Moto3 Mugello: Maverick Vinales beffa in volata un immenso Romano Fenati

Quinta vittoria del 2012 per lo spagnolo del Team Blusens Avintia

Moto3 Mugello: Maverick Vinales beffa in volata un immenso Romano FenatiMoto3 Mugello: Maverick Vinales beffa in volata un immenso Romano Fenati

Bellissima e trepidante gara della Moto3 al Mugello, teatro del Gran Premio d’Italia Tim, nona tappa del motomondiale 2012. A giocarsi la vittoria fino all’ultimo centimetro della stupenda pista toscana sono stati Maverick Vinales, il nostro Romano Fenati e il tedesco Sandro Cortese, che hanno chiuso nell’ordine. Lo spagnolo ha vinto per soli 20 millesimi sul pilota marchigiano, autore di una gara intelligente e corsa da pilota “navigato”. Sul podio come detto Sandro Cortese che ora vede ridotti a nove i punti di vantaggio su Vinales. Ottima anche la gara di Niccolò Antonelli, che ha chiuso quarto davanti a Kent, Vazquez e Rins. Gara da ricordare anche per le wild card Kevin Calia e Michael Ruben Rinaldi che hanno chiuso in zona punti.

Cronaca di gara

Nona gara della stagione per la neonata classe Moto3, categoria che da quest’anno sostituisce le ottavo di litro e che vede il tedesco Sandro Cortese in vetta alla classifica provvisoria del mondiale. Al Mugello (25° nell’aria e 41° sull’asfalto), teatro del Gran Premio d’Italia, in pole position partirà Maverick Vinales, in sella alla FTR Honda del Team Blusens Avintia. Lo spagnolo sarà affiancato in prima fila proprio dal tedesco Sandro Cortese in sella alla KTM M32 del Team Red Bull Ajo e dal connazionale del Team Estrella Galicia 0,0 Alex Rins, che guida una Suter Honda. Primo dei piloti italiani è Niccolò Antonelli, sesto con la FTR Honda del Team Gresini mentre Romano Fenati è ottavo con quella del Team Italia FMi. Venti i giri da percorrere, subito un problema per la Ioda di “Gigio” Morciano che partirà dai box, si spengono i semafori, al via il più veloce è lo spagnolo Alex Rins seguito dal leader del mondiale Sandro Cortese, i due vengono però passati dal malese Khairuddin che si porta al comando della gara. Seguono Vazquez, Rins, Vinales, Antonelli, Kent, Cortese e Romano Fenati. Scambio di posizioni al vertice, Rins è semrpe terzo mentre Vazquez si porta in testa alla gara.

Si chiude il primo giro, il malese della KTM Khairuddin guida la gara davanti a Vazquez, Rins, Vinales, Antonelli, Kent, Rossi, Cortese, Fenati e Salom mentre la wild card Kevin Calia è 16°. Si ritira intanto l’altra wild card, Riccardo Moretti. Cade Louis Rossi, GP d’Italia finito per il francese del Racing Team Germany.

Intanto il più veloce in pista è l’australiano Arthur Sissis (14°), che è in sella alla KTM del Team Red Bull Ajo seguito da Kevin Calia, ora 15°. Va forte Fenati, il marchigiano del Team Italia recupera posizioni fino a portarsi in testa alla gara. Sono caduti intanto Alberto Moncayo e Luis Salom. Continuano a cambiare le posizioni al vertice, ora è Vinales che guida davanti a Vazquez, Rins, Cortese, Fenati, Antonelli e Khairuddin. Si ritira Sissis, problema tecnico per lui mentre il portoghese Miguel Oliveira cade e anche Jonas Folger si ritira per un problema tecnico (l’ennesimo) alla sua Ioda.

Grande bagarre tra i primi sette con i nostri Romano fenati e Niccolò Antonelli che si sono portati nelle prime due posizioni. Grande gara per i due italiani che guidano una FTR Honda, il primo del Team Italia FMI e il secondo del Team Gresini. A metà gara i primi sette appunto Fenati, Antonelli, Rins, Kent, Vazquez, Vinales e Cortese hanno un grande vantaggio sul malese della KTM Khairuddin, ormai staccato di oltre cinque secondi.

Con il gioco delle scie cambiano le posizioni dopo il lungo rettilineo d’arrivo. Ora è il poleman Maverick Vinales al comando davanti ad Alex Rins, Sandro Cortese, Niccolò Antonelli, Danny Kent, Romanto Fenati ed Efren Vazquez. Vinales, Cortese e il nostro Romano Fenati scappano, i tre sono riusciti a mettere un gap da quello che è ora il secondo gruppetto formato da Kent, Vazquez, Antonelli e Rins. Buona la gara degli altri italiani con Kevin Calia, Alessandro Tonucci e Michael Ruben Rinaldi che occupano la 14esima, 15esima e 16esima posizione. Ricordiamo che mentre Tonucci disputa tutto il mondiale con il Team Italia gli altri due sono delle wild card.

Tre giri alla fine, Vinales è davanti a Fenati e Cortese, sono questi tre piloti che si giocheranno la vittoria. Ricordiamo che lo spagnolo e l’italiano sono in sella ad una FTR Honda, mentre Sandro Cortese è in sella alla KTM M32. Inizia l’ultimo giro, Fenati attacca alla San Donato approfittando di un errore di Cortese e Vinales portandosi al comando, il pilota del Team Italia viene però passato all’arrabbiata 1 da Vinales, lo spagnolo però va largo ma sta dentro, attacca Fenati, Biondetti 1 e 2, poi la Bucine, attacco di Cortese, rettilineo d’arrivo, vince Maverick Vinales per soli 20 millesimi su un grandissimo Romano Fenati, che ha preceduto Cortese. Quinta vittoria del 2012 per lo spagnolo del Team Blusens Avintia che recupera 9 punti su Cortese che rimane comunque in testa al mondiale. Bene Antonelli che ha chiuso quarto davanti a Kent, Vazquez e Rins. Gara da incorniciare anche per le wild card Kevin Calia e Michael Ruben Rinaldi che hanno chiuso in zona punti.

Moto3 Gara Sachsenring - Gp Germania - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap
1 48 Lorenzo Dalla Porta Honda Leopard Racing 39:29.348
2 42 Marcos Ramirez Honda Leopard Racing +0.072
3 44 Aron Canet Ktm Sterilgarda Max Racing Team +0.120
4 55 Romano Fenati Honda Vne Snipers +0.185
5 25 Raul Fernandez Ktm Sama Qatar Angel Nieto Team +0.323
6 17 John Mcphee Honda Petronas Sprinta Racing +0.445
7 79 Ai Ogura Honda Honda Team Asia +0.678
8 24 Tatsuki Suzuki Honda Sic58 Squadra Corse +0.749
9 71 Ayumu Sasaki Honda Petronas Sprinta Racing +0.829
10 84 Jakub Kornfeil Ktm Redox Pruestelgp +0.955
11 11 Sergio Garcia Honda Estrella Galicia 00 +1.064
12 23 Niccolo Antonelli Honda Sic58 Squadra Corse +2.239
13 12 Filip Salac Ktm Redox Pruestelgp +6.379
14 61 Can Oncu Ktm Red Bull Ktm Ajo +6.648
15 14 Tony Arbolino Honda Vne Snipers +6.652
16 5 Jaume Masia Ktm Bester Capital Dubai +6.685
17 22 Kazuki Masaki Ktm Boe Skull Rider Mugen Race +18.243
18 82 Stefano Nepa Ktm Reale Avintia Arizona 77 +33.859
19 16 Andrea Migno Ktm Bester Capital Dubai +33.882
20 76 Makar Yurchenko Ktm Boe Skull Rider Mugen Race +36.088
21 75 Albert Arenas Ktm Sama Qatar Angel Nieto Team +36.123
22 54 Riccardo Rossi Honda Kommerling Gresini Moto3 +36.859
23 28 Dirk Geiger Ktm Kiefer Racing +1:17.087
24 69 Tom Booth-amos Ktm Cip Green Power 1 Lap

Sachsenring - Gp Germania - Risultati Gara

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Moto3

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    ultimo1966

    15 luglio 2012 at 15:02

    Non è più la 125 2t ma diverte ugualmente bravissimi quelli del primo gruppetto che hanno regalato emozioni ad ogni giro .Grandi Fenati che ci ha provato in tutti i modi ed anche Antonelli che purtroppo ha perso contatto con il terzetto di testa avrebbe potuto pensare al podio.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati