Simoncelli, Hiroshi Aoyama: “Non riesco ancora a crederci, è come un incubo”

Simoncelli, Hiroshi Aoyama: “Non riesco ancora a crederci, è come un incubo”Simoncelli, Hiroshi Aoyama: “Non riesco ancora a crederci, è come un incubo”

Hiroshi Aoyama, compagno di squadra di Marco Simoncelli nel Team Gresini è “devastato” dalla morte del pilota di Coriano, avvenuta nel 2° giro del Gran Premio di Malesia, penultima tappa del motomondiale 2011. Ecco le parole del giapponese, che il prossimo anno sarà in sella alla Honda Superbike.

“Non riesco ancora a crederci, è come un incubo. Il mio compagno di squadra Marco è caduto durante la gara di ieri, ha lottato duramente per la sua vita, ma purtroppo è deceduto e non trovo le parole per descrivere la tragica perdita – ha detto Aoyama così come riportato da MCN – Era amato da così tante persone e io so perché. La settimana scorsa è arrivato secondo ed è stato sul podio. E questa settimana di nuovo è stato molto forte con la sua moto. Ma perché? Come? Questo è tutto quello che posso pensare in questo momento. Vorrei fare le mie condoglianze alla famiglia di Marco, ai tifosi, alla squadra e allo staff. Riposa in pace Marco.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati