MotoGP: Bautista “prigioniero” della Suzuki

MotoGP: Bautista “prigioniero” della SuzukiMotoGP: Bautista “prigioniero” della Suzuki

Alvaro Bautista non ha ancora potuto chiarire il suo futuro a causa del contratto che lo lega alla Suzuki fino al 31 dicembre 2011. Il pilota spagnolo molto appetito da Lucio Cecchinello (che gli avrebbe offerto una Honda RC213V 1000) proverà quindi domani e dopodomani ancora la Suzuki 800cc, moto con la quale la casa di Hamamatsu potrebbe anche iniziare il mondiale 2012, cosa permessa dal regolamento.

Un bel colpo gobbo per il pilota di Talavera che sperava di poter sciogliere il nodo 2012 subito dopo l’ultima gara disputata ieri a Valencia. Il tempo però stringe e le caselle per la prossima stagione si stanno sistemando. Domani ad esempio l’iridato 2011 della Moto2 Stefan Bradl proverà la Honda RC212V del Team LCR, un test premio che però potrebbe portare il pilota tedesco in pianta stabile nella MotoGP 2012. Non solo Bradl, ma anche Andrea Iannone potrebbe “soffiare” il posto a Bautista. L’abruzzese sta infatti decidendo in queste ore il suo futuro che potrebbe anche essere nella classe regina.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati