MotoGP Indianapolis, Prove Libere: Casey Stoner “L’asfalto resta scivoloso”

MotoGP Indianapolis, Prove Libere: Casey Stoner “L’asfalto resta scivoloso”MotoGP Indianapolis, Prove Libere: Casey Stoner “L’asfalto resta scivoloso”

Casey Stoner ha ottenuto il miglior tempo a Indianapolis, teatro della dodicesima tappa del motomondiale 2011. Il leader del mondiale ha migliorato di 3 secondi il tempo fatto segnare in mattinata fermando il crono sul tempo di 1’40.724, ad appena 6 decimi dal record della pista di 1’40.152 (Lorenzo, 2009). Ha però ancora problemi di pneumatici e domani lavorerà con la squadra per essere pronto per le qualifiche.

“Questo pomeriggio la pista era un po’ meglio e conseguentemente anche i tempi sono calati – ha detto Stoner – La pista si è pulita, ma ancora non mi sento a mio agio con la nuova superficie. L’asfalto resta scivoloso e questo è il circuito che amo meno in assoluto di tutto il calendario. È molto stretto, scivoloso e il nuovo asfalto non è buono, non è soltanto sporco, sembra che ci sia qualcosa di strano nei punti di congiunzione, qualcosa di olioso che crea dei problemi. Detto questo, non abbiamo potuto lavorare molto sulla moto, abbiamo fatto una piccola modifica questa mattina e un’ altra nel pomeriggio, ma fatichiamo nel trovare un buon feeling con la moto. Questo pomeriggio abbiamo provato la mescola più dura all’anteriore che ci ha dato un riscontro positivo e ci ha permesso di essere un po’ più veloci, ma in generale spero che la pista migliori in modo da poter lavorare nella giusta direzione per la gara. Nelle ultime uscite ho trovato molto traffico e perfino un animale! Ho visto qualcosa con la coda dell’occhio, non sono sicuro cosa fosse, forse una marmotta. Pensavo fosse un pezzo di moto,sono contento che non sia successo niente in questo “incontro” inusuale!“.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    Allonzo

    27 agosto 2011 at 07:29

    …Spies ha un passo migliore, ma te sei una forza della natura…bravo!!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati