MotoGP Silverstone: Quarta vittoria del 2012 per Jorge Lorenzo

Il maiorchino della Yamaha domina battendo Stoner e Pedrosa

MotoGP Silverstone: Quarta vittoria del 2012 per Jorge LorenzoMotoGP Silverstone: Quarta vittoria del 2012 per Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo vince il Gran Premio di Gran Bretagna, sesto appuntamento del motomondiale 2012, per lui terza vittoria consecutiva dopo quelle di Le Mans e Barcellona. Il pilota della Yamaha dopo un inizio in sordina ha preso il comando della gara dopo un bellissimo duello con Stoner senza più lasciarlo sino al termine della gara. Con lui sul podio proprio l’australiano della Honda che vince il duello in casa con Dani Pedrosa che a sua volta ha preceduto il poleman Alvaro Bautista e Ben Spies. Da incorniciare la gara di Cal Crutchlow che dopo aver saltato le qualifiche per una caduta nelle libere con conseguente problema alla caviglia, chiude sesto dopo una “fuoribonda” rimonta, battendo all’ultimo giro Nicky Hayden, con la prima Ducati. Solo nono Valentino Rossi, staccatissimo e mai in lizza per la vittoria. Ora sono 25 i punti di vantaggio di Lorenzo su Stoner, una gara intera dopo solo sei corse, un bel mattoncino verso il titolo, anche se mancano ancora 12 gare al termine della stagione.

Cronaca di gara

E’ tutto pronto per L’Hertz British Grand Prix classe MotoGP a Silverstone, teatro del Gran Premio di Gran Bretagna, sesta tappa del motomondiale 2012. In pole a sorpresa Alvaro Bautista, in sella alla Honda del Team San Carlo Gresini. Lo spagnolo sarà affiancato in prima fila dalla Yamaha Factory dello statunitense Ben Spies e dall’australiano Casey Stoner, in sella alla RC213V del Repsol Honda Team. “Solo” quarto Jorge Lorenzo, mentre i nostri Andrea Dovizioso e Valentino Rossi sono rispettivamente in ottava e decima posizione. Tutti schierati i venti piloti, gara dichiarata asciutta, venti i giri da percorrere. Si spengono i semafori, al via scatta bene dalla seconda casella Ben Spies che precede Stoner, Bautista, Hayden, Lorenzo, Pedrosa, Dovizioso, Barbera, Rossi e Bradl. Dovizioso subito davanti a Pedrosa.

Si chiude il primo giro, Spies passa sul traguardo davanti a Stoner, Bautista, Hayden, Lorenzo, Dovizioso, Pedrosa, Barbera, Rossi, Bradl, Aleix Espargarò e Michele Pirro. I primi quattro tentano la fuga, Spies, Stoner, Bautista e Hayden cercano l’allungo mentre un grande Crutchlow dopo essere partito ultimo per aver saltato le qualifiche a causa di una caduta nelle libere è ora undicesimo.

I primi sette girano sotto al 2’03 e Lorenzo recupera mentre non mollano anche Dovizioso e Pedrosa. I primi sette sono in 1″800. Stoner al comando dopo lungo di Spies che è 2° e anche Hayden va largo, Lorenzo è ora quarto. Ancora un errore per lo statunitense della Ducati, ne approfitta Dovizioso che è ora quinto. Bellissima la gara di Crutchlow.che gira fortissimo nella sua gara di casa.

Davanti intanto Lorenzo passa il connazionale e poleman Bautista. Ora Stoner comanda davanti a Spies, Lorenzo, Bautista, Dovizioso, Pedrosa e Hayden. Lorenzo è scatenato, passa anche Spies ed è secondo. Intanto anche Bautista passa Spies mentre Dovizioso e Pedrosa si scambiano le posizioni. Dopo un terzo di gara Stoner è davanti a Lorenzo, Bautista, Spies, Dovizioso, Pedrosa, Hayden, Bradl, Crutchlow, Barbera e Rossi.

Siamo a metà gara, problema per Dovizioso che dopo una perdita di aderenza della sua Yamaha YZR-M1 rientra ai box per sistemare la moto. Attacco di Lorenzo, il maiorchino della Yamaha passa al comando ma Stoner non ci sta, lo ripassa riportandosi in prima posizione ma Lorenzo ne ha di più, lo attacca all’esterno riagguantando la prima posizione. Bellissimo il duello tra gli ultimi due campioni del mondo della MotoGP. Sembra poter allungare il leader del mondiale e ora Stoner che ha scelto l’anteriore morbida deve guardarsi anche da Pedrosa e Bautista che ora lo minacciano da vicino. La temperatura si è infatti alzata, ora quella dell’asfalto è di circa 29°.

Dietro Hayden è sesto e davanti ad uno stoico Cal Crutchlow, partito ultimo e ora davanti a Bradl, Rossi e Barberà e che è l’unico pilota a girare sui tempi di Jorge Lorenzo. Prima delle CRT è la ART del Team Power Electronics Aspar di Randy De Puniet che precede il team-mate Aleix Espargarò e il nostro Michele Pirro su FTR Honda del Team Gresini.

Rischio per Lorenzo, perde il posteriore della sua M1, fortunatamente il maiorchino rimane in piedi e continua a comandare davanti a Stoner, Pedrosa, Bautista, Spies, Hayden, Crutchlow, Bradl, Rossi e Barberà.

Ultimi km di dell’Hertz British Grand Prix, Jorge Lorenzo va a vincere il suo quarto GP del 2012 su sei disputati allungando ancora in classifica su Stoner, che chiude sul secondo gradino del podio davanti a Pedrosa, Bautista, Spies e un immenso Cal Crutchlow che chidue sesto! Gara incredibile per il britannico del Team Tech 3. Hayden chiude settimo davanti a Bradl, Rossi e Barberà.

MotoGp Gara Mugello - GP Italia - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap
1 9 Danilo Petrucci Ducati Ducati Team 41:33.794
2 93 Marc Marquez Honda Repsol Honda Team +0.043
3 4 Andrea Dovizioso Ducati Ducati Team +0.338
4 42 Alex Rins Suzuki Team Suzuki Ecstar +0.535
5 30 Takaaki Nakagami Honda Lcr Honda Idemitsu +6.535
6 12 Maverick Vinales Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp +7.481
7 51 Michele Pirro Ducati Ducati Test Team +13.288
8 35 Cal Crutchlow Honda Lcr Honda Castrol +13.937
9 44 Pol Espargaro Ktm Red Bull Ktm Factory Racing +16.533
10 20 Fabio Quartararo Yamaha Petronas Yamaha Srt +17.994
11 41 Aleix Espargaro Aprilia Aprilia Racing Team Gresini +20.523
12 36 Joan Mir Suzuki Team Suzuki Ecstar +20.544
13 99 Jorge Lorenzo Honda Repsol Honda Team +20.813
14 17 Karel Abraham Ducati Reale Avintia Racing +27.298
15 29 Andrea Iannone Aprilia Aprilia Racing Team Gresini +28.051
16 88 Miguel Oliveira Ktm Red Bull Ktm Tech 3 +30.101
17 5 Johann Zarco Ktm Red Bull Ktm Factory Racing +41.857

Mugello - GP Italia - Risultati Gara

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

6 commenti
  1. Avatar

    gigetto

    17 giugno 2012 at 13:54

    bello spettacolo, che manici!

  2. Avatar

    27rosso

    17 giugno 2012 at 13:56

    me l’aspettavo: un pilota non finisce quando raggiunge una certa eta’ ma quando comincia a cagarsi addosso. E ora, giu’ con i pollici versi.

  3. Avatar

    theboss

    17 giugno 2012 at 14:52

    LORENZO ?? UN FENOMENO !!

  4. Avatar

    Zardoz

    17 giugno 2012 at 15:33

    Grande si, se Honda non inventa qualcosa lo vedo campione quest’ anno.

  5. Avatar

    Francesco

    17 giugno 2012 at 19:19

    la honda con casey fa fatica a tenere lorenzo, pensate con marquez e pedrosa cosa faranno .. per vincere la honda dovrà avere una moto almeno 4 decimi superiore altrimenti perdono perchè tolto l’altro top driver adesso è rimasto solo lui ..

  6. Avatar

    FANTOMAS

    18 giugno 2012 at 14:01

    Fine del campionato 2012 !!!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati