MotoGP Barcellona, Prove Libere 3: Pedrosa al comando

Bene Stoner e Dovizioso, Rossi nono con il forcellone in carbonio

MotoGP Barcellona, Prove Libere 3: Pedrosa al comandoMotoGP Barcellona, Prove Libere 3: Pedrosa al comando

Terza ed ultima sessione di prove libere per i piloti della MotoGP a Montmelò, circuito di Catalunya, quinta gara del motomondiale 2012. Temperatura “mite” rispetto al caldo “tropicale” di ieri pomeriggio e a quello previsto per le qualifiche che prenderanno il via alle ore 13:55.

La sessione delle Free Practice 3 della durata di 45 minuti ha visto primeggiare Dani Pedrosa, pilota del Repsol Honda Team. Lo spagnolo ha fermato il cronometro sul tempo di 1:41.646 sopravanzando proprio sul finire del turno il team-mate Casey Stoner, staccato di oltre tre decimi.

Due Honda ufficiali quindi al comando con una Yamaha al terzo posto. Non una di quelle del Team Factory, ma quella del Team Tech 3 di un ottimo Andrea Dovizioso, sempre più a suo agio con la Yamaha YZR-M1 che guida solo da quest’anno. Il pilota forlivese è stato anche in testa alla sessione e alla fine il suo miglior crono è stato di 1:41.993.

I primi tre sono gli unici ad aver girato sotto al minuto e 42, Barberà infatti che è quarto con la prima Ducati ha come miglior crono 1:42.353. Lo spagnolo del Team Pramac è seguito dalla GP12 ufficiale di Nicky Hayden che a sua volta precede il leader del mondiale Jorge Lorenzo, Stefan Bradl (Honda RC213V Team LCR), Cal Crutchlow e Valentino Rossi, staccato da Pedrosa di 1.477.

Il nove volte campione del mondo della Ducati ha provato questa mattina anche il forcellone in carbonio, mentre ieri aveva girato solamente con quello nuovo in alluminio. Considerando che anche Hayden utilizza quello in carbonio non è difficile ipotizzare per le qualifiche due moto con due forcelloni diversi per il pesarese.

Chiude la Top ten Alvaro Bautista, ieri secondo con la Honda RC213V del Team Gresini. Lo spagnolo precede Ben Spies (in ombra rispetto a ieri) e la prima CRT, quella del Team Power Electronics del Team Aspar di Aleix Espargarò. Primo dei piloti italiani con le CRT è Mattia Pasini, quindicesimo con la ART del Team Speed Master.

MotoGp FP3 Le Mans - GP di Francia - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap
1 12 Maverick Vinales Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp 1:42.498
2 93 Marc Marquez Honda Repsol Honda Team 1:42.678 0.180
3 43 Jack Miller Ducati Pramac Racing 1:42.951 0.453
4 42 Alex Rins Suzuki Team Suzuki Ecstar 1:43.438 0.940
5 5 Johann Zarco Ktm Red Bull Ktm Factory Racing 1:43.452 0.954
6 9 Danilo Petrucci Ducati Ducati Team 1:43.487 0.989
7 99 Jorge Lorenzo Honda Repsol Honda Team 1:43.668 1.170
8 44 Pol Espargaro Ktm Red Bull Ktm Factory Racing 1:43.715 1.217
9 4 Andrea Dovizioso Ducati Ducati Team 1:43.766 1.268
10 46 Valentino Rossi Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp 1:43.857 1.359
11 36 Joan Mir Suzuki Team Suzuki Ecstar 1:43.942 1.444
12 88 Miguel Oliveira Ktm Red Bull Ktm Tech 3 1:44.017 1.519
13 20 Fabio Quartararo Yamaha Petronas Yamaha Srt 1:44.197 1.699
14 17 Karel Abraham Ducati Reale Avintia Racing 1:44.277 1.779
15 35 Cal Crutchlow Honda Lcr Honda Castrol 1:44.402 1.904
16 21 Franco Morbidelli Yamaha Petronas Yamaha Srt 1:44.403 1.905
17 63 Francesco Bagnaia Ducati Pramac Racing 1:44.989 2.491
18 30 Takaaki Nakagami Honda Lcr Honda Idemitsu 1:45.191 2.693
19 53 Tito Rabat Ducati Reale Avintia Racing 1:45.559 3.061
20 41 Aleix Espargaro Aprilia Aprilia Racing Team Gresini 1:45.638 3.140
21 55 Hafizh Syahrin Ktm Red Bull Ktm Tech 3 1:46.046 3.548
22 29 Andrea Iannone Aprilia Aprilia Racing Team Gresini 1:47.711 5.213

Le Mans - GP di Francia - Risultati FP3

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

10 commenti
  1. Avatar

    speed

    2 giugno 2012 at 10:16

    0046 = e`lui il fenomeno del MGP che si lascia
    distanziare da un certo Barbera di un secondo
    con una Ducati privata ??
    Prima di fare altre figuracce,sara meglio
    che vada in pensione !

    • Avatar

      un meccanico della Dacia Logan

      2 giugno 2012 at 10:20

      In gara arriverà davanti a Barbera, dietro forse, ma sempre davanti a Barbera

    • Avatar

      gaetano

      2 giugno 2012 at 10:36

      Prima di fare commenti del cavolo, sarebbe meglio pensare a quello che scrivi.
      Non a caso è nove volte campione del mondo.
      Vergognati solo per averlo pensato.

    • Avatar

      Simone

      2 giugno 2012 at 12:50

      Non voglio nemmeno mettermi a parlare dei titoli vinti (stiamo parlando di un 9 volte campione del mondo) contro uno che al massimo ha vinto qualche gara…ti parlo del presente, a me pare che due domeniche fa il tanto citato fenomeno Barberà abbia preso circa un minuto dallo scarso 46…quindi di cosa parli?un giro attaccato ad uno più veloce non conta nulla…prima di parlare controlla bene quello che dici…vedremo domenica in gara chi arriva davanti…

    • Avatar

      Ayrton

      2 giugno 2012 at 13:13

      Si, proprio lui, un fenomeno di pagliaccio! :)

  2. Avatar

    Marco

    2 giugno 2012 at 12:04

    gaetano, che sia campione 9 volte non significa nulla, la situazione è quella sta dietro.poi sui 9 titoli ne possiamo parlare -scrivere da un’ultra parte.anzi spero che barbera gli stia sempre davanti così eliminiamo il CANCRO del motociclismo

    ( tifosi ultra, uccio, medaset, e LO ZIO )

  3. Avatar

    danylrome

    2 giugno 2012 at 12:06

    … è stato un 9 campione del mondo … ha fatto cose incredibili … ma è quasi al tappeto … è ridicolo non ammetterlo ed è ridicolo che ogni volta i tifosi del 46 ci ricordano che è un 9 Campeo … i numeri sono tutti per il 46, i titoli anche, forse uno dei più grandi di sempre … ma oggi, nella MGp moderna, Rossi non è più quello di 3/4 anni fa … l’incidente al Mugello e le sverniciature di Lorenzo l’hanno riportato in terra … per me Rossi non è un tipo freddo, ma uno emotivo che può non regge la pressione, già a Valencia 2006, nella sua piena forza agonistica, andò al tappeto psicologicamente … insomma, è stato certamente un grande, ma è inutile sognare un mondiale tutto italiano … mejo per il pesarese mettersi su un team suo e farsi dare una moto dalla Yamaha che sarebbe perfetta per il suo stile …

  4. Avatar

    andrea z.

    2 giugno 2012 at 12:20

    ma dove eravate 2 settimane fa quando ha dato gran lezione a tutti sull’acqua ??? ma tacete va !!!!! ma non vedete ke fa test anke nelle prove !!!! ke ignoranti !!!! cose ne volete parlare dei 9 titoli ? sono 9 e basta !!!! sara 1 bollito ke 2 settimane fa sull’acqua dove le differenze tecniche si azzerano (quasi) ha dato paga a tutti !!!!! lo ha ammesso pure il camguro !!!
    vergognatevi !!! il cancro ? x me invece antibiotico è bastato vederlo 1 gara li davanti x vedere spettacolo e bagare !!! tenetevi i vostri taslentuosi teneteveli pure !!! hahaha

  5. Avatar

    ale

    2 giugno 2012 at 12:20

    Rossi non è freddo?A Le Mans mi è parso di ghiaccio..

  6. Avatar

    Jorge el Cobarde!

    2 giugno 2012 at 12:39

    se se poi in gara scivola a lottare con spies o crutchlow!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati