MotoGP: Dodici ufficiali e nove CRT, basterà per lo spettacolo?

MotoGP: Dodici ufficiali e nove CRT, basterà per lo spettacolo?MotoGP: Dodici ufficiali e nove CRT, basterà per lo spettacolo?

Il prossimo campionato del mondo della MotoGP oltre al ritorno alle 1000 vedrà anche il debutto delle CRT. In tutto saranno ventuno le moto in pista, dodici ufficiali e appunto nove piloti che saliranno in sella alle cosi dette Claiming Rule Team. Questi nove piloti potranno beneficiare di alcuni aspetti che riguarderanno la durata del motore e la capacità del serbatoio. Ogni CRT avrà infatti a disposizione 12 motori (contro i 6 delle casa aderenti alla MSMA) e la capacità del serbatoio sarà di 24 litri (contro i 21 dei team ufficiali). Il telaio sarà prototipo, ma con un motore derivato dalla serie.

Il 2012 comunque sarà un anno di transizione, infatti la Dorna vista l’attuale situazione economica punta ad un futuro in cui le case ufficiali vendano le moto ad un prezzo contenuto senza darle più in leasing. Tra le varie proposte anche una centralina unica, limite di giri e nuove restrizioni sullo sviluppo del motore. Queste cose non piaceranno agli appassionati di prototipi, ma sembrerebbe essere questo il futuro della MotoGP. Di seguito la lista dei piloti che sarà in pista nel 2012.

Piloti ufficiali
1.Casey Stoner – Repsol Honda
2.Dani Pedrosa – Repsol Honda
3.Jorge Lorenzo – Yamaha Factory
4.Ben Spies – Yamaha Factory
5.Valentino Rossi – Ducati Marlboro
6.Nicky Hayden – Ducati Marlboro
7.Cal Crutchlow – Tech 3 Yamaha
8.Andrea Dovizioso – Tech 3 Yamaha
9.Hector Barbera – Pramac Ducati
10.Karel Abraham – Cardion AB Ducati
11.Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini
12.Stefan Bradl – LCR Honda

Piloti CRT
13.Colin Edwards – NGM Forward Racing (Suter-BMW CRT)
14.Randy de Puniet – Aspar (Aprilia CRT)
15.Aleix Espargaro – Aspar (Aprilia CRT)
16.James Ellison – PBM (Aprilia CRT)
17.Anthony West – Speed Master (Aprilia CRT)
18.Michele Pirro – Gresini Racing (FTR-Honda CRT)
19.Danilo Petrucci – Ioda Racing (Ioda-Aprilia CRT)
20.Ivan Silva – Avintia Racing (telaio da scegliere tra FTR e Inmotec-Kawasaki CRT)
21.Yonny Hernandez – Avintia Racing (telaio da scegliere tra FTR e Inmotec-Kawasaki CRT)

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

15 commenti
  1. Avatar

    AndreaG

    12 gennaio 2012 at 14:42

    Centraline uniche, restrizioni allo sviluppo, ecc… Tutte ca***te!!!
    Fate un monogomma come si deve, o reintroducete più fornitori con obblighi minimi nelle forniture, così che ogni casa possa sviluppare una gomma per la sua moto e non il contrario.
    Attualmente l’ unica che ci guadagna è Bridgestone, che ha fatto tre tipi e mezzo di gomme, per tutti, per tutto l’ anno, per tutte le condizioni meteo/pista.
    Azzecchi la moto o investi milionate per adattarla alla gomma? Ok, vai.
    Ti va male o non hai soldi per lo sviluppo in funzione di una gomma (scarsa)? Fai schifo.
    Di certo Ducati ha pagato anche questo scotto.
    Se questo è un contenimento dei costi…

  2. Avatar

    Giorgio

    12 gennaio 2012 at 15:14

    Il modo migliore per contenere i costi sarebbe quello di ridurre l’elettronica, anche facendo un passo indietro nello sviluppo.
    Il problema è che ora si è arrivati in un punto di non ritorno: le case vogliono aumentare di anno in anno l’elettronica non volendo tornare indietro, anche se i costi lo imporrebbero, dato che loro vogliono sempre sviluppare nuove tecnologie.
    Bisognava prevedere questo momento.
    Una moto che costa 3 milioni di euro è impossibile!

  3. Avatar

    n75

    12 gennaio 2012 at 16:20

    Non per smontare il titolo, ma le ufficiali sono 6… Gli altri sei son sì motoGP, ma team clienti.
    Il che peggiora ulteriormente le cose.

    • Alessio

      Alessio

      12 gennaio 2012 at 16:43

      @n75 – Dodici era riferito ai piloti ufficiali…… non alle case…..

  4. Avatar

    H954RR

    12 gennaio 2012 at 16:26

    Sono d’accordissimo per ridurre i costi bisogna ridurre l’elettronica e a mio avviso anche togliere i freni in carbonio che come accade in F1 si stacca tutti allo stesso punto e diminuisce la competizione in staccata.
    Eliminerei anche la dorna e farei una commissione fatta da un esponente per ogni costruttore in modo da gestirsi e distribuirsi solo alle case partecipanti al mondiale tutti i soldi dei diritti televisivi e degli sponsor.
    Fuori dalle palle sto carmelo rovina motogp !

  5. Avatar

    FANTOMAS

    12 gennaio 2012 at 16:43

    GP e CRT assieme ??? semplicemente un ripiego demenziale !!!

  6. Avatar

    Selor

    12 gennaio 2012 at 17:49

    Alessio dove li vedi 12 piloti ufficiali?

    • Alessio

      Alessio

      12 gennaio 2012 at 17:50

      1.Casey Stoner – Repsol Honda
      2.Dani Pedrosa – Repsol Honda
      3.Jorge Lorenzo – Yamaha Factory
      4.Ben Spies – Yamaha Factory
      5.Valentino Rossi – Ducati Marlboro
      6.Nicky Hayden – Ducati Marlboro
      7.Cal Crutchlow – Tech 3 Yamaha
      8.Andrea Dovizioso – Tech 3 Yamaha
      9.Hector Barbera – Pramac Ducati
      10.Karel Abraham – Cardion AB Ducati
      11.Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini
      12.Stefan Bradl – LCR Honda

      Per ufficiali intendo moto prototipo e non CRT

  7. Avatar

    H954RR

    12 gennaio 2012 at 18:14

    Ma carmelito c’è gia stato o è il primo anno che va a Madonna di Campiglio ?
    Se è il primo perchè ci è andato ?
    A titolo informativo sia chiaro.

  8. Avatar

    n75

    13 gennaio 2012 at 00:55

    @ Alessio: se per “ufficiali” intendi “prototipi” il titolo dell’articolo è corretto. Però ciascuna parola ha un suo significato, cerchiamo di non confonderli.

    Cmq io con 6 intendevo le moto prototipo ufficiali schierate in griglia, non le Case… magari ci fossero ancora 6 Case (all’infuori delle CRT)!

    • Alessio

      Alessio

      13 gennaio 2012 at 01:12

      @n75: Si intendevo quello…. però in effetti hai ragione anche te…. speriamo in un bel campionato! ma la vedo dura!

  9. Avatar

    lucianuro

    13 gennaio 2012 at 12:59

    che mettino pure il kers come in f1 ,e sospensioni elettroniche e altro,se no che facciano una categoria unica con la sbk tutte crt

  10. Avatar

    Paolino

    13 gennaio 2012 at 15:29

    Per ridurre i costi occorre fare moto che hanno una attinenza con quelle vendute e usate sulle strade tutti i giorni. Unire Superbike e motogp in un unico campionato e i piloti saranno a decine con gare animate ed avvincenti. Libertà di scelta per i produttori di gomme, ma comunque gomme di serie che chiunque può comprare ed usare.

  11. Avatar

    n75

    13 gennaio 2012 at 19:35

    @ Paolino: ma non ha senso che usino “gomme di serie”, chi va a 350 km/h?? chi mette alla frusta le gomme frenando a quel modo?E dall’altra parte
    chi si “accontenterebbe” di una gomma che fa 100km?
    Dargli “gomme di serie” significherebbe volerli ammazzare o ferirli anche irreversibilmente.

    Tra un po’, visto che ci siamo, perchè non aboliamo tutta l’assistenza medica e paramedica? Quella si che è un bel costo.

    Mbah

  12. Avatar

    appassionatodiformulauno

    18 gennaio 2012 at 18:42

    non doveva correre anche N.Haga con le crt …??????

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati