MotoGP Silverstone, Prove Libere 2: Stoner al comando, Rossi solamente undicesimo

Il pilota australiano della Honda precede Spies, Bautista e Nicky Hayden

MotoGP Silverstone, Prove Libere 2: Stoner al comando, Rossi solamente undicesimoMotoGP Silverstone, Prove Libere 2: Stoner al comando, Rossi solamente undicesimo

Il secondo turno di prove libere della MotoGP a Silverstone (Gran Premio di Gran Bretagna) è stato disputato sull’asciutto. All’inizio del turno tutti i piloti sono scesi in pista con pneumatici slick, poi dopo cinque minuti quando al comando c’era Spies, qualche goccia di pioggia ha fatto rientrare tutti ai box. Fortunatamente però le poche gocce non hanno bagnato più di tanto l’asfalto e tutte e 20 i rider sono potuti rientrare in pista con le slick (il cui anteriore à l’ormai famoso “33” che la Honda degli ufficiali Stoner e Pedrosa sembrava non “digerire”).

Ad ottenere il miglior tempo dopo 45′ davvero combattuti è stato proprio l’australiano della Honda Repsol che ha fermato il cronometro sul tempo di 2:04.791. Il campione in carica ha preceduto di soli 34 millesimi la Yamaha di Ben Spies e un ottimo Alvaro Bautista, terzo con la Honda RC213V del Team Gresini.

Ottima anche la prova di Stefan Bradl, iridato 2011 della Moto2. Il pilota del Team LCR è infatti quinto a sei decimi da Stoner e davanti di 57 millesimi al nostro Andrea Dovizioso, sesto con la Yamaha del Team Tech 3. Alle sue spalle un’altra moto della casa dei Tre Diapason, quella del leader del mondiale Jorge Lorenzo, settimo a 697 millesimi da Stoner e fresco di rinnovo contrattuale (correrà anche i prossimi due anni con il Team Yamaha Factory Racing).

Il maiorchino precede un’altra Yamaha, quella di Cal Crutchlow, pilota britannico del Team Tech 3, che in casa domenica vorrebbe “regalarsi” il primo podio. Chiudono la Top Ten Dani Pedrosa con la Honda HRC ed Hector Barberà, con la Ducati del Team Pramac. Torna nei ranghi dopo l’exploit di questa mattina sull’asciutto Valentino Rossi. Il pilota pesarese è infatti undicesimo ad oltre due secondi, esattamente 2.334, ultimo pilota delle MotoGP. Fa però ben sperare la prestazione del suo team-mate Hayden, che come scritto sopra è provvisoriamente quarto.

Primo delle CRT è Randy De Puniet, dodicesimo e che precede i nostri Michele Pirro (FTR Honda Team Gresini) e Mattia Pasini (ART Speed Master). Diciottesimo tempo invece per Danilo Petrucci, in sella alla Ioda.

MotoGp Prove Libere 2 Mugello - GP Italia - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap
1 63 Francesco Bagnaia Ducati Pramac Racing 1:46.732
2 20 Fabio Quartararo Yamaha Petronas Yamaha Srt 1:46.778 0.046
3 9 Danilo Petrucci Ducati Ducati Team 1:46.863 0.131
4 44 Pol Espargaro Ktm Red Bull Ktm Factory Racing 1:46.966 0.234
5 12 Maverick Vinales Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp 1:46.973 0.241
6 93 Marc Marquez Honda Repsol Honda Team 1:47.062 0.330
7 42 Alex Rins Suzuki Team Suzuki Ecstar 1:47.167 0.435
8 35 Cal Crutchlow Honda Lcr Honda Castrol 1:47.170 0.438
9 43 Jack Miller Ducati Pramac Racing 1:47.185 0.453
10 21 Franco Morbidelli Yamaha Petronas Yamaha Srt 1:47.268 0.536
11 4 Andrea Dovizioso Ducati Ducati Team 1:47.347 0.615
12 5 Johann Zarco Ktm Red Bull Ktm Factory Racing 1:47.419 0.687
13 51 Michele Pirro Ducati Ducati Team 1:47.421 0.689
14 30 Takaaki Nakagami Honda Lcr Honda Idemitsu 1:47.483 0.751
15 36 Joan Mir Suzuki Team Suzuki Ecstar 1:47.579 0.847
16 41 Aleix Espargaro Aprilia Aprilia Racing Team Gresini 1:47.612 0.880
17 53 Tito Rabat Ducati Reale Avintia Racing 1:47.686 0.954
18 46 Valentino Rossi Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp 1:47.726 0.994
19 29 Andrea Iannone Aprilia Aprilia Racing Team Gresini 1:47.887 1.155
20 99 Jorge Lorenzo Honda Repsol Honda Team 1:48.114 1.382
21 17 Karel Abraham Ducati Reale Avintia Racing 1:48.146 1.414
22 55 Hafizh Syahrin Ktm Red Bull Ktm Tech 3 1:48.496 1.764
23 88 Miguel Oliveira Ktm Red Bull Ktm Tech 3 1:48.914 2.182

Mugello - GP Italia - Risultati Prove Libere 2

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

22 commenti
  1. Avatar

    gigetto

    15 giugno 2012 at 15:19

    ma che succede al povero Rossi?

    • Avatar

      Makgadikgadi

      15 giugno 2012 at 15:25

      BOH SI SARA’ PERSO…..VACCI TU GIGETTO NEL BOX A FORNIRE QUALCHE INDICAZIONI DELLE TUE…DEVI AVERE UNA MENTE PREZIOSA…..

  2. Avatar

    Stonami77

    15 giugno 2012 at 15:23

    Queste qualifiche dicono poco…la pole dell’anno scorso ( Stoner ) è stata di 2,7 sec.del miglior tempo della FP2; Domani Lorenzo e le moto di Iwata saranno tutte a darsi battaglia per la pole, le Honda dovranno difendersi alla meglio; la nota positiva è che Stoner rimane micidiale sul giro singolo…Chatter o no…ma la gara è altra cosa.

  3. Avatar

    Un meccanico della dacia logan

    15 giugno 2012 at 15:24

    qualcuno conosce la danza di Giove Pluvio qui nel blog?

  4. Avatar

    stefano

    15 giugno 2012 at 15:33

    Quando leggo commenti(anche da giornalisti specializzati)che dicono che Rossi vola sotto l’acqua solo grazie al manico mi vien da ridere.Rossi sul bagnato va bene perche’ in Ducati hanno trovato una configurazione perfetta per quelle condizioni e Rossi di conseguenza si trova a guidare una moto che lo asseconda in pieno.Sull’asciutto e’ normale trovarlo dall’ottavo all’undicesimo posto.

    • Avatar

      W_il_Sic

      15 giugno 2012 at 15:53

      a me va benissimo anche così: questo commento è la consacrazione del fatto che se la moto “lo asseconda” lui è sempre tra i più grandi.
      Ma questo vale anche per Jorge e per Casey.
      E’ chiaro che se se la moto funziona come si deve il manico vero riesce a farla andare più di tutti.
      Odio invece tutti coloro che pur di dare addosso a Rossi sostengono che è Vale la rovina della Ducati e non viceversa!

    • Avatar

      * Marco

      15 giugno 2012 at 15:55

      può avere una logica il tuo commento

      stamane bagnato Hayden a 77 millesimi
      oggi asciutto il 46 si BECCA 1,8 da Hayden e per la cronaca 1″ da barbera.

  5. Avatar

    Tiziano

    15 giugno 2012 at 15:52

    “Fa però ben sperare la prestazione del suo team-mate Hayden, che come scritto sopra è provvisoriamente quarto”
    Hayden non lo trovo nell’articolo…
    Francamente non riesco a capire che diavolo succede:
    Rossi ha definitivamente perso il bandolo della matassa oppure è con la testa volta ad altre cose?
    Non è possibile,non è credibile che Rossi stia continuando ad annaspare dietro Hayden, staccato sul giro di secondi!
    Smettiamola con questa buffonata!!!
    Aspetto domani con curiosità…

    Tiziano

    • Avatar

      * Marco

      15 giugno 2012 at 16:00

      domani c’è il ” Ducati Style ” leggi assetti di Hayden ;-) ;-) ;-)

      ho notato che nell’altro post relativo alle FP1 c’erano un sacco di nik sconosciuti . spariti

      • Avatar

        lettore

        15 giugno 2012 at 17:17

        i nik sconosciuti sono i rossisti che saltano fuori solo qquando si parla di rossi e quando va bene… meglio così non ne sento la mancanza
        tra l’altro hai notato gli insulti? tutti rivolti agli utenti che seguono la motogp e non la valentinogp

      • Avatar

        H954RR

        15 giugno 2012 at 17:22

        Grande lettore noto con piacere che la pensi come me !

      • Avatar

        EneA

        15 giugno 2012 at 19:06

        @”lettore”
        AHAHHAHAHAHAHA

        Ti stai confondendo con gli “stoneriani”!!!

        Dopo il GP di Francia i canguretti erano SCOMPARSI!!!!!!!!!! solo un paio si sono fatti vivi….

        Ma erano alquanto….. SOTTOTONO…!!! :D

        AHAHAHAH

        EneA

    • Avatar

      W_il_Sic

      15 giugno 2012 at 16:00

      Semplicemente questa mattina h agirato sul bagnato, condizione in cui non solo si spengono – finalmente – le centraline, ma le Ducati sembrano funzionare a meraviglia.
      Sull’asciutto tutto torna alla normalità del Desmocesso e si fa quel che si può….
      Non guarderei Hayden e/o Barberà etc etc
      Infatti è dall’inizi del campionato che quei due nelle prove libere sembrano proiettili e Rossi una tartaruga, però poi in gara (che è l’unica cosa che conta) si ristabiliscono le gerarchie giuste.
      Secondo me Rossi & Co. utilizzano le libere su asciutto per provare materiali e soluzioni alternative fregandosene di stare davanti. Del resto questa per loro è una scelta obbligata, visto quanto sono indietro con lo sviluppo e visto quanti pochi test si possono fare.

      • Avatar

        * Marco

        15 giugno 2012 at 16:27

        e no , sul bagnato le centraline fanno gli straordinari altro che spegnerle , il “desmocesso”
        come lo chiami tu stamane ha messo 2 moto li davanti e oggi ha beccato ” solo ” 1/2″ . quindi il cessopilota non ha fatto il suo dovere , oppure domani poi se va è grazie al ” Hayden Style ” .

        oggi si parla di oggi , domani è un altro giorno…

      • Avatar

        lettore

        15 giugno 2012 at 17:15

        w i sic
        ciao!
        è vero con il bagnato le centraline lavorano di più tagliando la potenza… e quindi la non gestibilità del motore penso che sia chiaro che ci sia un problema di gestione del motore.

      • Avatar

        lettore

        15 giugno 2012 at 17:22

        @*marco
        se vale fosse un cesso pilota non avrebbe mai vinto nulla…
        PS evitiamo i termini da bimbetti almeno noi… altrimenti si va a “litigare” proprio con gli utenti che più dialogano gli altri leggono ti mettono un pollice verso o ti insultano vediomo di non porci a livelli bassi
        alla fin fine w il sic ha espresso un parere che è suo e va rispettato tra l’altro è un parere sportivo e qui ci sta non ha fatto apprezzamenti su utenti

      • Avatar

        * Marco

        15 giugno 2012 at 17:50

        difatti NON ho insultato nessuno , ma devi sapere che per me la Ducati è una religione , e sentirla chiamare desmocesso mi va ribollire il sangue , anche un cieco vedrebbe che è li a 1/2″ e ergo con un super-campione “dovrebbe” essere prima non a beccarsi 2,3″ e spiccioli . la Ducati NON è rossi e non lo sarà MAI parlano lingue diverse . ma è a 1/2″ con un pilota poco più che mediocre come Hayden.

      • Avatar

        W_il_Sic

        15 giugno 2012 at 18:57

        Grazie “letore” per aver perfettamente capito il mio pensiero e per aver cercato di spiegarlo.
        Purtroppo con *Marco non ci capiremo MAI (come scrive lui) e lo seo ch emi mette i pollici rossi di nascosto ;-)….
        Ma io non me la prendo, per lui l aDucati è una religione, perccato che a ciascuna divinità di qualsiasi religione vienen smepre bene o male attribuito qualche miracolo. La Ducati, IN MOTOGP! CHE SIA CHIARO, non solo non ha mai fatto miracoli, ma ha fatto solo disastri, che piaccia o no.
        L’unico miracolo l’ha fatto Mr. C. Stoner quando ha vinto il Mondiale. Ma senza Stoner nel 2007 avremmo avuto solo un altro qualsiasi pilota dallo psicologo.
        E al storia continua ancora ai giorni nostri!
        Si fa tanto umorismo sul fatto che Rossi “rubi” la moto ad Hayden, mi scappa da ridere: fosse anche così, se Hayden è così bravo come mai in tutti i GP arriva dietro un bel pò e in Classifica Generale è dietro un bel pò??
        Dài cavoli siamo seri e smettiamola di fare i bambini!
        Dopo di che è giusto dire che, nel rispettare il parere di *Marco o chi per esso, che la considera una divinità, per me è un cesso di moto (sempre parlando di MotoGp) e ognuno si tenga la propria opinione, no?
        Però le opinioni, per definizione, sono…opinabili, i FATTI no!
        E i fatti, in MotoGp, per Ducati, sono sotto gli occhi di tutti dal 2003….

      • Avatar

        W_il_Sic

        15 giugno 2012 at 18:57

        scusa, ho scritto il tuo nick con una sola elle,
        volevo scrivere ovviamente “lettore”

  6. Avatar

    EneA

    15 giugno 2012 at 19:01

    Ma bastaaaaa!!! Ste storie per delle libere…!! poi quando in gara, come ultimamente accade, Rossi dà un’abbisso a tutte le altre ducati nessuno lo fa notare… tutti MUTI!

    EneA

    • Avatar

      Zardoz

      16 giugno 2012 at 00:27

      Bah vi accapigliate per nulla. Non sappiamo che gomme ha usato rispetto agli altri, nè se cercava la prestazione o se piuttosto cercava una buona regolazione per l’ asciutto. Domani vediamo.

  7. Avatar

    amatoriale

    16 giugno 2012 at 00:26

    Certo non siamo dei nazionalisti non lo siamo mai stati…ma vi rendete conto che siamo l’unica nazione al mondo a contrastare il monopolio delle jappo..in motogp..? Dovremmo esserne orgogliosi di questa Ducati anche se è due anni che non ci regala una vittoria…vincente in tutte le competizioni sportive escluso questa prototipi in queste due anni…ma quasi sempre al podio negli altri nonchè un mondiale…Si dovremmo essergli vicino e di aiuto ad ambedue e non di critica verso un pluricampione come Valentino un pò sicuramente risente ancora dell’accaduto ma può far grande anche la ducati proviamo a dargli ancora tempo sino a quando almeno non sopraggiungerà questo benedetto motore nuovo piu’ docile ed adatto alla guida di VALE…altrimenti pazienza si era cercato qualcosa piu’ grande di noi di fare un bel binomio…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati