MotoGP Aragon: Marc Marquez “suona” la sesta, Rossi sul podio

Il leader del mondiale vince ad Aragon davanti a Lorenzo e Rossi, out Dani Pedrosa

MotoGP Aragon: Marc Marquez “suona” la sesta, Rossi sul podioMotoGP Aragon: Marc Marquez “suona” la sesta, Rossi sul podio

Doveva essere la gara che avrebbe riaperto il mondiale e invece è forse quella che lo ha definitivamente chiuso. Ad Aragon infatti Marc Marquez ha vinto davanti a Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, con un Dani Pedrosa out dopo un high-side avvenuto al sesto giro, quando era in seconda posizione. Lorenzo è partito forte, ha tentato la fuga, ma questa volta le Honda non si sono arrese e Marquez è tornato a vincere, portando a 39 i punti di vantaggio sul maiorchino della Yamaha.

Il leader del mondiale porta quindi a sei i successi nella sua stagione d’esordio, che sembra essere una marcia trionfale verso il suo primo titolo nella Top Class. Lorenzo ha dato tutto, ma questa volta si è dovuto arrendere.

Sul podio come detto Valentino Rossi, che ha beneficiato della caduta di Pedrosa. Il pesarese non ha avuto però vita facile e fino alla fine è stato insidiato da Bautista e Bradl che hanno chiuso subito dietro a lui. Solita gara incolore per la Ducati, che è ottava con Dovizioso, nona e decima con Hayden e Iannone e dodicesima con Yonny Hernandez.

Cronaca di gara

Quattordicesima tappa della stagione 2013 per i piloti del motomondiale classe MotoGP. Si corre al Motorland di Aragon, teatro del “Gran Premio Iveco de Aragon”. Ieri nei quindici minuti del “time” attack” ad avere la meglio era stato il leader del mondiale Marc Marquez, autore anche del nuovo giro record della pista spagnola. In prima fila con lui le Yamaha del campione in carica Jorge Lorenzo e la Honda di Dani Pedrosa

Seconda fila per Valentino Rossi, che ieri ha perso la prima fila per soli 5 millesimi e per le Honda di Stefan Bradl (Team LCR) e Alvaro Bautista (Team Gresini). La terza fila è formata invece dalle due Yamaha SAT del Team Tech 3 di Cal Crutchlow e Bradley Smith e dalla Ducati del nostro Andrea Dovizioso.

Le altre due Ducati di Nicky Hayden e Andrea Iannone partiranno invece dalla quarta fila, avendo centrato l’undicesimo e il dodicesimo tempo. I piloti italiani con le CRT sono Danilo Petrucci quindicesimo con la Ioda Suter BMW del Came Iodaracing Team, Claudio Corti, diciottesimo con la FTR Kawasaki del Team NGM Mobile e Luca Scassa (in sella alla ART dell’infortunato Karel Abraham) ventiduesimo. Tutto pronto per la gara, 23 i giri da percorrere (per 116.794 km), si spengono i semafori, al via il più veloce è Jorge Lorenzo, autore della solita partenza “sprint”.

Il maiorchino è seguito da Marquez, Pedrosa, Rossi, Bradl, Crutchlow, Bautista, Smith, Espargarò e dalle tre Ducati di Dovizioso, Hayden e Iannone. Caduta per Petrucci e Laverty! La gara del ternano del Came Iodaracing Team e del nord irlandese del Team PBM finisce prima di iniziare! Fortunatamente i due non sembrano aver riportato conseguenze fisiche.

Lorenzo allunga, vuol ripetere il primo giro a “razzo” di Misano, ma le due Honda questa volta sono più vicine. Rossi intanto è davanti a Bradl, Bautista e Crutchow. La prima Ducati è invece quella di Andrea Dovizioso, ottavo. Si ritira intanto Alex Cudlin.

Va forte Pedrosa, che qui aveva vinto lo scorso anno. Il #26 della Honda che si gioca le residue chance iridate attacca Marquez, portandosi in seconda posizione. Il distacco da Lorenzo continua a diminuire, Marquez al sesto giro tenta l’attacco a Pedrosa ma allarga, Pedrosa poco più avanti apre il gas della sua RC213V ma viene “catapultato” via da un brutto high-side! Finisce qui la gara del #26, che a questo punto dice addio al mondiale. Sembra anche essere abbastanza dolorante al polso sinistro.

Rossi scala quindi di una posizione ed è sul podio virtuale, ma deve guardarsi da Bradl, Crutchlow e Bautista. Davanti intanto Marquez ha ripreso Lorenzo, che non è riuscito a ripetere la fuga di Misano.

Passa al comando Marquez, che attacca Lorenzo quando mancano 9 giri al termine. I due in questo giro hanno comunque rallentato il passo, mentre dietro Rossi è “minacciato” da vicino da Bradl e Bautista, che sono praticamente attaccati al pesarese. Attacca il pilota del Team Gresini, che a cinque giri dalla fine passa Rossi.

Ricapitoliamo i primi dieci che a cinque giri dal termime sono Marquez, Lorenzo, Bautista, Rossi, Bradl, Cructhlow, Smith, Dovizioso Espargarò e Hayden. Davanti Lorenzo prova a non far scappare Marquez, mentre dietro è battaglia per il terzo gradino del podio. Un finale di gara veramente appassionante, da non perdere. Rossi ripassa Bautista, ora è è Bradl ad “infastidire” lo spagnolo, questo potrebbe favorire il pilota della Yamaha.

Inizia l’ultimo giro, Marquez va a vincere la sua sesta gara dell’anno davanti a Lorenzo e Rossi, che batte Bautista e Bradl.

Foto: Alex Farinelli

MotoGp Gara Aragon - GP Aragon - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap

Risultati non ancora disponibili.


Aragon - GP Aragon - Risultati Gara

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

23 commenti
  1. Avatar

    Mefistio

    29 Settembre 2013 at 14:53

    Altro casello ad Aragon , pagati 13 secondi al primo 11.5 dal compagno di squadra ……
    Però battuto Bautista in quanto ha rinunciato al cornetto e ha bevuto solo il caffè…
    1/2 secondo nel polso ……
    Nove titoli mondiali e forse il tempo di cambiare carriera ……

    • Avatar

      Durim

      29 Settembre 2013 at 15:20

      Forse è anche tempo che cambi blog..e che invece di insultare Rossi la gente facesse i complimenti a Marquez che ha vinto. Poi oh, l’ho detto. Cerca gente è ossessionata da Rossi, ce poco da fare :)

      • Avatar

        fatman

        29 Settembre 2013 at 16:03

        …ecco, bravo…cambia aria…anche perche’ con tutta la c@cc@ che ti mangi sai che aromi ahahahahahahah!!!

      • Avatar

        Mefistio

        29 Settembre 2013 at 18:10

        si si

    • Avatar

      blohm

      29 Settembre 2013 at 15:45

      Mah sai, quei secondi lì li han presi tutti eh, qualcuno ne ha presi anche il doppio, al di là di ufficiali o non ufficiali, per cui onore ai primi che sono sicuramente più in palla, ma anche a quelli dietro che danno cmq del gas e ci mettono l’ anima. Rossi ha anche detto che non è giusta a suo parere quella famosa frase di suo padre per cui speriamo il discorso sia chiuso. Grande sfig@ ancora di Pedrosa, è incredibile, l’ incidente di oggi è davvero bislacco bah..
      Marquez sì è vero è sempre molto irruento ma non mi pare abbia “colpe”, i contatti “ci stanno” in gara, strano è il fatto che ceda un componente cosi fondamentale per un contatto infinitesimale.

      • Avatar

        fatman

        29 Settembre 2013 at 15:59

        …ehila’, blohm….quanta c@cc@ mangerai stasera? Pensavi vincesse…invece…metti un po’ di rosmarino sul piatto “fumante” ahahahahahah…tra te e durim durello quanto fegato alla pesarese ahahahahahahahahahah!!!

      • Avatar

        blohm

        29 Settembre 2013 at 17:00

        No, assolutamente non pensavo affatto che vincesse e non l’ ho mai detto, ci si spera sempre ma sai l’ età avanza e le possibilità son sempre meno, per me finchè si diverte e combatte come oggi ha il diritto di continuare a correre come chiunque altro. Hai letto il mio post nell’ articolo del warm up? http://motograndprix.motorionline.com/2013/09/29/motogp-aragon-warm-up-valentino-rossi-e-il-piu-veloce/
        Io continuo a provarci con te ma vale anche per gli altri che si atteggiano a troll, non mangio quello che dici tu guarda, io tifo Rossi ma se vince o non vince la mia vita va avanti lo stesso, la tua risposta non c’ entra nulla con quel che ho scritto io ma è solo un attacco personale, io rilancio offrendoti di nuovo la mia amicizia.

      • Avatar

        blohm

        29 Settembre 2013 at 17:08

        E’ inutile che mi attacchi perchè i tuoi deliri con me non attaccano, io non ho mai detto nè pensato che vincesse, e sinceramente tifo Rossi ma se vince o non vince vivo lo stesso, al contrario di tè che continui a sprecare malamente le tue energie. Il sito è in bomba e mi ha crasato un commento con link all’ articolo del warm up, tu mi attacchi ma io insisto, prova a rileggere cosa avevo scritto e a dare una risposta seria per una volta.

  2. Avatar

    krcc

    29 Settembre 2013 at 15:41

    Ma Pedrosa quanta sfiga ha?

  3. Avatar

    Ronnie

    29 Settembre 2013 at 15:46

    Povero Pedrosa, ancora una volta il più veloce in pista, ancora una vota beffato dal compagno di squadra. Questa volta, operazione chirurgica di Mar,c che ha puntato il cavetto maledetto. Vai Dani prova a vincere senza il sensore che aiuta a gestire la potenza alla ruota posteriore e al primo tocco di gas high-side.

  4. Avatar

    Bryan

    29 Settembre 2013 at 15:52

    Rossi deve una pizza a Bradl, con quella manovra sconsiderata su Bautista ha regalato il 3° posto a Rossi..

    • Avatar

      fatman

      29 Settembre 2013 at 16:02

      …ahahahahah…guarda che rossi e’ pure avavro, oltre che evasore di m@rd@…la pizza a Barros nel lontano 2002 mica l’ha pagata…

      • Avatar

        blohm

        29 Settembre 2013 at 17:13

        Ma tu hai mai provato a guadagnare quello che guadagna lui? Sei sicuro che nelle sue condizioni non faresti lo stesso? Vuoi farci credere che tu pagheresti milioni di euro allo stato italiano così, perchè sei un patriota??!!??

      • Avatar

        fatman

        29 Settembre 2013 at 17:28

        …patriota forse no, cittadino onesto sicuramente si…ecco che sei uscito allo scoperto…un vero furbetto italiano medio…brinda col detersivo mentre ti ingozzi col solito piattone di c@cc@, ti aiutera’ a dimenticare, brutto evasore ahahahah!

      • Avatar

        blohm

        30 Settembre 2013 at 01:29

        Allora mi spiace informarti caro cittadino onesto medio, mediocre e beota, che l’ onestà deve essere a doppio senso, se tu sei onesto con me, io posso anche essere onesto con te, ma se chi si fregia di essere onesto ti deruba nascondendosi dietro a questa virtù, e tu paghi e sei felice perchè sei onesto, allora sei solo un povero beota. Scommetto che magari credi anche alla storiella che se tutti pagassero le tasse e fossero onesti i problemi economici dell’ italia sarebbero risolti vero? Ti sbagli ancora caro beota perchè se tutti pagassero le tasse servirebbe solo a permettere a quegli onesti che ti derubano di derubarti ancora di più. Benvenuto nel mondo reale, beota.

      • Avatar

        fatman

        30 Settembre 2013 at 18:22

        …ecco il blohm medio furioso aahahahahah…evasore di m@rd@!!!

      • Avatar

        blohm

        30 Settembre 2013 at 22:02

        Sei andato a pagare le tasse, beota? ahahahaha

  5. Avatar

    bcs

    29 Settembre 2013 at 17:51

    Anche questa è stata una gran bella gara.

    Lorenzo è un mostro nei primi giri, già al primo giro ha rifilato al secondo 1 secondo… Fantastico.

    Purtroppo ha dei limiti dati dal mezzo e ribadisco il fatto che secondo me si mangia le mani quando ripensa al suo ex manager (che non gli ha fatto vedere l’offerta Honda l anno scorso).

    Marc bravissimo, un fenomeno. Sfrutta la moto benissimo, non dimentichiamoci che è un rookie nella classe regina….

    Honda ha ancora un vantaggio su Yamaha, è palese.

    Pedrosa… Poverino, oggi (secondo il mio modesto parere) la gara era sua.
    Povero Pedrosa, quante batoste che ha avuto in carriera…

    Rossi, dopo i tempi fatti nelle varie sessioni, mi aspettavo molto di più (anche lui). E’ arrivato un podio, che male non fa… Ma c’è ancora da lavorare tanto (sia sul pilota che sulla moto).

    Bravo Bautista e bravo Bradl…

    Cal sembra già con la testa in Ducati, ed è un vero peccato.

    Capitolo Ducati…

    Le dichiarazioni di Dovizioso e Ciabatti bastano… Sono passate in sordina le loro dichiarazioni (sia di oggi, sia dei giorni scorsi)…. Se quelle dichiarazioni venivano fatte da Rossi non oso immaginare gli insulti…

    Le stesse dichiarazioni sono da paragonare a quelle di Domenicali, il quale crede che la moto va’ bene così e che Cal potrà fare quello che fece Stoner…….. Avanti su questa linea.

    Intanto il crucco (che con 15 milioni a stagione da investire INTERAMENTE sulla moto in SBK, non ha vinto una mazza) tace…

  6. Avatar

    vanni44g

    30 Settembre 2013 at 09:18

    che rossi sarebbe stato il quarto fra gli ufficiali i responzabili del moto mondiale lo sapevano ma sapevano che in ogni caso si parlerà di rossi e così il bisnis giornalistico e la tifoseria riprenderebbe l’intusiasmo di una volta.

  7. Avatar

    n75

    30 Settembre 2013 at 11:08

    Ma che ne dite di Scassa? Nonostante i 10 secondi persi all’inizio ha recuperato fino a sorpassare Staring; senza quello avrebbe forse potto giocarsela con Edwards. Non mi sembra male per essere il primo GP…

    Anche Hernandez mi ha sorpreso in positivo, comparato a Iannone non è andato così tanto peggio, ora deve migliorare però.

    • Avatar

      bcs

      30 Settembre 2013 at 11:25

      n75.

      Più che Scassa a me ha colpito la prestazione di Hernandez.

      Come mi aveva colpito (qualche anno fa) la prestazione che fece Kallio in sella alla Desmo di Stoner…

      Quindi non faccio molto testo :)

      • Avatar

        bcs

        30 Settembre 2013 at 18:44

        n75

        Scassa è stato ri-confermato fino a Valencia.
        Ho letto alcune sue dichiarazioni, che sinceramente mi hanno colpito.
        Ovvero, non è andato nel pallone a causa delle gomme/elettronica/freni in carbonio, ed è strano, visto che tutti i piloti che hanno affrontato questo cambio si sono trovati spaesati. (Esempio Rea, l’anno scorso quando sostituì Stoner).

      • Avatar

        n75

        30 Settembre 2013 at 23:42

        Si, ho visto anch’io, grazie. Aveva risposto anche a Beltramo, per quanto riguarda i freni disse: “una volta che sai che devi scaldarli, funzionano come dei normalissimi freni: più tiri, più frenano).
        Per le gomme penso che quest’anno su una CRT sia un po’ pià semplice e cmq i suoi tempi sul giro sono andati in crescendo (più di un secondo,se non ricordo male), quindi la gestione rimane difficile.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati