MotoGP Motegi Le Pagelle Semiserie… Chi fa da sè…fa per tre!!

Lo sanno bene Lorenzo Marquez e... Espargarò!

MotoGP Motegi Le Pagelle Semiserie… Chi fa da sè…fa per tre!!MotoGP Motegi Le Pagelle Semiserie… Chi fa da sè…fa per tre!!

Debs: buongiorno, buo…. ZzzzZzz
Mari: Debs, oh, sveglia!!
Debs: cribbio, sono le 6 di mattina!
Mari: eh lo so, la levataccia l’abbiamo fatta tutti.
Debs: ‘fanculo, torno a dormire.
Mari: ehm, bene…. Boh, qui intanto si spagella:

Tutto come al solito in partenza, se non fosse per uno strano puntino rosso che si trova nella terza piazza della griglia di partenza. Credevo che il mio televisore si stesse rompendo e ho preso subito in mano il telefono per chiamare un elettricista (Debs: un elettricista alle 6 del mattino? Ma tu sei scema!) , invece, grazie a Meda&co., scopro che è la Ducati di Nicky Hayden. Che * bip * è successo? E’ forse un sogno? Mi ritrovo forse in un’altra dimensione dove tutto può succedere? Maledetto JJ Abrams, tu e i tuoi universi paralleli, lo sapevo che mi avresti tirato in ballo un giorno! Con questo dubbio, per convincermi del contrario, cerco di teletrasportarmi a Motegi ma non ci riesco (JJ quando servi fallisci, ovviamente!!)… Alla fine mi abituo all’idea che questa è la realtà e che tutto ciò durerà poco, anche perchè per la prima volta nel weekend non piove, non grandina, non terremota e non nevica.
D’ altronde, questo è il gran premio delle stranezze, mica dei miracoli!
É successo di tutto: uragani, terremoti, piogge torrenziali, Ducati in prima fila, centrali nucleari che vogliono esplodere ma non le fanno esplodere…. e di nuovo abbiamo potuto ammirare l’estro creativo di Dorna che si inventa che nel caso in cui tutte le catastrofi naturali (e non, Ducati compresa) avessero impedito il normale svolgimento delle prove, tutto si sarebbe risolto nella Domenica con una super giornata in cui in teoria tutte e tre le categorie avrebbero fatto libere, qualifiche, corsa, ubriacatura sul podio.
Curiosità: ok il fuso orario…ma quante ore doveva avere una giornata?
Alla fine al sabato fa un po’ meno schifo e ci riduciamo a terremoti , presunti tsunami di ben 30 CENTIMETRI, e Ducati che si piazza lì buona con Hayden in prima fila.

Come volevasi dimostrare Hayden parte da schifo a differenza di Rossi che si porta subito in seconda posizione, dietro Lorenzo e davanti alle due Honda. Poche curve e capisco perchè Hayden è partito così da schifo: vuole raggiungere la sua amata che è stata fatta prigioniera da quei brutti cattivoni gelosi di tutto questo ammmore.
Si ritorna sui primi quattro e Rossi, non più abituato a respirare un’aria così buona, non capisce più niente e vede draghi dove ci sono le curve; è così che va quasi più dritto di Espargaro e si ritrova in ottava posizione.

lungo rossi
Aiutare il tuo compagno di team a recuperare punti su Marqeuz…lo stai facendo male

Da qui in avanti non è più dato sapere cosa accade dal terzo posto in poi: le inquadrature sono solo, sempre, infinitamente ed esclusivamente dedicate ai quei tre là davanti, nella speranza che il campionato si chiuda o si apra definitivamente. E invece lì davanti non fanno assolutamente nulla.
Per buona parte della gara si può tornare a dormire; non succede un’emerita mazza, nemmeno i terremoti, gli uragani o gli tsunami possono rallegrare l’andamento della gara.

Ad un certo punto accade una cosa meravigliosa: dal nulla viene inquadrato Espargaro mentre manda a quel paese un po’ tutto il Mondo, emulo di Troy Bayliss. La gente sbigottita si chiede cosa sia successo e dopo trenta secondi ecco la risposta: vediamo il buon Aleix lanciarsi via dalla moto come nemmeno Vin Diesel in Fast&Fourios è capace di fare (Debs: io avevo le lacrime agli occhi per tutte le risate che mi sono fatta! Mari: io pure, dopo che il mio cervello lo ha registrato, me lo ha mandato, io ho connesso e ho capito la scena. Debs: quindi Domenica sera? Mari: Sì più o meno). Dopo di questo ancora il vuoto: Marquez prova ad attaccare Lorenzo, Pedrosa rinuncia del tutto, dopo una specie di tentativo, ad attaccare Marquez e Lorenzo scappa via assicurandosi la vittoria dominata dall’inizio alla fine su una pista favorevole alle Honda.

Jorge “marameo, Honda” Lorenzo, voto: 99+1: si merita il mondiale quanto Pedrosa si meritava quello dello scorso anno. Sta facendo il possibile, l’impossibile, l’immaginario, il complesso, il coniugato (Debs: matematici e scienziati tutti, so che voi capirete! Mari: sì, che sei pazza) ed anche i miracoli per stare davanti alle Honda. Voci di corridoio dicono che abbia mangiato un turbogetto per colazione Domenica mattina. Che vinca o perda, l’uomo da battere resta lui!

Marc “perdo il Mondiale? Va beh, me la rido lo stesso!” Marquez, voto: 9: se la gode. È debuttante e sta facendo il fenomeno. Se vince, vince. Se perde, fanculo è debuttante, va di lusso comunque. Prendere Lorenzo oggi era impossibile, come quasi sempre quando non ha ossa rotte. Si accontenta di un secondo posto e della speranza di tenere quel vantaggio a Valencia (sempre che non gli vengano tolti punti a caso perchè hanno scoperto che dorme ancora con i pupazzi…)

pupazzi

“No Marc, non ho visto che giocavi con i tuoi pupazzetti!” cit. Emilio Alzamora (in realtà cit. Balle Spaziali)

Daniel “cosa ci sto a fare qui” Pedrosa, voto: 6: sufficiente solo perchè è a podio. Per il resto è una delle gare più opache della stagione. E non si capisce cosa gli succeda da metà gara in poi. Boh, muore. Resta il fatto che è il cugino sfigato di quello che era l’anno scorso in questo periodo. Un peccato.

Aleix “ah, non sto girando una scena di Fast&Fourios?!” Espargaro, voto: 100000: non ci sono parole per quello che ha fatto. E’ stata un’azione che ha risollevato la giornata alla maggior parte delle persone. Grazie al nuovo ingaggio che ha trovato come stuntman, manda a fanculo il Mondo e va a fare la controfigura di Bruce Willis in Arma Letale 20000.

epsargaro-cade
“Questo non è volare, questo è cadere con stile!” cit. Aleix Espargarò

Valentino “Aiuterò Lorenzo” Rossi: voto: 5: nella giornata in cui sembrava poter andare bene, a cominciare da una buona partenza, chiude sesto. Dicevamo che è partito bene, sì ma anche per la tangente. E meno male che doveva aiutare Lorenzo contro l’armata HRC!

Stefan “acciaccato? Io?” Bradl: voto: 10: e nessuno rompa le palle! Non avrà fatto l’impresa di Lorenzo (ma solo perchè la commissione medica l’ha fermato) (Mari: a proposito, ma qualcuno ha capito come ragiona la commissione medica? Cioè, Lorenzo si opera il giorno prima e il giorno dopo può correre, Bradl operato la Settimana prima no? Debs: Bah! Nemmeno Adam Kadmon ci ha capito qualcosa! Mari: ah ok), ma torna acciaccato e porta a casa una bella quinta posizione. Bravo!

Polyccio Espargarò: voto: CAMPIONE! Nel giorno in cui si riaprono i giochi per MotoGP e Moto3, lui invece porta a casa vittoria e titolo. Sotto ora con la nuova avventura al team Tech3!

Mari: chiudiamo dandovi l’appuntamento alla prossima gara a Valencia (dove si torna anche ad orari umani), dove si scoprirà l’assassino
Debs: il vincitore, semmai. Ti fa male la sveglia presto…
Mari: ho guardato la replica
Debs: che tristezza.
Mari: Debs! Non sappiam mica se ci siamo per Valencia!
Debs: Eh?? Perchè?
Mari: C’è l’EICMA! Se Ale non ci paga la cauzione col piffero che pagelliamo!
Debs: Ale? *occhioni dolci*
Alessio Brunori: Io non vi conosco!

In collaborazione con: Deborah Iacopetta

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    mugello

    31 Ottobre 2013 at 10:39

    no il voto del 46 è troppo basso almeno

    12 e lode al primo endurista arrivato sotto la bandiera a scacchi.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati