Moto2 Aragon: Terol “stravince”, sul podio Rabat ed Espargarò

Dominio del pilota del Team Aspar, Espargarò "rosicchia" qualche punto a Redding, Pasini è nono

Moto2 Aragon: Terol “stravince”, sul podio Rabat ed EspargaròMoto2 Aragon: Terol “stravince”, sul podio Rabat ed Espargarò

Nico Terol ha dominato la gara della classe Moto2 ad Aragon. Il pilota spagnolo del Team Aspar è stato autore di una partenza alla “Lorenzo”, ha salutato la concorrenza andando a vincere in solitario davanti ai due piloti del Team Pons, Esteve Rabat e Pol Espargarò.

Quest’ultimo è stato autore di un bellissimo duello con il leader del mondiale Scott Redding, che alla fine si è dovuto arrendere chiudendo quarto. Ora nella classifica iridata Redding guida con 215 punti contro i 195 di Espargarò e i 171 di Rabat.

La gara dei piloti italiani ha invece dato il seguente verdetto: Mattia Pasini nono al traguardo, mentre Simone Corsi e Alex de Angelis sono caduti, il sammarinese all’ultimo giro.

Cronaca di gara

I piloti della classe Moto2 sono pronti per disputare il “Gran Premio Iveco de Aragon”, quattordicesima tappa del motomondiale 2013 (tredicesima per la Moto2, che come la Moto3 non ha corso come di consueto a Laguna Seca), che si corre al Motorland di Alcaniz. In pole position troviamo lo spangolo Nico Terol, in sella alla Suter del Team Aspar, Con lui in prima fila i connazionali del Team Pons, Esteve Rabat e Pol Espargarò.

Seconda fila per il giapponese del Team Italtrans Takaaki Nakagami, per lo spagnolo Jordi Torres e per il nostro Simone Corsi. Più indietro il leader del mondiale Scott Redding, solamente tredicesimo. Terza fila per Julian Simon, per il sammarinese Alex de Angelis e per l’iridato della Moto3 2012 Sandro Cortese. Mattia Pasini ha chiuso invece le qualifiche con il dodicesimo tempo, subito dietro a Thomas Luthi.

Tutto pronto, 21 i giri da percorrere per 106.638 km. Si spengono i semafori, al via il più veloce è il poleman Nico Terol, scattato benissimo dalla prima casella. Dietro a lui Espargarò, che però viene subito attaccato da Nakagami. Seguono Rabat, Corsi e De Angelis.

Finisce subito la gara dello svizzero Thomas Luthi, per lui una caduta senza conseguenze. Altra caduta, questa volta sono coinvolti Odendaal, Simeon e Iturrioz, tutti si rialzano con le proprie gambe.

Allunga Terol, che ha fatto una partenza alla “Lorenzo”. Il suo vantaggio è superiore al secondo quando il pilota passa sul traguardo. Il primo giro si chiude con lui in testa davanti a Espargarò, Rabat, Nakagami, Redding, Torres, Aegerter, Corsi, Pasini e Simon.

Giro veloce di Terol, 1’55″159! Il suo vantaggio continua ad aumentare. Il pilota del Team Aspar dopo la pole conquistata ieri vuole fortemente questa vittoria, che arriverebbe nel week-end del suo venticinquesimo compleanno.

Dietro intanto è lotta senza esclusione di colpi tra Redding, Nakagami Rabat, Espargarò, Torres e Kallio. Dritto per il giapponese! gara compromessa, il pilota del Team Italtrans rientra in ventiquattresima posizione.

Allungano Rabat e Redding, che ora vanno alla caccia di Terol, che però ha oltre quattro secondi di vantaggio. Caduta per Corsi! il pilota romano era quattordicesimo, gara finita per lui.

Siamo ormai giunti a meta garà, il vantaggio di Terol è sempre molto elevato, siamo quasi a cinque secondi. A giocarsi il podio ci sono Scott Redding ed Esteve Rabat, con Espargarò a circa nove decimi dai due. Mattia Pasini e Alex de Angelis sono in ottava e nona posizione, preceduti da Mika Kallio, Jordi Torres e Johann Zarco.
Cade anche Anthony West, che era in sedicesima posizione. Fortunatamente per lui nessuna conseguenza fisica.

Ultimi km di gara, Espargarò si è riavvicinato a Redding, ed è rientrato nella lotta per il podio. Prova l’attacco, i due si sfiorano, ma per ora il britannico del Marc VDS Racing Team resiste. Appassionante questo duello che può dire molto anche in ottica iridata e che potrebbe diventare un trio, visto che Kallio si è avvicinato. Passa Espargarò, Redding prova a resistere all’esterno ma per ora deve arrendersi. Ultime curve, Terol va a vincere la sua seconda gare dell’anno davanti a Rabat ed Espargarò.

moto2 Gara Aragon - GP Aragon - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap
1 41 Brad Binder Ktm Red Bull Ktm Ajo 39:45.177
2 9 Jorge Navarro Speed Up Hdr Heidrun Speed Up +0.787
3 73 Alex Marquez Kalex Eg 0,0 Marc Vds +2.876
4 10 Luca Marini Kalex Sky Racing Team Vr46 +5.387
5 22 Sam Lowes Kalex Federal Oil Gresini Moto2 +5.601
6 12 Thomas Luthi Kalex Dynavolt Intact Gp +9.695
7 27 Iker Lecuona Ktm American Racing Ktm +11.650
8 7 Lorenzo Baldassarri Kalex Flexbox Hp 40 +12.546
9 88 Jorge Martin Ktm Red Bull Ktm Ajo +14.775
10 97 Xavi Vierge Kalex Eg 0,0 Marc Vds +15.393
11 21 Fabio Di Giannantonio Speed Up Hdr Heidrun Speed Up +15.495
12 11 Nicolo Bulega Kalex Sky Racing Team Vr46 +15.625
13 87 Remy Gardner Kalex Onexox Tkkr Sag Team +15.859
14 62 Stefano Manzi Mv Agusta Mv Agusta Temporary Forward +21.838
15 72 Marco Bezzecchi Ktm Red Bull Ktm Tech 3 +21.859
16 35 Somkiat Chantra Kalex Idemitsu Honda Team Asia +22.659
17 5 Andrea Locatelli Kalex Italtrans Racing Team +25.897
18 64 Bo Bendsneyder Nts Nts Rw Racing Gp +28.609
19 77 Dominique Aegerter Mv Agusta Mv Agusta Temporary Forward +28.943
20 2 Jesko Raffin Kalex Dynavolt Intact Gp +28.679
21 24 Simone Corsi Nts Nts Rw Racing Gp +37.526
22 40 Augusto Fernandez Kalex Flexbox Hp 40 +41.050
23 96 Jake Dixon Ktm Gaviota Angel Nieto Team +42.644
24 33 Enea Bastianini Kalex Italtrans Racing Team +45.942
25 3 Lukas Tulovic Ktm Kiefer Racing +50.680
26 65 Philipp Oettl Ktm Red Bull Ktm Tech 3 +52.367
27 18 Xavi Cardelus Ktm Gaviota Angel Nieto Team +1:09.114
28 6 Gabriele Ruiu Kalex Tasca Racing Scuderia Moto2 +1:16.241
29 31 Gerry Salim Kalex Idemitsu Honda Team Asia +1:16.381
30 16 Joe Roberts Ktm American Racing Ktm +1:18.820

Aragon - GP Aragon - Risultati Gara

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Moto2

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    fatman

    29 settembre 2013 at 16:07

    …bella gara, soprattuto dietro…mi piace il fatto ci siano vari vincitori nell’arco dell’anno…un po’ come gli anni passati…e poi sta diventando la categoria piu’ divertente…vedremo nel corso degli anni se peggiorera’, speriamo di no!!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati