MotoGP Sepang, Prove libere 2: Ancora Pedrosa, cinque Honda nella Top Five

MotoGP Sepang, Prove libere 2: Ancora Pedrosa, cinque Honda nella Top FiveMotoGP Sepang, Prove libere 2: Ancora Pedrosa, cinque Honda nella Top Five

Il secondo turno di prove libere della MotoGP a Sepang, penultima tappa del motomondiale 2011 che si chiuderà a Valencia, ha visto primeggiare ancora Dani Pedrosa, già leader della prima sessione di prove libere. Il pilota spagnolo del Repsol Honda Team ha girato in 2’01″250, unico pilota a scendere sotto al muro dei due minuti e 2sec. Lo spagnolo ha preceduto Casey Stoner, vincitrice a Phillip Island del suo secondo titolo della MotoGP e il nostro Andrea Dovizioso, il prossimo anno in sella alla Yamaha del Team Tech3.

Quarto è Marco Simoncelli, in sella alla Honda Factory del Team Gresini. Il pilota di Coriano ha girato in 2’02″823, tempo a 1″573 da Pedrosa, oggi strepitoso. Molto bene anche Hiroshi Aoyama, prossimo pilota Honda Superbike e quinto nella sua penultima gara nella MotoGP. Cinque Honda quindi al comando, a testimonianza della bontà della moto iridata 2011.

Ad interrompere il dominio della casa dall’ala dorata è la Yamaha (qui orfana di Jorge Lorenzo) di Colin Edwards, che il prossimo anno sarà in sella ad una CRT Suter BMW. Il texano precede la Suzuki di Alvaro Bautista, la prima Ducati, quella del francese Randy De Puniet, la Yamaha Factory del rientrante Ben Spies e Karel Abraham, che chiude la Top Ten con la Ducati del Team Cardion AB.

La prima Ducati ufficiale è quella di Nicky Hayden, undicesimo ad oltre due secondi da Pedrosa! Un distacco pesante per la Rossa di Borgo Panigale che mette la moto satellite del Team Pramac di Loris Capirossi davanti a quella ufficiale di Valentino Rossi, oggi tredicesimo a 2″427 dalla vetta. Un distacco incredibile per Rossi che a Sepang vanta ancora il record della pista fatto segnare nel 2009 con il crono di 2’00.518. L’unica speranza per il pesarese e per i suoi tifosi (oltre a quelli della Ducati) è che la nuova 1000 sia completamente diversa e fonti vicine agli uomini della Rossa a due ruote confermano queste indiscrezioni. Sia Rossi che la Ducati non possono permettersi un’altra stagione come questa e la soluzione sembra quella di un telaio tradizionale e perimetrale, stile deltabox.

Dietro a Rossi la wild card della Suzuki John Hopkins, la Yamaha di Cal Crutchlow, la Honda di Toni Elias, la Ducati del rientrante Hector Barberà e Nakasuga, collaudatore Yamaha che qui sostituisce l’infortunato Jorge Lorenzo e che oggi è caduto due volte, una alla mattina e una al pomeriggio.

MotoGp Prove Libere 2 Sepang - GP Malesia - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap

Risultati non ancora disponibili.


Sepang - GP Malesia - Risultati Prove Libere 2

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

5 commenti
  1. Avatar

    n75

    21 ottobre 2011 at 09:59

    5 Honda nella top5: mancando Lorenzo…
    e un’ottima prestazione da parte di Aohyama.

  2. Avatar

    Ma_anche_no

    21 ottobre 2011 at 10:11

    E l’anno prossimo sarà anche peggio!
    perchè almeno all’inizio le Yamaha non saranno competitive come le Honda. Possono solo sperare che Dovizioso li aiuti nello sviluppo della moto tanto da colmare il gap con i rivali…

  3. Avatar

    mister

    21 ottobre 2011 at 10:20

    mi sa che spies è ancora rincoglionito dalla botta…cmq deve cercare di fare d+ sopratt in gara altrimenti gli ciulano il 5° posto nella generale.

  4. Avatar

    mister

    21 ottobre 2011 at 10:24

    ho appena letto un tweet di spies e in effetti è ancora molto dolarante….in poche parole so cazzi:(

  5. Avatar

    Zardoz

    21 ottobre 2011 at 10:30

    Eccoci qua, deltabox perimetrale avviluppante….
    Voglio vedere che scrivono ora i Ducatisti che dicono che è Rossi che non va. Ducati finalmente e Preziosi hanno capito (tardi) il loro FALLIMENTO nell’ accanirsi su un progetto che a dispetto del nome, non ha “portato” da nessuna parte. E evitate di scrivere che hanno cambiato perchè lo ha chiesto Rossi.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati