MotoGP: Roberto Rolfo “Non avevo mai guidato una moto così potente, comunque c’è un ottima intesa con il team”

Il torinese all'esordio con la Art Speed Master, chiude 19° la prima giornata di libere

MotoGP: Roberto Rolfo “Non avevo mai guidato una moto così potente, comunque c’è un ottima intesa con il team”MotoGP: Roberto Rolfo “Non avevo mai guidato una moto così potente, comunque c’è un ottima intesa con il team”

Roberto Rolfo, chiude la prima giornata di prove libere a Motegi con il 19° tempo, a poco meno di due secondi dalla prima Crt. Il pilota torinese che in Giappone fa il suo esordio in sella alla Art del team Speed Master, guidata fino ad Aragon da Mattia Pasini, ha usato questa prima giornata per prendere confidenza con una moto nuova per lui ed anche con delle gomme, le Bridgestone, che non aveva mai usato.

“I turni di oggi sono stati molto positivi e mi sono divertito – ha affermato Rolfo – Sono contento di come va la mia ART, non avevo mai guidato una moto così potente. L’impressione una volta iniziato il turno è stata buona, mi sono trovato subito bene e in generale avevo un buon feeling con la moto fin dai primi giri. Abbiamo incominciato a spingere in maniera regolare per capire bene le reazioni della CRT e il suo comportamento in entrata e uscita di curva.
Nel pomeriggio abbiamo lavorato per migliorare e conoscere meglio le Bridgestone, che per me sono nuove: siamo riusciti a progredire, anche con le gomme usate. Negli ultimi minuti a disposizione volevamo fare un ulteriore passo avanti, ma abbiamo scelto un assetto che non ci ha permesso di fare un passo notevole. C’è un’ottima intesa con la squadra e sono molto felice, domani lavoreremo per continuare a progredire.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

MotoGP: Il Team Aspar con Aprilia anche nel 2014

La casa veneta porterà degli sviluppi che hanno convinto la squadra spagnola a rimanere
Condividi su WhatsApp Aprilia e Team Aspar MotoGP, un matrimonio che continuerà. Il Team spagnolo, che aveva pensato anche alla