MotoGP: Dopo la doppia operazione Bradley Smith non vede l’ora di correre ad Assen

Il rider britannico vuol ripartire dall'ottimo 6° posto del GP di Catalunya

MotoGP: Dopo la doppia operazione Bradley Smith non vede l’ora di correre ad AssenMotoGP: Dopo la doppia operazione Bradley Smith non vede l’ora di correre ad Assen

A Barcellona Bradley Smith ha ottenuto il suo miglior risultato nella MotoGP nella stagione d’esordio. Il rider britannico del Team Monster Yamaha Tech 3 ha infatti chiuso il GP di Catalunya in sesta posizione, questo nonostante condizioni fisiche tutto fuorché ottimali. Smith era infatti reduce da un doppio infortunio occorsogli al Mugello, lesione dello scafoide e del mignolo della mano sinistra.

Subito dopo il Gran Premio di Catalunya il rider #38 ha subito un doppio intervento; il primo per inserire una piccola vite nello scafoide danneggiato mentre il secondo è consistito in un trapianto di pelle dall’avambraccio al mignolo seriamente infortunato. Il doppio intervento  è stata effettuato dal Dr. Xavier Mir, capo dell’Unità di Chirurgia della mano del Dipartimento di Ortopedia,  famosa nel mondo per il suo trattamento delle lesioni nel mondo delle corse.

“La doppia operazione è andate bene e non potrò mai ringraziare abbastanza il dottor Mir e la sua equipe. Hanno fatto un lavoro fantastico. Tutto è andato come previsto e ora sto riposando il braccio il più possibile. Il polso non mi dovrebbe dare alcun problema, ma abbiamo bisogno di qualche giorno in più per vedere se l’innesto della pelle è andato a buon fine. Avrò una valutazione quando arriverò ad Assen, ma al 100% sarò in pista e non vedo l’ora. Le ultime due gare non sono state facili data la mia condizione fisica, ma finire nella Top Six in Catalunya è stato un grande risultato per la mia fiducia e spero di poter sfruttare lo slancio acquisito per far bene anche ad Assen.”

Foto: Alex Farinelli

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati