125cc Indianapolis: Dominio di Terol, per lui sesta vittoria del 2011

125cc Indianapolis: Dominio di Terol, per lui sesta vittoria del 2011125cc Indianapolis: Dominio di Terol, per lui sesta vittoria del 2011

Nico Terol ha dominato la gara della 125 ad Indianapolis, teatro del Red Bull Indianapolis GP. Il pilota del Team Aspar dopo aver ottenuto ieri la pole position ha lasciato le briciole agli avversari imponendo un ritmo insostenibile per tutti sin dal via. Questa è la sue sesta vittoria del 2011 a testimonianza della superiorità dello spagnolo. Sul podio con lui anche Maverick Vinales e Sandro Cortese. Quarto termina Sergio Gadea che precede il francese Zarco e gli spagnoli Efren Vazquez ed Hector Faubel. In classifica Terol allunga sulla concorrenza dopo una gara stradominata. Sono infatti 26 i punti di vantaggio su Zarco e 39 quelli su Vinales.

Cronaca di gara

Tutto pronto per il Red Bull Indianapolis GP, undicesima tappa del motomondiale 2011 classe 125 (a Laguna Seca corre la sola MotoGP). I piloti sono tutti schierati, si spengono i semafori, scatta bene dalla pole position Nico Terol seguito dal connazionale Maverick Vinales, dal tedesco Sandro Cortese, dal francese Johann Zarco, dagli spagnoli Hector Faubel ed Efren Vazquez, dal britannico Danny Kent, dallo spagnolo Sergio Gadea, dal finlandese Niklas Ajo e dal tedesco Jonas Folger.

Terol tenta subito la fuga, il pilota del team Aspar sembra in grandissima forma mentre dietro si danno battaglia. Al termine del primo giro Terol precede Vinales, Zarco, Faubel, Vazquez, Cortese, Kent, gadea, Ajo e Folger mentre il nostro Simone Grotzkyj Giorgi è 12esimo. Continua ad aumentare il vantaggio di Terol che fa segnare il giro veloce portando il suo vantaggio sopra ai due secondi.

Il leader del mondiale gira mediamente di oltre un secondo più veloce dei suoi avversari, l’unica incognita a questo punto potrebbe essere la durata delle gomme. Dietro intanto lottano per il podio Maverick Vinales in sella all’Aprilia del Blusens by Paris Hilton Racing, Joahnn Zarco con la Derbi del Team Avant-Air-Asia-Ajo ed Hector Faubel, con la seconda Aprilia del Team Bankia Aspar.

Gli italiani sono Simone Grotzkyj Giorgi ora 13esimo, Luigi Morciano 18esimo, Francesco Mauriello 23esimo e Alessandro Tonucci 28esimo. Cade intanto Niklas Ajo che stava disputando una bella gara mentre Danny Kent va dritto per poi rientrare in pista.

Terol continua intanto ad aumentare il suo vantaggio in maniera considerevole e a metà gara il suo vantaggio è abissale! Sono più di dieci i secondi di vantaggio sugli inseguitori che ora rischiano di essere ripresi da un altro terzetto, quello formato da Sergio Gadea, Sandro Cortese ed Efren Vazquez. Sono ora in sei a giocarsi il secondo e terzo gradino del podio. Di questi sei è Maverick Vinales, pilota del Blusens by Paris Hilton Racing che tenta l’allungo per assicurarsi la seconda posizione e tenersi lontano dalla lotta serrata.

Siamo giunti ormai a tre quarti gara, Terol continua indisturbato la sua fuga verso la sua sesta vittoria dell’anno mentre dietro quello più in difficoltà è il francese Johann Zarco che sembrerebbe avere serie problemi di gomme. Sono due intanto i piloti italiani in zona punti, precisamente Simone Grotzkyj Giorgi (Phonica Racing) e Luigi Morciano (Team Italia FMI) rispettivamente in 11esima e 15esima posizione.

Ultime tre giri, c’è battaglia tra Vinales e Cortese che ha raggiunto il pilota spagnolo; i due si stanno giocando la seconda e terza posizione del podio e nella lotta si inserisce anche Sergio Gadea, team-mate di Vinales. cade intanto Adrian Martin, terzo pilota del Bankia Aspar Team.

Ultimo giro, Terol va a vincere indisturbato una gara dominata sin dall’inizio, la sesta dell’anno; sul podio con lui anche Maverick Vinales e Sandro Cortese.

125cc Gara Misano - GP di San Marino e della Riviera di Rimini - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap

Risultati non ancora disponibili.


Misano - GP di San Marino e della Riviera di Rimini - Risultati Gara

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in 125cc

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati