Moto3 Phillip Island: Bellissima battaglia, la spunta Rins su Vinales e Salom

Buona anche la gara di Niccolò Antonelli, che chiude ottavo ma vicino ai primi

Moto3 Phillip Island: Bellissima battaglia, la spunta Rins su Vinales e SalomMoto3 Phillip Island: Bellissima battaglia, la spunta Rins su Vinales e Salom

Gara bella e combattuta quella della Moto3 a Phillip Island, teatro del Tissot Australian Grand Prix,  terz’ultima tappa del motomondiale 2013. Ad aggiudicarsela dopo 23 giri corsi al limite è stato Alex Rins, rider del Team Estrella Galicia 0,0. Il pilota della KTM centra così la sesta vittoria della stagione dopo quelle ottenute ad Austin, Sachsenring, Indianapolis, Misano e Aragon.

Sul podio con lui i connazionali Maverick Vinales e Luis Salom, sempre leader del mondiale, ma con soli 5 punti di vantaggio su Rins (Vinales è invece staccato di 22 punti). Bella anche la gara di Niccolò Antonelli, che pur chiudendo ottavo è stato in lizza per la vittoria fino a poche tornate dal termine. Opaca invece la gara di Romano Fenati, che ha chiuso quattodicesimo. Non è invece andata a punti Ana Carrasco, che dopo una partenza sprint ha terminato la gara in diciannovesima posizione.

Cronaca di gara

Quindicesima gara della stagione 2013 per la classe Moto3 (sedicesima totale, la Moto3 infatti come la Moto2 non ha corso infatti a Laguna Seca), classe che vede al comando della classifica iridata Luis Salom, rider del Team Red Bull KTM Ajo. In pole position a Phillip Island, teatro dello Tissot Australian Grand Prix, troviamo proprio il pilota spagnolo del Team Red Bull KTM Ajo, che è stato autore del giro più veloce con il crono di 1:36.890.

In prima fila con lui partiranno con lui la Kalex KTM del tedesco Jonas Folger (Team Aspar) e la Mahindra di Efren Vazquez, autore del terzo tempo (1’37.292). Seconda fila per la KTM del Team Calvo di Maverick Vinales, per quella del Team Estrella Galicia 0,0 di Alex Rins e per la FTR Honda di Isaac Vinales, cugino di Maverick.

In terza fila troviamo invece la strepitosa Ana Carrasco, autore di qualifiche eccellenti, che la collocano a soli 654 millesimi dalla pole. Ricordiamo che la rappresentante del gentil sesso aveva ottenuto domenica scorsa a Sepang il primo punto iridato. Con lei la Mahindra di Miguel Oliveira e la KTM del malese Zulfahmi Khairuddin.

Male gli italiani. Niccolò Antonelli (FTR Honda del Team Gresini) ha infatti chiuso con il dodicesimo tempo, mentre Romano Fenati (FTR Honda San Carlo Team Italia) è diciassettesimo. Più indietro gli altri; Francesco Bagnaia è ventiduesimo e Lorenzo Baldassarri ventottesimo. Matteo Ferrari ventiquattresimo in griglia non correrà a causa di una caduta avvenuta nel Warm Up. Per lui un problema alla mano destra. Manca anche Alessandro Tonucci, infortunatosi al polso a Sepang.

Tutto è pronto per la gara, 25 i gradi nell’aria, 27 sull’asfalto, 23 i giri da percorrere per 102.304 km. Si spengono le luci dei semafori, al via il più veloce è il poleman Luis Salom, che è scattato davanti a Folger, Rins, Maverick Vinales e ad Ana Carrasco, che guadagna due posizioni rispetto alla posizione di partenza. Al tornantino arriva lungo Oliveira, il pilota portoghese della Mahindra non riesce a staccare nel punto giusto e cade rovinosamente. Riesce comunque a risalire in pista, ma solo dopo che tutto il gruppo è passato.

Il primo giro si chiude con Salom davanti a Rins, seguono Maverick Vinales, Jonas Folger, Ana Carrasco, Jack Miller e Isaac Vinales. Davanti si scambiano le posizioni, con Maverick Vinales che si porta al comando.

E’ partito forte il nostro Niccolò Antonelli, che al secondo passaggio è settimo e attacca Ana Carrasco, portandosi in sesta posizione. Il pilota del Team Gresini non sembra soffrire la caduta avvenuta questa mattina nel Warm Up.

Il primo gruppetto è formato da otto piloti, nell’ordine Folger (che si è portato in testa), Maverick Vinales, Rins, Marquez, Salom, Miller, Antonelli e Vazquez. Romano Fenati con la FTR Honda del San Carlo Team Italia è quattordicesimo, mentre Lorenzo Baldassarri e Francesco Bagnaia sono rispettivamente in ventisettesima e trentunesima posizione.
Giunti a metà gara inizia a cadere qualche goccia di pioggia.

Al momento i piloti non sembrano rallentare il passo e anzi uno dei più veloci è proprio il nostro Antonelli, settimo. Davanti è sempre battaglia tra Folger, Rins, Marquez e Maverick Vinales. Ana Carrasco ha intanto perso qualche posizione (ora è sedicesima), mentre recupera Fenati, decimo e in lotta con un gruppetto formato da otto piloti.

Cinque giri al termine, nelle prime sette posizioni ci sono quattro KTM (quelle di Maverick Vinales, Alex Marquez, Alex Rins e Luis Salom), una Kalex KTM (quella di Jonas Folger) e due FTR Honda (una del pilota di casa Jack Miller e l’altra del nostro Niccolò Antonelli).
Bella la gara del pilota del Team Gresini, ora quinto e che può giocarsi la vittoria. Arriva l’attacco su Maverick Vinales, lo passa, ma sul rettilineo la FTR Honda va nettamente più piano delle KTM; un bel problema in vista della volata finale.

Ultimi Km di gara, il gruppetto è sempre compatto e i primi sette sono racchiusi nello spazio di soli sei decimi. Cerca di riagganciasi anche Efren Vazquez, che è ottavo. Inizia l’ultimo giro, passa per primo sul traguardo Maverick Vinales, ma alla staccata i piloti si aprono a ventaglio ed è Folger al comando. Attacca Rins, seguito da Vinales, mentre Salom attacca duramente Folger che deve rialzare la moto perdendo tempo prezioso. Ultime curve, vince Rins davanti a Vinales e Salom. Antonelli chiude invece in ottava posizione.

Moto3 Gara Motegi - GP Giappone - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap

Risultati non ancora disponibili.


Motegi - GP Giappone - Risultati Gara

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Leggi altri articoli in Moto3

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati