Moto2 Estoril, Andrea Iannone: “Dispiaciuto per la caduta”

Moto2 Estoril, Andrea Iannone: “Dispiaciuto per la caduta”Moto2 Estoril, Andrea Iannone: “Dispiaciuto per la caduta”

Si è tenuta oggi la terza gara della classe Moto2 per il Campionato Mondiale 2011 presso il circuito di Estoril, in Portogallo. Andrea Iannone, pilota del team Speed Master, è stato protagonista di una sorprendente rimonta. In seguito a un ottimo warm up, il pilota di Vasto è scattato dalla quattordicesima posizione in griglia e, in pochi giri, ha avuto modo di dimostrare la sua grinta. Dopo una partenza cauta, Andrea ha sorpassato i piloti che lo precedevano, fino a raggiungere Bradl e lottando così per la prima posizione. A quattro giri dal termine della gara, una scivolata senza conseguenze fisiche lo ha escluso dalla lotta per il podio. Nonostante la caduta, Andrea è riuscito a portare a casa qualche punto, tagliando il traguardo in tredicesima posizione. Andrea lascia il Portogallo con 48 punti nella Classifica Generale, dove occupa attualmente la seconda posizione.

Andrea Iannone, #29 — gara: 13° “Sono dispiaciuto per come si è conclusa la gara: stavamo andando bene, ma il fatto di partire da una posizione arretrata e dover poi rimontare non ci ha aiutati. Questo è un circuito dove non è facile superare ed ero un po’ in difficoltà anche sul rettilineo: nonostante la moto fosse veloce, perdevo in accelerazione. Se fossi partito più avanti, con il ritmo che avevo, sarebbe stato possibile guidare con più tranquillità e sfruttare meno le gomme. Spero vivamente che dalla prossima gara le qualifiche vadano meglio, per poter partire da una posizione migliore. Ora dobbiamo aspettare la prossima gara e dare il massimo. Bradl ha preso un po’ di vantaggio in classifica, ma siamo ancora all’inizio del campionato. Peccato per questa gara, ma sono contento perché abbiamo dimostrato il nostro potenziale, ora dobbiamo solo sfruttarlo al massimo.”

Speed Master

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Moto2

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    Alessandro

    2 maggio 2011 at 12:47

    Anche se è andata così.. continua a crederci! grande ANDREA, è così che si corre, aggressività, tenacia un grande, in molti dovrebbero prenderne spunto!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati