Moto2: Raffaele de Rosa a Indianapolis con il Team Ngm-Forward Racing

Moto2: Raffaele de Rosa a Indianapolis con il Team Ngm-Forward RacingMoto2: Raffaele de Rosa a Indianapolis con il Team Ngm-Forward Racing

Ad Indianapolis, nella griglia di partenza della Moto 2, ci sarà un pezzo di Napoli a duellare per la vittoria. Raffaele De Rosa, lo scugnizzo più veloce del mondo, è il nuovo pilota del Team Ngm-Forward Racing. Raffaele prende il posto di Alex Baldolini, e la sua scelta conferma la volontà della squadra di puntare sul vivaio nazionale nel motomondiale.

Abbiamo intervistato il ragazzo di Fuorigrotta prima della partenza per gli Stati Uniti: “Dopo – spiega De Rosa – la scivolata del Mugello, anche se sono rimasto senza squadra, ho continuato ad allenarmi, e non ho mai perso la speranza di ritornare a dire la mia nel circus che conta. Con il mio preparatore atletico Arturo Di Mezza, mi sono alternato tra lunghe sessioni in sella ad una moto da Cross, sedute in palestra e tanti chilometri in bici. Dentro di me sapevo che sarei stato chiamato prima o poi da un team. E’ arrivata così la richiesta del Ngm-Forward Racing, e ringrazio Giovanni Cuzari, che mi ha dato la possibilità di gareggiare fino al termine della stagione”.

Riprendere sul tracciato statunitense sarà per Raffaele un vantaggio, perché è tra le sue piste preferite: “Indianapolis – spiega Raf 35 – con la sua storia è uno dei circuiti più belli dove confrontarsi. Ci sono dieci curve a sinistra e sei a destra, e recentemente è stato rifatto il manto d’asfalto. Questo dovrebbe rendere la pista meno abrasiva per gli pneumatici, e permettere di essere più veloci sul giro. Non vedo l’ora di riallacciarmi il casco e la tuta, perchè domenica sera mi piacerebbe festeggiare sia una bella vittoria del Napoli, la mia squadra del cuore, sia un mio buon risultato”.

Press Office

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Moto2

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    umberto

    25 agosto 2011 at 16:48

    la vedo dura caro raffaele!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati