Moto2 Misano: Andrea Iannone: “Questa è stata una gara molto difficile”

Terzo gradino del podio per il prossimo pilota Ducati MotoGP

Moto2 Misano: Andrea Iannone: “Questa è stata una gara molto difficile”Moto2 Misano: Andrea Iannone: “Questa è stata una gara molto difficile”

Si deve “accontentare” del terzo gradino del podio in casa l’italiano del Team Speed Master Andrea Iannone. L’abruzzese partiva dalla seconda fila ed i buoni presupposti per la gara si erano accresciuti dopo la conferma del warm up che lo vedeva in top 5. Ad aggiungersi a questi fattori positivi era stata la “pole” ottenuta per la seconda griglia di partenza, la rottura del motore di Rea e la conseguente perda di olio in pista hanno obbligato i commissari a dare bandiera rossa e quindi ad una nuova partenza dopo appena 3 giri. Iannone che era riuscito a passare il poleman Marc Marquez in tempo per ottenere a sua volta la pole, è ripartito bene ma non è riuscito poi a tenere il passo del rivale del Team CatalunyaCaixa Repsol nè di quello dell’altro catalano del Team HP 40 Pons Pol Espargaro’. I due infatti si sono dati ad un duello spettacolare relegando uno Iannone spettatore in terza piazza. L’abruzzese aveva lamentato ad inizio gara una preoccupazione con il cambio, i due spagnoli infatti avevano optato per un cambio a 6 marce mentre Andrea aveva ripiegato la sua decisione su uno con 5. La scelta probabilmente non è stata quella giusta, tuttavia il risultato è comunque soddisfacente, come dichiara lo stesso pilota.

“Questa è stata una gara molto difficile. Ho cercato di spingere fin dall’inizio, perché dopo la prima partenza ci siamo resi conto di non aver fatto la scelta migliore per quanto riguarda il cambio ed era dura stare con Espargaró e Marquez. Nella seconda gara ho cercato di prendere un po’ di margine, ma non è stato semplice. Marc e Pol mi hanno raggiunto e ho perso il vantaggio che avevamo. Siamo sul podio ed è sempre un risultato positivo, ora vedremo come andrà Aragón e speriamo in un buon weekend.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Moto2

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati