Moto3 Sepang: Grandissima bagarre in gara, la spunta Luis Salom su Rins e Oliveira

Il leader del mondiale torna al successo, mentre Fenati nono è il migliore degli italiani

Moto3 Sepang: Grandissima bagarre in gara, la spunta Luis Salom su Rins e OliveiraMoto3 Sepang: Grandissima bagarre in gara, la spunta Luis Salom su Rins e Oliveira

Bellissima gara quella della classe Moto3 a Sepang, teatro dello Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix. Ben sei piloti si sono giocati la vittoria fino alla bandiera a scacchi e alla fine ad avere la meglio è stato il leader del mondiale Luis Salom, che torna così al successo, cosa che non gli succedeva da Silverstone.

Il pilota del Team Red Bull KTM Ajo ha avuto la meglio sul connazionale Alex Rins (che ha tentato un ultimo attacco all’ultima curva senza successo) e sulla Mahindra del portoghese Miguel Oliveira. Quarto sul traguardo Alex Marquez, che ha preceduto Maverick Vinales e Jack Miller. Caduto Niccolò Antonelli, il migliore dei nostri è stato Romano Fenati, nono con la FTR Honda del San Carlo Team Italia. Ottima la gara di Ana Carrasco, unica donna in pista, che conquista un punto con il suo quindicesimo posto finale.

Ora nel mondiale Salom allunga portando a 14 i punti di vantaggio su Rins, mentre Maverick Vinales è a 26 punti dal connazionale del Team Red Bull Ajo.

Cronaca di gara

Quattordicesima gara della stagione 2013 per la classe Moto3 (quindicesima in totale, la Moto3 come la Moto2 non ha corso infatti a Laguna Seca), classe che vede al comando della classifica iridata Luis Salom, rider del Team Red Bull KTM Ajo. In pole position a Sepang, teatro dello Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix, troviamo proprio il pilota spagnolo della KTM, che è stato autore del giro più veloce con il crono di 2:13.867.

In prima fila con lui partiranno a sorpresa due FTR Honda, quelle del francese Alexis Masbou (Team Ongetta-Rivacold) e del nostro Niccolò Antonelli (Team GO&FUN Gresini), autore di ottime qualifiche e finalmente nelle posizioni che contano.

Seconda fila per la Mahindra del portoghese Miguel Oliveira e per le due KTM del Team Estrella Galicia 0,0 di Alex Marquez e Alex Rins. Terza fila per l’australiano Jack Miller (FTR Honda Team Caretta Technology – RTG), per la seconda Mahindra, quella di Efren vazquez e per Maverick Vinales, in sella alla KTM del Team Calvo.

Romano Fenati, con la FTR Honda del San Carlo Team Italia è tredicesimo, mentre gli altri italiani sono Alessandro Tonucci 21esimo (ma non parteciperà alla gara a causa della frattura scomposta del polso destro), Matteo Ferrari 25esimo, Lorenzo Baldassarri 28esimo e Francesco Bagnaia 34esimo. Ottima la qualifica di Ana Carrasco, unica donna in pista. Ha infatti chiuso con il ventesimo tempo, mettendosi dietro ben 15 “maschietti”. Tutto è pronto per la gara, 31 i gradi nell’aria, 39 sull’asfalto, 18 i giri da percorrere per 99.864 km.

Si spengono i semafori, al via il più veloce è il francese Alexis Masbou, che è scattato davanti a Salom, Rins, M. Vinales, Marquez, Vazquez e al nostro Niccolò Antonelli, che perde quattro posizioni.

E’ subito grande bagarre, Salom si porta al comando e alla fine del primo giro passa per primo sul traguardo davanti a Masbou, Rins, Marquez, M. Vinales, Vazquez, Antonelli, Folger, Miller e Ajo. Fenati ha perso sei posizioni ed è 19esimo.

E’ subito lotta tra gli spagnoli con le KTM, ora è Rins a portarsi in vetta alla gara, mentre cadono Jasper Iwema e Alan Techer, sembra senza riportare conseguenze fisiche. Vanno forte anche le Mahindra, con Oliveira autore di una bella rimonta, che lo porta a ridosso dei primi.

Intanto cade Eric Granado, rider brasiliano del Team Aspar. Anche lui sembra non aver riportato conseguenze. Continua ad andar forte la FTR Honda di Alexis Masbou, mentre Antonelli sembra faticare leggermente di più. I primi dodici piloti sono comunque racchiusi nello spazio di due secondi, una bellissima bagarre che al momento lascia la gara aperta a qualsiasi soluzione.

Altra caduta, questa volta è Toni Finsterbusch a finire la gara in anticipo. Anche lui come gli altri caduti si rialza “arrabbiato” ma incolume. Davanti intanto sta cercando di arrivare anche Romano Fenati, ora quindicesimo. Finisce anche la gara della Mahindra di Efren vazquez, per lui un “crash” senza danni fisici.

Le KTM provano a fare la “selezione”, mentre dobbiamo segnalare l’ennesima caduta della stagione di Niccolò Antonelli! Peccato per il giovane pilota del Team Gresini, che dopo la prima fila ottenuta ieri sperava in tutt’altro risultato.

A metà gara Alex Marquez si porta al comando, davanti al team-mate Alex Rins e ai connazionali (anche loro su KTM) Maverick Vinales e Luis Salom. Fenati è dodicesimo. Non mollano però Miguel Oliveira con la Mahindra, Masbou e Miller con le FTR Honda con e Folger, con la Kalex KTM del Team Aspar.

Le due KTM del Team Estrella Galicia 0,0 di Rins e Marquez cercando di mettere un piccolo gap tra loro e Salom, che però non molla e che a sua volta è seguito dalla Mahindra di Efren Vazquez. Perde posizioni invece Maverick Vinales, ora sesto, scavalcato anche da Alexis Masbou. Le sue residue chance iridate sembrano diminuire per lui, mentre Rins se la gara finisse così andrebbe a pari punti con Salom.

Cinque giri al termine, la lotta per la vittoria sembra ormai un discorso a quattro, anche se Maverick Vinales cerca di recuperare il gap dalla vetta. Salom si porta al comando, ma le posizioni cambiano di continuo, nessuno vuol tirare il gruppetto ed è invece Vinales a rientrare per giocarsi il successo.

Inizia l’ultimo giro, Salom è sempre al comando, ma tallonato da Rins, che nel frattempo aveva “infilato” la Mahindra di Miguel Oliveira. I primi due si scambiano le posizioni, la gara è apertissima ad ogni soluzione. E’ Salom a centrare il successo, dopo che Rins aveva cercato l’ultmo disperato attacco al leader del mondiale. Sul podio Alex Rins e la Mahindra di Miguel Oliveira. Romano Fenati nono è il migliore degli italiani.

Moto3 Gara Buriram - GP Thailandia - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap
1 75 Albert Arenas Ktm Gaviota Angel Nieto Team 38:09.383
2 48 Lorenzo Dalla Porta Honda Leopard Racing +0.231
3 21 Alonso Lopez Honda Estrella Galicia 00 +0.322
4 42 Marcos Ramirez Honda Leopard Racing +0.459
5 7 Dennis Foggia Ktm Sky Racing Team Vr46 +0.666
6 13 Celestino Vietti Ktm Sky Racing Team Vr46 +1.166
7 27 Kaito Toba Honda Honda Team Asia +1.228
8 82 Stefano Nepa Ktm Reale Avintia Arizona 77 +6.971
9 25 Raul Fernandez Ktm Gaviota Angel Nieto Team +9.095
10 14 Tony Arbolino Honda Vne Snipers +9.145
11 12 Filip Salac Ktm Redox Pruestelgp +9.629
12 84 Jakub Kornfeil Ktm Redox Pruestelgp +9.559
13 54 Riccardo Rossi Honda Kommerling Gresini Moto3 +11.174
14 11 Sergio Garcia Honda Estrella Galicia 00 +14.024
15 76 Makar Yurchenko Ktm Boe Skull Rider Mugen Race +21.043
16 32 Davide Pizzoli Ktm Mugen Race +23.306
17 3 Kevin Zannoni Honda Sic58 Squadra Corse +23.777
18 22 Kazuki Masaki Ktm Boe Skull Rider Mugen Race +23.866
19 53 Deniz Oncu Ktm Red Bull Ktm Ajo +55.804
20 40 Darryn Binder Ktm Cip Green Power +1:05.873

Buriram - GP Thailandia - Risultati Gara

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Moto3

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati