MotoGP: Aligi Deganello “Il Sic mi ha insegnato ad essere una persona migliore. E quest’anno con le 1000cc sarebbe stata dura batterlo”

Aligi Deganello, a un anno da quel maledetto 23 ottobre, ricorda il rapporto speciale che aveva con Marco

MotoGP: Aligi Deganello “Il Sic mi ha insegnato ad essere una persona migliore. E quest’anno con le 1000cc sarebbe stata dura batterlo”MotoGP: Aligi Deganello “Il Sic mi ha insegnato ad essere una persona migliore. E quest’anno con le 1000cc sarebbe stata dura batterlo”

Aligi Deganello è stato “il capotecnico” di Simoncelli, l’uomo grazie al quale Marco è riuscito a riprendere la propria carriera in mano passando da eterna promessa a vincente. In un’intervista ad Eurosport Deganello parla del loro bellissimo rapporto e di quanto sia stata dura andare avanti dopo quel terribile incidente.

I due si incontrarono all’inizio del 2008 e subito arrivò il titolo in 250cc, poi nel 2010 l’approdo in MotoGP con il team satellite di Gresini. Nel 2011 arriva la Honda ufficiale, anche nel 2012 avrebbe avuto la Honda Factory, ma il Sic voleva che a seguirlo fossero i suoi tecnici: Marco fece un casino ed alla fine riuscì a convincere la Honda che gli uomini giusti per lui erano quelli capeggiati da Aligi Deganello.
“Per tanta gente sembra passato poco tempo da quel maledetto 23 ottobre 2011 in Malesia – ha affermato Deganello ad Eurosport – ma per me sinceramente sembra passata una vita. Probabilmente perché io Marco lo conoscevo meglio di altri e perché lo porto sempre con me. Le mie giornate sono scandite dall’orologio che mi regalò dopo la prima pole ottenuta con l’Aprilia RSA nel 2008 al Sachsenring. Nella cassa c’è inciso un 58 e ogni volta che lo fisso il pensiero corre al Sic ed è dura non farsi travolgere dalla malinconia. Perché con lui non solo mi sono tolto tante soddisfazioni ma mi ha anche insegnato ad essere una persona migliore, ad aprirmi agli altri, uscire dal guscio, essere meno timido. Per questo oggi cerco di essere più espansivo verso il prossimo anche se purtroppo non arriverò mai ad avere la semplicità, la spontaneità e la naturalezza che aveva Marco nei rapporti umani. Questa dote balzava all’occhio in maniera fortissima con le persone disabili. Tanti di noi si trovano a disagio a dover interagire o cercare un contatto con queste persone lui invece era disinvolto perché nutriva fiducia in tutti…Quest’anno sicuramente sarebbe stato uno dei protagonisti. Nel test che aveva eseguito con la Honda 1000cc aveva subito avuto un feeling speciale. Per la prima volta nella sua vita sentiva di avere un motore davvero potente che gli avrebbe permesso di eliminare l’handicap del fisico da corazziere che si portava dietro. Sarebbe stato un osso durissimo da battere per tutti gli avversari che, infatti, lo temevano e rispettavano molto“.
Deganello spiega poi perchè a dicembre abbia deciso di mollare Gresini e iniziare questa nuova avventura in Superbike con l’Aprilia di Max Biaggi “Il dolore che ho provato dopo la scomparso di Marco lo metto sullo stesso piano di quello che vissi a 16 anni quando morì mio padre. Poi pensi che piangere non basta, ma è giusto andare avanti non per smettere di pensare ma perché la vita prosegue. Seguire Max è stato diverso ma assai gratificante. Ci siamo trovati a costruire una squadra in poche settimane e tutto il team è cresciuto passo dopo passo. La doppia vittoria all’esordio a Phillip Island è stata una delle giornate più emozionanti poi il mondiale è proseguito sul filo del rasoio. Umanamente Biaggi e Simoncelli sono due piloti molto diversi , l’uno riflessivo l’altro più vulcanico ed effervescente però umanamente Max mi ha stupito per la sua lealtà e per alcuni gesti davvero carichi di umanità.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

14 commenti
  1. Avatar

    W_il_Sic

    22 ottobre 2012 at 15:46

    Ieri dopo la gara c’è stato uno Speciale di Sport Mediaset sul Sic: mi sono fatto del bene nel guardarlo, ma anche del male, infatti non mi vergogno assolutamente di confessare che ho pianto come un bambino….

    • Avatar

      W_il_Sic

      22 ottobre 2012 at 15:49

      P.S.
      sono convinto anche io che quest’anno il Sic avrebbe fatto vedere i sorci verdi a più d’uno, soprattuto con questa nuova 1000 che Honda ha messo a punto e che riesce a fare sfracelli persino con Pedrosa…

    • Avatar

      Lyon66

      22 ottobre 2012 at 18:47

      @W_il_Sic

      Ciao grande, ho visto anch’io lo speciale: stupendo.

      Onore anche a Deganello per le parole, anche se…, non ho mai sentito nessuno parlar male di Marco, neanche quando era ancora tra di noi.

      Riguardo al post inserito in risposta al mio sull’articolo di Rossi… “parole sante”.

      Vado a rispondere a tutti e mi dedico anch’io, per un pò, alla sola lettura.

      Per i commenti e perchè, tra lavoro e ultimamente serate, sono molto impegnato ;-)

      • Avatar

        W_il_Sic

        22 ottobre 2012 at 19:21

        BRAVO!!
        Lavoro e serate (possibilmente goliardiche)sono molto più importanti di qualsiasi altra cosa, soprattutto di un forum a volte un pò frustrante…come questo ;-)

        A presto, caro….

  2. Avatar

    Ultimo1966

    22 ottobre 2012 at 16:47

    Ciao w_il_Sic non vergognarti perchè anch’io ho avuto un momento di commozione nel vedere quelle immagini ma se vogliamo ricordarlo è meglio farlo in quella maniera cioè vederlo fare il barbecue a casa sua e sparare le sue battute alla sua maniera.Sono d’ accordo con te anche sul fatto che quest’anno avrebbe dato del filo da torcere ai big. Peccato ……..ciao Sic mi manchi!!!

  3. Avatar

    Ducaudi

    22 ottobre 2012 at 18:19

    Il Sic avrebbe fatto faville con la mille…RIP Marco!

  4. Avatar

    testoner

    22 ottobre 2012 at 21:50

    ANCHE SE NON MI E’ MAI PIACIUTO COME PILOTA, COME PERSONA ERA UNICO!!!DI@ B@ MANCA TANTO IL RICCIOLONE!!! @w-il… ieri ero via in moto e mi sono perso lo speciale… ma cmq ti posso garantire che quel 23 ottobre 2011 piangevo sul divano con mia moglie. e penso che non se lo dimentichera’ mai nessuno!!!

  5. Avatar

    Bryan

    23 ottobre 2012 at 08:39

    Stupenda la decisione del team Gresini di lasciare solo l’immagine di Simoncelli sul loro sito per tutto il 23 Ottobre!!!

  6. Avatar

    mugello

    23 ottobre 2012 at 11:23

    è dispiaciuto tanto e dispiace ancora la prematura scomparsa di Marco , morire a soli 24 anni è dura .

  7. Avatar

    bibo

    23 ottobre 2012 at 13:13

    testoner vai su video mediaset , motogp, li puoi rivedere lo speciale!!

  8. Avatar

    jonnymor

    23 ottobre 2012 at 13:35

    dal giorno che è successo non sono più riuscito a guardare nessuna immagine che riguarda Marco…faccio finta che non sia successo …stupido lo sò…non serve a niente lo sò…ma è così….

  9. Avatar

    testoner

    23 ottobre 2012 at 21:13

    @tutti. sapete qual e’ la cosa bella?? che di pollici versi ne ho visti solo 2…(defi–enti naturalmente chi li ha messi) forse tutto sommato un cuore c’e’ l’anno tutti!!!!!! (o quasi)

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati