Superbike Phillip Island: grande soddisfazione in casa BMW

Terzo tempo provvisorio per Marco Melandri, quinto per Chaz Davies

C'è soddisfazione in casa BMW dopo la prima giornata di libere e qualifiche: Marco Melandri conquista il terzo tempo provvisorio, Chaz Davies il quinto.
Superbike Phillip Island: grande soddisfazione in casa BMWSuperbike Phillip Island: grande soddisfazione in casa BMW

Al termine della prima giornata di libere e qualifiche a Phillip Island, c’è soddisfazione in casa BMW.

Entrambi i piloti hanno svolto un buon lavoro conquistando un’ipotetica prima e seconda fila.

Marco Melandri rimane il portacolori ma il neo acquisto Chaz Davies sta dimostrando di essere in continua crescita.

Ecco le dichiarazioni dei due piloti al termine della prima giornata:

Marco Melandri:

“Sono soddisfatto di questa giornata sia per la prestazione assoluta che in previsione della gara.

Il nostro obiettivo era di trovare una soluzione per preservare le gomme e ci siamo riusciti.

La pista e la moto sono migliorate e ho avuto anche un buon riscontro dalla spalla, che ora va meglio.

Per la prima volta dai test sono riuscito a fare più giri di fila senza che il dolore aumentasse.

Domani continueremo il nostro lavoro, sono positivo e fiducioso in vista della gara”.

Chaz Davies:

“Sono molto contento.

Dall’ultimo giorno di test i ragazzi hanno lavorato molto duro e oggi avevamo un ottimo setting.

Da quando siamo qui la RR é migliorata continuamente e ora tutto sta funzionando.

Comincio davvero a sentire la RR come la mia moto e inizio a capire come ogni piccola modifica cambi il suo comportamento.

Abbiamo iniziato le qualifiche utilizzando dei pneumatici usati e sono rimasto stupito di quanto la moto funzionasse bene e quanto fossero buoni i tempi sul giro.

Domani lavoreremo per migliorare il comportamento nelle curve con piccoli dossi e per settare al meglio l’elettronica.

Mi sento bene per domani, la cosa più importante sarà la Superpole specialmente ora che le file sono a tre, invece che a quattro”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati