MotoGP: Álvaro Bautista parte positivo per il circuito olandese di Assen

Rizla Suzuki è in viaggio verso “la cattedrale delle gare di motociclismo” il TT di Assen in Olanda, dove si disputerà la settima gara del Campionato del Mondo MotoGP 2011.

Dopo l’iniezione di fiducia di Silverstone, Álvaro Bautista parte positivo per il circuito olandese lungo 4,542 km, circuito sul quale nel 2008 in classe 250cc ha assaporato la vittoria. In Inghilterra le prestazioni dello spagnolo sono state buone nonostante il freddo e la pista bagnata e il pilota è convinto che il pacchetto Suzuki abbia fatto un importante passo avanti che gli permetterà di spingere di più e di avvicinare la sua GSV-R al gruppetto di testa.

Assen è l’unico circuito che ospita un Gran Premio dall’istituzione del Campionato del Mondo nel 1949 ed è unico anche perché è l’unica gara che si disputa di sabato. La struttura si trova nel nord dell’Olanda, vicino alla città di Groningen. Il tracciato, modificato negli ultimi anni per renderlo più sicuro, rimane molto tecnico e tortuoso, un tracciato in cui c’è poco margine di errore e che in genere piace molto ai piloti. Il circuito di Assen è stato costruito nel 1955 – prima di allora le gare si disputavano sulle strade di quell’area – ed è l’unico circuito in MotoGP progettato specificatamente per gare di motocicletta. Tra piloti e appassionati è comunemente noto come “la cattedrale” del motociclismo, perché entrambi ne hanno gran considerazione.

Rizla Suzuki MotoGP scenderà in pista giovedì per due sessioni di prove libere, seguite venerdì da un’altra sessione di prove e dalle qualifiche. La gara di 26 giri partirà alle 15 di sabato 25 giugno.

Álvaro Bautista:

“Questa settimana ad Assen cercheremo di continuare i progressi fatti a Silverstone. In Inghilterra abbiamo fatto grandi passi avanti perché ha fatto molto freddo tutto il weekend e nonostante questo siamo riusciti a essere competitivi e a migliorare molto rispetto all’anno scorso. Nel 2010 faceva freddo anche ad Assen e lì abbiamo avuto dei problemi, perciò speriamo che quello che è successo settimana scorsa ci possa aiutare se le condizioni saranno le stesse, anche se spero che faccia molto più caldo e che non sia un problema! I due circuiti sono abbastanza simili, sono veloci e con delle belle curve e sarà come continuare il lavoro che abbiamo lasciato a Silverstone. Nel 2008 ad Assen ho vinto e anche se sarà dura cercare di ripetere l’esperienza quest’anno, credo che abbiamo il pacchetto giusto per iniziare a correre regolarmente più vicini ai piloti davanti.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati