Moto2 Estoril, Qualifiche: Alex De Angelis “Sono fiducioso e convinto”

Nonostante una caduta il pilota sammarinese è fiducioso in ottica gara

Moto2 Estoril, Qualifiche: Alex De Angelis “Sono fiducioso e convinto”Moto2 Estoril, Qualifiche: Alex De Angelis “Sono fiducioso e convinto”

Nonostante la caduta abbia ridotto il tempo a disposizione del suo turno di qualifiche, Alex De Angelis ha ottenuto riscontri molto positivi nella sessione pomeridiana sul tracciato di Estoril. Il pilota, rimasto illeso, ha messo a referto giri piuttosto veloci grazie a un miglior feeling con la Suter del NGM Mobile Racing Team. Il sammarinese è scivolato in un momento concitato, mentre stava spingendo al massimo per limare di qualche decimo ulteriore il suo crono. Il tempo perso al box per sistemare la moto non ha permesso di testare una modifica più evoluta messa a punto per l’ammortizzatore, soluzione che si sarebbe sicuramente rivelata proficua per ottenere una posizione in griglia migliore. Questo test sarà fatto domani nel warm up, quando si valuterà se utilizzarla in gara. Il sammarinese è molto soddisfatto del set up messo a punto e del feeling trovato con la Suter: dopo queste qualifiche guarda con fiducia alla gara perché consapevole di poter fare una buona prestazione. Un risultato di rilievo sarebbe anche il modo migliore di festeggiare l’importante traguardo dei 200 gran premi in carriera del pilota di San Marino! A lui la parola.

“Peccato per la caduta, soprattutto perché è arrivata proprio quando stavo migliorando, qualche giro dopo aver siglato il mio miglior tempo con le gomme morbide. Avremmo dovuto provare un ammortizzatore con una modifica più evoluta, ci avrebbe sicuramente fatto guadagnare qualche decimo. La testeremo domani nel warm up per capire se utilizzarla in gara oppure no. La caduta è arrivata mentre stavo spingendo forte, ero nel gruppo dei piloti più veloci e mi sentivo veramente a posto. Anche se abbiamo perso qualche posizione in griglia sono fiducioso e convinto, più che nei due precedenti appuntamenti, di poter fare una buona gara.”

Leggi altri articoli in Moto2

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati