Non trovo niente di strano o di così scandaloso nelle dichiarazioni di Jeremy…

  18. Avatar

    bibo

    26 Novembre 2013 at 22:28

    ciao rob
    hai conosciuto giuseppe ferrari?

  19. Avatar

    Rob

    26 Novembre 2013 at 22:46

    Ciao Bibo,la mia memoria per i nomi ed i volti non è mai stata il massimo…..ma ricordo molto bene i numeri invece….

    Chi è Giuseppe Ferrari?

  20. Avatar

    bibo

    27 Novembre 2013 at 06:41

    ciao rob
    giuseppe ferrari era un mio amico,pilota non professionista ,che ha partecipato nel 1984 e vinto il campionato italiano classe 500 juniores in sella ad una yamaha 380 preparata da valter villa,penso se non ricordo male sponsorizzato dalla cotiemme,l anno successivo il destino ce lo ha portato via,causa un banale incidente stradale,si era recato al motoclub a ritirare la licenza per l anno successivo in sella alla sua kawasaki 350 2 tempi,al ritorno sulla strada di casa,cade per evitare una macchina e batte la testa,allora non si usava il casco per strada purtroppo…

  21. Avatar

    bibo

    27 Novembre 2013 at 06:43

    a scusa ,era scandiano di reggio emilia

  22. Avatar

    bibo

    27 Novembre 2013 at 07:26

    per quanto riguarda rossi
    io ho sempre detto che è stato un campione,però aiutato un po troppo,e nella valutazione dei suoi mondiali di questo bisogna tenerne conto secondo me
    io inoltre penso che stoner non faccia parte della lista dei piloti che andavano forte perchè giovani,altri giovani con voglia di vincere sono saliti in ducati e se visto che fine hanno fatto
    lo stesso rossi(che io sinceramente credevo riuscisse nell impresa) ha fallito

  23. Avatar

    Rob

    27 Novembre 2013 at 08:23

    Ciao Bibo,

    certo che adesso me lo ricordo questo Ferrari…credo che abbiamo anche fatto qualche gara insieme.
    Ma non ricordo di averlo mai conosciuto personalmente,a me non è mai piaciuto socializzare con gli altri piloti.Ricordo però che usava un foulard intorno al collo quando correva,con la sua tuta bianco rossa…ricordo una sua gara al Mugello(lui correva con quella TZ maggiorata contro le RG 500 Suzuki) che lo sverniciavano sul rettilineo,ma poi lui si rifaceva sotto nel misto.La gara però la vinse un giapponese di Roma,un certo Mario Sakamoto proprio in sella ad una RG 500.
    Non molto tempo fà un tizio vendeva la sua Yamaha TZ maggiorata,ed allora me lo sono ricordato.

    Stoner è stato il pilota più dotato di talento della storia del motociclismo,un essere quasi inumano per come riusciva ad andare al limite.
    Adesso con 1 litro di benzina in meno nel serbatoio,anche se nascerà un’altro Stoner in futuro,non potremo mai più godere di quelle cose che faceva lui senza l’utilizzo del traction control…perchè altrimenti si rimane senza benzina ed a piedi….
    La guida si dovrà per forza uniformare,e dovranno guidare tutti con lo stesso stile pulito alla Jorge Lorenzo se vorranno finire la gara con 20 litri.
    Uno schifo.

    • Avatar

      bibo

      27 Novembre 2013 at 12:53

      ciao rob
      beppe era scuro di carnagione ricciolone e usava sempre il foulard come hai detto tu!

      • Avatar

        Rob

        27 Novembre 2013 at 13:08

        Ero certo di ricordare il particolare del foulard,ma mi ricordo anche la sua tuta…andave anche forte,peccato che sia morto cosi giovane,ma le moto sono cosi,a volte prendono di più di quello che danno…

  24. Avatar

    nandop6

    27 Novembre 2013 at 09:41

    Quest’anno quando siamo tornati in Yamaha in Qatar abbiamo usato le regolazioni che avevamo nel 2010 ed ha funzionato, ma non è andato così nelle altre gare e non abbiamo capito perchè.
    Forse non volevano che andasse troppo bene?????

  25. Avatar

    H954RR

    27 Novembre 2013 at 10:20

    Si mo arrivano i gomblotti per non farlo vincere, siamo alla frutta.
    No !
    In Qatar hanno usato una gomma non regolare ed è stato pure scoperto, poi non l’hanno più potuta usare e si è visto per tutto il campionato il vero valore.

  26. Avatar

    bibo

    27 Novembre 2013 at 13:55

    mi puoi dare la fonte, cosi me la leggo anche io?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati