MotoGP Sepang, Prove Libere 4: Marquez al comando davanti a Lorenzo, Rossi è quinto

Il leader del mondiale ha centrato il miglior tempo ma Lorenzo è molto forte sul passo gara

MotoGP Sepang, Prove Libere 4: Marquez al comando davanti a Lorenzo, Rossi è quintoMotoGP Sepang, Prove Libere 4: Marquez al comando davanti a Lorenzo, Rossi è quinto

La quarta ed ultima  sessione di prove libere della classe MotoGP a Sepang (teatro dello Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix), non valevole ai fini dell’ingresso nelle Q2, ha visto i piloti scendere in pista con 36° sull’asfalto e un cielo meno “nero” rispetto alle prove della mattina.

Il più veloce della sessione della durata di 30 minuti è stato Marc Marquez, che ha fermato il cronometro sul tempo di 2:00.803. Alle spalle del leader del mondiale troviamo la Yamaha del campione in carica Jorge Lorenzo, staccato di 130 millesimi.

Terzo tempo per un’altra Yamaha, quella SAT del Team Tech 3 di Cal Crutchlow, che si è messo dietro la Honda di Dani Pedrosa e la Yamaha di Valentino Rossi. Il nove volte campione del mondo perde molto nel T4, mentre negli altri settori è molto veloce. Alla fine il suo distacco dai primi è comunque di poco più di quattro decimi.

Alvaro Bautista con la Honda RC213V del Team Gresini è invece in sesta posizione e davanti al positivo Bradley Smith (con la seconda M1 SAT del Team Tech 3), a Stefan Bradl (caduto a fine turno e dolorante alla caviglia destra) e alle Ducati di Nicky Hayden, Andrea Dovizioso e Andrea Iannone.

Gli italiani con le CRT sono Claudio Corti (FTR Kawasaki Team NGM Mobile) 16esimo, Danilo Petrucci (Ioda Suter BMW del Came Iodaracing Team) 20esimo e Luca Scassa (ART Team Cardion AB Motoracing)  21esimo.

Foto: Alessandro Giberti

MotoGp FP4 Misano - GP Emilia Romagna e della Riviera di Rimini - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap

Risultati non ancora disponibili.


Misano - GP Emilia Romagna e della Riviera di Rimini - Risultati FP4

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati