MotoGP Assen, Prove Libere 3: Turno interlocutorio, il più “veloce” è Alvaro Bautista

Non cambiano le posizioni di chi accede direttamente alle Q2, Dovizioso è fuori....a meno che non torni Lorenzo....

MotoGP Assen, Prove Libere 3: Turno interlocutorio, il più “veloce” è Alvaro BautistaMotoGP Assen, Prove Libere 3: Turno interlocutorio, il più “veloce” è Alvaro Bautista

La terza sessione di prove libere della classe MotoGP ad Assen è stata interlocutoria ai fini della classifica, questo viste le condizioni dell’asfalto, reso umido dalla pioggia caduta. I piloti infatti hanno girato circa dieci secondi più piano dei tempi fatti registrare sull’asciutto e visto che quest’anno le prime tre sessioni di prove libere hanno un valore ai fini dell’ingresso in Q2 (i primi 10 dei tempi combinati delle tre Free Practice vi accedono direttamente) sarebbe stata un occasione per inserirsi, cosa che non è accaduta ad Andrea Dovizioso, che chiudendo undicesimo dovrà disputare anche le Q1 (dove i primi due accedono alla fase finale delle qualifiche). Questo a meno che Lorenzo non decida di provare a correre, un’ipotesi remota visto che dovrebbe tornare ad Assen dopo essere stato operato stanotte alla clavicola sinistra e ricevere l’ok dei medici, una voce che però circola nel paddock.

Il turno potrebbe però tornare utile nel caso in cui si corresse in queste condizioni. Il più veloce è stato Alvaro Bautista che ha girato in 1’40.029. Il pilota del Team Gresini ha preceduto il francese Randy de Puniet, in sella alla ART CRT del Team Aspar, la Ducati di Michele Pirro, la FTR di Ivan Silva e la Honda del rookie Marc Marquez, vittima di un brutto high-side, con la moto che ricadendo è “andata” sopra al pilota. Fortunatamente il #93 di casa HRC se l’è avata senza nessun danno apparente.

Tra i Big nono tempo per Pedrosa e dodicesimo per Valentino Rossi, seguito da Andrea Iannone con la Ducati del Team Pramac e Claudio Corti, con la FTR Kawasaki del Team NGM Mobile. Diciassettesimo è invece Danilo Petrucci, in sella alla Ioda Suter BMW del Came Iodaracing Team.

Foto: Alessandro Giberti

MotoGp FP3 Barcellona - GP Catalunya - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap

Risultati non ancora disponibili.


Barcellona - GP Catalunya - Risultati FP3

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

3 commenti
  1. Avatar

    Ronnie

    28 Giugno 2013 at 12:51

    Marquez è stato stra fortunato, con una caduta peggiore di quella di Lorenzo si è fatto “meno male”.

    E’ la seconda volta quest’anno che rischia di avere gravi ripercussioni sul fisico, già al Mugello per la dinamica ha rischiato grosso, e anche qua con la moto che gli è passata con l’anteriore sopra la schiena ha rischiato grosso, sperco che impari a spingere meno.

    Oltretutto questa mattina la pista era in condizioni di semi-bagnato, e le rain non duravano parecchi giri.
    Solo Bautista e De Puniet hanno montato le slick negli minuti e hanno abbassato considerevolmente i tempi.

    • Avatar

      blohm

      28 Giugno 2013 at 13:30

      Mica tanto, sulla rosa dicono che si è fratturato mignolo e alluce….

      • Avatar

        Ronnie

        28 Giugno 2013 at 15:21

        si è quello che intedevo con “meno male” tra virgolette, nel senso che può correre, non sarà al 100% ma credo che sia ad un buon 90%, mentre Lorenzo con una caduta apparentemente meno spettacolare e a occhio meno grave è fermo per colpa di una frattura nettamente più grave.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati