MotoGP Laguna Seca: Valentino Rossi “Perdiamo troppo a centro curva”

MotoGP Laguna Seca: Valentino Rossi “Perdiamo troppo a centro curva”MotoGP Laguna Seca: Valentino Rossi “Perdiamo troppo a centro curva”

Valentino Rossi ha chiuso il Red Bull US Grand Prix disputato a Laguna Seca in sesta posizione. Il pilota della Ducati ha lottato per tutta la gara con il suo team-mate Nicky Hayden che ha chiuso alle sue spalle. Il distacco dai primi rimane però pesante, oggi il nove volte campione del mondo è arrivato ad oltre trenta secondi dal vincitore Casey Stoner, un distacco di quasi un secondo a giro. A lui la parola.

“Non credo che a Brno avremo una svolta. In azienda stanno lavorando ma gli serve tempo. In due parole il nostro problema è al centro della curva, dove gli altri vanno più veloce e io non ho feeling sul davanti – ha detto Rossi così come riportato da SportMediaset – Quindi devo rallentare sempre troppo. Per ora andiamo avanti con lo sviluppo della GP11.1, anche se stiamo soffrendo troppo. Ho fatto una gran fatica fino alla fine perché avevo Hayden attaccato fino all’ultimo giro. Ho girato forte e almeno sono la prima Ducati in classifica. In questo momento dobbiamo accontentarci perché abbiamo tanti problemi. In compenso con il ritorno di Burgess in questo weekend abbiamo lavorato bene e ho fatto anche una bella partenza. Peccato che poi per tenere il ritmo l’anteriore iniziava a chiudere e quindi ho dovuto mollare dai primi. Ho lottato con Simoncelli nelle fasi iniziali, ma poi non avevo il passo per andare via con loro. Il nostro obiettivo è recuperare i 10 secondi di svantaggio da gruppetto degli inseguitori dove ci sono Marco e Dovizioso. Perché per ora stiamo soffrendo troppo.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

31 commenti
  1. Avatar

    Fabio

    25 luglio 2011 at 08:55

    Primo delle ducati…. ma non vorrei che per fargli ottenere questo risultato debbano sempre rallentare le altre ducati in pista…

  2. Avatar

    RICCARDO

    25 luglio 2011 at 10:36

    grande vale… chi ha guardato ieri la gara ha visto chiaramente i rischi che si e` preso nei primi giri per tentare di tenere un ritmo che purtroppo e` veramente lontano dalle possibilita` della moto, sara` il setup il modo di guidare, il motore o il telaio… comunque ha dimostrato come sempre un valore e un coraggio incredibile, prendere certi rischi a duecento all`ora nei curvoni di laguna seca con la moto che sbandava da tutte le parti dimostra solo la voglia che tuttora motiva valentino ….forza vale e forza ducati….e chi critica gratuitamente o non si rende conto di quello che dice o e` semplicemente invidioso di quello che vale ha dato…e dara` a questo fantastico sport…ieri tutti eroi!!!

  3. Avatar

    Speed

    25 luglio 2011 at 10:38

    Ma come mai Stoner in qualifica a laguna secca
    nel 2010 conm la Ducati piu`di un secondo
    piu`veloce di Rossi su Ducati nel 2011?
    Stoner/ Ducati 01:21.169,nel 2010
    Rossi /Ducati 1:22.235 nel 2015
    non sara`mica che Rossi abbia influenzato
    negativamente lo svilupo della Ducati?????

  4. Avatar

    RICCARDO

    25 luglio 2011 at 10:45

    ce da dire che solo vale si sta mettendo in discussione rischiando per ricercare un miglioramento di utilizzare un prototipo che al momento sembra di molto inferiore alla gp11… barbera, hyden, abrham, rdp, sono buoni piloti ma a parita` di moto vale li semina….l`ha sempre fatto e sempre lo fara`… ce da scommettere che quando la moto sara` pronta e vincente saranno tutti li a voler andare in ducati…..
    ps andatevi a vedere i parziali al t3 dell`intero weekend di gara e poi ditemi che vale non e` un gran pilota….resta uno dei migliori al mondo..ed e` scoprire l`acqua calda…visto che gia` e` leggenda in tutto il mondo…

  5. Avatar

    Speed

    25 luglio 2011 at 10:47

    mi correggo :Rossi nel 2011
    E stoner e`stato in qualifica
    nel2010 con la Ducati anche piu`velocce
    di quest`anno con l`Honda==1:21.274, 2011
    Stoner/Ducati =1:21.169 ,2010
    le cifre parlano chiaro!

  6. Avatar

    Kre

    25 luglio 2011 at 12:01

    Io mi chiedo come sia possibile che in ducati non riescono a superare questo momento difficile. Non si tratta di stupidaggini, ma lo stesso Rossi dice che hanno alcuni kilometri orario in meno in curva, ed è gravissimo, può essere che un problema così grave non venga risolto (o almeno arginato)?

  7. Avatar

    Speed

    25 luglio 2011 at 13:04

    Mi sembra che rossi,sa fare solo
    il “Melandrino” !!!
    In Ducati,da quando c`E´Rossi esiste
    solo confusione!
    Mi dispiace solo per Preziosi,che per
    me`e`un Genio,che il mondo ci invidia!

  8. Avatar

    Francesco

    25 luglio 2011 at 13:35

    Mi spiace, ma il confronto con Stoner, sulla stessa pista (ma con moto vecchia per l’australiano) con le stesse condizioni meteo è a dir poco impietoso…
    Fossero stati tutti e due in Ducati, a questo punto Rossi avrebbe già restituito i soldi e cercato un Team in F1 per divertirsi.

  9. Avatar

    Max67

    25 luglio 2011 at 15:00

    ho letto i commenti sopra e si denota come tutti stiamo soffrendo dagli scarsi risultati di Valentino.Io continuo ad essere sorpreso negativamente dalla mesa a punto della moto, tutti hanno visto la moto come era alta da terra e pompava in uscita e morbita all’anteriore in staccata. Continuo a dire che neanche un neofita farebbe questi errori.Spero che ritrovino la strada.Per quanto riguarda lo stipendio, io lo darei indietro!

  10. Avatar

    sergio

    25 luglio 2011 at 16:31

    era bravo stoner in ducati si, ma forse era più bravo a cadere con il sedere per terra!
    stoner è solo uno sbruffone presuntuoso che trova sempre scuse e non si assume mai le proprie responsabilità, sa solamente provocare e se li fai una scoreggia se ne cade in depressione!

  11. Avatar

    Tonino

    25 luglio 2011 at 18:46

    Sono tifosissimo di Rossi al quale vorrei chiedere come mai Stoner con la Ducati andava alla grande come va con la moto giapponese e lui non riesce a trovare questo benedetto feeling- Vai Valentino ti aspettiamo….

  12. Avatar

    VINCENZO

    25 luglio 2011 at 19:20

    RAGAZZI NON SI DISCUTE LA CLASSE DI UN PILOTA COME ROSSI, MA E’ FUORI DUBBIO CHE IN QUANTO A ARROGANZA PRETESTUOSA E’ L’UNICO PRESENTE, RAGAZZI NELLA SUA STORIA OSSERVATE E ASCOLTATE I COMMENTI SU ALTRI PILOTI DEFINITI DEI ROSICATORI, VIENE UN DUBBIO DA CAMPIONE DI 9 TITOLI E PER ETA’ GIOVANE 32 ANNI NEL FIORE DELLA POTENZA E TECNICA CHE CIO’CHE HA FATTO SU MOTO GIA’ PRONTE NON E’ L’OLIMPO MA UN COMUNE PILOTA A CUI GLI E’ STATA RESA LA VITA FACILE….TANTO FACILE CHE OGGI ROSICA LUI

  13. Avatar

    VINCENZO

    25 luglio 2011 at 19:27

    INTENDO DIRE CHE LA MEMORIA NON DEVE ESSERE OFFUSCATA, IL SIG ROSSI HA SEMPRE SOSTENUTO CHE E’ IL PILOTA CHE DEVE ADATTARSI ALLA MOTO, RICORDATE GLI ANNI DELLA MILLE CON PILOTI DEL CALIBRO BIAGGI,GIBERNAU,MELANDRI”MOVISTAR”? ED ALTRI…OGGI., LUI LI DEFINIVA E LI DEFINISCE PIPPE PERCHE ROSICAVANO IN QUANTO NON SI ADATTAVANO. OGGI LA HONDA HA CREATO UN GRUPPO NON UN PILOTA E VINCERA’ NON IMPORTA CON CHI MA VINCE.., UN ALTRA COSA: OGGI LE PIPPE LE FA E COME LE FA, UN PELINO QUI UN PELINO LI MA SE NON SI ADATTA NECESSARIAMENTE NASCE IL DUBBIO CHE SIA STATO UN PILOTA COSTRUITO E NON TALENTUOSO.

  14. Avatar

    franco malatesta

    25 luglio 2011 at 20:40

    ma il problema secondo me e che una gomma non può andare bene per moto cosi diverse telaisticamente!la ducati non può girare con le gomme che monta la honda e viceversa!!!!!il problema e li nessuno lo dice ma e li che si fa la differenza!!!

  15. Avatar

    69unico

    25 luglio 2011 at 22:22

    Vale c’è ieri lo ha dimostrato..ha rischiato di cadere un paio di volte..ma è sato tenace..la moto avvolte si muoveva troppo..quelladi Hayden era piu’ stabile…piano piano arriveramnno anche i risultati se non quest’anno di sicuro il prossimo perchè con i 1000 le cose cambiano…

  16. Avatar

    pierrrrrr

    26 luglio 2011 at 00:16

    ma scusate un po’… un pilota che ha vinto in 125, in 250, in 500, in motogp con honda e poi su yamaha, con le 1000 e con le 800… 9 titoli, 105 vittorie, 175 podi, etc… ma come si fa a definire un pilota così, fenomeno costruito? da chi? per chi!? e poi, perchè lui e non, ad esempio, biaggi.. o melandri.. o il capi..?! o un pilota non italiano, da costruire?? allora perchè non dirlo anche di agostini.. o di doohan.. tutti fenomeni costruiti..!? Shumacher in F1!? pure lui costruito!? non sarebbe più corretto invece dargli il rispetto che merita per via delle sue imprese, e attendere che capisca cosa non sta funzionando!? dopo tanti anni al top (dal 96!!!!), ci può anche stare che un pilota si trovi in difficoltà… o non è concesso!!?? e poi, scusate… ma stoner, è bravo eh, veloce, coraggioso… non si discute! ma senza l’elettronica quel ragazzo era soprannominato rolling stoner… sarà anche cresciuto e maturato ora, ma non dimentichiamocelo!!!!

  17. Avatar

    Zardoz

    26 luglio 2011 at 01:14

    Ma quando la piantate di fare paragoni Stoner-Rossi? Ogni volta dite le stesse caxxate, l’ anno scorso stoner qua, l’ anno scorso stoner la…. Perchè nessuno si ricorda quante volte è andato in terra stoner l’ anno scorso? E quando ha ABBANDONATO il team e i tifosi perchè aveva male al pancino? Ve lo siete già dimenticato?

  18. Avatar

    Alberto Rapini

    26 luglio 2011 at 06:46

    Una forcella da 50mm salverà la stagione Ducati,basterà decidersi al grande cambiamento,la moto è come la donna,devi darle quello che vuole…e poi,smettetela con il denigrare Rossi,che è il miglior pilota al mondo nell’era moderna e smettetela di parlare di Stoner,l’australiano ora guida una Honda e va fortissimo,in Ducati non ci tornerà di certo!

  19. Avatar

    dario

    26 luglio 2011 at 09:03

    A prescindere dalla bravura di Rossi anche Hayden non e’ l’ultimo pirla eppure non va nemmeno lui…Questo la dice lunga e dato che in Ducati cosi’ e’ assurdo continuare e la Honda e la Yamaha non lo vogliono piu’ l’unica soluzione e’ andare in SBK dove renderebbe il campionato molto piu’ interessante. E poi guardando le due categorie sinceramente la MotoGp sta veramente annoiando ed e’ scontata, vincono sempre i soliti con distacchi enormi tra i primi 2 o 3 e gli altri.

  20. Avatar

    Speed

    26 luglio 2011 at 09:18

    Basta scrivere che Stoner era
    a Laguna Secca in Qualifica nel 2010
    sulla Ducati anche piu`veloce
    di quest`anno sull`Honda,che certi se la fanno addosso!!!La verita`vi fa male
    o vi stanno per rabbia crescendo
    i furuncoli nel sedere?

  21. Avatar

    n75

    26 luglio 2011 at 15:03

    Dall’anno scorso le condizioni della pista son peggiorate. Poi sul fatto che Stoner sarebbe in grado di fare con Ducati molto meglio di Rossi, non credo ci siano dubbi

  22. Avatar

    Stilix

    26 luglio 2011 at 21:33

    Stoner meglio di Rossi? I numeri per ora dicono di si, ma Rossi è sempre stato più concreto di lui, nello stesso tempo, pur vincendo meno gare, ha vinto un mondiale in più(mica poco). Come diceva Agostini, a 32 anni si è più concreti, l’esperienza bilancia l’incoscenza, ma qualcosa forse si perde nell’approccio alla velocità, e non ci si butta a vita persa in pista. Ma io credo in Valentino e sono fiducioso di ritrovarlo sul podio anche quest’anno

  23. Avatar

    lucianuro

    26 luglio 2011 at 23:09

    rossi li ha già battuti tutti da lorenzo a biaggi e lui il più forte pilota di sempre tornera a vincere lo sanno tutti

  24. Avatar

    lucianuro

    26 luglio 2011 at 23:15

    rossi e l ultima speranza della ducati e viceversa dopo rossi nessun buon pilota ci vorrà andare se non escono da questa crisi ce la faranno

  25. Avatar

    MANETTA

    27 luglio 2011 at 09:47

    Mettetela come volete, giratela a vostro piacimento ma i risultati di Rossi sono ALTAMENTE SOTTO LE ASPETTATIVE (peggio di cosi non si poteva fare fino ad ora)

    Tutti pensavano che al suo arrivo si potesse letteralmente sbancare la concorrenza invece non solo i risultati sono deludenti ma sembra aver portato la Ducati e la sua filosofia in un baratro volendo sconvolgere a suo piacimento una moto che non è una giapponese…… la moto aveva solo bisogno di uno step invece continuano a fare modifiche enormi perdendo sempre + la strada maestra.

    Gli sponsor, gli azionisti, i tifosi non saranno disposti a sopportare a lungo una situazione simile se ne fregheranno di chi è stato Rossi e gli daranno un bel servito con un calcio nel sedere.

    Il dato di fatto è che questa è la peggior Ducati di sempre……il peggioramento è arrivato in inverno quando tutti sbavavano per il “dottore” e hanno cominciato a seguirlo a piedi pari pensando che le sue parole/indicazioni fosse quelle di dio !!!!!!

  26. Avatar

    Vecchio_Saggio

    27 luglio 2011 at 13:49

    Ragazzi…la verità è una sola: da uan parte ci sono le nostre fantasie, le nostre emozioni, i nostri deliri, e tutti gli altri “mostri” che il “tifo” riesce a generare.
    Dall’altra parte ci sono i semplici fatti. E la verità sta solo in questi ultimi. Punto.
    Quali sono i fatti che nessuno riesce a tenere in considerazioen nella loro globalità?
    I fatti sono che:
    1. Nessuno, prima di Rossi, e forse neanche dopo, è riuscito a guidare una Ducati MotoGp con un benchè minimo risultato positivo da Capirossi a Melandri allo stesso Hayden (anche Biaggi l’aveva provata a suo tempo) E parliamo di campioni veri! Pertanto la Ducati è sempre la solita moto perdente dalla creazione ai giorni nostri (e questo è un fatto, sorry) mentre Valentino non può essere diventato all’improvviso un “pistola”.
    Stoner vinceva? Vero. E’ però la più classica delle eccezioni che conferma proprio i fatti di sopra. Lui riusciva a creare una “chimica” tale con il mezzo, misteriosa e sbalorditiva che però ha pagato comunque a caro prezzo: tant’è vero che ha dovuto curarsi vari esaurimenti mentre era in Ducati.
    2.Il talento di VR non solo come pilota ma anche come sviluppatore di moto non si discute proprio: la Yamaha prima che arrivasse lui era in un baratro ancora più profondo di quello Ducati. Tant’è vero che Lorenzo in questo campionato è dovuto tornare – guarda caso – alla moto 2010 che è poi ancora quella sviluppata da Valentino.
    3. La monogomma è la cazzatona più macroscopica che le menti eccelse della Dorna potessero concepire. E’ pura follia a quei livelli: così come lo è in F1.
    4. L’elettronica livella le doti tecniche di guida, e permette di diventare dei fenomeni anche a piloti che sarebbero in realtà mediocri.
    Questi sono fatti inconfutabili, poi possiamo continuare per anni a dire che Valentino è solo un pirla che nella vita ha avuto solo kulo e “aiuti”… peccato che poi sulle moto non ci sale nè la fortuna nè l’aiuto, ma solo un comune mortale che deve riuscire ad andare a 300 km/h riuscendo a raggiungere due risultati siderali: il primo è non ammazzarsi, il secondo è vincere 9 titoli mondiali e mazzo con tutte le moto e in tutte le categorie:
    Fatelo voi.
    ;-)

  27. Avatar

    Vecchio_Saggio

    27 luglio 2011 at 13:57

    Ragazzi…la verità è una sola: da una parte ci sono le nostre fantasie, le nostre emozioni, i nostri deliri, e tutti gli altri “mostri” che il “tifo” riesce a generare.
    Dall’altra parte ci sono i semplici fatti. E la verità sta solo in questi ultimi. Punto.
    Quali sono i fatti che nessuno riesce a tenere in considerazione nella loro globalità?
    I fatti sono che:
    1. Nessuno, prima di Rossi, e forse neanche dopo, è riuscito a guidare una Ducati MotoGp con un benchè minimo risultato positivo da Capirossi a Melandri allo stesso Hayden (anche Biaggi l’aveva provata a suo tempo) E parliamo di campioni veri! Pertanto la Ducati è sempre la solita moto perdente dalla creazione ai giorni nostri (e questo è un fatto, sorry) mentre Valentino non può essere diventato all’improvviso un “pistola”.
    Stoner vinceva? Vero. E’ però la più classica delle eccezioni che conferma proprio i fatti di sopra. Lui riusciva a creare una “chimica” tale con il mezzo, misteriosa e sbalorditiva che però ha pagato comunque a caro prezzo: tant’è vero che ha dovuto curarsi vari esaurimenti mentre era in Ducati.
    2.Il talento di VR non solo come pilota ma anche come sviluppatore di moto non si discute proprio: la Yamaha prima che arrivasse lui era in un baratro ancora più profondo di quello Ducati. Tant’è vero che Lorenzo in questo campionato è dovuto tornare – guarda caso – alla moto 2010 che è poi ancora quella sviluppata da Valentino.
    3. La monogomma è la cazzatona più macroscopica che le menti eccelse della Dorna potessero concepire. E’ pura follia a quei livelli: così come lo è in F1.
    4. L’elettronica livella le doti tecniche di guida, e permette di diventare dei fenomeni anche a piloti che sarebbero in realtà mediocri.
    Questi sono fatti inconfutabili, poi possiamo continuare per anni a dire che Valentino è solo un pirla che nella vita ha avuto solo kulo e “aiuti”… peccato che poi sulle moto non ci sale nè la fortuna nè l’aiuto, ma solo un comune mortale che deve riuscire ad andare a 300 km/h riuscendo a raggiungere due risultati siderali: il primo è non ammazzarsi, il secondo è vincere 9 titoli mondiali e mezzo con tutte le moto e in tutte le categorie:
    Fatelo voi.
    ;-)

  28. Avatar

    LucaR

    27 luglio 2011 at 14:44

    Comunque sia la ducati ha mostrato che il suo progetto non va, le gomme sono fatte per moto che flettono in un modo differente (ovvero con un telaio in alluminio tradizionale) e perfino Hayden ha oggi molti più problemi rispetto all’anno scorso.
    (fonte: Guareschi)

    Ancora due cose:

    1. Rossi non è il pilota istintivo quale è Stoner e con una moto come questa soffre di più ed è più lento;

    2. L’obiettivo di Rossi non è quello di andare forte con la moto attuale, ma di rendere la ducati una moto migliore, ovvero vincente e in grado di andare forte non solo con un pilota.

    …quindi se ci riuscirà dimostrerà oltre ogni ragionevole dubbio di essere un pilota più grande dell’australiano, essendo il secondo obiettivo è molto più impegnativo e ambizioso del primo.

  29. Avatar

    Isac

    27 luglio 2011 at 19:56

    Quando Stoner vinse il modiale con la Ducati era l’anno in cui le Bridgestone erano il top e le Michelin non finivano le gare…
    L’anno successivo Rossi montò Bridgestone, come andò?!!!
    E’ ovvio che il pacchetto Stoner Ducati Bridgestone era forte, dimentichiamo che quella Ducati la guidava bene solo lui…
    Persino Capirossi con la Ducati ha rischiato di vincere il mondiale, quando lo vinse Hayden, purtroppo Gibernau, anche lui Ducati lo stese e gli fece perdere 3 gare…
    Con la 800 anche Capirossi non è mai andato forte come Stoner.
    Spero che la si riesca a sistemare presto questa Ducati.
    Ultima considerazione: quando Rossi passò in Yamaha potè provarla solo da Gennaio ma a lungo, ora per diminuzione dei costi i test sono limitati, per forza di cose le difficoltà sono maggiori ora…
    Ciao!

  30. Avatar

    lucianuro

    27 luglio 2011 at 20:41

    aspettiamo ormai il 2012 per vedere se rossi ducati funzionano se no cambiamo regolamento dai

  31. Avatar

    Vecchio_Saggio

    28 luglio 2011 at 16:37

    Nel 2012, a mio modesto parere, assisteremo al divorzio. A meno che…la 1000 non vada da subito come un fulmine!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati