MotoGP: Nel 2013 calendario rivoluzionato, arrivano i gp di India, Argentina e Texas

Carmelo Ezpeleta ha illustrato le novità che arriveranno il prossimo anno nel calendario del Motomondiale

MotoGP: Nel 2013 calendario rivoluzionato, arrivano i gp di India, Argentina e TexasMotoGP: Nel 2013 calendario rivoluzionato, arrivano i gp di India, Argentina e Texas

Si prevedono grosse novità nel calendario del Motomondiale il prossimo anno. Infatti secondo quanto affermato da Ezpeleta a MCN, il circus, dopo la tradizionale gara di apertura in Qatar, dovrebbe andare poi in India, Argentina, Texas e poi sbarcare in Europa per il gp di Jerez.

Si tratterebbe di un cambiamento davvero radicale dell’attuale calendario, una rivoluzione se si pensa che da quando è nata la MotoGP (2002) grosso modo il calendario è rimasto quasi sempre invariato e sono stati pochi i circuiti nuovi dove è approdato il motomondiale. Nel 2004 è arrivato il gp di Losail, nel 2005 sono arrivate Turchia e Cina, abbandonati dopo pochi anni e poi Laguna Seca, mentre nel 2007 è tornato in calendario Misano che era tappa fissa negli anni ’90, poi nel 2008 è stata la volta di Indianapolis e nel 2010 Silverstone che ha preso però il posto di Donington.

“L’accordo con la pista del Texas non è ancora concluso – ha affermato Ezpeleta a MCN – ma mancano solo i dettagli finali. Lo stesso vale anche per il gp Argentina e mi incontrerò con la delegazione della pista ad Assen. E stiamo chiudendo anche con l’India. Di sicuro comununque il calendario del prossimo anno vedrà il gp di Argentina e Texas e forse anche l’India. Andremo in Texas ad aprile, perchè in estate lì fa troppo caldo. Molto probabilmente si partirà ancora dal Qatar, ma dipende anche se ci sarà o meno la gara in India. in Argentina e in Texas ci andremo in aprile, prima di andare a Jerez, sempre se alla fine la gara lì sarà confermata. Infatti il governo regionale che gestisce il circuito di Jerez è cambiato e dobbiamo vedere cosa decideranno, anche se non ci dovrebbero essere problemi a rinnovare l’accordo”
Le quattro gare extraeuropee sono state tutte accorpate in modo da ridurre drasticamente i costi di viaggio per i vari team.

Se il prossimo anno gli appuntamenti saranno ancora 18 o aumenteranno dipenderà da cosa succederà con le 5 gare che attualmente si corrono nella penisola iberica: pare certo che ad Estoril non si correrà, mentre Ezpeleta ha ancora una volta detto che difficilmente si correrà di nuovo per 4 volte in Spagna, anche se poi ogni anno cerca sempre di rinnovare l’accordo con tutti i circuiti spagnoli.

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    Stonami77

    27 Giugno 2012 at 16:57

    Quando venite a Paterno di Lucania?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati