MotoGP Estoril: Test cancellati per il maltempo

Il meteo rovina una giornata che doveva essere cruciale soprattutto per Ducati

MotoGP Estoril: Test cancellati per il maltempoMotoGP Estoril: Test cancellati per il maltempo

Il maltempo l’ha fatta da padrone in quelli che dovevano essere i test Post-GP del Gran Premio del Portogallo. La pioggia caduta tutta la notte e la persistenza anche nella mattinata ha di fatto cancellato il test. Nessun pilota è sceso in pista e i test sono stati cancellati a data da destinarsi. Non è infatti stata ancora decisa la data del recupero.

Una brutta notizia per tutte le squadre e in particolare la Ducati che oggi avrebbe dovuto provare nuove parti di motore che avrebbero dovuto “addolcire” il motore della GP12, così come richiesto a gran voce da Valentino Rossi. La Honda avrebbe invece dovuto provare la nuova gomma anteriore con mescola media portata dalla Bridgestone, utilizzata ieri dalla Yamaha ma non da Stoner e Pedrosa. La Yamaha invece aveva in programma prove di motore, non ancora all’altezza di quello di Honda e Ducati.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

5 commenti
  1. Avatar

    AndreaG

    7 maggio 2012 at 13:38

    Che due p***e ‘sto meteo!!! Ma porca zozza!!!
    Non mi aspettavo dei test da fare tornare in lizza la Ducati per il mondiale… ma almeno vedere qualche ingrediente in più nel bel minestrone che è la GP16… e non si sa mai che potesse essere quello “giusto”.
    Unica nota positiva è che così Stoner dovrà adattarsi alla nuova gomma, se e quando diventerà unica, con qualche svantaggio, almeno forse sarà un po’ limitato… anche se ci credo poco, visto che è una macchina da guerra ed è in uno stato di grazia assoluto!

    • Avatar

      W_il_Sic

      7 maggio 2012 at 15:14

      Verissimo!
      Aggiunge pure che mentre lui è in uno stato di grazia assoluto, gli altri sono tutti in…disgrazia!

    • Avatar

      popoer6n

      7 maggio 2012 at 21:31

      Il meteo non c’ entra niente, è questo regolamento scellerato che non permette test, pubblici o privati che siano, escludendo di fatto la possibilità per Ducati di colmare il gap che la separa dai migliori.
      Valentino e Nikky hanno bisogno di girare tanto, come succedeva ai tempi della rinascita Yamaha.
      Speriamo che diano almeno la possibilità di recuperare questi test.
      Non vedo l’ora che fallisca questa Dorna, e che ci ridiano un vero mondiale prototipi.

  2. Avatar

    LoZ (WLF)

    8 maggio 2012 at 07:15

    Effettivamente sono regole del cxxxo…non puoi limitare i test per ridurre i costi..in fondo corre chi detiene dinero…!
    Poi aver eliminato le 125 & 250 secondo il mio modesto avviso è dawero una maialata in quanto hanno convertito un campionato “marche” dove ogniuno si ingegniava a tirar fuori in meglio ad un campionato “monomarca” se vogliamo, che mi consiste avere il telaio aprilia, il cambo ktm, il motore honda, il forcellone gilera ecc ecc…!Hanno ridotto il Circus (tutto intendo non solo motogp) in pagliacciata!

  3. Avatar

    Andy

    8 maggio 2012 at 08:48

    Penso che un gruppo di bambini delle elementari, possa fare meglio di Ezpeleta e Ecclestone…..

    Non devono limitare i motori, i test ecc… ma eliminare elettronica e altre stronzate che comportano sviluppi con costi faraonici, come il cambio simeless (come si scrive? boh).
    Fare una centralina unica, ma una centralina scrausa, di quelle da tre funzioni e che non si rompe mai….

    E poi devono togliere l’altra stronzata del limitatore di benzina….ok che fanno ricerca che si riversa sulla produzione di serie…. blablabla…(leggende metropolitane, a meno che non abbiamo 20.000 euro per una Ducati Panigale) ma se vado a vedere una corsa dove negli ultimi giri i piloti stanno in mano per non finire la benzina e vanno più piano, tutto ciò è una grande stronzata……quello spettacolo lo vedo già, tutti i giorni in tangenziale di Bologna alle 19.00 di sera….

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati