MotoGP Silverstone, Prove Libere 1: Rossi al comando davanti ad Hayden

Sotto la pioggia due Ducati al comando davanti a Dovizioso

MotoGP Silverstone, Prove Libere 1: Rossi al comando davanti ad HaydenMotoGP Silverstone, Prove Libere 1: Rossi al comando davanti ad Hayden

Pioggia e freddo anche per i piloti della classe MotoGP a Silverstone (14 i gradi sull’asfalto e 16 km/h il vento all’inizio delle Free Practice 1), teatro del sesto appuntamento del motomondiale 2012. In pista 20 piloti e non 21 vista la defezione del ceco Karel Abraham (Ducati Cardion AB Motoracing), che ha riportato una frattura alla mano sinistra durante i test della MotoGP.

Tutti in pista con pneumatici rain e quindi “rimandato” almeno per il momento il “debutto” obbligatorio della nuova gomma anteriore Bridgestone denominata “33”, quella che tanto ha fatto discutere i piloti della Honda (Stoner e Pedrosa), che avrebbero voluto continuare con la doppia soluzione.

Il più veloce in pista al termine della sessione di 45 minuti è stato Valentino Rossi, che come già dimostrato a Le Mans riesce a sfruttare al meglio la sua GP12 sotto la pioggia. Il nove volte campione del mondo ha girato in 2:19.328, tempo ottenuto all’ultimo giro disponibile e di 77 millesimi migliore di quello fatto segnare dal suo team-mate Nicky Hayden.

Due Ducati quindi al comando a testimonianza della bontà della moto di Borgo Panigale con gli pneumatici rain. Rossi e Hayden precedono un ottimo Andrea Dovizioso, prima Yamaha (SAT) e davanti al campione in carica Casey Stoner, quarto a 993 millesimi da Rossi.

Quinto è Cal Crutchlow, con la seconda Yamaha del Team Tech 3 che ha girato in 2:21.263. Il pilota britannico precede la Honda RC213V di Stefan Bradl (Team LCR) e gli spagnoli Dani Pedrosa (Repsol Honda) e Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), che ha terminato il suo turno con leggero anticipo. Chiudono la Top Ten la Honda di Alvaro Bautista (caduto senza conseguenze fisiche) ed Hector Barberà, con la Ducati del Team Pramac.

Undicesimo è Ben Spies, caduto pure lui nella stessa curva di Bautista. Lo statunitense che non ha riportato conseguenze fisiche precede la prima CRT, la ART del Team Power Electronics Aspar di Randy De Puniet. Buona la sessione di Mattia Pasini che segue a ruota il francese e che precede i connazionali Danilo Petrucci (Ioda) e Michele Pirro (FTR Honda Team Gresini).

MotoGp Prove Libere 1 Mugello - GP Italia - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap
1 93 Marc Marquez Honda Repsol Honda Team 1:47.558
2 9 Danilo Petrucci Ducati Ducati Team 1:47.751 0.193
3 51 Michele Pirro Ducati Ducati Team 1:47.804 0.246
4 20 Fabio Quartararo Yamaha Petronas Yamaha Srt 1:47.811 0.253
5 41 Aleix Espargaro Aprilia Aprilia Racing Team Gresini 1:47.812 0.254
6 43 Jack Miller Ducati Pramac Racing 1:47.814 0.256
7 30 Takaaki Nakagami Honda Lcr Honda Idemitsu 1:47.925 0.367
8 44 Pol Espargaro Ktm Red Bull Ktm Factory Racing 1:48.001 0.443
9 35 Cal Crutchlow Honda Lcr Honda Castrol 1:48.109 0.551
10 4 Andrea Dovizioso Ducati Ducati Team 1:48.214 0.656
11 42 Alex Rins Suzuki Team Suzuki Ecstar 1:48.229 0.671
12 46 Valentino Rossi Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp 1:48.356 0.798
13 29 Andrea Iannone Aprilia Aprilia Racing Team Gresini 1:48.367 0.809
14 12 Maverick Vinales Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp 1:48.392 0.834
15 21 Franco Morbidelli Yamaha Petronas Yamaha Srt 1:48.421 0.863
16 17 Karel Abraham Ducati Reale Avintia Racing 1:48.427 0.869
17 63 Francesco Bagnaia Ducati Pramac Racing 1:48.532 0.974
18 99 Jorge Lorenzo Honda Repsol Honda Team 1:48.550 0.992
19 36 Joan Mir Suzuki Team Suzuki Ecstar 1:48.897 1.339
20 5 Johann Zarco Ktm Red Bull Ktm Factory Racing 1:48.960 1.402
21 53 Tito Rabat Ducati Reale Avintia Racing 1:49.216 1.658
22 55 Hafizh Syahrin Ktm Red Bull Ktm Tech 3 1:49.857 2.299
23 88 Miguel Oliveira Ktm Red Bull Ktm Tech 3 1:49.870 2.312

Mugello - GP Italia - Risultati Prove Libere 1

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

29 commenti
  1. Avatar

    * Marco

    15 giugno 2012 at 11:09

    LE Ducati vanno forte sull’acqua , ottima alchimia gomme-elettronica , abbastanza abbottonati pedro/lorenzo.

  2. Avatar

    fatman

    15 giugno 2012 at 11:11

    ….meno male che ogni tanto piove, almeno i rossisti son soddisfatti…se non dovesse piovere durante l’intero weekend e i tornasse alla normalita’ quanti delusi…

    • Avatar

      nandop6

      15 giugno 2012 at 11:43

      Sull’asciutto lo sappiamo tutti che la Ducati è dietro ma per vedere un po di spettacolo serve Rossi li davanti.

  3. Avatar

    Azzurra

    15 giugno 2012 at 11:18

    Qui o speriamo che piove sempre oppure è anche ora che sta ducati capisca il motivo per cui sul bagnato va forte e sull’asciutto pare un triciclo. Siate obbettivi, non è per dare soddisfazione ai rossisti, è la moto che ha problemi…e se manco loro capiscono quali sono che ne potete sapere voi….
    in tutto ciò perchè le Yamaha di Lorenzo e sopratutto quella di Spies sono cosi lontante?

    • Avatar

      fatman

      15 giugno 2012 at 11:24

      …aspettate e vedrete sia le Yamaha che Stoner…

      • Avatar

        Makgadikgadi

        15 giugno 2012 at 11:38

        siiiii…..passiamo tutti le giornate in attesa di Stoner….ah che pilotino emozionante…quanti sorpassi che fa…ci ricordiamo ogni gara ah si si…fatman vai a farti una corsetta che il colesterolo ti ha fatto ubriacare…

  4. Avatar

    y3ll0w c4b

    15 giugno 2012 at 11:36

    Fatman ma non hai nulla da fare?
    Hai il tuo beniamino? Tifalo, lodalo, fa quello che ti pare ma evita di fare i soliti&noiosi commenti inutili.
    Roba da matti.

    • Avatar

      Makgadikgadi

      15 giugno 2012 at 11:39

      FATMAN VAI A FARE JOGGING CHE TI FA SOLO BENE….CORRI CORRI…cosi diventi SLIMMAN

      • Avatar

        fatman

        15 giugno 2012 at 11:41

        ..infatti, tra un po’ vado….aspetto le prove pomeridiane ah, ah!!!

        P.S. La pista si sta asciugando…

  5. Avatar

    bbio

    15 giugno 2012 at 11:47

    e un controsenso che una moto inguidabile sull asciutto diventi competitiva sul bagnato
    dovrebbe essere il contrario….

    • Alessio Brunori

      Alessio Brunori

      15 giugno 2012 at 11:50

      Non è un controsenso, perchè il sottosterzo che affligge la Ducati in condizioni di bagnato non vien fuori tutto, visto che la moto viene sfruttata al 50%….. è quando si va al limite che escono fuori i problemi….

    • Avatar

      Gianluca Minichini

      15 giugno 2012 at 12:16

      è l’angolo di piega che causa tutto…sul bagnato non si piega come sull’asciutto…e quindi la ducati riesce a scaricare a terra tutti i cavalli…avendo così un buon grip e riuscendo a compensare il problema del sottosterzo!!

  6. Avatar

    bbio

    15 giugno 2012 at 11:49

    e poi cosa conta ?
    rossi non si gioca il mondiale quindi yuo prendere piu rischi….

    • Avatar

      n75

      15 giugno 2012 at 12:05

      Sarei d’accordo col tuo ragionamento se fosse stata una gara,ma dubito che nelle prove libere1 gente della motoGP (quindi con esperienza) si prenda chissà quali rischi per fare il tempone. Che poi Stoner e Lorenzo (e ci aggiungerei pure perdosa) miglioreranno di brutto è altro discorso.

    • Avatar

      lettore

      15 giugno 2012 at 13:47

      il fatto che la ducati sia più veloce con l’acqua è già stato detto a le mans il perchè è che l’elettronica taglia talmente tanto le potenze che diventa più gestibile delle altre l’elettronica sulla pioggia taglia fino al 50% della potenza… in questo modo la potenza viene scaricata tutta a terra… a dimostrazione della generale bontà del progetto… probabilmente sull’asciutto quei cc in meno sono fondamentali per il ritardo che sembra essere dovuto all’accellerazione

    • Avatar

      EneA

      15 giugno 2012 at 14:27

      basta sù… -.-

      EneA

  7. Avatar

    andrea

    15 giugno 2012 at 12:03

    con la pioggia escono le lumache… quanta tristezza..

    • Avatar

      Duvall80

      15 giugno 2012 at 12:34

      Le lumache escono quando smette di piovere….

      • Avatar

        EneA

        15 giugno 2012 at 14:28

        AHAHHAHAHAHAHA grandissimo…
        :D

        EneA

      • Avatar

        Raffaele

        15 giugno 2012 at 16:20

        Che pignolo….. :-)

  8. Avatar

    Raffaele

    15 giugno 2012 at 12:35

    Ducati prima? Grande! Avranno risolto i problemi! Come? Sotto la pioggia! Ma vaffan……..

  9. Avatar

    Micbatt

    15 giugno 2012 at 13:05

    Speriamo che piova per tutto il week end …. gara compresa … così si vedrà dello spettacolo ed eviterò di addormentarmi davanti alla TV! E’ innegabile che per vedere SPETTACOLO ci vuole sempre il nr. 46 !!!! Fatevene una ragione!!!!

    • Avatar

      fatman

      15 giugno 2012 at 13:16

      …concordo…anzi, speriamo nevichi!!!

      • Avatar

        W_il_Sic

        15 giugno 2012 at 14:10

        maaa, Fatman, un bel clistere no?

      • Avatar

        fatman

        15 giugno 2012 at 14:25

        …lo faccio subito..ora chiamo Uccio…appena fatto andro’ a correre!!!
        Su ragazzi che piove, allegria ah, ah!!!

  10. Avatar

    W_il_Sic

    15 giugno 2012 at 14:11

    Quando piove, finalmente si SPENGONO le centraline elettroniche e si deve accendere solo il polso destro, e il “fegato”.

  11. Avatar

    EneA

    15 giugno 2012 at 14:27

    @FATMAN…

    I “Rossisti” son sempre qua… che il dottore vinca o meno… sono gli “stoneriani” che si limitano a tifare il canguro solo quando vince… salvo poi dileguarsi SEMPRE alle prime difficoltà…

    Se Rossi dovesse nuovamente arrivare davanti all’australiano, prevedo l’assenza di tanti dai commenti… ahahahahah :D

    EneA

    • Avatar

      Stonami77

      15 giugno 2012 at 15:11

      Ecco uno stonerista convinto che c’è sempre e comunque…ma parliamo di Ducati e atteniamoci all’articolo : Come ho detto nei post precedenti la Ducati sul bagnato diventa competitiva ( grazie anche al pilota Rossi )per il semplice fatto che le moto non vengono portate al limite estremo come sull’asciutto, questo evita di mandare in crisi i punti deboli del progetto Desmosedici quali ciclistica,erogazione del motore e vari problemi di grip in entrata e uscita di curva; non bisogna sorprendersi della competitività delle Ducati sul bagnato perchè questa ritrovata velocità deriva dal “livellamento tecnico” che impone la pioggia; Ovviamente Rossi non ha dimenticato come si guida, nè tantomeno hayden..vi ricordate Vermeullen, guintoli? Andavano molto bene sul bagnato..mi ricordo di una gara vinta da vermeullen e una gara a le mans dove guitoli si fece prendere dall’emozione e cadde quando era in testa; Personalmete spero in una gara “dry” perchè la honda ha bisogno di lavorare sulla riduzione del Chatter…ovviamnete con il bagnato le gare sono più da Roulette russa …vinca il migliore e forza casey!

      • Avatar

        W_il_Sic

        15 giugno 2012 at 16:05

        tutto considerato però, l egare sul bagnato sono divertimento assicurato epr lo spettaore, proprio perchè i valori si livellano e allora c’è più battaglia e i manici veri sono sulla stessa…”barca” ( in caso di acqua…)

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati