Superbike: Fabrizio si conferma anche nelle seconde qualifiche di Phillip Island

Il romano davanti a Camier e Sykes, Melandri 5° e Checa 8°

Superbike: Fabrizio si conferma anche nelle seconde qualifiche di Phillip IslandSuperbike: Fabrizio si conferma anche nelle seconde qualifiche di Phillip Island

Il secondo turno di qualifiche della Superbike a Phillip Island (teatro della prima gara del 2013) ha visto primeggiare ancora Michel Fabrizio, pilota del Team Red Devils Roma. Il rider romano, nonostante un problema tecnico alla sua RSV4 è riuscito a girare in 1’30″387, tempo ottenuto sul finale del turno.

Alle sue spalle si è piazzata la Suzuki di Leon Camier. Il pilota britannico che in rettilineo paga oltre 10 km/h da Aprilia e BMW, è stato autore di una bella sessione, chiusa a meno di quattro decimi da Fabrizio con il crono di 1’30.727.

Camier ha preceduto la Kawasaki ZX-10R dell’infortunato Tom Sykes (problemi ad un polso), l’Aprilia ufficiale di Eugene Laverty e la BMW del nostro Marco Melandri, ancora alle prese con i problemi alla spalla e in dubbio sulla tenuta della distanza di gara, anche se rispetto ai test la situazione sembra migliorata.

L’ex pilota della Yamaha si è messo dietro la seconda Aprilia ufficiale, quella del francese Sylvain Guintoli e la prima Honda, la CBR1000RR del britannico Leon Haslam. Chiudono la Top Ten la Ducati 1199 Panigale di Carlos Checa, vittima di un brutto high-side ieri nelle prime libere e apparso ancora in fase crescente e Davide Giugliano, ex team-mate di Checa e quest’anno sempre con il Team Althea ma in sella all’Aprilia RSV4 Factory. Non ha preso parte al turno Ayrton Badovinim con la seconda Ducati del Team Alstare, ancora convalescente dopo la caduta dei test e di ieri. Fermo ai box anche Jules Cluzel, con la seconda Suzuki. Il pilota francese ha avuto un problema meccanico alla sua Suzuki GSX-R1000 e non vanno dimenticate le cinque cadute che aveva fatto nei test.

Phillip Island – FIM Superbike World Championship – Qualifiche 2

1. Michel Fabrizio (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 1’30.387
2. Leon Camier (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1’30.727
3. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1’30.740
4. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1’30.826
5. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 1’30.931
6. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1’30.961
7. Leon Haslam (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 1’31.020
8. Carlos Checa (Team Ducati Alstare) Ducati Panigale 1199 1’31.146
9. Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 1’31.353
10. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 1’31.470
11. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 1’31.526
12. Loris Baz (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1’31.537
13. Max Neukirchner (MR-Racing) Ducati Panigale 1199 1’31.871
14. Jamie Stauffer (Team Honda Racing) Honda CBR1000RR 1’31.874
15. Ivan Clementi (HTM Racing) BMW S1000 RR 1’31.963
16. Glen Allerton (Next Gen Motorsports) BMW S1000 RR 1’32.352
17. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1’32.402
18. Alexander Lundh (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1’32.487
19. Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) Ducati Panigale 1199 1’32.540
20. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1’32.898
21. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 1’33.082

Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati