MotoGP Jerez, Qualifiche: Ben Spies “Contento della seconda fila”

Il pilota della Yamaha ha preferito non prendere rischi inutili

MotoGP Jerez, Qualifiche: Ben Spies “Contento della seconda fila”MotoGP Jerez, Qualifiche: Ben Spies “Contento della seconda fila”

Un “conservativo” Ben Spies ha ottenuto la seconda fila nelle qualifiche del Gran Premio di Spagna, secondo round del motomondiale 2012. Lo statunitense si è detto abbastanza soddisfatto, infatti non ha voluto rischiare una caduta che avrebbe fatto fare gli straordinari ai suoi meccanici. A lui la parola.

“E ‘stata una sessione abbastanza rischiosa per tutti, la pista era prima umida e poi è migliorata, ma c’erano alcune chiazze di umido proprio in traiettoria. E’ stata la prima sessione asciutta del fine settimana, così abbiamo dovuto affrontarlo duramente. Abbiamo provato un setup mai utilizzato prima qui, avevo pensato che sulla carta sarebbe stato migliore, alcune cose sono andate bene, altre meno. Quando abbiamo visto una nube nera abbiamo aspettato a cambiare le gomme, altrimenti saremmo potuti essere in prima fila. Non volevo fare un errore e cadere di nuovo rendendo la vita “difficile” ai ragazzi per rimetterla a posto! Siamo più o meno lì, per quanto le condizioni siano state difficili, sono felice di uscire indenne e di essere in seconda fila.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

2 commenti
  1. Avatar

    gio.q.

    29 aprile 2012 at 11:26

    ciao ragazzi non so se siete d’accordo ma a me l’atteggiamanto di spies sembra sia quasi provocatorio nei confronti della yamaha…sto seguendo praticamente anche tutte le sue prove dal venerdi e quello che fa e’ molto strano…non si impegna minimamente e ieri nelle prove ufficiali si e’ fermato 5 minuti prima degli altri quando invece gli altri stavano tirando il più possibile per fare il tempo….quello che è ancora più strano è che nelle interviste dice che la moto è ok….che sia la sua una forma di protesta visto che l’anno scorso la yamaha gli ha messo a disposizione una moto che per la maggior parte delle gare non era assolutamente all’altezza di quella di lorenzo….che la moto gp sia un campionato particolare che può essere definito un tritacarne per molti talenti soprattutto della superbike ai quali non e’ stata data la possibilità di affermarsi in questa categoria penso sia ormai chiaro a tutti….vedremo che succederà andando avanti…….il fatto e’ che se la moto gp continuera a dare spazio ai piloti solo perche sono simpatici e quindi buoni per venderei prodotti rischia di non essere più seguita a favore della superbike che è invece un campionato più pulito e divertente da seguire….

  2. Avatar

    kappa

    29 aprile 2012 at 12:13

    io invece sono del parere che sia lui in crisi e basta

    sbaglia le partenze,va lento nella prima parte di gara,per poi recuperare qualche posizione,ma avendo questo andamento non puoi mai vincere

    l’anno scorso è stato questo il suo approccio nelle gare,che non paga pagato

    ritengono ancora che sia un gran talento,ma in motogp si è bruciato o quasi

    io faccio sempre il tifo per lui,mah la dura verità è questa

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Superbike

Superbike: Statistiche post Losail

worldsbk.com da i numeri dell'ultimo round della stagione, che ha deciso il Mondiale.
Condividi su WhatsApp Archiviato anche il 12esimo round del Campionato Mondiale Superbike, e con lui l’intera stagione 2014, è tempo